Banner_Sondaggio.jpg

FranciV94

Blogger
  • Numero contenuti

    12
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

Su FranciV94

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 05/02/1994

Contatti & Social

  • Sito personale
    http://librilibrettilibracci.blogspot.it

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Milano

Visite recenti

49 visite nel profilo
  1. Il mio primo libro senza immagini diciamo - quindi escluderei i battello a vapore o i Geronimo Stilton - è stato Harry Potter. Mi regalarono il primo libro per il mio sesto o settimo compleanno e quel topo in copertina mi faceva davvero una pessima impressione, ma alla fine lo iniziai e appena finito di leggere mi feci portare da mia madre in biblioteca a cercare gli altri. Quasi contemporaneamente affrontai Le Cronache di Narnia e di fantasy in fantasy mi appassionai sempre più alla lettura!
  2. @Wrong La coscienza di Zeno mi ha stroncata quattro anni fa, ci provo e ci riprovo, ma la parte sull'amante proprio non riesco a superarla...spero tu possa farcela, per me è ormai una mission impossible, ma un giorno ce la farò: io non mi arrendo!
  3. Arrivo sempre alla fine, l'unica eccezione è La coscienza di Zeno che seppur non ho ancora rimesso in libreria e quindi non mi sono arresa, è ancora lì con il segnalibro alla parte sull'amante, ma ogni volta che ci provo mi addormento. Sembra assurdo, ma sono quattro anni che ci provo e ancora non ce l'ho fatta, ma arriverà il giorno in cui riuscirò a finirlo! Ogni tanto però devo ammettere che quando alcuni autori mi inviano i loro libri, tempo dieci-venti pagine e li avviso che non potrò recensirli per il semplicemente fatto che non c'è alcun lavoro di editing e la lettura è pressoché impossibile oltre che irritante.
  4. Non è una domanda così banale come sembra, è talmente complicato comparare alcuni generi ed autori che confesso mi hai messo in difficoltà. Parlando di classici 1984 è sicuramente la perla della mia libreria, ma sentimentalmente sono legata ad Orgoglio e Pregiudizio che è stata la mia prima lettura abbastanza seria con dedica di mia madre, allo stesso tempo sono libri come Abaddon's Gate o L'uomo in fuga che mi hanno spinto a mettere per iscritto i miei pensieri e ragionamenti, ma a eccezione degli ultimi anni la mia è stata una formazione sul fantasy classico...direi che forse come lettrice non sono ancora ad un livello sufficientemente maturo per dare una risposta univoca, mi hai dato da pensare!
  5. Un libro molto bello che ho però letto forse troppo presto, ricordo ansia e inquietudine, oltre ad una sensazione negativa e opprimente per l'intera lettura. Mi piacerebbe rileggerlo ora per capire meglio, magari andare oltre quelle sensazioni e avere un ricordo differente. A peggiorare la mia impressione forse è stato anche il film che ho visto subito dopo averlo letto.
  6. Una volta letto Hunger Games, anche io mi sono precipitata verso letture simili e come te ho acquistato in blocco i tre volumi della Roth. La mia esperienza è stata un filo più positiva, certo non ritengo la trilogia al livello di quella di Suzanne Collins, ma ammetto che è stata una lettura appassionante e in una settimana li ho letti tutti e tre senza problemi. Allegiant è un bel mattoncino che però termina la serie in modo perfetto a mio parere, ho infatti ammirato la scelta dell'autrice di non cedere al lieto fine completamente. Ho letto da poco We can be mended, il breve epilogo della serie pubblicato in occasione dell'uscita del nuovo libro di Veronica Roth...che dire, quello è stato deludente, seppur abbastanza coerente.
  7. Un romanzo che sicuramente apre la mente ad una visione più cosciente della realtà, in effetti è stato il primo libro che mi ha dato degli spunti riflessivi, e ormai è quello che cerco ogni volta che mi preparo alla lettura di un classico o a volte anche di alcuni distopici. Il genio di Orwell però è qualcosa di inavvicinabile, anche da autori come Ray Bradbury che si avvicinano pericolosamente.
  8. L'ho letto per scuola nell'estate tra la quarta e la quinta superiore, ricordo che tornata a settembre io e il professore abbiamo avuto un acceso confronto sul significato dell'opera..mi era piaciuto tanto che non potevo accettare altre visioni, ma in effetti alla fine ci siamo messi d'accordo. Bellissima lettura, dovrei riprendere in mano il romanzo e rinfrescarmi la memoria forse, ormai sono passati tanti anni!
  9. Ricordo che è stato il primo classico che ho letto in vita mia, un regalo di mia madre inaspettato quanto sorprendente. Pensavo davvero di annoiarmi e invece l'ho divorato, ho visto i due più celebri film nei giorni seguenti e poi ho voluto rileggerlo per non confondere troppo le pellicole cinematografiche con l'originale...tutt'oggi, quando sono giù di morale, rileggo qualche parte, in genere quella finale, o l'intero libro se ho tempo, e torno subito a sorridere e sperare! Al momento sto leggendo Persuasione, non mi attrae come Orgoglio e Pregiudizio, ma sono appena all'inizio e immagino che come sempre la Austen conquisterà il mio cuore!
  10. Ho conosciuto la penna di Joanne Harris leggendo Il canto del ribelle che è essenzialmente il Vangelo di Loki, la storia dei nove mondi, dal Principio a Ragnarök, una versione irriverente e geniale delle origini della mitologia norrena. In realtà so che è nato come prequel della serie Runemarks, composta da Le parole segrete e Le parole di luce, ma è perfetta anche come lettura a sé stante. Ad ogni modo, dire che ho amato il suo stile è dir poco, e devo ammettere di non aver ancora trovato nulla di simile con cui comparare l'esperienza. In effetti, dovrei forse continuare la lettura della serie! ^^'
  11. In modi differenti ho apprezzato ed amato sia La fattoria degli animali che 1984, quest'ultimo però rimane unico e inimitabile, un vero capolavoro. Tra George Orwell e Ray Bradbury non so chi è riuscito di più a conquistarmi, ma sicuramente sono i miei due autori "classici" preferiti. Vorrei leggere altre opere di Orwell e vedo che ne avete da consigliare, prendo subito un paio di appunti!
  12. Ciao a tutti! Mi chiamo Franci e sono sempre stata un'accanita lettrice, ed iniziavo a sospettare di essere l'unica della mia specie sino a quando un paio di anni fa ho aperto un blog per parlare delle mie letture e ho davvero scoperto un mondo. Come succede ad ogni lettore, il bisogno di immergermi sempre più nella letteratura si è fatto sentire e oltre a recensire ho anche iniziato a scrivere qualcosa di mio, racconti per lo più, che ancora non mi sento di condividere appieno perché sono in cerca dei lettori giusti cui far leggere le mie parole. Sono giunta per caso su Winter's dream, ma non ho potuto resistere ad ampliare le mie possibilità di conoscere nuove opinioni e persone dell'universo letterario. Scovare questo forum ha illuminato la mia serata, spero solo di riuscire a tenere a mente il lungo regolamento per assicurarmi un'esperienza positiva spulciando le diverse aree del sito!