Banner_Sondaggio.jpg

  • Libri

    Pubblicizza qui il tuo libro! Clicca su "Aggiungi libro" e segui le istruzioni del sistema.

    Iris Vignola
    Editore non Presente sul WD: BOULEVARD BOOKS N.Y. Formato/i: Cartaceo
    4° POSTO AL PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE CITTA' DI SARZANA (SP)
    LA SCELTA DI ASALIAH - LA STIRPE DI LUCE
     
     
     
    RECENSIONE DI ANGELA GHIANI
     
    La scelta di Asaliah ( Trilogia LA STIRPE DI LUCE ed.Boulevard
    Books ) di Iris Vignola
     
    Oscar Wilde afferma:"Bene e male, peccato e innocenza, attraversano il mondo tenendosi per
    mano. Chiudere gli occhi di fronte a metà della vita per vivere in tranquillità è come accecarsi per
    camminare con maggior sicurezza in una landa disseminata di burroni e precipizi".
    La scelta di Asaliah è un bellissimo concentrato di questi temi, in chiave magistralmente fantasy, che
    appassiona i lettori fin dalle prime pagine, mostrando il fil rouge, pian piano ....
    Infatti, cari followers, non mancano i colpi di scena, gioie, amori e dolori di Asaliah ( la protagonista
    della Trilogia), suo marito Mikael, la loro piccola Yezalel. Una famiglia apparentemente bellissima e
    senza preoccupazioni, agiata e felice. Fino a quando il passato non decide di riemegerre e allora, fanno
    la loro comparsa personaggi diabolici o angelici, del calibro diLucifero,Lilith, l'Angelo Daniel; senza
    dimenticare Padre Douglas.
    Nel frattempo che Dio Onnipotente decida le sorti della piccola ( forse predestinata ?) Yezalel e, di
    conseguenza quelle dei suoi genitori, intanto, l'Ispettore Mark Moretti ( in collaborazione con l'FBI,
    nella persona della grintosa e bella Eleonor Russell ) è alle prese con le indagini su strani e macabri
    omicidi, a sfondo satanico, sotto il consiglio del demone Marobal.
    Ancora, la vita di James sembrava segnata in modo negativo, ma grazie a Suor Therese, archiviato il
    passato tragico e turbolento, vive una bella storia d'amore con la sua Beth..
    Tutto procederà per il meglio e, a quale prezzo?
    Piccola biografia dell'autrice
    Iris Vignola è nata a La Spezia, dove risiede attualmente. Ha scritto "Nel Fantastico Mondo delle
    Fiabe", un libro di dodici racconti, pubblicato in due edizioni differenti, con nuove illustrazioni. La
    prima, la principessa velata è stato il tema della prima rappresentazione teatrale dell'Accademia di
    Danza "La Maison de la Danse" di La Spezia, fondato e diretto da sua figlia Emmanuelle Ricco.
    I suoi libri di poesia sono pubblicati in Italia, il primo scritto a quattro mani con il poeta Horion Enky:
    "Unico amore - non sogno e non Realtà,- Dinanzi a me c'è solo il mondo", "C'è solista ", " Il Mondo". La
    sua ultima fatica letteraria è la fantastica trilogia "La Stirpe di Luce".
    Short biography of the author
    Iris Vignola was born in La Spezia, where he currently resides. He wrote "The Fantastic World of Fairy
    Tales," a book of twelve short stories, published in two different editions, with new illustrations. The
    first, the veiled princess was the theme of the first theatrical representation of the Academy of
    Dance "La Maison de la Danse" of La Spezia, founded and directed by his daughter Emmanuelle Ricco.
    Her books of poetry are published in Italy, the first written together with the poet Horion Enky:
    "Love Unique - not a dream and not reality, "Before me, There is only the world ", "The World." His
    latest book is the fantastic trilogy "The Sons of Light."
    English version
    Oscar Wilde said: "good and evil, sin and innocence, cross the world holding hands. Close your eyes in
    front of half life to live in peace is like way streets to walk more safely in a plain dotted with ravines
    and precipices. " Choosing Asaliah is a beautiful combination of these themes, key masterfully fantasy,
    that fascinates the reader from the very first pages, showing the common thread, slowly ...
    In fact, dear followers, there are plenty of twists and turns, joys, loves and sorrows of Asaliah (the
    protagonist of the trilogy), her husband Mikael, their little Yezalel. A family seemingly beautiful and
    carefree, happy and prosperous. Until the past doesn't decide to riemegerre and then, evil or angelic
    characters make their appearance, such as Lucifer, the Angel Lilith, Daniele; not forgetting Father
    Douglas.
    Meanwhile that Almighty God decides the fate of small (perhaps predestined?) Yezalel and therefore
    those of its parents, meanwhile, Inspector Mark Moretti (in collaboration with the FBI, in the person
    of plucky and beautiful Eleanor Russell) is grappling with investigations of strange and gruesome
    murders, Satanic background, on the advice of the demon Marobal.
    Still, the life of James seemed marked in a negative way, but thanks to sister Therese, filed the
    tragic past and turbulent, lives a beautiful love story with her Beth ... All goes smoothly and, at what
    price?
    ©Riproduzione rIservata
     
     
     
     
     
     
    Iris Vignola, La Stirpe di luce, La scelta di Asaliah,
    primo volume della trilogia fantasy: La Stirpe di Luce
     
    RECENSIONE DI LINEA VERDE
     
    Una storia senza spazio e senza tempo quella scritta da Iris Vignola con la sua <La scelta di Asaliah>.
    Personaggi ed eventi che, pur ripercorrendo vicende estremamente concrete e reali, finiscono per rincorrersi al di là dello scontato, permettendo al lettore di saltare tra confini mai definiti, quasi come agendo come su di un desktop
    <cliccando> tra episodi, emozioni, realtà e fantasia; grazie a una lettura che richiama immagini sempre in bilico e senza
    mai avere la certezza di convivere con un mondo irreale o reale.
    E così si rincorrono affascinanti personaggi e coloriti ambienti come in un continuo flashback: dalla piccola Yezalel
    destinata a diventare protagonista di una missione eterna come i genitori, alle tante altre figure a rappresentare una vita piena di contraddizioni ma legata da un filo inalienabile tra finito ed eterno.
    Un continuo salto tra passato, presente e futuro; tra membri di famiglie, causali interlocutori e soprattutto angeli e
    demoni calati tutti nel quotidiano.
    La curiosità e il fascino della storia invita inevitabilmente anche a un ripensamento sulla intera esistenza.
    Intrecci, coincidenze, colpi di scena sempre a cavallo tra il senso della realtà e un mondo ultraterreneo mai così vicino
    alle nostre giornaliere ritualità, ai nostri più banali comportamenti.
    Forse proprio in questo continuo contrasto tra terreno e metafisico l’essenza della vita che non si... sdoppia. E così nella passerella della quotidiana esistenza ecco apparire tanti altri personaggi, simili a tanti vicini di casa eppure così misteriosi e sconosciuti.
    Una trama variopinta con l’incontro continuo tra il bene e il male, di un grande amore forse non a caso sbocciato tra figure in teoria inconciliabili, eppure dove tutto appare fantastico e possibile, capaci di convivere una realtà simile a tante altre.
    E fra l’amore tra Asaliah e Mikael, genitori della piccola Yezalel, ecco alla fine spuntare forse il messaggio più
    importante: quello del libero arbitrio.
    Quello che finisce per coinvolgere quasi paradossalmente figure umane e non, rivalutando ogni atto dal più efferato a
    quello più banale.
    Forse l’immagine del creato tra incubo, gioia, dolore, tormento, sogno e vita quotidiana. Già ma in quale
    vera realtà?
     
