Banner_Sondaggio.jpg

Beba88

Scrittore
  • Numero contenuti

    14
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

-55 Vergognoso

Su Beba88

  • Rank
    Sognatore
  1. Anche io ho notizie in tal senso, bisogna vedere poi all'atto pratico, molti veramente del settore o sedicenti tali si ingegnano lucrando in modo vergognoso sul talento di chi crea un'opera, per il resto il settore italiano sarà come tutti gli altri settori, intesi come fonti di guadagno...In cui chi avrebbe diritto a guadagnare del suo lavoro è costretta a confrontarsi con tutta una serie di millantatori prima di trovare la strada giusta, il momento giusto al posto giusto eccetera. Sul sito di The italian liberare Agency l'unica modalità che offrono è quella di poter far leggere loro i manoscritti per la cifra di 420,00. Bisognerebbe contattarli e domandare se quella è l'unica opzione che offrono per "farli lavorare" con noi. Sui nostri manoscritti intendo...
  2. Ah grazie si è trattato di una distrazione. Comunque il tuo tono non mi piace, non siamo in caserma...Vedo che spesso qui taluni moderatori usano toni coercitivi al posto di quelli suadenti e moderati, l'intento di questo sito è quello di offrire forum per autrori o tenta di incanalarli in altro modo? Perchè siamo su un sito non nell'atrio di una caserma, dove non potremmo essere. Adesso quasiasi cosa risponderai sai che io ho notato che i tuoi toni lasciano spazio a dubbi, questo sito su libera piattaforma internet è un sito per scrittori giusto? O mi sfugge qualcosa? Ho sbagliato discussione o il mio intervento è giustamente attinente non conoscendo la differenza ed essendo i due nomi molto ma molto simili? Che ne so io della differenza tra le due Robin ? Ricorda una cosa se vengo cancellata dal sito ho tutto internet per mettere in evidenza che un sito che dovrebbe aiutare i nuovi autori usa toni strani pretendendo che le persone abbiano tempo per verificare continuamente i vostri "instradamenti" chiamiamoli così prima di postare una cosa utile. Questo è un sito che aiuta i nuovi autori e l'innocente compito dei moderatori (come tutto il resto dei siti in rete,) è quello di evitare maleducati ignoranti feccia umana e persone che usano parolaccie e goliardia, comportamenti contro lo Stato ecc giusto? Correggimi se sbaglio e ricorda il tono da usare, sopratutto. Post scriptum : dove sono queste più volte in cui mi è stato detto che la Robin non era quella giusta? Fallo vedere a me e a tutti gli altri utenti...Giusto? Sì.
  3. Robin Edizioni, parlo di quella casa editrice che svariate liste davano per "doppio binario". Il loro comportamento immotivato farebbe capire tutt'altro. Sarebbe bastato un laconico " Guardi lei è esordiente, noi per la prima pubblicazione cjiediamo un tot ecc" La loro risposta la dice lunga secondo me su di loro, tenendo presente che io ho risposto loro con toni e parole normalissime, quel loro "lei è troppo polemica" non ci stava proprio, per cui...
  4. Robin Edizioni ho anche controllato ciao!
  5. Robin edizioni mi ha inviato un'email nella quale dicono di essere interessati al mio manoscritto e anticipando che mi avrebbero mandato a breve una proposta editoriale, al che io ho semplicemente risposto che speravo non si trattasse di una proposta a pagamento o con richiestadi acquisto copie. Hanno subito risposto che ero troppo "polemica" e non era il caso. La ringrazio molto sperando non si tratti di una pubblicazione con contributo o con acquisto di copie, ok allora fa niente sei troppo polemica. Ottobre 2017.
  6. Pubblicano libri e fanno le fiere, questo sì ma non vuol dire nulla.Provare per credere.
  7. Sconsiglio come la peste di affidarti a quella casa editrice cosiddetta...Piuttosto che pubblicare con loro ti fai stampare in tipografia le tue copie e le vendi tramite il giornalaio o la cartoleria sotto casa e...Ho detto tutto. Inoltre puoi contattare ogni autore che pubblica con loro per un parere e vedrai che sono stata anche molto buona. Spero di non essere censurata e di aver scritto tutto secondo il regolamento di questo sito...Sconsiglio nel modo assoluto Divinafollia e fare fede sul fatto che l'editore è una donna è un particolare fuorviante e deludente in quel caso, a mio parere.
