Banner_Sondaggio.jpg

Il Trampolino

Editore
  • Numero contenuti

    97
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

14 Piacevole

1 Seguace

Su Il Trampolino

  • Rank
    Sognatore
  1. eccolo alcuni esempi https://iltrampolino.com/gerardo-iaccarino-la-collezionista-di-volti/ https://iltrampolino.com/anna-bar-roxy/ https://iltrampolino.com/book-trailer/ Saluti robS
  2. "Eppure, al giorno d’oggi, abbondano anche i contesti in cui l’uso del lei apparirebbe ingessato e fuori luogo: pensiamo ad esempio ai social newtork, dove il rapporto tra gli utenti è simmetrico e tutti i partecipanti alle discussioni sono sullo stesso piano linguistico" Ma evidentemente Lei si sente su un piano differente. saluti robS
  3. Mi scuso Marco se non ho risposto in maniera esauriente, in modo tale da dissipare eventuali dubbi, cerco di rispondere tra tutto il resto del lavoro e qualcosa mi scappa, purtroppo. No assolutamente non preferiamo l'ebook, anche se per molti nuovi lettori è il prodotto preferito, molto semplicemente, fino a che non applicheremo le innovazioni editoriali, oggi spedire un libro dal sito, ha poco senso proprio in virtù di quello che accadrà a breve, con la nuova app. Il cartaceo secondo noi, confermerà la sua attuale superiorità rispetto all'ebook. Questo non solo lo dicono le statistiche mondiali, ma anche quelle italiane. La nuova app, amplierà in maniera straordinaria la lettura del libro in formato cartaceo. Fino a quel momento preferiamo non dare enfasi ad un meccanismo di distribuzione che verrà superato egregiamente. Per il trailer mi era sfuggito, basta andare nella sezione i nostri autori e cliccare sulle loro foto, potrai aprire e leggere le info a loro dedicate, in una pagina web, cosa che faremo con i nostri nuovi. Saluti robS
  4. scusa Marco, sto invecchiando...
  5. Complimenti Niko, praticamente tu dici e pensi, visto che gli utenti non mostrano accortezza, non sono in grado di fare come ha fatto @Redman mostrare l'accortezza di leggere solo il contesto della frase! Oltre al fatto che mi sembra, anzi è evidente a tutti, che tu abbia voluto evidenziare una mia lacuna nel capire le cose, ( definendolo semplice promemoria), non penso che questo sia una cosa buona, verso chi non ha offeso e non offende nessuno con le sue parole. Saluti robS
  6. Vedo con "piacere"che un parere di un membro dello staff ( che immagino abbia scritto dopo aver esaminato bene le cose rileggendo la discussione da cima a fondo) come @Marcello venga "smontato " completamente da un operatore editoriale @Mila75 che tra le altre cose afferma delle sue "verità" non dette da noi Il Trampolino, ne dimostrate da altri autori. Voglio ribadire a @Mila75 che ha una visione non corrispondente al vero, della nostra mission ne della nostra linea editoriale, noi non invaderemo l'Italia con libri di scarsa qualità, invaderemo l'Europa ( avendo l'esclusiva della nuova applicazione per tutta l'Europa) di libri di qualità e grande qualità. Questa è la nostra verità ed è quello per cui lavoriamo da oltre 3 anni, avendo investito tempo e e risorse economiche. Queste affermazioni sono false e fuorvianti, Il Trampolino seleziona i libri leggendoli tutti dall'inizio alla fine, Il Trampolino edita tutti i libri che pubblicherà. Concordo comunque con @Mila75 che oggi il mercato è pieno di libri di scarsa qualità e spesso proposti solo dalle CE di grande importanza, che hanno il monopolio editoriale in Italia, in effetti oggi qui sul forum non possiamo dire nulla a questi colossi dell'editoria, che non vi/ci prestano la minima attenzione, possiamo dire invece molto su nuove CE che si sforzano di migliorare il mondo editoriale. saluti robS
  7. Come anticipato nella risposta a Marco Medda, ho voluto aprire una nuova discussione, che ritengo di speciale importanza, la royalty per lo scrittore. Quanto è secondo voi la media delle royalty girate agli scrittori dalle CE grandi e piccole? Ma cosa ancora più importante, cosa abbiamo fatto noi de Il Trampolino per migliorare notevolmente la situazione a beneficio degli scrittori? Premetto che risponderò a questa ultime domanda solo alla fine della discussione, o perlomeno quando gli scrittori hanno espresso il loro parere ( spero di non violare nessun regolamento). Questo perché ho notato che spesso le discussioni partono da un tema e poi si sostano ad altri temi, perdendo il vero filo conduttore... "Quanto vorreste che fosse la royalty per lo scrittore? Perché non viene quindi riconosciuta questa royalty dalle case editrici?" Buona discussione saluti robS
  8. ottima riflessione, ha di certo la sua importanza, chi indovina il perché, riceverà una speciale menzione a Milano il 12 Novembre e sulle nostre pagine web ecc. Per il costo di spedizione 5€ è stato inserito quello che ci hanno chiesto i corrieri, senza sovra costi, per spedire, visto che la nostra strategia marketing non punta sulla spedizione del libro in formato cartaceo, anzi preferiamo che vengano acquistati i formati ebook, abbiamo lasciato questo costo "aggressivo" e vedo che tu come cliente implicitamente avendo confermato che saresti bloccato dal pagare il 38% per la spedizione, saresti quindi più disponibile al formato ebook... Caro Marco, non penso che tu voglia fare polemica gratuita, anzi ti ringrazio perché mi dai lo spunto per aprire una nuova discussione, dove tratteremo insieme agli scrittori e non un tema a voi/noi tutti molto caro, il tema della discussione è questo: Quale royalty pensate sia giusta per voi scrittori, e come Il Trampolino ha affrontato la questione a beneficio degli scrittori esordienti? saluti robS