     
     
     
    RECENSIONE DI APHORISM
     
    Non è semplice scegliere e trovare nella vita quotidiana un posto che permette di esprimere quello che siamo e/o possiamo dare. Siamo circondati da moniti, emozioni, segnali che guidano i nostri passi e con coraggio ci guidano oltre le gabbie e le frontiere. Ognuno di noi ha un suo "Custode" che sussurra e non ci abbandona, nel bene o nel male. Ed è proprio di questo che l'autrice narra.

    "La stirpe di luce" e la scelta di Asaliah, un angelo sceso sulla terra con il proposito di sostenere gli esseri umani a lei affidati. Un compito arduo che si scontra con il libero arbitrio e con un'umanità non sempre predisposta a fare la cosa giusta.
    In continuo combattimento la stessa Asaliah, nelle vesti anche di donna, percepisce le emozioni, i dubbi, la malinconia di sentirsi incompleta o inadatta. Nella sua magia che unisce il cielo a terra, cerca di trovare il suo spazio e la sua logica, fino a provare la gioia di innamorarsi di un giovane medico, Mikael, ridisegnando un nuovo cammino e senza paura di nascondere all’amato le sue ali.

    Un amore che produce amore mettendo al mondo una splendida creatura Yezael, che raccoglie in dono tutti quei poteri speciali propri delle creature angeliche. Ma nel mondo il male è sempre in agguato e nelle sue forme sa come tentare, ossessionare, impossessarsi e fare il suo gioco pericoloso.

    Yezael viene difatti rapita e portata agli inferi, e costretta a crescere in fretta dovendo sopportare e vedere anche cose inimmaginabili.
    Ma le schiere angeliche non restano immobili, così come la stessa giustizia terrena.
    L’impossibile è la vera “Bestia” da combattere, perché alla fine, il destino è scritto nelle nostre azioni ed anche se questo comporta avere tutti contro, il bagliore di una nuova possibilità di luce, Dio la concede a tutti, uomini, donne, angeli e demoni compresi.

    Note: il libro è disponibile anche in lingua inglese.
    recensione di Dulcinea Annamaria Pecoraro
     
     
     
     
     
    Editore non Presente sul WD: BOULEVARD BOOKS N.Y. Formato/i: Cartaceo
    Asaliah was the only unhappy Guardian Angel of Paradise, so he requested and obtained from God to return to their robes half-human, to live his life with the neurosurgeon who had known, in that operating room where he was last operated. He married and had Yezalel, his daughter, but, unfortunately, his life was overshadowed by the presence of demonic entities that haunted her, coming to abduct her ...child, at the age of five years, to lead her to hell, where learned a terrible truth.

    I want to give a small part of my book,
    for sale on the major web channels, will come home in paper.

    The night is completely dark, void of the silvery paleness of the moon that has gone into hiding behind dark clouds, swollen with rain and covering the whole sky. Even the stars seem to have disappeared. A strong wind has risen, whistling threateningly.
    Suddenly, a lightning tears the air followed by a powerful thunder. The blaze has lightened for just a moment the charcoal black sky. More lightnings follow the first, and thunders so violent they startle most of the people sleeping, or at least trying to do so. Above New York and the north of Manhattan a strong spring storm is raging, as it hadn’t done in years. Those who are still on the streets looking for some fun in the warm New York night cannot do anything but run, while it pours. They cover their heads with jackets or purses, and find refuge inside overcrowded bars and restaurants.
    Sheets of violent rain are pouring down, rattling loudly the windowpanes. The flare of another lightning tears the complete darkness of the angry sky and lights up Yezalel’s bedroom for a moment. It illuminates two shapes, silhouetted against the window and slowly approaching the little girl’s bed. A gust of freezing air wafts a strange smell of sulfur in, permeating the entire room. Kyra, who was sleeping calmly in a corner inside her wicker basket, is now fully awake and watches the two entities creep forward, waiting still for something terrible to happen. Her senses perceive the evil fluid they emanate. Just a feeble groan escapes her mouth.
    Altazar and Damien look Kyra in the eyes, striking a palpable terror into the cub, and then direct the flaming gazes to the little girl, who is sound asleep.
    Her face with perfect features is really beautiful: the red and well-designed lips are just like her father’s, the big eyes with long eyelashes resemble her mother’s. The fair golden blond hair framed the picture and little curls fall down her head to the brow, the cheeks, the shoulders, where the evil angels’ piercing demonic eyes linger. The kid’s angelic nature is coming to light, two little wings are growing and soon they will be impossible to hide. The time has come at last…
    Another blinding lightning radiates through the pitch-black room. Yezalel suddenly opens her eyes, as if some inner force had warned her of the immediate danger.
    For just a second she meets their dreadful eyes and she screams, she screams at the top of her lungs. “Mommy, daddy!”
    Asaliah and Mikael rush inside her room. The demons have disappeared and darkness has engulfed everything again. They turn on the light. The little girl has hidden herself under the sheets, scared to death and sobbing.
    “The monsters, the monsters,” she keeps repeating through the tears. Kyra is frightened too, and is shaking in her kennel.
    “Don’t worry honey, there’s no one here. It was just a nightmare,” says her mother, uncovering her tiny blond head.
    “No mommy. I really saw them,” she persists in saying in between the sobs.
    “You know what? We are moving your bed to mum and dad’s room, so the monsters will not dare to come back.”
    “Can we take Kyra too?”
    “Of course angel.”
    “They really did came inside. Yezalel wasn’t dreaming, the moment we entered her bedroom I sensed their presence, their smell,” whispers Asaliah to her husband, shaking upset. She knows the nightmare has just begun.
     
     
     
     
    Editore non Presente sul WD: IRDA EDIZIONI Formato/i: Cartaceo
    Francesco Luca Santo con Iris Vignola e Horion Enky
     
    CON VERO PIACERE VI PRESENTIAMO L'OPERA POETICA A 4 MANI "UNICO AMORE" DEI POETI IRIS VIGNOLA E HORION ENKY EDITA DA IRDA EDIZIONI

     
    “Unico amore” è un’opera poetica straordinaria, lo è per un motivo in particolare: è meravigliosa simbiosi poetica!
    La silloge è incentrata sull’amore, molti potrebbero pensare che sia un argomento sdolcinato e scontato ma in realtà non è così. Gli autori non sono mai banali, non sono vittime della mielosità del sentimento; ogni parola, ogni... frase, ogni verso, persino ogni virgola è una vibrazione, una vibrazione che nasce giustappunto dall’anima che non ha paura, che è incline al vento della vita e che vuole essere a tutti costi genitrice di poesia, vuole vestire i panni della poesia.
    Claudio Bizzi e Iris Vignola ci conducono per mano verso un mondo magico e reale, un mondo dove ogni istante è una cartolina, un vissuto di delicatezza, di ardore, il tutto accompagnato dalla totalitaria maturità del sentimento.
    Mai la poesia diviene frivola, diviene armony, è un susseguirsi di canti che descrivono tutto dell’animo e si sposano con la vita.
    Claudio e Iris sono innamorati, sono tenere rondini che si cercano con lo sguardo e si trovano col cuore e poi si uniscono nell’anima e quell’anima diviene fusione di respiri, di battiti e di poesia.
    Ciò che descrivono è sacro, è quasi una lenta preparazione all’apoteosi del sentimento che, pagina dopo pagina, verso dopo verso, si apre come un fiore e come un fiore non fa rumore ma sussurra e spande il proprio profumo fino a divenire essenza per la terra, per le sue creature e per il vento che spesso, ingordamente, ne ruba la bellezza per farne alito, pianto, sorriso e pura e vera realtà.
    Ciò è proprio quello che sono i nostri autori: canto e realtà ma anche emozione e vita; dolce, intensa fiaba di un genuino amore!

