FadingAway

Utente
  • Numero contenuti

    1.562
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    5

FadingAway ha vinto il 10 novembre 2015

FadingAway ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

250 Strepitoso

Su FadingAway

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 26/04/1994

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

2.984 visite nel profilo
  1. Grazie mille Marcello! <3
  2. Fino a
    Buongiorno a tutti! So che purtroppo è un po' di tempo che non riesco ad accedere al forum, causa tutti gli eventi in cui sono stata trascinata.Però sono riuscita a trovare qualche minuto per proporvi l'evento a cui prenderò parte domani! A Mortara, in provincia di Pavia, domani pomeriggio alle 16:30 presenterò il mio fantasy d'esordio alla biblioteca Civico17, parlando anche del viaggio che ho compiuto per pubblicare. Vi lascio il link qui nell'evento per tutte le informazioni https://www.facebook.com/events/1027777097295220/
  3. Titolo: Un bicchiere dopo l’altro di vodka Autore: Sebastiano Boscarino Casa editrice: Eretica Edizioni ISBN: 9788899466558 (cartaceo) Data di pubblicazione: Ottobre 2015 Prezzo: € 13 (cartaceo) Genere: Narrativa Pagine: 114 · Trama Il “The Crossing” è il baretto dove Nil, protagonista principale della serata in cui gli eventi si svolgono, affoga tutte le sue delusioni nell’alcool. Durante la lunga notte, non solo Nil, ma diversi personaggi vengono scandagliati in tutte le loro sfaccettature. Lo scrittore agisce da lente di ingrandimento su ogni singolo aspetto dei protagonisti, attraverso il cui vetro il lettore può immedesimarsi in ogni evento dei bizzarri avventori e lavoratori del “The Crossing”. · Contenuti Un bicchiere dopo l’altro di Vodka” è un’analisi feroce e impietosa di Nil, protagonista del romanzo, e della sua vita. La serata trascorsa al “The Crossing” è l’occasione per rimestare nel suo passato, in tutti i suoi ricordi e le speranze giovanili che ora sono infrante. Attraverso i suoi occhi e quelli del narratore, anche altri personaggi vengono analizzati con il medesimo sguardo duro. · Ambientazione e personaggi L’ambientazione protagonista è senza dubbio il “The Crossing”, locale trasandato di periferia. Tramite i movimenti dei personaggi traspaiono diversi dettagli del luogo, anche se sarebbe stato preferibile spendere maggiore spazio per descrivere in maniera più accurata il baretto. I personaggi invece sono descritti con una cura maggiore, quasi maniacale. Prima di tutto Nil viene scrutato in tutti i suoi movimenti, le sue giornate abitudinarie e i ricordi di un passato che a volte stridono con quello a cui noi assistiamo. · Stile e forma Ciò che, a parer mio, influisce in maniera negativa sul romanzo, è lo stile ancora un po’ acerbo. Diversi anacoluti e concordanze a senso spesso inficiano la qualità della lettura, non garantendo un ritmo particolarmente scorrevole. Ma nulla che non possa essere ampiamente rimediato con un editing accurato. A mio parere, il turpiloquio che certo caratterizza bene alcuni personaggi è un po’ troppo spinto. Secondo me si sarebbe ottenuto lo stesso effetto smorzando un po’ i toni più crudi. · Sull’edizione cartacea Interessante è stata la scelta di inserire stralci di testo nelle “nuvolette” per sottolineare i pensieri contorti, confusi e spesso contradditori delle voci narranti. Interessante è anche stata la scelta di impaginare alcuni paragrafi al centro della pagina al posto del classico layout giustificato, oppure riempire intere pagine di lettere al cui interno si può scorgere il messaggio topico della situazione. È stata una scelta che secondo me si adatta molto bene al contesto del libro. Unica cosa su cui avrei da ridire è la copertina. Secondo me avrebbe spiccato maggiormente una copertina dai toni cupi che in qualche modo richiamasse l’atmosfera che aleggia sul “The Crossing”. Certo, sappiamo che non è giusto valutare un libro dalla sua copertina, ma bisogna pur sempre ammettere che spesso fa la sua parte. · Giudizio finale “Un bicchiere dopo l’altro di Vodka” è un libro crudo, un libro che scruta ogni personaggio con una lente di ingrandimento impietosa, che non si fa scrupoli a spogliare a nudo i vari avventori del “The Crossing”, ma soprattutto Nil, protagonista indiscusso del romanzo. Un libro che consiglio a chi è disposto a sorvolare uno stile ancora da migliorare, ma desidera perdersi in una lettura di una generazione spogliata delle speranze del passato, ma che soprattutto fa riflettere. E anche il finale è la conclusione coerente del romanzo; non c’è nessun segno di cambiamento nella vita di Nil, ma solo l’inesorabile proseguire di una vita senza speranza di miglioramento.
