Banner_Sondaggio.jpg

naty

Scrittore
  • Numero contenuti

    65
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

44 Piacevole

Su naty

  • Rank
    Sognatore
  1. @L'antipatico Ti riferivi all'account Passione scrittore. com, quando ricordavi a qeimada di stare attento a non utilizzare altre piattaforme se si utilizza KDP select? Comunque volevo aggiungere che è veramente difficile stabilire da quali canali passino le vendite. Forse all'inizio, come nel caso di qeimada, è più facile stabilirlo tenendo tutto sotto controllo (parenti, amici, blog.) Dopo è impossibile, a mio parere. Io, che vendo pochissimo, lo scorso mese ho venduto 2 copie (so che sembra niente ma se non fai nulla di promozionale invece sono sempre qualcosa...) a sconosciuti. Mi sembra difficile che abbiano letto le segnalazioni finite ormai nei meandri dei blog ai quali mi ero rivolta, poche in verità, che si trovano in rete a più di un anno dalla pubblicazione, non ho fatto nessuna promozione gratuita nei mesi precedenti quindi non ero nemmeno su in classifica tra i gratuiti... eppure. boh.
  2. "Nessun settore della vita è tanto esiguo e insignificante da non offrire spazio alle aspirazioni artistiche" (Gustav Klimt)
  3. Grazie Giuliano G. non sapevo di questa opportunità.
  4. Sì sicuramente, non faccio fatica a crederlo. Immagino la portata enorme e l'impatto di una sorta di banner perenne di un titolo su una piattaforma così frequentata. (lo puoi notare anche con la promozione flash quotidiana). Diciamo allora che, forse la prima volta si è in classifica/vetrina in quanto novità ed ecco spiegate le vendite della prima promozione. Dopo no: se non si è in nessuna vetrina/prima pagina è difficile che i clienti sappiano che si sta attuando nuovamente la promozione. Alcuni dicevano che Amazon inviasse email informative sui titoli in gratuito, ma chissà.
  5. @JPK Dike Ma ne sei così sicuro jpk? Lo sai che a volte a me vengono dubbi su questo? Ti spiego: io metto in gratuito il mio libro e fai conto viene scaricato 200 volte. Come è possibile, in un luogo con così tanto traffico di clienti, che la volta dopo, che ne so dopo 5 mesi, rimetti il libro in promozione e te lo prendono in 10, 7 persone. Uhm... giusto in un forum con sempre lo stesso numero di iscritti questo sarebbe ovvio, ma in una piattaforma con così tanti clienti e con così tanto ricambio perenne di individui, ogni volta che fai la promozione logica vuole ci dovrebbe essere lo stesso o quasi numero di acquistii della volta precedente.
  6. Lo so, dico una banalità, però è quello che vorrei io da una casa editrice. Comunione d'intenti e chiarezza da subito. Se il mio libro viene scelto e io mi ritengo soddisfatta dalla pubblicazione non a pagamento e da una discreta diffusione, se faccio presente che non sono un animale da presentazioni e "mi accontento" unicamente del lavoro della ce, con tutti i limiti che comporta il non darmi da fare in prima persona, poi non posso lamentarmi se ho venduto 100 invece di 1000. Tutto qui. Forse quello che da fastidio a molti è il sapere che il darsi da fare in prima persona da parte degli autori è condizione non auspicabile ma perentoria di varie ce. Ma se si chiarisce tutto prima non vedo dove sia il problema (oltre a vendere pochino). Rispetto.
  7. ...ahh, la mitica "offerta lampo". Non c è vetrina più efficace. Tutti vorremmo usufruirne come autori: qualche giorno fa è andato in offerta un libro 400.000mo in graduatoria, il giorno dopo era quarto. (mi sa che entrare in questo programma/opportunità è praticamente impossibile)
  8. L'educazione sentimentale Papà Goriot Grandi speranze
  9. Scusa se mi permetto: potresti utilizzare il ristorante di un grande albergo. Magari lussuosamente demodè, in stile liberty... con l'albergo come ambientazione sai quanti spunti . Magari il mistero del signore è collegato proprio a qualcosa successa nell'albergo. Da bambino, forse. Qualcosa che ha visto, chi lo sa. Interessantissima la dicotomia: personaggio/misterioso, il signore. il cameriere: l'ossessione che questa figura gli procura. Questa andrebbe sviluppata in un crescendo, di pari passo.
  10. Grazie Marcello per avermelo ricordato, se possibile verrò.
  11. ... per non parlare delle squadre di calcio. Alcune declinate al femminile altre no. Il Cesena, la Lazio, la Juventus, il Torino... ad libitum
  12. Marcello, per la presentazione a Roma già puoi dirci il luogo?
  13. Credo non ci siano proprio regole. Sullo scaffale della mia libreria c'è appoggiato da qualche settimana "Zona" di Mathias Enard, che mi guarda e io non mi avvicino. Un interminabile flusso di coscienza, senza punti e senza maiuscole. Basta questo a dire che Enard ha sbagliato perché " i romanzi non si strutturano così?". Scrivere è lavoro sì da artigiani ma è anche o forse soprattutto libera espressione artistica alla quale assoggettarsi senza vincoli.
  14. @Francesco Wil Grandis Anche io penso che il botto di vendite su Amazon si faccia con l'offerta del mese o quella del giorno, perché rappresenta l'occasione reale e pratica di stazionare in vetrina in un luogo così importante e visionato . Sono i primi titoli che gli utenti guardano e quelli a cui affidano le loro spese. Gli altri titoli li trovi purtroppo solo digitandoli sapendo cosa cercare. Un cul de sac, praticamente. Il fatto è che per arrivare lì non c'è un metodo che esuli da quello di aver venduto qualcosina prima (anzi qualcosina in più di qualcosina...) ed avere un numero sostanzioso di recensioni. Insomma, Amazon è veramente appetibile ma ha metodi di successo attinenti al gatto che si morde la coda. Della serie: non vengono presi titoli random ogni tanto dalla moltitudine di libri e messi in offerta e quindi in vetrina. Ma si premiano quelli che già sono in evidenza per meriti loro o che hanno già cominciato a vendere. Ecco, io cambierei questo. O meglio, affiancherei a questa metodica già consolidata e tutto sommato giusta la possibilità di infilare ogni tanto un titolo sconosciuto per lanciarlo.
  15. Non mi chiedere percentuali che la matematica non è il mio forte. Ti posso dire la mia realtà, tanto mica mi vergogno. Diciamo una ventina effettiva di libri venduti, tra ebook e cartaceo (ma cartaceo l'ho messo da un mese) e un centinaio scaricato durante le promozioni gratutite. Più circa 500 pagine lette col KEMP.