     
    Editore non Presente sul WD: IRDA EDIZIONI Formato/i: Cartaceo
    Irda Edizioni

    IL LIBRO DEL GIORNO: "NON SOGNO E NON REALTA'" DI IRIS VIGNOLA

    L’opera della poetessa Iris Vignola ha un’aurea di misticità che la rende unica e intensa. L’autrice vive il suo mondo poetico con franchezza, con giustizia e verità.
    La poesia è l’arte letteraria per eccellenza e riuscire ad assecondarla, domarla e possederla è cosa alquanto ardua ma Iris, con l’abilità del suo linguaggio aulico e vibrante, sa come renderla efficace, vera, a tratti essenziale. La visione poetica dell’autrice è intimista, è un occhio che si posa con garbo sulla vita e ne scruta la sua bellezza ma anche il lato oscuro, fino alle sue contraddizioni. La vita è irta, colma di ostacoli, di dure salite, di dolori. Sa come ferire e come colpire al cuore e questo l’autrice lo sa perfettamente e lo rende vivido e drammatico nei suoi versi. Essere donne non è mai semplice, spesso seppur forti le donne cadano in quell’oscuro limbo dell’amore sbagliato, forse accettato per paura o remissione. Iris si aggrappa al suo dolore con tutte le forze cercando comunque di trarne speranza, sogno di un domami migliore che può sempre nascere anche dalle situazioni più crude e difficili.
    Così prendono vita splendide melodie d’amore che evocano sentimenti dolci, teneri, sussurrati, agognati come ancora di salvezza e pronti per essere vissuti.
    L’artista sa scindere perfettamente le due facce dell’amore, sa cosa l’amore riesce a togliere ma anche cosa l’amore riesce a dare e come riesce a farlo, cancellando in un sol attimo il grigio torpore che ha incatenato l’anima per anni.
    I temi trattati dalla poetessa sono svariati e mai banali. L’amore si rispecchia poi nella contemplazione, nella ricerca della fede, di quel fiume purificatore che può salvare dalla disillusione della vita. Intense e toccanti sono le dediche ai genitori in cui Iris sa emozionare emozionandosi. Tante le metafore e le immagini utilizzate: dal mare alle stelle, agli angeli, alle creature divine, in una sorta di grande teatro dove realtà e sogno si fondono in un concerto di parole dal sapore antico ma attuale.
    Potrei dire mille cose ancora ma la poesia va sentita e non raccontata e quindi lascio a voi il compito di rivelare quanto bella è l’opera della poetessa Iris Vignola.
    Buona lettura!
    Francesco Luca Santo
     
    Editore non Presente sul WD: IRDA EDIZIONI Formato/i: Cartaceo
    Chris Verdesca IRDA EDIZIONI
    VI PRESENTIAMO NUOVA SILLOGE POETICA DI IRIS VIGNOLA
    "DINANZI A ME, C'è SOLO IL MONDO" EDITA DA IRDA EDIZIONI

    Prefazione
    Si dice che spesso la poesia catturi quella cosa indescrivibile ed impalpabile che sta dietro ogni sentimento, ogni forma di coscienza che nel bene e nel male influenza l’uomo.
    Ebbene, credo proprio che la poesia non avrebbe motivo di esistere e di alimentarsi se non fosse legata alla vita, perché i poeti quando scrivono traducono qualcosa che li ha scossi nel profondo,
    qualcosa che ha vibrato nello stomaco facendo accelerare il battito del cuore, e ciò si traspone in esperienza essenziale, vitale e primordiale.
    Non esiste poeta che non abbia messo passione nelle sue creazioni, non esiste poeta che non si sia mai spinto oltre ogni limite per andare a scovare la verità nei meandri dell’anima.
    Di conseguenza se la poesia porta a questo, se riesce a raggiungere realmente i lati più nascosti del poeta è realmente essenziale e terapeutica, perché, nell’epoca del capitalismo, essa riesce a riportare l’uomo alle origini, riscoprendo quella radice dormiente che necessita di essere svegliata, riagguantata per riportare le cose in ordine sia dal punto di vista morale che da quello sociale. Questa è ciò che poi viene identificata col termine di evoluzione, una costante nell’uomo che cerca sempre di riscoprire la verità anche quando sembra che tutto vada per il verso giusto.
    Questa affermazione è riscontrabile nei versi della poetessa Iris Vignola.
    L’autrice nell’opera tende a staccarsi da quella forma sociale di finto perbenismo per ricercare la verità, quella verità sfuggente, sempre pronta a ritirarsi per non mischiarsi al nichilismo dei nostri giorni e alla menzogna dei falsi miti.
    Da qui vien fuori, in maniera decisa, tutta quella sensibilità che è dell’autrice, vien fuori quella
    voglia di spaccare in due il mondo; da un lato vi è l’esaltazione dell’umanesimo che è linfa vitale per la poetessa, simbolo di totale coscienza e quindi universalismo.
    Dall’altro lato rimane la strampalata immagine della globalizzazione che evoca la
    tecnologia e il cemento distruggendo la realtà, inneggiando al potere e ai soldi.
    Così Iris sceglie e si allontana da quel mondo effimero, illusionista per riscoprire la pace, la tolleranza, l’essenza della primordialità.
    E lo fa con coscienza, con efficacia, rendendo il cuore puro davanti alla vita. Riesce ad essere poesia nella poesia e amore immenso e totale che si spande sul foglio come una
    benedizione.
    È in quel momento che la poetessa diviene tale e si libera del dolore, si libera dei fili che la legano al mondo materiale e si lascia andare con il vento della passione verso quel luogo mistico e sconosciuto ai tanti in cui risiede l’amore vero, quello che cambia la vita, che non detta regole ma che rende eterna l’anima e la verità.
    Francesco Luca Santo
     
    Editore non Presente sul WD: Boulevard Books N.Y. Formato/i: Cartaceo
    Synopsis Into the fantastic world of the fairy tales - Nel fantastico mondo delle fiabe

     
    Into the fantastic world of the fairy tales” is a collection of twelve stories for children with an ancient allure, full of fantasy, taking place in a world inhabited by figures that have always accompanied the dreams of children everywhere: Fairies, Witches, Goblins, Sorcerers, Princes and Princesses. It is an unreal dimension where anything can happen, carrying both children and adults who still love to dream between its bright and fantastic colors, between its spells cast from magic wands and white and magical unicorns with immense wings.
    Love is at the basis of everything, and good always defeats evil.
    The first fairy tale “The veiled Princess” was the theme of the first theatrical performance of “La Maison de la Danse” of La Spezia, Academy founded and directed by Emmanuelle Ricco, daughter of the author.
    In this third edition, the illustrations were done by the author, in collaboration with Veronica and Irene, her nieces, daughters of her son Maurizio Ricco.
     
     
     
     
    “Nel fantastico mondo delle fiabe” è una raccolta di dodici storie per l’infanzia dal sapore antico, ricche di fantasia, che si svolgono in un mondo abitato da figure che hanno da sempre accompagnato i sogni dei piccoli, quali Streghe, Folletti, Maghi, Principi e Principesse. Si tratta di una dimensione irreale dove tutto può accadere e trasporta bambini e adulti, che amano ancora sognare, tra i suoi variopinti e fantastici colori, tra i suoi incantesimi scaturiti da bacchette magiche e tra bianchi e magici unicorni dalle immense ali.
    La base di tutto è l’Amore e il bene predomina sempre sul male.
     
    La prima fiaba “La Principessa velata” é stata il tema del primo spettacolo teatrale dell’Accademia “La Maison de la Danse” di La Spezia, fondata e diretta da Emmanuelle Ricco, figlia dell’autrice.
     
