ottoemezzo1073

Scrittore
  • Numero contenuti

    12
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

2 Neutrale

Su ottoemezzo1073

  • Rank
    Sognatore
  1. Grazie a voi.@AryaSophia @Unius @Luna
  2. @Skorpiòs @Matt_Verba Vi ringrazio per l'accoglienza. Parlo ovviamente della mia esperienza. Primo libro con una nota casa editrice specializzata in un settore che però pubblica poca narrativa e la cosa si è dunque fermata lì. Per il secondo l'ho mandato in giro, ma le case editrici rifiutavano. Io scrivo favole.fantastici. Forse è il genere che ha poco mercato, forse sono a non essere sufficientemente bravo. Ora, dopo aver ricevuto una proposta da una neonata casa editrice, sto valutando se accettare o provare la auto pubblicazione.
  3. Ringrazio tutti per le risposte e per la interessante discussione alla quale avete dato luogo. Se facessi autopubblicazione, lo farei con il contributo di professionisti per editing e grafica. Ho più cose pronte, sono un autore di favole-racconti fantastici. Mi affascina molto la pubblicazione da solo per poter tenere il controllo su tutto e per aumentare i margini di profitto. Ho una proposta da una CE, non a pagamento, di recente fondazione, quindi non dovrei cercare un editore. Ho paura che un libro pubblicato da proprio possa far storcere il naso ai lettori e di avere poca "penetrazione" nel mercato. Una via di mezzo potrebbe essere accettare il contratto, risparmiando suì costi di editing e grafica,sperando in una maggior visibilità grazie all'editore e cercando di guadagnare vendendo libri, acquistati da solo con lo sconto autore e in conto vendita.
  4. @nemesis74 La prima tiratura prevista è di 500 copie. Sulle ristampe non è previsto nulla.
  5. @Spartako E' una casa editrice nata lo scorso anno. Hanno una struttura di vendita e un distributore. Fanno editing. Ho la possibilità di acquistare libri con il 40% di sconto. Non so se me li sarebbero in conto vendita. E' una cosa che si fa usualmente? Grazie
  6. Buonasera. Ho ricevuto una proposta di pubblicazione, non a pagamento, da un piccolo editore. Io però stavo da un po' pensando all'auto pubblicazione allo scopo di poter controllare in tutto il mio testo e di avere maggiori margini di guadagno: facendo curare editing e grafica da professionisti. Quale delle due strade mi consigliereste? Grazie
  7. @Marcello Grazie. Lo farò.
  8. @nemesis74 Posso anche accettare i cinque anni, è il rinnovo di due anni ad ogni ristampa che mi fa sorgere dubbi. Ci ho parlato telefonicamente e sembrano persone motivate e perbene.
  9. Grazie. Mi scuso per eventuali errori, sono nuovo e sto imparando a usa il sito.
  10. Ti ringrazio, ho provveduto a presentarmi. Sulla durata del contratto che cosa mi dici? 5 ai quali si aggiungono due per ogni ristampa? Sul presenziare a trasmissioni, presentazioni ecc. organizzate dalla casa editrice, dovrei chiedere che le spese (di viaggio, albergo, ecc) siano a carico loro?
  11. Buongiorno a tutti. Mi presento. Sono un autore. Ho pubblicato anni fa un libro per una prestigiosa casa editrice, ho vinto e sono giunto in finale in alcuni premi letterari con alcune pubblicazioni dei racconti vincitori in apposite raccolte. Sto provando a pubblicare il secondo libro e ho scoperto che è più difficile del primo. Sono qui per confrontarmi e porre questioni. Grazie
  12. Buongiorno a tutti. Ho ricevuto una proposta di pubblicazione. Ci sono alcune clausole che mi lasciano dei dubbi. Ve le indico. Se ci fosse qualche discussione già aperta, mi scuso e vi chiedo di indirizzarmi. Grazie. Il contratto dura cinque anni. Ma a questo periodo se ne aggiungeranno altri due per ogni ristampa. L’AUTORE potrà organizzare presentazioni, letture o eventi dove presentare e/o eventualmente vendere copie dell’OPERA. Per tali presentazioni è necessaria, 15 gg prima della data dell’evento a mezzo mail, l’autorizzazione dell’EDITORE, che dovrà altresì approvare tutto il materiale pubblicitario e propagandistico e che collaborerà come riterrà opportuno; L’AUTORE, contestualmente alla firma del presente contratto, s’impegna espressamente a riconoscere all'editore il diritto di prelazione all’esame dei prossimi manoscritti; L’EDITORE ha la facoltà di trasferire ad altri, in tutto o in parte, i diritti acquisiti con il presente contratto; L’EDITORE distribuirà l’OPERA attraverso i canali che riterrà opportuni. Inoltre, qualora l’EDITORE lo ritenesse opportuno, l’AUTORE si impegna a presenziare a trasmissioni in diretta o differita televisiva, radiofonica e via web;