Rica

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.336
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

588 Magnifico

Su Rica

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere Donna

Visite recenti

2.110 visite nel profilo
  1. [MI 100-4] Seme ne vado

    @Lo scrittore incolore poverino! Tanta fatica per morire spiaccicato!  Prima id leggere il racconto, mi chiedevo il perché del titolo. Sei sempre pieno di idee, tu, eh? Letto molto, molto volentieri. Alla prossima!
  2. [MI 100-4] Senza scampo

    @M.T. Un personaggio assediato da una non ben chiarita minaccia. Rendi questo assedio e il sentirsi in trappola del protagonista. Mi piace il finale, nel senso che mi sorprendi con i topi, perché durante la lettura non faccio altro che immaginare questo nemico da cui il protagonista si ripara. Ma questi, per come hai presentato il plot, non sono semplici topi, sono topi che stanno divorando l'umanità, no? Allora quel "odio" mi sembra davvero debole. Scritto molto bene. Bravo.    Questa frase la modificherei
  3. [MI100-3] Una folle e il Destino

    @Emy cara, una bella riflessione. Un altro pezzetto di te. Questo breve testo è scritto molto bene, si legge velocemente e racconta molto. Una pagina del "libro della tua vita". Concordo con chi dice che trasformando questa bella riflessione autobiografica in una storia, avrai in mano un bel racconto! Brava e complimenti per il coraggio con cui ti sveli e ti racconti.      Qualunque cosa tu faccia, ci sono forze che ti remeranno sempre contro. A meno che, ma non è quasi mai il mio caso, tu riesca a intercettare i messaggi del Destino prima che ti vengano recapitati. Non rientro, purtroppo, nel cerchio dei fortunati. Non sono mai stata brava a captarli, i messaggi giusti. Ho sempre fatto tutto di testa mia, avvalendomi sempre della facoltà di sbagliare.  - Bello l'incipit, mi è piaciuto molto. - È implicito, quindi puoi toglierlo.   Odio la perfezione, se filasse tutto liscio mi annoierei a morte. Sono strana assai, lo so. Ecco perché il Destino si diverte di mettermi nei casini. Non gli dò retta mai! Il mio forse è un vizio, ma a prendere la strada giusta ci metto tanto. Troppo. - a mettermi   Ho fatto parecchi errori di valutazione. Ogni volta che mi trovo ad un bivio, la testa si spegne in automatico; si attiva al posto suo il cuore e quello, senza manco farlo a posta, mi porta sempre nelle situazioni che potrei benissimo evitare.  - Toglierei l'eufonica - apposta - In generale riformulerei la frase snellendola. Esempio brutto.  Ogni volta che mi trovo a un bivio, la testa si spegne, il cuore si attiva e,  senza manco farlo apposta mi porta in situazioni che potrei benissimo evitare.    La mia vita è come un labirinto, giro e rigiro, ma mi trovo sempre al solito incrocio: a sinistra o a destra, questo è il dilemma! Ora, quasi a quarant’anni suonati, ho tanta voglia di fare follie. Non è che prima non ne facessi, al contrario. Noi del Sagittario, direbbe il mio babbo, siamo noti per i colpi di testa però quello che ho in mente supera ogni mio limite. - se sono suonati, allora li hai, perchè dici "quasi"? -  testa, però quello che ho in mente    Non è vero. Il Destino non è mai così crudele come si pensa. Non compie mai passi falsi. Potrebbe capitare che venga frainteso, nessuno è perfetto. Basta però ascoltare il cuore per saper cogliere l’attimo giusto e agire. - Virgola dopo cuore   Il Destino è benevolo, calcola sempre bene ogni mossa e sa quali compiti assegnare a ognuno dei destinatari. La colpa non è mai dei messaggi ma della loro interpretazione.  - Virgola prima del "ma" avversativo.  
  4. [MI100-3] È così che uccido io

    @Joyopi a me il racconto è piaciuto così come è, con il finale che hai scelto. La storia del killer umano renderebbe il racconto più scontato. Infatti, mentre leggevo, pensavo questo, che fosse una trama abusata. Fino a quando mi hai fatto ricredere. La prima parte è un pochino lenta, la rivedrei! Ma tu sei veramente l'angelo della morte, eh! Non ne salvi uno dei tuoi personaggi.   
  5. [MI 100-3] Linea 69

    @Lizz mi è piaciuto molto! Hai reso bene le due voci narranti, ciò che nelle loro menti scaturisce e da forza a un rimpallo continuo.  Alla fine, lui si convince che potrebbe saltare in aria da un momento all'altro. Un ottimo esempio di quanta distanza ci sia tra il dire e il fare. Riempirsi la bocca di intercultura rispettosa, e rimanere volontariamente in attesa di un nuovo bus perché non ci libera dei pregiudizi. Bravissima. Scusa il commento breve, continua a leggere!  togliendo di netto questa frase daresti più forza alla precedente, bellissima, senza oscurarla.
  6. [MI 100-3] Destino? No (e senza il grazie).