    In questa terza edizione, le illustrazioni sono state realizzate dall’autrice, in collaborazione con Veronica e Irene, le sue nipotine, figlie del proprio figlio Maurizio Ricco.
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    Editore non Presente sul WD: Boulevard Books Staten Island N.Y. Formato/i: Cartaceo
     
    Asaliah era l'unico Angelo Custode infelice del Paradiso, per questo chiede a Dio di favorire la sua parte umana, concedendole l'opportunità di tornare sulla Terra in tale veste, per poter vivere una vita terrena con il neurochirurgo conosciuto nella sala operatoria dove era stato operato il suo ultimo protetto e di cui si è perdutamente innamorata. Ottenuto il consenso divino, si sposa e dà alla ...luce Yezalel, la sua splendida bambina, piccolo mezzo Angelo, tuttavia la sua esistenza è oscurata dalla presenza di entità demoniache che la perseguitano, fino ad arrivare a rapirle sua figlia, alla tenera età di cinque anni, per condurla negli inferi. Catapultata nell'atroce dimensione demoniaca, le viene rivelata un'incredibile, quanto terribile verità.

     
    UNA PICCOLA PARTE DEL I° VOLUME DELLA MIA TRILOGIA FANTASY "LA STIRPE DI LUCE ", NELLO SPECIFICO "LA SCELTA DI ASALIAH" IN VENDITA SU AMAZON E SU MONDADORI STORE. PER CHIUNQUE LO ACQUISTI ARRIVERA' A CASA IN CARTACEO
     
    La notte è completamente buia, priva del chiarore argenteo della luna, che si è nascosta dietro nuvoloni scuri e gonfi di pioggia che coprono tutto il cielo.
    Anche le stelle sembrano scomparse. Si è alzato un forte vento che sibila minaccioso.
    All'improvviso, un lampo squarcia l'aria, seguito da un potente tuono.
    Il bagliore ha rischiarato per un istante il cielo, che è subitamente tornato del colore del carbone. Altri lampi si susseguono al primo e i tuoni sono così violenti, da far sussultare gran parte delle persone che stavano dormendo o stanno cercando di farlo. Sopra New York e verso il nord di Manhattan, imperversa un forte temporale primaverile, come non se ne vedevano da tempo.
    Quelli che si trovano ancora per strada, in cerca di divertimento nella tiepida notte newyorkese, corrono sotto l'acqua che scende a catinelle, coprendosi le teste con le giacche tirate su o le signore con le borsette, correndo verso i locali ormai superaffollati.
    Scrosci d'acqua violenti battono fragorosamente contro i vetri della finestra. Il bagliore di un nuovo lampo accecante squarcia le tenebre assolute di quel cielo così arrabbiato ed illumina per un momento la cameretta di Yezalel, mettendo in luce due ombre che si stagliano davanti alla finestra e, lentamente, si avvicinano al lettino della bimba. Una folata di aria gelida pervade la stanza e vi aleggia uno strano odore di zolfo.
    In un angolo della cameretta Kyra, che dormiva tranquilla dentro il suo bel cesto di vimini, osserva, immobile nell'inquietante attesa di qualcosa di terribile che sta per accadere, l'avanzare delle due entità. I suoi sensi percepiscono il fluido malefico che esse trasmettono. Dalla sua bocca, esce soltanto un flebile lamento.
    Altazar e Damien la guardano negli occhi, incutendo, nella cucciola, un terrore palpabile, poi posano il loro sguardo fiammeggiante sulla piccola, immersa in un sonno profondo. E' molto bello quel visino dai lineamenti perfetti: le labbra rosse e ben disegnate come quelle di papà, gli occhi grandi, con ciglia lunghe come quelli della mamma. I capelli, di un bel biondo dorato, lo
    incorniciano e riccioli scendono dal capo verso la fronte, le guance, le spalle, dove gli occhi penetranti dei due angeli del male si soffermano. La natura angelica della piccola sta venendo alla luce. Le due piccole ali crescono insieme a lei, presto sarebbe stato impossibile nasconderle. E' ormai giunto il momento...
    Un ennesimo lampo abbagliante irradia di luce la stanza avvolta nell'oscurità. Yezalel spalanca improvvisamente gli occhi, come se una forza interiore l'avesse avvertita del pericolo imminente.
    Per un solo istante incontra i loro occhi agghiaccianti e urla, urla con quanto fiato ha in gola: <Mammaaa... papaaà...>
    Asaliah e Mikael entrano in un battibaleno. I demoni sono svaniti nel nulla, il buio ha ingoiato tutto. Accendono la luce.
    La bimba si è infilata interamente sotto le lenzuola, terrorizzata e sta singhiozzando. <I mostri... I mostri...> Ripete, fra le lacrime.
    Anche Kyra è spaventata e sta tremando, dentro la sua cuccia.
    <Stai tranquilla tesoro, non c'è nessuno, hai fatto solo un brutto sogno.>
    Le dice la mamma, mentre le tira giù il lenzuolo dalla testolina bionda.
    <No mamma, li ho visti davvero...> Insiste, tra i singhiozzi.
    <Sai che cosa facciamo adesso? Portiamo il tuo lettino nella camera di mamma e papà, così i mostri non verranno più.>
    <Portiamo anche Kyra>
    <Certo, cara.>
    <Si sono introdotti davvero in casa, Yezalel non ha sognato. Appena siamo entrati nella sua cameretta, ho percepito la loro presenza, il loro odore.> Sussurra a suo marito, tremando sconvolta.
    Asaliah sa che l'incubo è iniziato.
     
     
     
    La versione inglese ASALIAH'S CHOICE - DYNASTY OF LIGHT è stata pubblicata il 30-06-2016, la versione italiana il 31-10-2016. Entrambe portano il marchio di Boulevard Books, Staten Island, N.Y.
     
     
     
    Editore non Presente sul WD: Lentini Antonina Formato/i: Ebook
    Con il cuore a pezzi, Noele decide di porre fine alla turbolenta storia con Cade. Nella speranza di dimenticarlo prende una decisione, lasciare lo Xavier's Bar e fare un viaggio lontano da tutti e da tutto, non prima di aver fatto da testimone al matrimonio della migliore amica, Naomi.Il giorno delle nozze, per la prima volta, dopo un lungo e doloroso mese rivede Cade, più bello e sexy che mai ma con il viso abbandonato a se, occhi spenti e barba incolta.Pur di non porre fine a tutto quello che hanno costruito, Cade è disposto a cambiare le carte in tavola, sapendo di andare contro i suoi principi e piaceri.Ma quando tutto sembrava andare a gonfie vele, tra di loro ritorna una vecchia e dolorosa ragazza del passato di Cade che lo porterà a prendere un importante decisione.Questo è il secondo volume della trilogia Hawaii, preceduto da Si Mr. Evans.
    Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Quando Noele Lewis, giovane barista di Hilo venne difesa per la prima volta da Cade Evans, sexy vigile del fuoco coordinatore, si accorge di aver perso il controllo dei suoi occhi fissi sul suo scultoreo fisico e la parola. Arrivata a casa si convince che non sia il ragazzo adatto a lei ma durante un uscita con le sue due migliori amiche, incontra Cade che la invita a uscire con lui. Noele con il passare del tempo si accorge che Cade è tormentato dal passato e questo lo porterà a mantenere le distanze da lei ma ben presto il giovane vigile del fuoco si accorgerà che Noele è una ragazza diversa da tutte, provando sensazioni che non percepiva da tempo. Nello scoprire il vero Cade, Noele arriverà a testare per la prima volta i limiti del piacere erotico . Questo è il primo volume della trilogia Hawaii, a seguire Forse Mr. Evans.
    Editore Presente sul WD: Genesis Publishing Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Da più di seicento anni, l’Impero di Luce domina incontrastato sulle terre di Ethusa. Per quanto abbia conosciuto lungo i secoli periodi di decadenza o di pericolo è sempre riuscito a superare le difficoltà a cui gli dèi e gli uomini lo hanno sottoposto. Afflitto dalla corruzione e dalla tracotanza, ormai, però, sembra aver perso tutto il suo fulgido splendore: i cospiratori tramano nell’ombra, i nemici si organizzano ai confini e perfino la figura, finora inviolabile, dell’Imperatore inizia a tremare. Sarà un singolo uomo, risorto dal passato e in cerca di vendetta, a innescare la crisi più devastante che l’Impero abbia mai dovuto fronteggiare.
    In questa terra benedetta dalla magia, dove le tenebre si celano ovunque e in chiunque, tuttavia non è così facile delineare schieramenti o fazioni e la verità è stata troppo a lungo taciuta. Il filo del destino, in ogni caso, è già stato messo in movimento e la trama che si andrà a tessere affonda le sue origini in un passato antico e remoto. Quali sacrifici e quanto sangue richiederà, però, non è ancora del tutto certo…
     
