Mino

Scrittore
  • Numero contenuti

    208
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

11 Piacevole

4 Seguaci

Su Mino

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 08/08/1954

Informazioni Profilo

  • Provenienza
    verde Brianza
  1. Gruppo Edizioni Alter Ego

    @drake Magari @Antonio Sofia potrebbe metterci una buona parola per capire che cosa sta succedendo.
  2. La Signoria Editore

    Da poche ore, sono nella medesima situazione di @taxidriver. Ricevuta valutazione positiva nei tempi preventivati e in attesa di contatto telefonico nei prossimi giorni. Narrativa mainstream con sfumature noir, 50.000 parole. Non mi sono nemmeno avvicinato alla "gabbia" pensando di avere già combinato disastri nel travaso in Open Office.
  3. Gruppo Edizioni Alter Ego

    Purtroppo il silenzio di @Gruppo Ed. Alter Ego continua sia qui sia per gli invii in valutazione.
  4. La Signoria Editore

    Domanda per i cortesi @La Signoria Editore. Attuale tempistica reale per le valutazioni? Grazie.
  5. Gruppo Edizioni Alter Ego

    L'ultimo intervento dell'Editore è datato 1 agosto. Il mio invio risale al 12 giugno, a oggi nessuna risposta pervenuta.
  6. La Signoria Editore

    Ciao, @Ezbereth e @AndreaLuna per un miglior contributo alla discussione, penso sarebbe opportuno esplicitare chiaramente quali sono le clausole contrattuali poco convincenti. Abbiamo a disposizione un editore presente e sollecito nel rispondere, sapendo quali sono esattamente le perplessità potrebbe fornirci chiarimenti.
  7. Gainsworth Publishing

    Ma fino a ora dove eravate nascosti? L’equazione serietà + free = No Eap non è così scontata, parecchie non sanno nemmeno dove stia di casa l’equità tra le parti. Qui dentro, se non erro, solo due CE non si sono fatte problemi a dichiarare di perseguire tale filosofia: voi ed Edizioni 6 pollici. Io, ad esempio, sono un’attrazione irresistibile per certe CE che in questo forum sono catalogate free. Ho ricevuto proposte contrattuali (dimostrabili in ogni sede) dove, in un paio di casi, i diritti d’autore partivano solo dopo aver venduto 300 o 500 copie. In un altro caso, mi offrivano una percentuale risibile solo a partire dalla 1501sima copia venduta (e questa CE la trovate in ogni libreria!). Il tutto generosamente condito da durate contrattuali e vincoli d’opzione ventennali. Altre CE si sono limitate a chiedermi piccoli contributi per i costi di produzione o ai fini pubblicitari. Ma nessuna, ripeto nessuna, dopo aver stilato contratti fiume nei quali l’Autore deve… l’Autore s’impegna… ha inserito una clausola che preveda pesanti penali nel caso sia l’editore a non saper fare il proprio mestiere. Queste CE, cosiddette free, credo siano il sogno per chi cerca a tutti costi di mettere il proprio nome sopra una copertina: contenti loro… Con queste premesse di serietà, non posso fare altro che augurarvi le fortune editoriali che meritate.
  8. Gainsworth Publishing

    Spettabile Casa Editrice, dopo aver deciso di pubblicare un’opera, il contratto standard che proponete all’autore segue per niente, parzialmente, in buona parte o in toto la filosofia di equità tra le parti come indicato nell’allegato link? Ai fini della trasparenza, potete rendere noto le eventuali e fondamentali differenze? Grazie e buon lavoro. http://scrittorincausa.blogspot.it/2011/11/il-contratto-lavori-in-corso.html
  9. Nulla Die

    Non puoi immaginare di quanto hai mancato il bersaglio. Mi viene intimato di..., quindi, credo con grande sollievo di qualcuno, obbedisco e mi tolgo dai piedi. Aloa.
  10. Nulla Die

    Ragazzi, ripeto, si tratta di far saltare fuori la verità, perché è lampante che in questa vicenda qualcuno stia mentendo. Vi devo illuminare? Eppure la situazione è chiara, basta solamente leggere ciò che si trova postato qui dentro. Un esempio? Post del 22/8: Caro/a cara Frà, un altro moderatore ha comunque copia delle mail a dimostrazione della veridicità di quanto esposto. Post del 29/10: A questo punto, invito gli utenti che hanno ricevuto la proposta contrattuale o le mail con richiesta di contributo a pubblicare qui delle prove tangibili di quanto affermato. Ora come ora si tratta della parola di uno contro la parola dell'altro. Perché a distanza di oltre due mesi viene chiesto di fare qualcosa che è già stato fatto? Adesso illuminatevi voi, ma prima di accendere i fari considerate anche questo post del 2/11: La mia vicenda personale è quella descritta nel post datato 1 Agosto, ed è confermata da un carteggio di mail tra me e l’editore, come già noto alla redazione del forum. Aloa.
  11. Nulla Die

