Edison

Scrittore
  • Numero contenuti

    686
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

203 Strepitoso

4 Seguaci

Su Edison

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Interessi
    Thrillers, noir, fantascienza e qualche saggio storico di tanto in tanto

Visite recenti

1.381 visite nel profilo
  1. Mezzogiorno d'inchiostro n.106 Topic ufficiale

    Ciao, se può servire, l'anno scorso ho partecipato tre volte senza mai andare a punti. Quest'anno è stato da incorniciare. Alla prossima. Edison
  2. Mezzogiorno d'inchiostro n.106 Topic ufficiale

    Ringrazio nuovamente tutti per i complimenti. E' stato bello partecipare, l'importante per me erano i vostri commenti, il risultato conseguito è stato un di più. Mi complimento anche io però con Macleo per il successo ottenuto quest'anno. Alla prossima. Edison P.S. visto che l'anno prossimo uno dei giudici sarò io, mi aspetto che partecipiate numerosi al primo MI
  3. Mezzogiorno d'inchiostro n.106 Topic ufficiale

    Ciao a tutti, sono contento del risultato (come non esserlo) e ringrazio tutti quanti sia per l'organizzazione, sia per le tracce, sia per i lavori proposti. Complimenti ad Andrea28 per la vittoria. Prometto di elaborare un prompt all'altezza del contest. Alla prossima. Edison
  4. [MI 106] Il trattore

    Ciao@Sira Avevo pensato che il bambino fosse un figlio illegittimo del protagonista, concepito grazie a una scappatella durante il rapporto con Alice. Alla prossima. Edison
  5. Mezzogiorno d'inchiostro n.106 Topic ufficiale

    Ciao, dopo adeguata valutazione le mie preferenze: Vincenzo Iennaco M.T. Unius sarebbe piaciuto anche a me che ci fossero quattro preferenze. Alla prossima. Edison
  6. [MI 106] La fortuna del sicario

    @Emy Ciao, grazie per il passaggio e i complimenti. Spero di poterti coinvolgere ancora. Alla prossima. Edison
  7. [MI106] Le sindromi del male

    @Plata Ci sono alcune frasi nel racconto che io toglierei. A me sembrano superflue e tolgono caratteri che avresti potuto usare per descrivere meglio la scena della strage. Forse sarebbe potuto trasparire meglio tutto lo strazio delle vittime e si sarebbe delineato meglio il carattere del protagonista. Io avrei iniziato con Andrea che estrae il fucile-mitragliatore e spara. Avrei messo in seguito che si trova in un'aula universitaria e i suoi obiettivi sono ignari studenti. Sarebbe stata una sorpresa per il lettore. Alla prossima. Edison
  8. [MI 106] L'orizzonte degli eventi

    @Poldo Ciao, ho letto e riletto il tuo testo e ti devo dire che le mie competenze in materia arrivano fino a un certo punto. Purtroppo pertanto non posso scrivere un commento adeguato al genere. Per quanto mi piaccia la fantascienza preferisco i film come Atmosfera Zero e Alien in cui si dà un'immagine positiva (ma neanche tanto) del futuro. Del tuo racconto mi è piaciuto lo stile secco, didascalico, tipico di un computer e indice di un progressivo abbassamento di sentimenti a cui noi stiamo giungendo a poco a poco. Con l'ultima frase avevo pensato che l'umanità ridotta alla stregua di elaboratori e alla fine estinta si ricongiungesse compatta con il suo Creatore. A mio avviso non sarebbe stato male come pensiero. Alla prossima. Edison
  9. Ciao, @ITG la descrizione dell'ambiente è il punto di forza del testo: il lettore viene catapultato nel rione e si sente parte di esso. Il finale mi ha un po' amareggiato, sia per la morte del protagonista, sia per l'uso del classico incidente d'auto. Io avrei scelto qualcosa di più originale e che non si concludesse in maniera negativa. Per dirne una, avrei messo sul retro del motorino anche la ragazza e avrei condotto tutti e due al mare. Ma è solo una mia opinione. Una prova più che discreta. Alla prossima. Edison
  10. [MI 106] Ciao ragazzo, adieu Fräulein!