    "Un romanzo corale che vi trasporterà nelle meravigliose terre di Ethusa, durante l’Impero di Luce, un periodo che dura da più di seicento anni. Terre intrise di magia, un antico nemico che trama nell’ombra, un’Accademia in cui i ragazzi imparano a usare e gestire i propri poteri magici. Non mancheranno i conflitti, le crisi e un’imminente guerra che minaccerà le sorti e la stabilità dell’Impero. Vivamente consigliato agli amanti del genere fantasy."
    [L'Editore]
    Editore non Presente sul WD: Autopubblicato Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Clara, adolescente di buona famiglia si troverà alle prese con la propria ombra che, nel tentativo di prendere il suo posto nel mondo reale, la trascinerà in un vortice sempre più profondo di terrore. Mentre il tempo a disposizione si assottiglia sempre di più, la ragazza dovrà lottare strenuamente per la propria sopravvivenza.
    Formato/i: Ebook
    Enego, l'Altopiano di Asiago, le donne, la guerra: un romanzo sulla vita nell'Altopiano di Asiago a inizio '900, sulla Grande Guerra, sull'esodo totale dell'Altopiano di Asiago avvenuto fra il 1916 ed il 1917.  
    1901: Teresa, della Contrada dei Tagliatori di pietra, Altopiano d’Asiago, ha una madre vedova, donna passionale, che a sessant’anni suonati morirà fra le braccia di uno sconosciuto venuto da chissà dove, ha una sorella, Antonia, bigotta intransigente ed ipocrita, che, pur se vergine ed inesperta, non esiterà a forzare il suo facoltoso ma pio fidanzato ad un rapporto sessuale per guadagnarsi il desiderato matrimonio, e ha un amore, Meni, per il quale manderà a monte il suo matrimonio a pochi giorni dalle nozze.
    Corteggiata dal capitano Osvaldo, giovane di buona famiglia attratto dal nascente movimento futurista e dalla bellezza un po’ brusca di Teresa, consigliata dalla vecchia Perpetua Italia, che deve il nome ad un padre attivista nei moti anti-austriaci del ‘48, l’infedele ed eccessiva Teresa trascorre una vita tranquilla, o quasi, in compagnia del marito Meni, dei suoi figli, dei tanti parenti e conoscenti della contrada. Si occupa delle sue vacche, del suo orto e, di quando in quando, di contrabbando di tabacco.
    Fino a che il giovane Gavrilo, a Sarajevo uccide con pochi precisi colpi di pistola l’arciduchessa Sofia e l’erede al trono di Austria-Ungheria, scatenando la Grande Guerra.
    Una guerra dura durante la quale nulla sarà risparmiato a Teresa e ai suoi figli: battaglie cruente alle porte di casa e lunghi ed ansiosi periodi di stasi; poi, dopo l’irruzione dei soldati d’Austria-Ungheria a Caporetto, la lunga fuga forzata che li porterà, profughi e senza nulla, fino a Campobasso; infine, l’incontro con la peste del secolo, la terribile febbre Spagnola. Li accompagneranno nei duri anni di guerra e dell’esilio, buoni amici e nemici insidiosi: fra i tanti, Suor Matilda, che si cura dei soldati feriti con energica competenza ed un linguaggio non proprio consono alle sue vesti di religiosa; Edoardo, nella vita civile attore di teatro che, ferito in guerra, perderà un piede ma non il suo senso dell’umorismo; la graziosa Emma, maestra dei figli di Teresa che, a detta di tutti, ragiona meglio di un Generale con gradi e stellette; il cavalleresco Maggiore Donelli, che perdonerà a Teresa un’uscita poco felice; lo squallido tesoriere, che proporrà a Teresa profuga un ora di sesso in cambio del sospirato sussidio. Fino alla fine, il 4 novembre del 1918, in cui niente sarà più come prima.
    Editore non Presente sul WD: Amazon Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Il libro è una raccolta di 5 racconti di narrativa fantastica.
    Storia di Non-Arturo è un racconto lungo (o romanzo breve), definibile per molti aspetti sperimentale. L’autore, nella creazione della trama, è infatti partito dalla risoluzione di un paradosso: è possibile “non parlare” di qualcosa? Dilemma a cui risponde inventando un’entità di nome Non-Arturo. Partendo dall’unico assunto che esso può essere tutto tranne un certo Arturo, di cui si dirà qualcosa solo a conclusione della vicenda, la narrazione è stata sviluppata tramite la tecnica del flusso di coscienza, scrivendo di volta in volta i primi pensieri di getto su un blocco per appunti. La trama si configura così come un continuo dialogo narrativo con il lettore, cui vengono rivelati poco a poco i particolari sul protagonista, spingendolo a immaginare. Sperimentale appare anche la scelta di porre i dialoghi sotto forma di copione teatrale, anteponendo a ogni discorso diretto l’iniziale di chi parla, col tentativo di dare vivacità e dinamicità alla narrazione.
    L’altro romanzo breve, Rose e la stella alpina, vede come protagonista una bambina di nome Rose, orfana di entrambi i genitori a causa di una sanguinosa guerra che contrappone due regni per il dominio su una striscia di terra fertile. Ella è di umili origini, vive in un orfanotrofio gestito da frati e non ha poteri di sorta; è dunque simile a una di quegli ultimi che compaiono nei romanzi e nelle novelle veristi. Eppure ha un cuore innocente e puro, tanto da attirare l’attenzione del magico e minuscolo popolo dei linchetti, che faranno di tutto per aiutarla a realizzare il suo sogno: portare la pace tra le due contrade.
    In questo e negli altri tre testi, l’autore attinge al bagaglio culturale dei paesi della Garfagnana e della Lunigiana, ambientando le vicende in alcuni luoghi a cavallo delle Alpi Apuane, attribuiti a un immaginario regno chiamato Apuania. Appaiono così creature tipiche dei racconti popolari apuani, come i linchetti, i buffardelli, gli elfi e i temutissimi streghi. Di come nacquero le fate e L’avvento degli elfi possono essere definiti cosmogonici, in quanto ridefiniscono in maniera originale l’origine di due creature fantastiche: elfi e fate. Ancora una volta l’amore la fa da padrone: ne L’Avvento degli elfi è l’amore della protagonista per il bene comune che la spinge, assieme ai suoi compagni, a scegliere una vita senza dimora e nell’ombra dei boschi pur di combattere il “male”. In Di come nacquero le fate è l’amore del giovane Marcus che lo porterà a rinunciare alla sua vita terrena, scegliendo di restare per sempre legato all’amata Rea, una sovrannaturale creatura d’acqua.
    In “San Pellegrino”, infine, l’autore ha voluto rivisitare le numerose e frammentarie leggende legate al Santo, rielaborandole e fondendole in maniera personale in una trama in cui, ancora una volta, ritorna l’eterna lotta tra il bene, nella persona di Pellegrino, e il male, ovvero il diavolo.
