qeimada

Scrittore
  • Numero contenuti

    32
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

7 Neutrale

Su qeimada

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 04/12/1973

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

123 visite nel profilo
  1. Per quanto riguarda il mio rapporto con le CE, ovviamente ho provato ad inviare il mio romanzo solo alle più grosse, non per spocchia ma perché pensavo di fare meglio delle piccole per pubblicizzarlo, avendo ben chiaro in mente di investire nel progetto un po' di denaro. Che poi penso io, Amazon di fatto è una casa editrice. Ho mandato anche il manoscritto ad agenti, alcuni mi hanno risposto "no grazie" altri "vedremo" e altri "stiamo leggendo (dopo mesi)". Ma sono convinto che case editrici e agenti controllino le classifiche Amazon e quindi bisogna stare lì. Se il romanzo ci resta, sicuramente le case editrice un investimento lo faranno volentieri. Provare l'ebbrezza di entrare nei primi 100 è stato facile, rimanerci per settimane è un altro paio di maniche. Credo che Amazon ami la "costanza" nelle vendite. Sono conscio che in caso di self-publishing solo il 50% del lavoro è la scrittura del libro. L'altro 50% del lavoro è marketing che bisogna fare. Per quanto riguarda i numeri, appena avrò un report consolidato lo posterò in questa discussione.
  2. sì al momento ho rinunciato alle royalties più alte per tenere basso il costo. Per quanto riguarda l'esclusiva è vera solo per il formato kindle e non per il cartaceo.
  3. Buongiorno, vorrei raccontare la mia piccola esperienza con l'auto-pubblicazione su Amazon KDP, in modo da essere magari d'aiuto a qualcuno. Ebbene dopo aver scritto il mio romanzo, averlo editato e revisionato mille volte, ho deciso di affidarmi ad Amazon KDP per la pubblicazione. Ecco i passi che ho compiuto in questi 2 giorni: 1) Ho usato SIGIL per creare il libro in formato EPUB, operazione che si è rivelata piuttosto facile. 2) Ho caricato il file e la copertina (acquistata su CoverDesigner e poi modificata da un grafico) e mi sono iscritto al programma KDP Select, mettendo l'ebook a 0,99€. In poche ore il libro era online. 3) Con LibreOffice ho creato il pdf del romanzo, usando i template messi a disposizione su Amazon, copiando il formato e la dimensione dei caratteri da un libro di Einaudi della serie "Stile libero". Ho creato la copertina usando anche qui il template di Amazon e con un po' di photoshop non ci sono stati problemi. Ho impostato il prezzo a 13,90€, con un guadagno di 2 euro circa. Il libro ha 455 pagine e ha un costo di stampa di quasi 6.68€. Al momento il libro è indicato come "Non disponibile", ma seguendo le FAQ di Amazon, lo sarà tra pochi giorni e verrà collegato all'ebook. 4) Precedentemente avevo creato il blog, l'account Twitter e la pagina Facebook, questi ultimi due rimasti quasi "dormienti". 5) Ho creato una campagna Facebook, impostando un budget di 10€/ giorno, creando un link diretto all'ebook. 6) Ho creato una pagina autore su Goodreads 7) Non ho ancora invitato amici e parenti all'acquisto, lo farò col prossimo Black Friday impostando il prezzo dell'ebook a zero euro, questo dovrebbe spingere ulteriormente il libro. Stamattina ho avuto un bel risveglio. Ci sono state una decina di vendite e il libro è schizzato al 39° posto della categoria Libri Kindle horror. Io mi aspettavo di essere in 145.678° posizione. Inoltre è al 139° nei libri horror e 765° nella narrativa di genere. I prossimi passi nel breve periodo: 1) Migliorare la qualità dell'ebook e del cartaceo. Ho notato ancora piccole cose da rivedere. Dovrebbe essere facile modificare i files e reinviarli. 2) Aprire un account su Passionescrittore.com e rendere disponibile il libro nelle librerie e nel sito Mondadori. Comprare il pacchetto promozionale per avere il libro sugli scaffali di una libreria, al costo di circa 150€ 3) Continuare e migliorare, testando la campagna Facebook, facendo crescere la pagina ufficiale e i followers del blog e twitter 4) Contattare i vari blogger, segnalando, regalando il libro, chiedendo recensioni 5) Creare un giveaway su goodreads e/o su qualche blog. Se avete dubbi, domandi o volete scambiare punti di vista ed esperienze, risponderò volentieri.
