Scarpanto

Utente
  • Numero contenuti

    23
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

2 Neutrale

Su Scarpanto

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 16/06/1985

Contatti & Social

  • Sito personale
    http://lapongaedizioni.it/biografia/omar-gatti
  • Skype
    omar.gatti

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Provenienza
    Monza
  • Interessi
    Tutto quello che merita di essere fatto

Visite recenti

1.819 visite nel profilo
  1. Figure di cioccolata fondente

    (Assunto da una settimana) Sento che un collega parla di una nottata di sesso bollente Io, per creare empatia, esclamo "Bella maiala sta tipa, eh?" Lui mi squadra e fa: "Chi, mia moglie?"
  2. Il giro del mondo in...

    TOP 3: La cattedrale di Santiago de Compostela dopo 30 giorni di cammino e 813km percorsi La spiaggia rosa di Elafonissi a Creta L'immensità del silenzio del vento sul Supramonte di Oliena (Sardegna)
  3. Iperattività da scrittura

    Settimana scorsa ho consegnato il pc alla mia ragazza. "Tienilo per una settimana, così stacco e non scrivo per un po'. Mi rilasso". Ho resistito per 3 giorni, poi l'ho chiesto indietro per poter scrivere.
  4. Ma il vostro fine ultimo è fare una montagna di soldi scrivendo?

    Sono convinto che non si scriva per sè stessi anche se tutti gli autori dicono cose tipo "No, io, ma va, io scrivo per me stesso e perchè mi fa stare bene" Si scrive per venir letti, perchè tutti, anche se non lo diremmo mai, vorremmo in segreto essere i nuovi "Fabio Volo". Anche per la vanità di andare in libreria un giorno e trovarci un libro con sopra il proprio nome. Non sempre chi scrive è perchè ha qualcosa da dire nè perchè sa farlo.
  5. Cosa c'è dietro il titolo del vostro romanzo?

    Mi piace. Ha un significato preciso per te ed è comunque un titolo evocativo ma non troppo esplicativo. Crea già una certa atmosfera. Ti ringrazio. In effetti è il titolo che amo di più tra tutti i miei lavori.
  6. 84° Contest: Il Primo Amore non si scorda mai

    Valgono anche storie raccontate attraverso una fiaba?
  7. Orientamento sessuale: e tu...?

    Felicemente destinato al matrimonio con una ragazza fantastica...quindi etero
  8. Iperattività da scrittura

    A me succede, purtroppo, molto spesso. La mente vaga, tesse trame e personaggi. In qualunque situazione mi trovi. Al lavoro, mentre cammino, in bagno. Questo mi ha causato non pochi problemi con la mia ragazza, che mi accusa di non stare ad ascoltare ma di pensare solo a scrivere. in effetti, se sto pensando ad una trama, se qualcuno mi parla io rispondo a monosillabi ma in realtà non ascolto un bel niente. SApere che non sono l'unico mi rallegra
  9. Cosa c'è dietro il titolo del vostro romanzo?

    Il mio s'intitola "Il silenzio di un milione di passi". E' un romanzo sul cammino di Santiago. Ho scelto questo titolo perchè, all'arrivo davanti alla cattedrale di Santiago de Compostela, ho trovato solo silenzio. Non avevo pensieri nè preoccupazioni. Ero felice. E' stata una sensazione stranissima che mi è rimasta impressa.
  10. Surreal tango

    A me è piaciuto. Però dire così mi sembrava riduttivo, per questo ho preferito sembrare Andrea de Adamich...
  11. [MI8] L'amore più grande

    Devo dire che mi ha colpito la singolarità del racconto. Niente da eccepire sul piano linguistico. Alcuni termini medici mi hanno lasciato "così così", forse perchè non li ho capiti. Il tema trattato è forte ma sviluppato in maniera originale. Complimenti
  12. Surreal tango

    Pro Lessico semplice e immediato; Dialoghi convincenti; Contro Dov'è ambientata? Dai nomi in inglese penso Londra ma non riesco a capirlo; Nel vicolo di via Hesse stava avanzando la notte con tutte le sue promesse da non mantenere. Questa frase mi sembra un po' contorta.
  13. Nero Brianza_Quando a Monza sale la nebbia

    Grazie Guignol. In effetti anche io avevo pensato di snellire il racconto, renderlo più veloce. Magari tenendo solo una o due frasi d'introduzione...
  14. La Ponga Edizioni

    Nome: La Ponga Generi pubblicati: narrativa, mainstream o di genere: fantascienza, noir, fantasy o qualsiasi altra forma un romanzo possa prendere. Modalità di invio testi (se disponibile): Sito in lavorazione Distribuzione: Sito in lavorazione Sito: http://www.lapongaedizioni.com/ Facebook: https://www.facebook.com/lapongaedizioni Mi chiamo Omar e volevo segnalare la mia esperienza (positiva) con questa casa editrice. Ho trovato il nominativo su Internet e vedendo che è vicino a casa (Monza), ho deciso d'inviare la sinossi di un mio lungo racconto, insieme al primo capitolo. Dopo una decina di giorni sono stato contattato via mail da Valerio, che diceva di essere interessato e d'inviare l'intero manoscritto. L'ho fatto e dopo circa un mese mi ha inviato una valutazione completa del testo. Essendo che abitiamo vicini, ci siamo trovati per un caffè per parlare della pubblicazione. Valerio è stato chiaro fin dall'inizio. Non vogliono contributi di nessun genere ma la loro politica aziendale è la seguente: Pubblicano in ebook, poi passano al cartaceo solo se il riscontro del mercato è positivo. Preferiscono stampare poche opere ma che ritengono valide. Ho accettato e così mi ha inviato un contratto editoriale che ho fatto valutare. Seri, non chiedono nessun contributo. Dopodichè ho lavorato con l'editor per quanto riguarda la correzione del testo ed abbiamo impiegato quasi due mesi di contatti pressochè quotidiani. Si sono occupati di tutto, dalla copertina all'impaginazione, coinvolgendomi però in tutto quello che facevano. Tra pochi giorni uscirà il mio racconto, "Notturno Parigino". PRO Non chiedono contributi; Editing serio e curato; Velocità di risposta; Contatto molto personale (per la firma del contratto ci siamo trovati per bere un mirto); Vendono sugli store italiani ed internazionali (IBS; Unilibro, Amazon ecc..) Tengono conto delle opinioni dell'autore; CONTRO Inesperienza (devono farsi le ossa); Pubblicano solo su ebook e poi passano al cartaceo (però lo mettono bene in chiaro al primo contatto); Stampano poche copie e le piazzano sul mercato in modo calibrato; Sono ancora poco conosciuti. La mia esperienza è stata positiva, dopo aver conosciuto altre CE (tra cui Albatros) che mi volevano solo spennare. Credono in quello che fanno e hanno passione. Quando avrò pubblicato vi dirò come si sono comportati in fatto di promozione e se hanno mantenuto le promesse. Saluti Omar
  15. Arduino Sacco

    Sono una casa editrice a pagamento mascherata. Non ti chiedono soldi, eprò l'editing e la correzione è a tuo carico (cit.con editor di fiducia dell'autore), non ti pagano i diritti sulle prime duecento copie (rientro del rischio d'impresa. Ma non erano imprenditori) La frase più bella mia sentita l'ho letta nel loro contratto: "Il successo si ottiene con una spesa di migliaia e migliaia di euro da parte dell'autore" E io che pensavo che servissero capacità, tecnica, perseveranza e il c..o di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Faccio un bonifico e divento famoso?