Le Mezzelane Casa Ed

Editore
  • Numero contenuti

    66
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

21 Piacevole

Su Le Mezzelane Casa Ed

  • Rank
    Sognatore
  1. Sì, sempre. Diamo sempre una risposta, anche quando riteniamo il testo non valido per la pubblicazione.@Akamante
  2. Siamo sui 120 giorni adesso.
  3. @sirialuna I tempi di lettura si sono dilatati ulteriormente, mi dispiace. Chiediamo scusa.
  4. Aggiornamento: dal primo di ottobre non mandiamo più le schede di valutazione.
  5. La soluzione c'è: basta rispettare il lavoro degli altri e non pretendere sempre una risposta immediata. Come editori ci prendiamo cura di ogni pubblicazione, poi se il libro non si vende o non ha tutti i lettori che lo scrittore si aspettava, non credo sia colpa dell'editore (che comunque investe tempo e denaro su un perfetto sconosciuto, quindi...). Spesso si punta alle grandi c.e., ma non credete che lì sia tutto rose e fiori.
  6. E' la realtà dei fatti. Poveri o meno.
  7. In questo articolo ci sono tante considerazioni su quello che viene chiesto a un editore piccolo come noi. Buon divertimento. http://mindspot.altervista.org/la-gente-pretende-editoria-cosette-casette-cassette-cassate/?doing_wp_cron=1506692999.2152628898620605468750
  8. Può leggere in questo articolo http://lemezzelane.altervista.org/blog/la-pubblicita-lanima-del-commercio/
  9. Grazie @Niko. Il cambiamento al contratto era previsto da un po' di tempo, aspettavamo solo di avere ulteriori conferme di mercato. Siamo Editori, ma anche un'azienda e in quanto tale abbiamo bisogno di riscontri economici, oltre che di semplici soddisfazioni personali. Di soddisfazioni non si campa.
  10. E infatti noi negoziamo sempre @ElleryQ. Sempre che l'autore non faccia richieste che non possiamo soddisfare. Stiamo comunque rivalutando una ulteriore modifica del contratto, alla luce del risultato raggiunto in poco più di un anno.
  11. @Niko il contratto è scritto in "avvocatese" e "commercialistese" . Infatti sia l'iva che quel 1/3 del costo di distribuzione vengono detratti dal prezzo di vendita del libro, e sul netto di questi due importi vengono calcolate le provvigioni. (importi veramente irrisori, anche se stiamo valutando di modificare ancora il contratto, in modo essere legalmente a posto con tutto).
  12. @R.G. Se il primo trimestre arriva a 40 euro, ciò che vende nel secondo trimestre si aggiunge ai 40 euro e quindi il pagamento avviene. Perché sta dicendo che non verrebbe mai pagato? E ripeto, si faccia riconoscere, altrimenti i suoi futuri commenti per me saranno come se non esistessero.
  13. @Niko Per quanto riguarda l'iva puoi andare a leggere qui http://fhf.it/progetti/liberius/diritto-dautore-e-contratti-un-contratto-editoriale-misto-con-licenza-creative-commons o qui http://www.unife.it/ateneo/organi-universitari/statuto-e-regolamenti/allegati/CONTRATTO_DI_EDIZIONE_UNIFEPRESS.pdf e vedi anche tu che non è insolito. Per il resto per il momento è così.
  14. @Niko Chiarisco meglio il punto copia/incollando la parte del contratto relativa alle provvigioni. In realtà non è un contributo, ma una detrazione di una parte del costo di distribuzione dal prezzo di vendita dell'ebook o del cartaceo. Detrazione che non sussiste nel caso di vendita diretta del libro dal nostro sito. 6) Quale compenso per la cessione dei diritti d'autore di cui al punto 4 verrà corrisposta una percentuale del (...)% sul prezzo di copertina (art. 130 L. 633/1941) di euro …............., al quale andranno detratti l’IVA del 4% e 1/3 dei costi della distribuzione, come da tabella in allegato A, delle copie effettivamente vendute, al netto delle rese.
  15. @R.G. per il carattere della Sig.ra Angelelli non possiamo farci nulla. Per il resto si faccia riconoscere in privato, così possiamo andare a rivedere le mail e capire dove non ci siamo "incontrati". Grazie.