    Editore non Presente sul WD: Jean Peter Rikes Formato/i: Ebook
    Zildie è uno "scoraggiato”, ha un passato nebuloso, ha cambiato molti luoghi e fa un lavoro stranissimo: è un classificatore; è un enigma per i suoi colleghi e per sé stesso, ed ha elaborato un unico e salvifico modo di reagire al suo perenne dolore: sognare, sia ad occhi aperti durante il claustrofobico lavoro, sia durante la notte, che attende spasmodicamente per scatenare il suo essere e toccare mondi meravigliosi cerebrali, permeati di voli pindarici e musica. Tenterà poi di ritrovare il suo migliore amico, perso da anni nei meandri della misteriosa e famigerata sezione H24 dell'Archivio, per infine convergere verso la decisione finale, andare via, ancora una volta, ancora una volta solo, verso l'ignoto.
    Potente e visionario, un flusso ininterrotto di emozioni.
    Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Si possono perdere la madre, il lavoro e ogni certezza in poco più di un mese.  Ci si può allora disperare o appendere alle parole e ai ricordi per dare un senso al dolore e per farne coriandoli di rinascita. Un viaggio con la poesia verso possibilità infinite e nuove prospettive per ricominciare. Da Torino a Milano, fino alla Costa Rica: un omaggio a una mamma e alla sua lezione. "Vedere gli ostacoli come un’opportunità, imparare a distinguere i colori e a sentirsi una sola famiglia".
    Pagina Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/appesoallatuaassenza/
    Formato/i: Ebook
    Younes Ouertani nasce in un paesino in provincia di Messina il 30/05/1990.
    Il suo percorso di vita ,ricco di vicissitudini interiori ,ha segnato profondamente la sua crescita.L'abbandono della famiglia all'età di cinque anni lo ha portato a vivere esperienza di comunità fino ai diciassette anni spingendolo a reagire ad un destino alla ricerca di se stesso.Con la sua storia desidera venire al mondo per come egli ha sempre desiderato,condividendo i valori di una vita dei quali spesso non ci rendiamo conto.Specializzatosi successivamente come Hair Stylist,si occupa attualmente anche di regalarle Emozioni.Col Libro "Nove Mesi" il giovane autore vuole far conoscere non solo a chi si sente trascinato dal vortice della vita,dando la possibilità di scoprire la prioria identità,ascoltando se stessi e i propri bisogni,dando valore alla propria vita attraverso l'amore l'unica risposta alle proprie esigenze e ai vuoti dell'anima.
    Editore non Presente sul WD: Minerva Edizioni Formato/i: Cartaceo
    1985 Inverno.Due alpinisti bolognesi muoiono mentre si apprestano a scalare una parete del Bianco, Matteo Veronesi, ufficiale di complemento in artiglieria da montagna, apprende la notizia della scomparsa dei suoi amici a pochi giorni dal congedo e si ritrova in una Bologna anni ottanta costretto a sopportare il suo primo vero lutto.2009.Matteo Veronesi è un ispettore della Polizia di Stato e Federico, il fratello di uno dei due amici morti sul Bianco si presenta da lui per denunciare la scomparsa del ragazzo di sua figlia.Matteo Veronesi dovrà fare i conti con il suo passato e si ritroverà immerso in un’indagine complessa e oscura fra writer, sinistra antagonista, movimenti eversivi e trame politiche.Bologna ancora una volta fa da sfondo ai più neri presentimenti, in uno scenario immaginario ma sicuramente possibile, e la conclusione come al solito lascerà spiazzato il lettore proiettato in un viaggio nella memoria di Bologna e dei nostri tempi intricati e dolorosi.
    Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Ispirato ad una storia vera, La Ribelle è un romanzo che narra le vicende di Francesca e Leonardo. Ritrovatisi dopo 28 anni, i due protagonisti si attraggono e cominciano ad intrattenere una relazione. 
    Ben presto Leonardo viene a sapere che Francesca è affetta da Disturbo della personalità Borderline. Leonardo entra suo malgrado in contatto con un mondo a lui sconosciuto, cadenzato da psicofarmaci, autolesionismo, ricoveri psichiatrici e tentativi di suicidio.
    La scelta più scontata sarebbe di voltare la testa dall’altra parte e fuggire. Pur impaurito Leonardo si innamora di Francesca e sceglie di rimanere con lei condividendo le sue eco malinconiche come le fiammate improvvise.
    Scritta da chi quotidianamente convive con una borderline, La Ribelle è una testimonianza denuncia che toglie il velo ad un fenomeno di massa sistematicamente ignorato. Non un trattato scientifico, non la biografia autoreferenziale di una borderline, ma l’affermazione che non si nasce borderline, che chi ne soffre non ne è colpevole e non bisogna averne paura. La Ribelle è una storia di disagio mentale, di amore di continuo negato, una discesa agli inferi della psichiatria al femminile.
    Parte rilevante dell’Opera è deputata a dare spazio alle voci dei Borderline. Nel tempo l’Autore ha raccolto dai social testimonianze di intimo dolore vissuto in solitudine con assoluta dignità. Parole struggenti, di profonda umanità.
    Si stima che il 2% della popolazione soffra di Disturbo della personalità Borderline, in prevalenza donne che hanno subito inaudite violenze psichiche e fisiche. Tenendo conto dei congiunti si può dedurre che nel Paese il fenomeno coinvolga oltre 5.000.000 di persone. Si prevede che il disagio psichico nel 2030 diverrà la prima causa di malattia invalidante.
    Editore non Presente sul WD: Kindle kdp self publishing Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Cosa potrebbe succedere nel silenzio delle quattro mura, quando le vittime non hanno voce per poter chiedere aiuto?
    Quale peso o sollievo può avere la fede, e quali colpe o giustificazioni le si attribuiscono?
    "Gli occhi di Piera" è un romanzo che gela il sangue, riuscendo a entrare profondamente nella psiche sia della vittima che del carnefice, in un mix di storia, romanticismo e follia.
    Editore non Presente sul WD: lulu.com Formato/i: Cartaceo
    Ogni giorno della vita è scandito da volti che attraversano il nostro campo visivo; espressioni che a volte aspettano solo di essere notate.
    Non capita quasi mai, ma riuscire a squarciare la coltre d'indifferenza che ci ricopre tutti può innescare un interessante processo di riconoscimento dell'altro in quanto vita, fatta di momenti, pensieri, sentire.
    Una continua fonte di ispirazione.

