Joyopi

Sostenitore
  • Numero contenuti

    3.378
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    17

Tutti i contenuti di Joyopi

  1. A chi hai dato dello juventino?
  2. Ahahah, se vuoi abbiamo bisogno di un massaggiatore per riprenderci dalle fatiche...
  3. Presentazione degna di quella che avrà fatto Gabbiadini a Ventura per farlo partire titolare con la Svezia...
  4. Caro Simone, il -1 è perché seppur il mondo nuovo ci sia (l'isola spuntata dal nulla va benissimo), manca del tutto l'elemento scoperta. L'isola è semplicemente il contesto (nemmeno troppo definito) nel quale avviene questa battaglia da manga degno del nostro minuccio. Insomma, qui il tema sembra più lo scontro tra i Power Ranger e i cosi (mi hai fatto pensare ai barbapapà, boh), poteva avvenire dovunque e il racconto sarebbe stato uguale. Mi dispiace. Detto questo, con onestà devo dirti che ti preferisco quando prendi più seriamente l'impegno e qui mi manca una trama. Però, come sempre, dimostri abilità nelle descrizioni, fantasia da vendere, ironia e irriverenza che rendono la lettura sempre piacevole. E il finale mi è piaciuto.
  5. Regolamento breve ma efficace, ottimo.
  6. Bellissimo. Fantastico. Eccezionale questo contest! Adesso mi riassumete il regolamento per favore?
  7. @Befana Profana Ciao Bef, come ho detto a Vincenzo, la penalità nel vostro caso è stata di un solo punto perché c'è assolutamente il tema della scoperta, ma aver utilizzato il pov animale per far scoprire un parco a un gatto non è proprio quello che si chiedeva, il pov su un animale relativizza troppo il tema, a quel punto tutto può essere nuovo per chiunque (ad esempio, avevo risposto negativamente sul topic a Rica bocciando l'idea del campo rom, come concetto è simile). Mi spiace. Detto ciò, racconto simpatico, scritto molto bene, uno dei migliori del "disastro di mezzanotte" per freschezza e gestione del ritmo. A presto!
  8. @Unius Ah be', capisco perfettamente allora. Capisco anche che tu tenga molto a questa idea e appoggio il tuo pensiero sulle ideologie e sulla spinta che dovremmo noi per primi seguire per andare oltre certi valori e certi mondi. Non ti nascondo che la traccia aveva proprio questo scopo, personalmente avrei voluto leggere di mondi liberi dalle schiavitù che dominano il nostro, di mondi in cui le regole fossero diverse dalle nostre...per questo devo dirti di essere rimasto un po' deluso per com'è andata. comunque mon basterebbero ore per parlarne ma sarebbe sicuramente una discussione interessante. Non avevo pensato a questa "coincidenza"...non posso che unirni alla tua preghiera (forse la parola non è quella giusta) per quei poveri uomini.
  9. @Vincenzo Iennaco Guaglio', ma ti sta trocando o mi sfotti?
  10. @M.T. Condivido le opinioni generali: il racconto è molto ben scritto, ho apprezzato gli incisi in corsivo e le riflessioni; poi, seppur risultante abbastanza archetipico (esiste?) stimola la curiosità e suggerisce un qualcosa... Purtroppo, però, il fatto che tu lo abbia "riciclato" da un'idea più grande che hai in mente o stai scrivendo si vede: innanzitutto perché il carattere da prologo io l'ho avvertito, e poi perché finisce per basarsi più sul viaggio verso questi ipotetici nuovi mondi che non sulla loro scoperta (forse solo alla fine intravediamo qualcosa?). Ecco spiegata anche la penalità. Mi dispiace. A presto!
  11. @Unius Sarò breve perché non mi distacco molto dalle impressioni generali che hai già letto. In definitiva ho apprezzato l'idea di tirar fuori un'antica "leggenda", ma non del tutto come lo hai fatto. Mi è dispiaciuto per i 2 punti di penalità, ma qui il "nuovo mondo", per quanto tematicamente centrale, non viene scoperto affatto se non (forse) da un personaggio di cui sentiamo solo parlare. Peccato perché l'idea era molto affascinante, avresti potuto sviluppare proprio la storia di Parjeskii e del suo passaggio oltre.
  12. @Luna La penalizzazione è perché il racconto si basa completamente sull'aspettativa di un "nuovo mondo", non sulla scoperta. Solo le ultime tre righe lo "redimono" un po', per questo abbiamo optato per un solo punto. Detto ciò, ho trovato il racconto divertente in alcuni tratti (soprattutto il finale), ma spesso l'ironia è stata un po' sotterrata dall'eccessiva ricerca della caricatura. Sono diviso... (sarà colpa della terra di mezza?)
  13. L'incipit mi colpisce negativamente per i quattro punti esclamativi e per la mancanza degli spazi dopo i trattini di dialogo. Sono dettagli di layout, è vero, ma danno subito un'impressione e quindi eviterei questi errorini. "Questo" è un problemino che ho anch'io a volte: tre volte "questo" in due righe. Idem, come sopra: qui sono quattro. Ripetizione di "manche" continua, la frase cercherei di formularla meglio. Credo vada la minuscola. I punti sospensivi sono tre. Questa è divertente. Non so se è per la necessità di risparmiare caratteri, ma i numeri li scriverei in lettere, per esteso. Comico. Tutto il pezzo da quando comincia la gara in verità mi è piaciuto perché divertente e per la resa molto simpatica dei pensieri della protagonista. Brava. Allora, cara @stefia , so che già mi odi, ma se ti segnalo queste cose è perché è un peccato guastare un racconto e una buona scrittura per la poca cura nella punteggiatura e per qualche refuso. Detto ciò, il racconto non è male, soprattutto da metà in poi l'ho trovato divertente. La voce interiore della protagonista e il modo in cui la metti a contrasto con la voce vera e propria sono il punto di forza. Il finale me lo aspettavo, ero sicuro che si trattasse di una "vecchia gloria". In definitiva, non sarà un capolavoro, ma al netto degli errorini di cui ti ho già detto è un racconto che raggiunge il suo scopo modesto di intrattenimento e di strappare qualche sorriso.