  4. Ciao Daniele! Grazie mille come al solito! (cavolo, ancora questo grassetto? Ogni volta che lo vedo mi fa passare la voglia di tornare qui a scrivere!) Comunque @Daniele125 , davvero ti ringrazio di cuore per le tue segnalazioni minuziose. Lunedì l'editore manda in stampa altre copie proprio lunedì e quindi sarà davvero utilissimo avere nuove copie prive di tutti questi refusi che la mia mente non riusciva a vedere! Non voglio neanche immaginare quanti ancora ce ne saranno per tutto il libro! Speriamo col tempo di riuscire a trovarli tutti quanti! Comunque, come avrai notato dalla pagina Facebook, metto sempre una recensione del lettore. Se hai voglia di scrivere qualcosa mi farebbe davvero piacere, altrimenti metto insieme un po' i commenti che hai lasciato qui in queste settimane e li monto su un'immagine! Come preferisci tu, ci mancherebbe! Le recensioni aiutano tantissimo un'esordiente e il tuo contribuito sarebbe davvero prezioso! Se non ti scoccio troppo, potrei chiederti (se e una volta scritta la recensione), se avessi voglia di metterla su Amazon o anche su aNobii? Fai pure come preferisci, eh, non ti voglio obbligare. Tornando invece al libro vero e proprio, in queste settimane sono arrivate ben quattro recensioni di blogger affermati, di cui due solo ieri. Ve le metto qui, sperando che vi possano piacere. Il romanzo ha anche ricevuto una decina di segnalazioni in diversi blog, ma mi astengo dall'inserirle, dopotutto riportano solo i dati che ci sono anche qui in questo thread. - Il venditore di pensieri usati Questa è stata la prima recensione che ho ricevuto da un blogger professionista. E' stato davvero emozionante vedere il libro snocciolati in tutti i suoi pregi, ma anche nei suoi innegabili difetti. - Sogni d'inchiostro Ecco qui un'altra recensione, fatta proprio col cuore. - Chicchi di pensieri Questa è una delle due recensioni che ho ricevuto ieri. - Ramingo E questa è l'ultima! Spero vi piacciano!
  5. Anche io continuo a vederlo in alcuni thread, fra cui quello del mio libro. Ammetto che tutte volte che lo vedo mi fa passare la voglia di scrivere xD
  6. Ciao ragazzi! Leggere i vostri messaggi davvero mi riempie il cuore! @ijeecha Grazie mille per il tuo apprezzamento; inutile dire quando mi faccia piacere @Daniele125 sono davvero contenta che il libro ti stia piacendo tanto. A dire la verità non immaginavo che nel romanzo ci fossero tanti refusi. T-T Ho appena finito di segnarmi tutti quelli che mi hai segnalato, e li dirò subito all'editore in modo che possa correggere le future stampe. Grazie ancora!
  7. Tanti auguri Miss!
  8. Io dire che Joyo meriterebbe di essere radiato dal villaggio dei Puffi!
  9. Wow, ma è fantastico! Davvero complimenti! Ah, e la planimetria che hai fatto è spettacolare! So che sembra una stupidata, ma io adoro quella sorta di cancellatura che hai fatto con la gomma! E' un problema se faccio qualcosa di simile anche io? Ti scoccia? Davvero so che sembra stupido, ma l'adoro! Non vedo l'ora che sia il Cartoomics!
  10. Anche io penso che se rispetti la coerenza del mondo che crei, ci puoi mettere in sostanza quello che desideri.
  11. Anche a me piacerebbe che tornasse dove era prima. So che ultimamente riesco ad essere meno presente e me ne dispiaccio molto, ma mi piaceva chiacchierare e aggiornare la pagina nello stesso tempo per vedere se c'erano nuove discussioni!
  12. Cavolo, interessantissimo! Se qualcuno ha qualche proposta mi accodo anche io incuriosita! Ho visto l'articolo di @Yattaman ma mi sa che per me è un po' pesante riuscire a leggere tutto quel tempo in inglese. Comunque purtroppo non ho consigli per te@Maelharc , mi dispiace... Ma se qualcuno ha qualche proposta la ascolto anche io, e casomai mi documento! E ovviamente, quando avrai pubblicato il tuo romanzo, vorrò leggere anche quello!
  13. Una discussione (e una provocazione) interessante. Io lo ammetto, sono fortunata. Sono nel mondo editoriale da poco più di due mesi, però ho la fortuna di avere un ragazzo che crede nel mio romanzo e nel mio lavoro. E avendo lui stesso un lavoro che è in grado di "sfamare" almeno due persone, è disposto a lavorare lui e lasciarmi a casa a scrivere, a patto che io svolga per lui tutta la parte burocratica della sua azienda. (tipo prenda gli appuntamenti o compili le fatture). Di conseguenza, mi potrei definire una scrittrice che fa solo quello e raccoglie qualche soldo con quello, ma almeno non dovrò svolgere un lavoro (che magari mi toglierebbe tempo ed energie) giusto per sbancare il lunario. Comunque è interessante la regola di King di scrivere almeno 2mila parole al giorno. Ma con la revisione come si fa? Il mio nuovo romanzo è praticamente finito e adesso devo solo andare di revisione
  14. Ciao Daniele, grazie mille! Mi dispiace non aver ancora messo le foto, ma le ha scattate mio padre con la macchina fotografica, e lunedì è partito, e quindi ce le ha dietro lui ma non ha un PC per passarmele... Ti ringrazio ancora per essere venuto fino a Modena a trovarmi e spero sinceramente che il libro ti piaccia! Comunque ti avevo tenuto da parte gli ultimi due segnalibri (ormai l'editore non li stampa più perchè abbiamo fatto i volantini, e mi sono dimenticata di darteli. Sono davvero scema, scusami un sacco. Alla prossima occasione ricordamelo! Io continuerò a conservarli...
  15. Io revisiono un testo ben tre volte prima di considerarlo "presentabile", che sia questa persona un amico, un lettore oppure il mio editore. Quindi sì, revisiona sempre!