Banner_Sondaggio.jpg

Inchiostronoir

Scrittore
  • Numero contenuti

    16
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

7 Neutrale

Su Inchiostronoir

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Interessi
    Lettura, scrittura, viaggi, cinema, fumetti, lingue straniere, arti
  1. Perché no? sarebbe interessante, così potremmo scambiarci opinioni, idee e ricette di cucina... scherzo!
  2. Ciao! Io ci sarò venerdì pomeriggio presso lo stand della casa editrice "Les Flaneurs". Spero che questo post non venga considerato come pubblicità.
  3. Sono io a dovermi scusare presso di voi: ho dimenticato questa parte del regolamento e non volevo affatto farmi della pubblicità gratuita a dispetto delle regole del forum. Starò più attento le prossime volte.
  4. @butch Volevo dire di non fare un copia-incolla di quello che è già stato fatto: a cosa servirebbe proporre un detective che assomiglia a Poirot o a Holmes? è chiaro che i "grandi" hanno aperto una via, però penso che spetta a noi autori di non cadere nella trappola e far evolvere il genere. Per il resto sono d'accordo con te.
  5. Ciao! ho pubblicato il mio primo romanzo *Editato dallo Staff* con Les Flaneurs e vi posso garantire che non è una casa editrice a pagamento e che c'è un contatto costante e veloce tra loro e l'editore. Ho già pubblicato un post su un loro concorso e invito a tutti gli aspiranti scrittori di provare perché "les flaneurs" puntano sulla qualità del libro e uno può essere pubblicato anche se è un esordiente. Quindi, consiglio a tutti di visitare la pagina FB, il blog e di scoprire le perle pubblicate da questa casa editrice, piccola ma dinamica e in piena ascensione. A presto!
  6. Ciao! Esiste il Decalogo di Knox per la scrittura del giallo: sono regole del 1920, ma sono autorevoli. Anche se Agatha Christie non lo segue sempre... per quanto riguarda il protagonista poliziotto (o carabiniere), devi avere in mente che si tratta prima di tutto di un funzionario statale (o di un militare) che deve ubbidire alla gerarchia e seguire una certa prassi. Quindi, non seguire quello che vediamo nelle serie tv americane: il poliziotto non segue mai le regole, gli ritirano il caso, ma fa li indagini lo stesso, litiga con il capo, lo sbirro rende il suo distintivo prima di sbattere la porta e seguire l'indagine da solo per poi catturare il cattivo e sbatterlo in carcere. No, questo non esiste. Il detective privato è interessante, ma devi ricordarti che non lo si chiama per un omicidio (ci sono le forze dell'ordine per questo) ma per pedinare, ritrovare qualcosa o qualcuno, fare da guardia ecc. Wikipedia è una buona fonte d'informazioni Quindi, non farti influenzare dalla TV o da quello che hanno scritto i "grandi": adesso ci sono tanti modi per informarsi, buttati senza esitare!
  7. @Unius @AryaSophia Grazie mille!
  8. Settembre 1933. Mentre nell’alta borghesia della Ville Lumière esplode la moda degli spettacoli di magia dell’enigmatico Monsieur Larnac, la scomparsa improvvisa di madame Géraldine getta la famiglia Lathune nella disperazione. La polizia annaspa, finché l’intervento di due investigatori privati – lo stravagante Renard e il più posato Tortue – non riesce a districare la fitta trama tessuta dalle menti criminali che si nascondo dietro le facciate maestose dei palazzi parigini. Fra cervellotiche sciarade e incursioni nell’occultismo, Il Maestro dei morti offre al lettore il gusto classico del romanzo poliziesco e una riflessione sulle inquietudini che si annidano nell’animo umano.
  9. @Ella Gange Scusami per il ritardo, ho avuto molte cose da fare e non ho potuto rispondere prima. In questo caso, è meglio che chieda direttamente alla casa editrice. Due anni fa, era possibile utilizzare un pseudonimo ma non so se li accettino ancora. Buona giornata e buona scrittura!
  10. Ciao Giulia! mi sono iscritto solo ieri, ma ho già visto che questo sito è incredibile: tanto materiale da leggere e gli utenti mi sembrano simpatici e molto disponibili. Se vuoi farti strada, non esitare a partecipare a qualche concorso! Buona lettura e in bocca al lupo per la laurea!
  11. Ciao! Negli anni '20, uno scrittore (di cui mi sono perso il nome) ha dettato il decalogo del genere giallo. Uno di questi "commendamenti" è di non inventarsi dei veleni, ma di utilizzare quelli che esistono già... Ma niente e nessuno ha il diritto di mettere un nome alla tua fantasia. Se stai scrivendo una storia cyberpunk, potresti inventarti un nome in inglese che ne sottolinei l'effetto (come la droga dancer di William Gibson) o se si tratta di un fantasy, potresti inventare qualcosa di più poetico come "Il bacio della notte" per un veleno che porta alla morte sicura. Se vuoi dare un nome "scientifico", potresti chiedere a chi ha studiato fisica (o trovare un forum di fisici) o creare un neologismo che faccia paura, ma che non deve essere troppo lungo. In bocca al lupo!
  12. Ciao, penso che non sia il genere a creare problemi, ma come lo trattiamo. Per esempio: se scrivo un fantasy canonico come "Il signore del Male sta per invadere la terra della gente libera, ma la profezia dice che il liberatore troverà la spada per far trionfare la luce" non si venderà perché sa di Tolkien o di Dungeons and Dragons visto e rivisto. Ma, se scrivo una storia ambientata in un mondo fantasy (con tanto di elfi, draghi ecc.) e che la storia parla di eventi della vita quotidiana (malattia, ingiustizie, morte) con dei personaggi credibili, va bene. Oppure un tema tipicamente fantasy (invasione di creature malefiche) può essere trattato in un modo totalmente inedito (come il Decameron dei Morti di Mauro Longo), rompendogli schemi creando così la sorpresa e l'interesse di un editore. Penso che tutti i generei sono buoni, ma sono esseri vivi che devono crescere e evolversi. Quindi @Mephid puoi scrivere il fantasy che sogni, ma non devi cadere nella trappola del conformismo e sbizzarrirti al massimo!
  13. Ciao! La casa editrice "Les Flaneurs" organizza il suo terzo concorso dedicato alla memoria di Ludovica Castelli. Si tratta di un concorso gratuito di narrativa destinato agli autori che avranno meno di 35 anni il 30/06/2018 e potete trovare il bando qui. Alla prossima!
  14. Ciao a tutti! vi ricordate i librogame delle edizioni El o Fabbri? il "Concorso dei Corti" del sito Librogame's Land festeggia la sua decima edizione! se vi piacciono questi libri, questo concorso è fatto per voi: ci si deve iscrivere sul sito, scrivere un racconto interattivo non troppo lungo secondo il bando che potete leggere , e tutti i racconti saranno letti e commentati dagli utenti del sito. La partecipazione è gratuita. E' vero che vi informo con un po' di ritardo e vi prego di scusarmi. Se siete interessati, cliccate qui
  15. @ElleryQ @Luna @Skorpiòs Grazie per la vostra simpatica accoglienza! darò delle notizie del romanzo appena sarà pubblicato nella sezione giusta e non ho messo nessun link nel mio messaggio, ma l'ho fatto sulla mia pagina visto che mi è stato richiesto di farlo. Alla prossima e grazie ancora!