Vai al contenuto

Tommaso Carbone

Scrittore
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

2 Neutrale

2 Seguaci

Su Tommaso Carbone

  • Rank
    Sognatore
  1. L'angelo sterminatore

    Spero le piaccia. Tommaso
  2. L'angelo sterminatore

    Roma, febbraio 1943. All'ospedale di Santa Maria delle Grazie Antonietta partorisce due gemelli. Lei e suo marito ricevono subito la notizia che uno dei due gemelli non ce l'ha fatta. La verità, però, non è questa: il dottore ha deciso di sottrarre uno dei due bambini per consegnarlo a un gerarca fascista in cambio di una prestigiosa cattedra universitaria. Nel 1978 Michele è ormai adulto e inconsapevole di tutto. Lo ritroviamo mentre va a trovare una sua vecchia zia, la quale in punto di morte sente il dovere di dirgli tutta la verità sul suo passato. È stato adottato e quelli che ha sempre creduto essere i suoi genitori in realtà sono degli sconosciuti. Chi gli ha dato veramente la vita? Perché nessuno prima di sua zia ha voluto dirgli la verità? Le domande si accavallano senza risposta e le difficoltà incontrate negli anni si trasformano in una rabbia cieca, feroce. La sua missione diventa vendicare tutte le vittime, di ogni genere, che gli si parano lungo la strada. Un romanzo che esplora il labile confine che separa vittime e carnefici: ruoli che di continuo si confondono e si sovrappongono.
  3. L'innocenza perduta

    Se il cacciatore diventa preda, non serve rimpiangere l'innocenza perduta per salvarsi dalla vendetta dei giusti... Se perdi la testa per una ragazzina che in cambio di pochi soldi si fa toccare e guardare nuda, poi non devi sorprenderti se il mostro che è dentro di te prende il sopravvento, arrivando a uccidere. E non puoi condannare un tuo vecchio amico, quando approfitta di te per dimostrare che solo il Male riesce ad avere ragione del Male. Finché il Bene non decide di conficcargli un punteruolo nel cuore...
  4. Il cadavere del santuario

    Il corpo di Giulia Palmieri viene ritrovato in un dirupo alle porte di Grottole, in Basilicata. Nulla nella vita regolare della donna sembra giustificare un omicidio. Le indagini del capitano De Ruggieri si complicano ulteriormente quando un collega della vittima, inizialmente tra i sospettati, viene a sua volta assassinato. La scia di sangue si allunga arrivando a lambire importanti personaggi della politica e dell’imprenditoria locale. Mentre le due morti portano a galla segreti e misteri inconfessabili della piccola comunità, il tempo stringe per il capitano De Ruggieri, perché là fuori c'è qualcuno che ha deciso di farsi giustizia da solo.
  5. L'innocenza perduta

    Annetta è una ragazzina maliziosa e spregiudicata. Usa il suo fascino acerbo per ottenere dagli uomini piccole somme di denaro in cambio del quale è disposta a spogliarsi e a farsi toccare. Giacomo Crisafulli è uno stimato professore col vizietto per le ragazzine. Un giorno tenta di spingersi oltre, Annetta si rifiuta, lui perde la testa e la soffoca. Seppellisce il cadavere in un bosco e, quando questo viene ritrovato, fa ricadere la colpa su Salvatore Rizzuto, un sarto timido e introverso, considerato un po’ strambo nella cui casa Crisafulli ha nascosto un braccialetto della vittima. Salvatore rinchiuso in una camera di sicurezza si suicida. Crisafulli incontra Rossella, una ragazzina coetanea di Annetta, e inizia a insidiarla. La segue e la molesta. Rossella si confida con Antonio, un ragazzino di cui è innamorata. Decidono di tendergli una trappola.
  6. Non avrete scampo

    La prima vittima sembra essere stata sepolta viva, la seconda viene ritrovata annegata nelle gelide acque di un lago, la terza intossicata dai gas di scarico di un auto abbandonata in campagna: il commissario Bonanni indaga sulla morte di tre industriali legati a diverso titolo a gravi atti di inquinamento ambientale. Le vittime sono tutti pezzi grossi, la pressione dei media sugli inquirenti è enorme e la posizione del commissario si fa sempre più scomoda ogni giorno che passa. L'unica traccia è un bigliettino che ha ricevuto e collega le modalità di esecuzione dei delitti agli elementi primordiali della filosofia di Empedocle: terra, acqua, aria e fuoco. Un indizio che rimanda a moventi molto più profondi di quanto il commissario stesso riesca a immaginare.
  7. Niente è come sembra

    La notte del 20 febbraio del 1989 Lucia trova, nel bagno di casa, i corpi senza vita della figlia Miriam e del suo fidanzato Francesco. Il referto medico parla di morte per elettrocuzione provocata dal cattivo funzionamento di uno scaldabagno e la polizia chiude subito il caso. La madre di Francesco è però convinta che la morte dei ragazzi non sia accidentale. Dopo una serie di contraddittorie perizie, si rivolge a Max Ferretti, titolare di un’agenzia investigativa ed ex poliziotto, espulso dal corpo per aver sparato deliberatamente a un pericoloso, ma disarmato serial killer. Quando i corpi vengono riesumati, Miriam presenta una frattura all’osso ioide... Chi ha ucciso i due giovani? E soprattutto perché? Scampando miracolosamente a un attentato, tra reticenze e probabili collusioni politiche, toccherà al consumato investigatore e a Gaia, sua giovane socia, scoprire i colpevoli e dimostrare che spesso nella realtà Niente è come sembra.
  8. Il sole dietro la collina

    La vita non è stata tenera con Adriana. Emigrata dalla Romania a Matera con la promessa di un lavoro e la speranza di riscatto, si ritrova invece in un ambiente più ostile del previsto. La morte dell’amato Nichita recide poi drammaticamente i legami con la sua terra di origine. Delusioni, tradimenti e ostacoli di ogni sorta mettono a dura prova Adriana, ma il sostegno dell'amica Nadine e la sua vitalità contagiosa le infondono il coraggio per provare ad aprirsi ancora e scoprire che nella sua vita forse c'è ancora posto per la speranza, la felicità e l'amore.
×