    @M.T. ciao. Il tuo racconto è ben scritto. Niente da dire. La storia è interessante e i contenuti molti. Forse troppi. Racconti la storia di una vita intera, un'esistenza, elencando passaggi. Il personaggio del tuo testo è molto interessante. Io lavorerei più sullo spessore psicologico, su come affronta lui le decisioni prima di prenderle. Racconta tutto, ma non mi dice, per esempio, cosa si è chiesto prima della scelta di diventare un barbone. Come l'ha affrontata? Me la presenti come una cosa fatta dal giorno alla notte e senza nessuna conseguenza. Dove sono i suoi pensieri, quelli intimi, quelli interiori? In molti passaggi usi questa forma descrittiva velocissima che racchiude tante, troppe cose. Le condensa senza dargli vita. E questo priva il personaggio di una dimensione riflessiva. A rileggerti. Bello il titolo, anche!    cambia numero oppure  "si era portato dietro sei amici"
  7. [MI 100-3] Nato per soffrire

    @sioux la mantide? Mamma mia, prima ci porti su con descrizioni di puro amore, passione, fremiti di piacere, e poi ci decapiti con quel finale orrendo e anche bellissimo. Ho pensato a Matador di Pedro Almodóvar. Lì, essendo una donna vera, al momento dell'orgasmo tirava fuori uno spillo acuminato dai capelli  (lo usava per tenere ferma la crocchia) e glielo infilzava "amorevolmente"per aumentare il suo piacere nel momento finale. Bel testo. Bravo.  
  8. Catena musicale

    @Roberto Ballardini @sira chiedo venia. Avevo visto solo il post musicale, e non avevo letto la proposta della A. Infatti non capivo a cosa ti riferivi... I m so sorry!
  9. Catena musicale

       
  10. [MI 100-3] Il feretro di Svartsyn

    @simone volponi Mi ripeto, non il mio genere. Scrivi bene, molto. Segnalo un paio di cose sotto, mi permetto. Prova migliore della precedente, a mio avviso.. anche se l'idea dello scambio è un po' abusata. Bravo!    
  11. [MI 100-3] La morte è pigra

    @Macleo Molto bello. Le abitudini iniziali di una comunità stordita dall'eccezionalità. Una lentezza iniziale che va montando mano mano, fino a quel finale assurdo, tremendo e bellissimo. Non mi ha infastidito neanche il muro di parole. La morte è così pigra che aspetta il momento opportuno per far fuori tutti alla giusta occasione. Scusa il commento veloce, come ben sai sono in ritardo su tutto. Ho trovato molto bello questo tuo testo. Complimenti. 
  12. @Kuno scusami per il commento veloce, ma vorrei lasciare due parole a tutti. Non avevo capito. Non avevo capito fosse la scena di un biliardo. Eppure ci ho giocato, eh! Bella la metafora finale. Ho dovuto aspettare la fine per comprendere. Mi è piaciuto molto. Ciao.
  13. [MI 100-3] Questione di stile

    @Lo scrittore incolore È un testo simpatico, un'idea da sviluppare. Mi è piaciuta molto l'idea: qualsiasi cosa io faccia, non riuscirò mai a essere adeguato, perché non andrà mai bene!" E poi, gli occhi disposti sulle orecchie...  L'importante è apparire e mostrarsi, secondo i gusti e i criteri degli altri. Ai matrimoni poi, quasi tutti si presentano e appaiono per quelli che non sono. Quindi, lo scenario è impeccabile. Io, fossi in te, lavorerei su questo "frammento". C'è una bella idea di base. A presto! 
  14. [MI 100-3] Un briciolo di vita

    @Poldo ciao. Mi è piaciuto il tuo racconto. Il personaggio è bene delineato e la corsa in tram rappresentata molto bene, con le forme di "convivenza" e i modi tipici di una corsa in tram.   Non avrei immaginato, nel finale, la morte del protagonista. Non sto dicendo che non mi sia piaciuta- Solo che, proprio perché non me la immaginavo, l'ho vissuta come sorpresa spiazzante. In questo senso, credo tu sia riuscito nel tuo intento! A presto.
  15. [MI 100-3] Ti ho mandato via senza seguirti

    @Joyopi !   E gli ho detto che lo faccio volare dalla finestra, quando lo vedo.   Tu a Baricco! No! Ti prego!  Grazie del commento caro Joyopi. Terrò conto di tutto, tranne della somiglianza di stile!    @M.T. Grazie del commento e degli apprezzamenti.     @Roberto Ballardini grazie per il commento approfondito. Passo agli altri racconti e con calma, appena finisce tutto, rispondo per punti. Grazie mille, caro.   A tutti grazie per il vostro tempo!