    Ciao, @Unius il tuo racconto è stato appassionante e la figura del ragazzo che fugge meditando una futura vendetta riesce a essere coerente con la sua indole descritta nei passi precedenti. (altrimenti avrei contestato un suo improvviso cambiamento di rotta). Una domanda: se il tuo racconto si svolge a Berlino, non avrebbero dovuto esserci i russi al posto degli americani? Mi pareva che fossero arrivati prima loro. Un'osservazione: io mi sarei soffermato un attimino di più sulla guerra raccontando episodi di morte e distruzione visti dal ragazzo. Ottime le tue nozioni di storia e l'uso che ne hai fatto nel racconto. Mi è piaciuto, complimenti. Alla prossima. Edison
  11. [MI 106] Il trattore

    Ciao, @Sira le frasi in dialetto sono simpatiche e rendono più plausibile la storia. Il testo è scorrevole e ti permette di arrivare al punto finale senza indugi e senza incomprensioni. La fine è un po' ingarbugliata e pretende che Alice conoscesse il comportamento di Luca fino ad anticiparlo. Io mi sono fatto l'idea che fossero passati diversi anni dalla fine del loro rapporto (in quanto non si parla di lei in stato interessante al momento della sua uscita di scena) e pertanto è possibile che il carattere del protagonista fosse un po' cambiato da allora. Io pensavo a un altro finale, però mi piace che Alice escogiti un escamotage per riprendersi Luca come era prima. Buona prova, brava. Alla prossima. Edison
  12. [MI 106] Qualcosa di strano

    Ciao, @Andrea28 il tuo brano mi è piaciuto molto, sia per l'argomento trattato, sia per il modo in cui è stato trattato, intervistando chi conosceva il protagonista di cui abbiamo solo alcuni luoghi comuni che cambiano a seconda di chi parla. Molto bene il fatto che il lessico usato cambi da persona a persona in modo da creare (sotto)culture e punti di vista mai identici. Onestamente io toglierei questa frase. Non so se un professore di lettere, come credo sia chi parla, sia incline a usarla verso il suo argomento di studio. Inoltre si presume che il prof sappia che il protagonista è depresso cosa che non ammette quando riferisce che diserta le lezioni senza alcuna spiegazione. Comunque è un bel racconto. Alla prossima. Edison
  13. [MI 106] La fortuna del sicario

    @Sira Ciao, grazie per il passaggio e per i complimenti. L'osservazione è giusta ed è stato un problema da risolvere. E' grazie all'intervento del giovane che ci si può districare. Ti confesso che all'inizio avevo pensato che i due si conoscessero da tempo e che per il giovane fosse il primo lavoro importante. Poi ho pensato a lui come informatore e, se il bersaglio avesse avuto guardie del corpo, François lo avrebbe saputo e lo avrebbe riferito a Pierre. Inoltre Pierre non è un novizio con il coltello e ha uno stile collaudato, pertanto avrebbe saputo come sbrigarsela. Ancora grazie di tutto. Alla prossima. Edison
  14. [MI 106] Andrà tutto bene, te lo prometto...

    Ciao, @AryaSophia Per quanto sia stato attratto dall'evoluzione della storia, io mi sarei concentrato di più sul momento critico della valanga. Toglierei spazio ai "preliminari" e approfitterei per descrivere maggiormente le fasi della distruzione dell'albergo e il comportamento degli altri ospiti di cui si sentono solo le grida. Servirebbe a mio avviso per creare maggiore empatia con il lettore. Una prova discreta che con un po' più di mordente sarebbe stata più che buona. Alla prossima. Edison
  15. [MI106] Anna e Martino

    Ciao, @Emy il racconto è piacevole e ben scritto. Mi piace la rivelazione finale che è la madre della protagonista ad attenderla, il cui comportamento ipercritico e, a parere mio non meno pusillanime, ha reso la figlia altrettanto emotiva e caotica. Due domande. 1- possibile che in un palazzo di nove piani (se non di più), non passi mai nessuno per parecchio tempo? 2- possibile che Martino non abbia pensato almeno per un momento ad arrabbiarsi con Anna per la troppa ansia? 3- possibile che il cagnolino non abbia avuto voglia di andare in bagno in tutto quel tempo? Per quanto la trama inviti il lettore ad arrivare in fondo alla storia, mi ha lasciato con l'amaro in bocca sapere i due protagonisti ancora dentro l'ascensore al termine della lettura. Avrei preferito che riuscissero a cavarsela e che Anna mandasse al diavolo una volta per tutte sua madre. Alla prossima. Edison