  8. Grazie Luna! Senza riferimenti ad Alan Sorrenti e a quella sua bella canzone e tranquilla: non ho preclusioni verso il sarcasmo. Anche quella è un'arte!
  9. Di comici sfigati ne girano qui in Italia come altrove, anche un sito culturale che tollera la goliardia lo diventa. E...dato che siamo in tema : non sono il tipo di persona intetessata ai botta e risposta anche questo è bene che si capisca da subito. Sono su questo sito per altri motivi. Sono una persona seria.
  10. Previdenti è il termine giusto e pur ringraziandoti del pensiero che hai avuto di inviarmi il link della casa editrice tempesta ti chiedo di evitare, tanto mi propongo alle case editrici che ho avuto modo di sondare nelle esperienze di altre autrici e autori e vedo che tu ci lavori, grazie.
  11. Salve, nonostante il tono perentorio che non gradisco con il quale sono stata invitata a farlo,e nonostante sia questo un sito che si occupa di cultura e a libera entrata, mi presento brevemente anche se non nutro la certezza che ciò possa interessare molto agli altri utenti, e lo faccio al fine di scambiare delle esperienze utili sul mondo italiano dell'editoria agevolando la scrematura del marciume presente.Sono una fervida lettrice ed una scrittrice esordiente (ma non è quello il problema,) ho conosciuto questo sito consigliato da altri siti del settore "fari nella tempesta per autori esordienti" e ovviamente dai motori di ricerca...Il fatto di aver dimenticato per ben due post la prassi della presentazione è dovuta in questi casi alla mia distrazione non ad altro. Lo dico per evitare che la, o i padroni di casa del sito possano equivocare, prendendomi per una imbucata al compleanno di qualcuno quale non sono. Ho avuto anche io il battesimo di quella parte dell'editoria italiana (non tutta,) che tenta di sopravvivere (tanto ormai è al mondo,) distribuendo fregature agli artisti, potenziale elite umana a livello culturale, e spero di trovare anche sui forum di questo sito persone vivide, effervescenti ed attive, con le quali confrontarmi su argomenti che abbiamo a cuore nello stesso modo, facile che in tal modo si riesca ad ottenere dei cambiamenti chissà, delle volte succede...Ringrazio lo stuff per la sollecitudine correttiva esercitata sui forum e spero di capire bene il loro ruolo in seguito, anche se non ho tanto tempo per stare collegata, un ruolo il loro certamente encomiabile al fine eliminare linguaggi sguaiati talvolta pur necessari a livello espressivo, e gente particolarmente ignorante, atteggiamenti goliardici e via di seguito. Saluto tutti nella speranza di aver usato le maiuscole giuste in questo post che certamente sarà letto anche da maestre elementari, premi Nobel, segretarie di editori, editori stessi, giornalisti ecc ecc per il buon lustro del regolamento del sito e per evitare in seguito eventuali minaccie di essere inviata in soggiorno all'Annuziatella, ipotesi bizzarra anche per via del fatto inoppugnabile che si trattava di un collegio maschile, ma nelle lordure che imperversano in questo mondo, talvolta sdrammatizzare fa la differenza e personalmente non lo trovo disdicevole. Fine della presentazione e vediamo cosa succede.
  12. ATTENZIONE: ho mandato ilmio manoscritto a molte case editrici che assicurano risposta entro qualche mese, mi ha contattata dopo un mese la Robin dicendosi interessata al mio lavoro e invitandomi a mandare i miei veri dati, dopo i quali avrebbero inviato una proposta editoriale il contratto ecc. Questo perchè avevo firmato con lo pseudonimo (e tra l'altro glielo avevo anche detto.) Nel rispondere alla loro email ho semplicemente avvertito per cortesia di non inviare proposte editoriali con richieste di contributo o di acquisto di copie da parte mia. Bene. Mi hanno risposto che "dato che mi mostravo così polemica come non detto ed estranei come prima." Letterale. Hanno proprio risposto così. E' da considerare una casa editrice a doppio binario? Da prendere in considerazione per le persone normali e civili? A me sembrano dotati di una grossa coda di paglia e dunque...