  14. @Macleo Bravo Mac, racconto semplice e breve (l'influenza del 5 punti?), molto poetico nel significato. Pur aspettando un colpo di scena che non c'è, l'ho apprezzato molto, forse anche per questo. Ti lascio con J-Ax: "Tutto questo sbattimento per far foto al tramonto, che poi sullo schermo piatto non vedi quanto è profondo".
  15. Bravo, così mi piaci! E viva la pizza wurstel e patatine, top!
  16. Auguri Agente Qu! Ma non te li avevamo già fatti l'anno scorso?
  17. @T, @A., @ve, @cchi, @000!
  18. Ciao @Fante Scelto, questo pezzo di commento di un altro utente spiega in parte il -2: il prompt era formato da due parti; se il mondo nuovo è presente almeno come concetto, la prima parte, che era quella della scoperta, qui non c'è. Il mondo viene nominato, ma appare solo nelle righe finali e in maniera molto marginale. Si tratta del "viaggio" verso di esso, ma non scopriamo nulla. Ammettendo che si tratti di un mondo che nessuno conosce, non lo fai scoprire né a noi né al protagonista. Questo ci ha obbligati a mettere la penalità che, comunque, non vuol dire che la traccia sia completamente mancata (in quel caso c'è proprio l'esclusione), ma sviluppata in maniera poco aderente (a mio parere). Di questo mi dispiace e se hai bisogno resto a disposizione per ulteriori chiarimenti, è giusto chiedere. Detto ciò, passo al testo in sé. Ho letto pochi tuoi racconti finora ma si vede subito che scrivi bene e che hai una certa predisposizione per le cose "complesse", il che mi piace. Però, onestamente, questo racconto mi è piaciuto pochino, l'ho trovato troppo centrato sul dialogo con il padre, dal tono "epico" (e questo lo appesantisce secondo me) e basato troppo sull'attesa, senza però che questo mi trasmettesse pathos. L'ho dovuto rileggere più volte per apprezzarlo meglio, ma forse questo è colpa mia. Giuro che non mi sono vendicato per il decathlon...Peace and love!
  19. È un gioco di parole(vista la protagonista)? Vincenzì, sai che mi piace molto come scrivi, e la prima parte di questo racconto conferma la tua abilità: bellissimo bilanciamento tra descrizioni e pov, pathos al punto giusto, azione...fin qui tutto okay. Poi il cambio repentino che, come gli altri, non ho ben afferrato e ho gradito poco, soprattutto perché cambi completamente registro narrativo. Peccato. Chiarisco che il -1 (non -2 come altri casi) è per parziale aderenza: qui, a differenza di tanti racconti, c'è in pieno la scoperta del nuovo mondo. Il problema è lo stesso di befana, ossia il pov animale (che poi diventa cartonesco?) che rende tutto troppo relativo, non era quello che volevo dallo sviluppo della traccia (se leggi a Rica avevo bocciato l'idea del campo rom, è simile come interpretazione). Mi dispiace.
  20. Basta non far scegliere a me la traccia per renderlo in successone!
  21. Commento Racconti brevi in "5 punti": I due re In terre lontane, a capo di due potenti regni rivali, c'erano due giovani re, l'uno deciso ad affermare la superiorità sull'altro senza però inforcare le armi. La rivalità tra i due si manifestava nella costruzione di palazzi grandiosi, nella ricerca di qualcosa che rappresentasse l'immortalità del proprio potere: il primo, forte e ardimentoso, fece innalzare una immensa fortezza, le torri tanto alte da toccare il cielo e mura robuste e imperiose, distese lungo una cintura senza fine, scintillanti al sole come lame d'acciaio; il secondo, raffinato e elegante, in risposta diede l'ordine di edificare una reggia che facesse mozzare il fiato per la sua bellezza, con le pareti dipinte dai migliori artisti del regno e contornata da centinaia di giardini rigogliosi e fontane zampillanti. Continuarono così a lungo a sfidarsi, di palazzo in palazzo e costringendo i propri sudditi a sacrifici immani, finché un giorno arrivò alle orecchie dei due la voce che, in un minuscolo regno lì vicino, un terzo re aveva costruito un edificio sbalorditivo e immortale. Così, increduli e decisi a vedere con i propri occhi cotanta meraviglia, si recarono dal vecchio e umile sovrano che gli mostrò una pietra grezza, poco più grande di un pugno. Alla loro espressione confusa, disse: "Miei signori, voi due forse siete troppo giovani, ma un vecchio come me, ormai prossimo alla morte, non può ignorare che qualsiasi edificio costruito su questa terra, prima o poi, finirà per diventare come questa pietra...se la sola grandezza che sopravvive al tempo sta tutta qui, tanto vale risparmiarsi la fatica".