  9. grazie, altrettanto a tutti voi... saluti robS
  10. A giorni le manderemo noi una nostra risposta per il suo manoscritto, le anticipo che i motivi menzionati dalla CE in questione, non sono motivi che per noi bloccherebbero la pubblicazione di un libro! Apprezzano lo stile e la storia, ma purtroppo per motivi tecnici non possono proseguire nella pubblicazione. Questo esempio dimostra che ci sono problemi che vanno oltre alla bontà dell’opera, che bloccano la pubblicazione! Perció stiamo dicendo a gran voce “ ci vuole innovazione” , come case editri non possiamo pensare di risolvere problemi nuovi con solo metodi tradizionali, servono innovazione e idee contemporanee. Per la tua ultima domanda, lo abbiamo detto e riderto tante volte, abbiamo investito ed inveatiremo sempre di più in editor professionali, per lavorare in concerto con gli scrittori. saluti robS
  11. Io ci credo anche se lo avessi messo... ;-) Anche questa cosa dei punti, a mio parere si dovrebbe sapere chi li mette, giusto per responsabilizzare chi mette punti sia positivi che negativi. Per tornare alla discussione in oggetto, confermo che alcuni di voi commentano banalizzando non il problema o problemi, piuttosto le eventuali soluzioni. Quando nessuno vuole risolvere, criticate, quando qualcuno è indifferente criticate, quando qualcuno vi viene contro criticate, quando vi viene detto abbiamo lavorato tre anni per risolvere i problemi voi criticate! Insomma sapete solo criticare? Ragionate sul fatto che essendo idee e soluzioni innovative dobbiamo per forza andarci piano anche noi! Possiamo parlarne quanto basta per poi farle vedere nella pratica. Faccio un esempio: Il Trampolino ha studiato una soluzione che immediatamente contribuirà alla visibilità dei nuovi autori, se la Mondadori ecc , ci sgamasse in un nano secondo avendone i mezzi e risorse ci potrebbe boicottare in mille modi. Mi sembra chiaro quindi che se ci vedete riservati non dovete pensare subito che c’è un cattivo motivo alle spalle. saluti robS
  12. Volere è potere! Noi Vogliamo... saluti robS
  13. È proprio questo uno dei problemi fondamentali che bloccano la visibilità, i parametri che le CE stabiliscono legati a logiche che saranno obsolete e inadatte nel prossimo futuro editoriale. La cosa che mi fa rabbia,ma solo fino ad un certo punto, visto che di natura non sono vendicativo, il paradosso è che anche voi che forse per le costre esperienza negative, oppure perché siete così dentro, beneficerete come tutti gli altri delle innovazioni che ci saranno per i nuovi scrittori emergenti. Anche gli editor beneficeranno di tutto questo! Si l’innovazione è veramente democratica è la “ livella” editoriale. Tutto il vostro “ ridicolizzare “ La nostra “ sacra” ( che di sacro non ha nulla viato il significato del termine sacro) missione , non ci scalfisce nemmeno, non mi sposta solo millimetro! La differenza tra voi ( che ridicolizzate ciecamente) e me è che io so dove sono diretto e come arrivarci, voi no! saluti robS
  14. Ma pensa te... E io che ho speso una vagonata di anni nello scrivere sinossi col finale perché tutti, ma proprio tutti gli editori questo richiedono per avere un'idea chiara del meccanismo narrativo e se può funzionare. Ora però sono curioso riguardo a cosa ci sia alla base di questa scelta editoriale. Diciamo che una risposta tipo "Ci piace essere sorpresi" non la prendo in considerazione già in partenza. Ho letto solo adesso, forse mi ero distratto dall'altra discussione sull'editing, scusami. Allora capisco la sorpresa, noi abbiamo adottato tra le altre novità anche un approccio nuovo e diverso verso le sinossi, infatti nel tour "Dr.Publish & Mr. Write" premiamo la sinossi migliore, alcuni ci hanno chiesto il perchè. Il nostro perché ad entrambe le domande è semplice. Gli editori che richiedono il finale nella sinossi, ti dicono che lo fanno per avere un idea chiara del meccanismo narrativo e se può funzionare. In altre parole, se a loro giudizio dalla sinossi non si capisce tutto questo, la diretta conseguenza è di semplice intuizione. Tu pensi che sia sufficiente leggere una sinossi col finale per capire tutto questo? Noi pensiamo che solo la lettura completa del manoscritto possiamo esprimere un sano giudizio. Ecco perchè non chiediamo il finale, tutti i libri che riceviamo vengono letti completamente, la sinossi a noi serve per sapere a quale editor indirizzale la lettura, preferiamo far leggere ad ogni editor il genere che lo attrae di più affinché il lavoro sia piacevole e veloce oltre che appassionante. Saluti robS
  15. scusate ma se volessi urlare quello che voglio dire, non posso? Non urlare contro chi mi legge...non posso? Io ci provo...ma devo proprio....scusatemi... CARI SCRITTORI IL TRAMPOLINO HA RISOLTO QUESTI PROBLEMI! ASPETTATE E VEDETE... scusatemi ma non posso dirlo a bassa voce, abbiamo lavorato 3 anni per risolvere questi e altri problemi... ecco perchè siamo qui in mezzo a voi... per farvelo sapere in anteprima.. saluti robS