    Attenzione Aplisia, non si può fare pubblicità alle CE a pagamento, è vietato dal regolamento. Vade retro editoria a pagamento, e sapessi quanto sono d’accordo. Concordo con te, se chi ha messo in piedi questo casino l’ha fatto per dare maggior visibilità alla CE, è un genio del marketing, e chi non lo capisce merita di essere ricoverato in un manicomio afghano. Ma c’è un oscuro rovescio della medaglia: se quello che è stato postato mesi fa è tutto vero, sarebbe auspicabile, e in tempi velocissimi, il rispetto del regolamento. Perché, ripeto, non si può fare pubblicità alle CE che chiedono contributi. Riusciremo mai a sapere com’è veramente la storia? Fiducioso, e calmissimo, attendo. Aloa.
  12. Nulla Die

    Adesso di giorni ne sono passati più di quindici. Ripeto la domanda che non ha ancora risposta, nè qui dentro nè, a quanto sembra, da fuori. Che tipo di chiarimenti avete chiesto? E se perdurasse il silenzio della CE, come avete intenzione di procedere? Grazie.
  13. Scrittore Vince Euro 220.000 Da Bonolis

    Ieri sera, ore sette circa. Mia moglie è ai fornelli, io sto apparecchiando. La tv è sintonizzata su Canale5, il programma è “Avanti un altro” condotto da Bonolis. Arriva il turno di un tizio che dice di essere un poliziotto con la passione della scrittura: afferma di avere pubblicato un romanzo e un altro l’ha appena finito. Dietro le spalle mia moglie se la ride regalandomi un: «Toh, un tuo collega.» Mi viene in mente l’ultima volta che ho sentito una tipa che se la tirava in un programma: quando ho cercato il suo libro e l’ho trovato sono esploso in un: “Buffona”. Aveva pubblicato con Albatros. Al celerino dice bene, mette da parte una bella cifra e alla fine nessuno lo supera: sarà lui a partecipare al gioco finale. Che non è per niente semplice: Bonolis spara a raffica una ventina di domande, ognuna ha due risposte. Per esempio, dice: Che cosa manca al pipistrello, becco o ali? Per andare avanti e vincere bisogna dare come risposta esatta quella sbagliata, in questo caso ali: alla lunga è roba da far diventare purea il cervello. Eppure, il collega scrittore ce la fa e vince ben 220.000 Euro, tanto che al termine del TG5 ne parlano pure. Mi rode di bestia quando penso: “Magari questo qui ha pure pubblicato con Bur o Feltrinelli.” Mi fiondo su IBS, digito nome e cognome e il titolo del libro appare immediatamente. Sento risuonare in testa un campanello d’allarme quando leggo il sottotitolo dell’Opera, “Un romanzo poliziesco scritto da un vero poliziotto”. Altro campanello d’allarme quando cerco la CE nella lista di WD: non c’è. I campanelli si trasformano nell’ululato dell’antifurto condominiale quando, sul sito della CE, scarico le prime dieci pagine del romanzo. Vi regalo alcune chicche: - L’uomo che stava facendo la disinfestazione sul treno. Ora è là ancora un po’ turbato. - Indicò un uomo seduto su una sedia. Mi recai da lui e gli dissi di avere la necessità di rivolgergli alcune domande.- Sono ancora scosso. - Fu la prima risposta che ebbi.- Non si preoccupi, possiamo anche fare domani mattina. Venga alle otto al commissariato. Adesso vada a casa a riposare. -- Grazie. - Mi rispose. E lentamente si allontanò.Nel mentre stetti di nuovo a parlare con il mio amico Raniero ricordando i dei momenti passati quando eravamo al reparto volanti. Voleva tornare subito a casa per poi andare con la moglie e i quattro figli a una partita di calcio dove da poco più di due mesi militava un nipote. Si avvicinò ancora un po’ e, poggiandogli la mano sulla spalla, gli diete una leggera scossa. L’uomo non si mosse. Gliene diete una leggermente più forte e il risultato fu lo stesso. Aziz iniziò a perdere la pazienza ritenendo che fosse davvero impossibile dormire in quel modo senza accorgesi di nulla. La moto fu venduta per un prezzo molto inferiore a quello che l’avevo pagata, ma fu per me una sorta di liberazione. Da allora non salii più su di un mezzo che non abbia avuto un minimo di quattro ruote. - Chi ha trovato il corpo? - Da una prima analisi, come le ho detto alla stazione, sembrava un infarto, ma poi in obitorio ho costatato che il cuore era a posto. Ho eseguito le analisi del sangue ho scoperto che non c’erano né tracce di alcool, né di droghe, ma di una sostanza estranea al corpo umano, molto probabilmente cianuro. Per scoprire di cosa si tratta, però, bisogna attendere alcuni giorni. Le posso solo dire che al momento potrebbe trattarsi avvelenamento e quindi di omicidio. Per i vari San Tommaso: editato dallo staff: non si segnalano alcun modo, anche ironico, CE a pagamento e relative pubblicazioni.
  14. Nulla Die

    Se domandare è lecito, ne approfitto. Che tipo di chiarimenti avete richiesto per provocare una latitatanza di risposta così prolungata? Grazie.
  15. Nulla Die

    Porca vacca. Allora ho cannato i conti di brutto! :asd: Angela, ocio al blog perchè i fuochi d'artificio non li ho ancora accesi.