    By Luigia, in Storia,

    Editore Presente sul WD: bookabook Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Alla vita come alla guerra. Biografia di una libertà desiderata, negata, conquistata.
     
    È il 17 novembre del 1907, l’arrivo nel mondo della piccola Miranda è annunciato da una lettera di Cristina al suo fidanzato: “Quando la mamma è rincasata, solo un’ora fa, ci ha dato la notizia che si attendeva da tanto: i conti Vallardi Malaspina sono stati allietati dalla nascita di una piccina… Post scriptum le hanno dato un nome ben strano, si chiamerà Miranda. La mamma sostiene significhi creatura da ammirare”.
    Comincia così l’avventura di una bambina fortemente desiderata e molto amata. Intorno a lei ruoteranno personaggi diversi tra loro, alcuni appartenenti all’aristocrazia, altri al popolo. Da ognuno di essi, Miranda saprà distillare gli insegnamenti necessari allo sviluppo della sua personalità, la quale non tarda a rivelarsi determinata e per nulla disposta alla cieca obbedienza richiesta alle signorine del suo rango. Grazie anche al suo precettore, il Maestro Armando Sileni, liberale convinto, la ragazza riuscirà a esprimere la propria essenza anticonformista e, soprattutto, contraria agli obblighi dettati dal Fascismo. Lo scorrere degli eventi la vedrà, prima, spettatrice inorridita di crudeltà indicibili, poi, appassionata partecipante alla lotta partigiana.
    Editore non Presente sul WD: Nulla Die Formato/i: Cartaceo
    Clara corre verso i bambini. Chiede pietà. Non riesco a reagire. Un’intensa raffica di proiettili si scaglia con ferocia su quanto di più caro avessi nella vita. Clara cade a terra. I suoi occhi mi cercano. Il drone si gira, setaccia la zona. Le gambe m’impediscono di compiere passi. Mi sento svenire, mentre Clara torna a dormire, per l’ultima volta. Il sangue si muove verso i gradini. Sembra cercarmi. Cado a terra vicino ai corpi di Sofia e Massimo rimasti senza vita. 
    Immobile la memoria di Sebastian, immobile il tempo che lo costringe come un prigioniero. Da quel giorno. 
    E se la nuova direzione da intraprendere fosse determinata dagli uomini che la vita ci impone d’incontrare? Uno sfondo onirico-fantastico accarezza temi di natura filosofica mediante l’azione che diviene conquista. Il valore della decisione, la fuga dall'accidia, la caducità del corpo e la memoria guidano Sebastian sin dall'inizio del racconto. Sarà il ricordo a donare forma alla vita sottraendola alla linearità del tempo.
    Alessandro Ferraresi è nato nel 1978 a Varese, dove vive. Si è laureato in Filosofia all’Università Statale di Milano nel 2004.
    Editore non Presente sul WD: Edizioni Clichy Formato/i: Cartaceo
    Nel 1936 partirono dall’Irlanda alcune centinaia di giovani, socialisti o repubblicani, che seguendo l’esponente dell’IRA Frank Ryan, scelsero di combattere in Spagna, nella Quindicesima Brigata Internazionale, accanto agli antifascisti spagnoli. Questa è la storia della figlia di uno di loro, Pablita O’Connor, nata e cresciuta in Italia, nelle valli alpine piemontesi. Giunta all’età della pensione, Pablita decide di partire per un viaggio alla ricerca delle proprie radici. Scoprirà la potenza dell’Irlanda e qualcosa che il padre Malachy O’Connor, confinato antifascista sull’isola di Ventotene e partigiano nelle valli dell’Ossola, aveva rinchiuso dentro la sua biografia di combattente in Spagna.
    «Michele Marziani torna con un nuovo romanzo fatto di piccole cose quotidiane capaci di attraversare la Storia».
    Nel 1936 partirono dall’Irlanda alcune centinaia di giovani, socialisti o repubblicani, che seguendo l’esponente dell’IRA Frank Ryan, scelsero di combattere in Spagna, nella Quindicesima Brigata Internazionale, accanto agli antifascisti spagnoli. Questa è la storia della figlia di uno di loro, Pablita O’Connor, nata e cresciuta in Italia, nelle valli alpine piemontesi. Giunta all’età della pensione, Pablita decide di partire per un viaggio alla ricerca delle proprie radici. Scoprirà la potenza dell’Irlanda e qualcosa che il padre Malachy O’Connor, confinato antifascista sull’isola di Ventotene e partigiano nelle valli dell’Ossola, aveva rinchiuso dentro la sua biografia di combattente in Spagna.
    Editore Presente sul WD: lettereanimate Formato/i: Cartaceo, Ebook
    Il rock’n’roll è musica di ribellione per definizione, altro non poteva essere lo stile che caratterizza queste due novelle che si propongono di attaccare in maniera esplicita e senza remore i falsi capisaldi e i medievali pregiudizi del mondo moderno e della società attuale. I protagonisti di questi due racconti lunghi (o romanzi brevi?) sono la cantante di una band femminile e un agente infiltrato nei bassifondi della vita di provincia, e attraverso due punti di vista apparentemente opposti, ma in fondo meno distanti di quanto si possa immaginare, viene a delinearsi un affresco ora lucido e disincantato, ora istintivo e psichedelico, di una gioventù che vive nell’ombra e che si tiene orgogliosamente distante dalle ricchezze, dalle comodità, dalla rettitudine e dalla legalità degli strati più alti, e più potenti, della società. “Un biglietto con scritto solo X” e “Adolescenze selvagge di anime distratte” sono lato A e lato B di un’audiocassetta che suona contro le catene rette dai politici e contro le frustate vergate dal capitalismo, contro la ritrosia mentale imposta dai mass media e contro la schiavitù spirituale voluta dalla religione, e invita ad alzarsi in piedi e a ballare sulle note dei sentimenti, della spontaneità, dell’amore e della libertà.
    Editore non Presente sul WD: ABELBOOKS Formato/i: Ebook
    Il gatto Sandalo vive in una corte di campagna della pianura padana, in un periodo di tempo che coincide esattamente con i nostri giorni. Alla distribuzione dei piccoli di mamma gatta, il piccolo Sandalo è capitato in una casa della corte abitata da una vedova sessantenne dal carattere non particolarmente stimolante. Ma, come tutti i gatti, Sandalo non ha bisogno di lei per trovare la sua strada; quella strada che è già stata segnata dal Sole ancora prima della sua nascita. Gli è stata assegnata una missione cosmica di portata inimmaginabile, anche se è solo un gatto domestico, per quanto dotato di coraggio e di un singolare colore di pelo – rosso pallido? rosa? arancione? giallo uovo?- che nessuno sa definire con precisione. Le stranezze non finiscono qui: il gatto Sandalo parla con un Raggio di Sole, che gli svela la sua missione e il pericolo che incombe sul sistema solare. Da un tempo per un gatto inimmaginabile, il pianeta Saturno è sinistramente attirato dalla luce di un Quasar, una specie di genio inorganico del male, e sta lentamente deragliando dalla sua orbita. Se il processo di ribellione di Saturno al padre Sole continuerà, il pianeta si smarrirà nello spazio e correrà nelle fauci del  Quasar verso la sua distruzione. Tutto il sistema solare ne subirà il contraccolpo: le orbite dei pianeti si sfilacceranno una dopo l’altra; in capo a un tempo imprecisabile il sistema perderà tutti i suoi pianeti. E quanto toccherà alla terra…per la vita sarà la fine.