  4. Copertina: https://d2t3xdwbh1v8qy.cloudfront.net/content/B077JY32DY/resources/1843365654 Titolo: "Lo spirito e l'isola" Autore: Simone Giudici Casa editrice: Amazon KDP (autopubblicato) ISBN: 9781521813485 ASIN: B077JY32DY Data di pubblicazione (o di uscita): 17 Novembre 2017 Prezzo: 0,99 edizione Kindle Genere: Thriller, soprannaturale Pagine: 420 Trama: Ouija: tavola di legno sulla quale sono disegnate tutte le lettere dell’alfabeto, i numeri dallo 0 al 9, spesso un “sì” ed un “no” ed altri simboli, il cui utilizzo è abbinato ad una lancetta mobile chiamata “planchette”. Lo scopo di tale tavoletta è porre delle domande alle anime dei defunti, che attraverso un medium, farebbero sì che la lancetta si muova sulla tavola ouija e componga, utilizzando le lettere, la risposta. Chestertown, Maryland, 1889. Ernest Christian Reiche, bizzarro inventore di origini tedesche, costruisce la prima tavola Ouija della storia, allo scopo di dare il via ad una lucrosa attività commerciale. Quando però la proverà per la prima volta, ne verrà lui stesso terrorizzato. Isola di Marettimo, estate 1989. La giovane e bella Annele Morris manda avanti da sola la pensione “Stella Marina”, aperta anni prima dalla mamma e dal nonno, trasferitosi sull’isola dopo la Seconda Guerra Mondiale. La Notte di San Lorenzo Annele acquista da un misterioso individuo una vecchia tavola Ouija. Cosa accadrà quando deciderà di provarla? E perché continua a sognare la madre Alexandra, morta 15 anni prima? Grazie al fortuito ritrovamento del prezioso diario di guerra del nonno Alfred e alla saggezza della sua amica Angelina, Annele riuscirà finalmente a svelare il mistero che avvolge da tempo la sua famiglia e liberare la magia che si cela da più di un secolo nella tavola ouija. Da Monterey a Baltimora, attraverso l’infernale deserto del Marocco, fino alla magica Isola di Marettimo: questo libro vi terrà incollati alle sue pagine fino all’imprevedibile e sconvolgente rivelazione finale. Link all'acquisto: http://amzn.to/2jAEipV
  5. io sono in attesa. ma non sono in ansia. nel frattempo ho revisionato un'altra volta, sto facendo creare la cover e sto per autopubblicarmi su Amazon.
  6. @Francesco Wil Grandis Grazie della risposta @JPK Dike Io non sono d'accordo. Credo che a livello statistico valgano anche i numeri di quelli che vendono pochissimi libri. La media sarà il dato che mi interessa. In ogni caso non mi interessano le percentuali divise per Store, ma solo Amazon contro tutti gli altri. La domanda a parere mio ha molto senso e nel tuo caso, se sai che molti libri venduti su ebay sono stati ordinati su Amazon, allora è Amazon che li ha venduti e non IBS, visto che su ebay non ce li hai messi tu. Per poter iniziare una strategia di autopubblicazione, ci vogliono prima dei dati da valutare e capire se vale la pena puntare solo su Amazon o altre piattaforme tipo youcanprint che mettono il libro su tutti i bookshop, ma alla prova dei fatti poi non vendono nulla.
  7. credo di non aver formulato bene la domanda. A me non interessa il numero di libri venduti. A me interessa sapere in che percentuale incidono quelli venduti SOLO su Amazon.
  8. @naty Potresti dirmi, fatto 100 le vendite globali del tuo libro, qual'è la percentuale di vendite Amazon? E' questo il dato che mi interessa, non l'eventuale marketing.
  9. @JPK Dike Sono orientato a pubblicare su Amazon sia il kindle e il cartaceo, soprattutto per una questione di costo di produzione del cartaceo e logistica. però mi interessava avere qui delle cifre di riferimento da qualcuno che usa altre piattaforme.
  10. che sia leader lo so. a me interessa sapere di quanto nel caso di autopubblucazioni
  11. @JPK Dike Hai una percentuale?
  12. Ho una domanda per coloro che hanno già pubblicato. Sto decidendo se utilizzare Amazon per autopubblicare oppure YoucanPrint ma mi manca un dato. In termini percentuali, a quanto ammontano le vendite dei vostri libri su Amazon rispetto a tutti gli altri bookshop messi insieme?
  13. Anche io risposta standard di rifiuto...il mio era un thriller/paranormale alla Stephen King
  14. Non l'ho ancora letto ma credo che I figli della notte di Dan Simmons possa esserti utile.
  15. Non so se questa è la sezione giusta, in caso contrario me ne scuso e prego gli amministratori di spostare. Dunque: mi è venuto un dubbio. Preferisco stare sul vago perché è un problema di citazioni. Nel mio romanzo riprendo un documento che risale al 1600 e che è il verbale di un processo. Questo verbale venne trovato in Spagna nel 1910 da uno studioso e io ne sono a conoscenza grazie alla lettura di un libro italiano che pubblica ampi stralci di questo documento, scritto in parte in latino, parte in italiano antico, parte in spagnolo. Mi chiedo se questo sia un documento pubblico che io posso praticamente trascrivere e modificare a mio piacimento.