Jeky Imhof

Scrittore
  • Numero contenuti

    80
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

25 Piacevole

Su Jeky Imhof

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 31/12/1987

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Svizzera
  • Interessi
    Libri, cinema, serie tv, sci e montagna

Visite recenti

141 visite nel profilo
  1. Potrebbe essere molto utile se il protagonista è la guerra (come nell'esempio di Guerra e Pace), una città o un fatto, ma è lo stesso applicabile se il protagonista è più classicamente un personaggio della storia? E se si come?
  2. Personalmente io inizio a farmi un'idea sulla storia. Trama, ambientazione, personaggi e butto giù qualche appunto. Sopratutto per i personaggi. Credo che aiuti avere una base, uno scheletro, dove poi poter ricamare la propria storia. Poi inizio a farmi un filmino mentale (di solito prima di addormentarmi) di come nel dettaglio procedono gli avvenimenti. La difficoltà poi sta nella voglia di aprire word e pigiare i tasti per ore. Magari ho già in mente in dettaglio mezza storia, ma scritto solo due capitoli. In ogni caso credo soprattutto nel fantasy sia importante avere una buona base di appunti, soprattutto se vengono create ambientazioni e luoghi in modo di avere le idee già da subito il più chiaro possibile.
  3. A nessuno capita di avere tutta la storia in testa e magari anche di esserne entusiasti della storia che si sta raccontando, ma fisicamente non si riesce a trasportarla su carta? Non nel senso non sapere come mettere giù le cose scritte, perché il filone di aventi e scene che è in testa è molto preciso, adoro inventare storie e raccontarle, quando poi mi ci metto parto spedita e scrivo a manetta senza intoppi, ma a volte vorrei che ci fosse un metodo molto più veloce e facile di portare le storie e idee dalla mia menta a word senza dover pigiare per ore tasti sulla tastiera. Quindi magari continuo a elaborare la storia nella mia testa, ma non riesco a toccare il pc. Sarò strana?
  4. Non devi scoraggiarti, è una cosa normale, prova se caso a darlo ad altre persone da leggere. Come ti hanno già detto, due persone è un campione decisamente troppo piccolo. Anche a me è capitato, prima di mandare in giro agli editori il mio romanzo l'ho inviato a qualche amico per avere un'impressione, alcuni l'hanno letto e apprezzato, altri semplicemente lo hanno iniziato, ma poi non hanno più trovato il tempo/voglia di continuare a leggerlo, questo non vuol dire per forza che hai scritto una schifezza, ma semplicemente che la vita di tutti noi a volte è troppo frenetica e incasinata per ritagliarsi il tempo di leggere qualcosa, anche a me capita spesso di non poter/voler leggere quanto vorrei, ho montagne di libri nell'armadio che aspettano ancora di essere aperti.
  5. Sono d'accordo con te, anche per me è così e immagino che lo sia per molti writers del forum. Se poi siamo amanti del fantasy che ci possiamo fare Moda o no, vendite o no, non scriviamo, con un po' di fortuna pubblichiamo e siamo contenti di quello che abbiamo fatto
  6. @sara pusterla e io che ho sempre pensato che il tuo fosse un urban fantasy @Plata hai assolutamente ragione e penso che la fortuna giochi un parte molto importante!
  7. Vita dura in italia per il fantasy, ahaha speriamo non troppo perchè ne pubblicherò uno prossimamente, ma immagino che andrà come per il resto degli esordienti, è pur sempre un inizio. Poi non so, ho sempre pensato di essere una scrittice fantasy, ma adesso sto lavorando a un romance storico, nonostante io creda che ci siano alcuni punti in comune con il fantasy più classico, ma forse questo cambio di rotta è anche per tutta quasta preoccupazione che leggo, la domanda è perchè in italia a differenza di altri paesi questo genere ultimamente viene snobbato?
  8. @Floriana Non ti arrendere! Vedrai che troverai presto anche tu un editore @Pennywise scusa scusa, mea culpa, ahaha mi sto rimbambendo, il bello che hai anche la foto del profilo che lo evidenzia!
  9. @Pennywise @monica marm Yeah! Colleghe di scuderia
  10. Capisco i dubbi che si possono avere scrivendo fantasy e concordo con le vostre analisi. Sicuramente ci sono delle branche sel fantasy che sono stata usate e riusate, scritte e riscritte, ma in ogni caso ho trovato comunque delle idee nuove e interessanti in concetti stra-usati. Personalmente anche io ho avuto paura di cadere nel banale, ma penso che si debba distinguere tra il banale e il classico.
  11. Sì di solito il tempo di lettura/risposta è di un mese, nel mio caso ci hanno messo un paio di settimane in più, ma è un periodo che vale l'attesa, perchè fanno davvero un lavoro accurato e danno utili consigli!
  12. @sara pusterla @Martina Marastoni Grazie ragazze! Non vedo l'ora
  13. La mia paura è proprio quella che non si presenti nessuno, eccetto forse qualche parente o amico, però la tua versione mi piace moltissimo e non posso che darti ragione
  14. @LuckyLuccs Grazie mille
  15. Buongiorno ragazzi, sono molto felice di annunciare che ho appena firmato il contratto di pubblicazione con la Genesis, vi terrò informati sull'iter di editing, ma da quel che ho letto è molto buono