    Che cosa può fare il gatto Sandalo? Il Sole ha fiducia in lui. Ogni essere dotato di vita è speciale, raro e prezioso nel cosmo; la vita è un unicum; nel suo ambito, un felino è una speciale incarnazione della bellezza. Solo una creatura in cui anche inconsciamente la bellezza si incarni, ha qualche possibilità di sottrarre il pianeta con gli anelli alla funerea attrazione sprigionata dal malefico Quasar. Sandalo, pur non essendo un buon oratore, parlerà all’Assemblea del tiglio, che riunisce tutti i gatti della corte, domestici e randagi. Cercherà adepti e idee per salvare il mondo. Lo farà ogni volta che l’assemblea si riunisce; lo farà in coda all’ordine del giorno, senza grandi risultati.  Infine Sandalo, che è innamorato della gatta Nerina, farà l’unica cosa che totalmente lo prende e lo coinvolge: una notte, nell’orto della sua padrona, canterà alla terra e al cielo una fremente serenata d’amore. Saturno non potrà non sentire. Sentirà infatti, e ascoltandolo ripenserà alle linci saturnine che un tempo popolavano la sua superficie, prima che il gelo del suo allontanamento dall’orbita le congelasse all’interno dei ghiacciai delle sue montagne.
    Ma sta arrivando un momento fondamentale per i gatti e le gatte della corte: la sfilata di moda, che si ripete due volte all’anno e i cui vincitori saranno accettati dalla gatte per la stagione degli amori e per la procreazione. Sandalo punta a vincere la sfilata della sua sezione Red (Gatti Rossi) per entrare nelle grazie della gatta Nerina, il cui carattere poco accomodante non accetta volentieri i contatti affettivi. Sandalo smette per alcune settimane di pensare alle bizze di Saturno e si dedica alla preparazione fisica della sua performance: tutti i concorrenti dovranno sfilare su un ramo d’albero ed essere votati dai giudici. Nel frattempo il Raggio di sole ha cessato di impartirgli i suoi ammaestramenti e il tempo che passano insieme è quasi tutto dedicato alla siesta nella postazione preferita di Sandalo, una vecchia madia di legno accanto alla finestra.
    Un pomeriggio afoso, mentre riposa sotto una pianta d’alloro sperando di ricavarne benefici estetici, Sandalo conosce due gatti di sei mesi, Amedeo e Sorcius. Hanno saputo dei suoi discorsi all’assemblea e della sua missione e vogliono conoscerlo. Dopotutto Sandalo è l’unica cosa interessante che stia capitando nella fattoria, dove tutti gli altri gatti pensano solo al cibo e alle gatte. I tre cominciano a frequentarsi e a girare insieme per i campi, discutendo. Amedeo vive con due sartine che lo coccolano e cercano persino di cucirgli degli abitini. Sorcius vive in una famiglia dominata da una passione sfrenata per il fitness e per un’ampia gamma di sport. Gli amici di famiglia arrivano spesso in visita con cani che sembrano fatti apposta per  rovinargli le serate .
    Il momento della sfilata si sta avvicinando. Amedeo e Sorcius prendono il coraggio di uscire di casa di notte per la prima volta, ma trovano al posto dell’Assemblea tutti i gatti che divorano una grossa soppressa. Il gatto Sandalo sta ultimando la sua preparazione alla sfilata. Il raggio di sole ha promesso di illuminarlo e di farlo splendere di fronte a tutti. Sorcius capisce che quello splendore attirerà Saturno: se il pianeta si girerà a guardare il gatto Sandalo, abbandonando la sua ossessione per il Quasar che lo fa tendere al di fuori del sistema solare, se Saturno vedrà in Sandalo una bellezza maggiore di quella della luce del Quasar, il cosmo sarà salvo.
    E Sandalo sfilerà non solo davanti ai gatti della fattoria, ma davanti al Sole e a tutti i pianeti. Non sfilerà solo per Nerina, ma anche per Saturno.
    Non sfilerà solo per Saturno, ma anche per Nerina.
    Formato/i: Cartaceo
    Enrico non sa spiegarsi, nemmeno ora che ha 22 anni, quali intrighi e misteri taciuti abbiano sotterraneamente determinato le dinamiche affettive del microcosmo rappresentato dall'azienda di sua madre, dove ha vissuto la sua infanzia e la sua adolescenza, prima di trasferirsi a Bologna per frequentare l'Università.
    Intrighi e stranezze che, dietro una facciata di normalità borghese e operaia, minavano dall'interno la vita delle famiglie che vivevano nella grande corte dell'azienda, e il cui punto focale e nello stesso tempo di ribellione e di rottura era incarnato da un ragazzo particolare, ribelle e poetico, Ales, molto più grande di Enrico, il cui suicidio, avvenuto quando Enrico aveva sette anni, era stato seguito da una specie di damnatio memoriae.
    Il padre di Enrico, Giorgio, uomo in giovinezza di carattere brillante e fascinoso, negli anni seguenti, come tormentato da un profonda crisi interiore, aveva smarrito la sua vivacità. Sempre più insicuro e dipendente dalla moglie, era morto di infarto quando Enrico era ancora un bambino.
    In un periodo di pausa tra un esame e l'altro presso la Facoltà di Architettura, incuriosito dalla personalità di Ales e annoiato per la decadenza dell'azienda, ormai priva di dipendenti e governata stancamente da sua madre e dalla sua dama di compagnia, Eve (ex baby sitter di Enrico e governante della casa),Enrico va a frugare nel bugigattolo sotto le scale, separato dal resto delle abitazioni, dove Ales aveva stabilito il suo covo e camera da letto. Qui trova molti nastri di registrazioni incisi dal ragazzo. Comincia ad ascoltarli sistematicamente, cercando di seguirne la progressione temporale.  Viene così a  conoscere e in parte intuire ,dai pensieri, dai racconti, dalle atmosfere evocate dalle cassette, alcuni aspetti dell’anima luminosa di Ales, dei suoi rapporti con la madre,con il padre (Zanni Artieri, il fattore dell'azienda), con la stessa famiglia di Enrico.
    Enrico entra quasi misticamente dentro l'anima di Ales, come se il ragazzo gli stesse parlando nello stesso momento dell’ascolto; coglie allusioni, indizi; vede, nelle sue foto, una somiglianza innegabile...ma  non con Zanni; fa le sue indagini e infine capisce, ricostruisce la storia, lo “scandalo”, il sacrificio alla rispettabilità che era stato compiuto sulla pelle di Ales.
    Il destino di Ales è frutto di una sorta di mercimonio.
    Ma Al è nato emofiliaco, e dotato di un  carattere nello stesso tempo limpido e ribelle.
    Enrico, indignato con tutti i  protagonisti della “trattativa” che ha avvelenato due famiglie e l'azienda, innescando una serie di i ricatti e stendendo un velo di cupa ipocrisia di cui lui stesso si sente vittima , decide di affrontarlo colui che ritiene il principale responsabile della sorte di Ales, in una specie di rivalsa postuma. Affronterà poi sua madre ed Eve. Quando troverà nella camera il mangianastri  originale di Ales, scoprirà al suo interno l'ultima cassetta.
    Per Zanni Artieri sembra che si rinnovi un incubo ossessivo. Una sera, mentre Enrico, come ha preso ormai l'abitudine di fare, dorme nella camera di Ales, Zanni Artieri gli si presenta, chiamandolo “Alessandro”.

     

     

     

     
    Editore non Presente sul WD: Minerva Formato/i: Cartaceo
    "Di chi è la voce che parla con questa sottile varietà di toni, che parla così scopertamente d'amore, di Dio, del corpo, dell'anima, della notte, della luna, del cielo, del mare? E' la voce di una Sirena seducente e mortale, di una antica baccante, di una donna contemporanea che vive sospesa tra disperazione ed estasi?
    -I mio/è un mal d'esistere/essenziale per essere.-" dalla prefazione di Giuseppe Conte
     
    Il libro è acquistabile presso: di me, l'Editore, Mondatori store, IBS ..
    Editore non Presente sul WD: Minerva Formato/i: Cartaceo
    "Una Lamborghini il sogno di tutti...... A distanza di anni mi ritrovo a dedicare mie poesie all'uomo le cui imprese hanno reso tangibili i suoi desideri....." dalla mia introduzione al libro
     
    Le poesie mi sono state commissionate dal figlio di Ferruccio Lamborghini in occasione delle celebrazioni per la nascita del padre (28.04.1916/28.04.2016). 
    Le poesie sono tradotte anche in inglese e corredate da foto
     
    Il libro è acquistabile presso: di me,  l'Editore, Mondadori store, IBS...