Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Ice*

Ibuc

Post raccomandati

Ospite Linda Rando

Volevo informare che IBUC ha pubblicato un mio romanzo con intervento di editing funzionale alla strategia della collana, senza chiedermi interventi economici di alcuna natura.

Devo notare che il tono di molti commenti del blog appaiono poco filtrati e pertanto molto epidermici. 

Io ho ricevuto proposte da case editrici che notoriamente e in modo palese propongono pubblicazioni a pagamento. Non mi sono meravigliato, era tutto chiaro e inequivocabile. 

Ho pubblicato due romanzi con due editori e da entrambi gli editori nulla mi è stato  chiesto.

Cordialmente.

P.Selmi

 

I commenti NON sono filtrati a meno che non contengano insulti od offese. Ognuno è liberissimo di esprimere la propria opinione, che sia approfondita o superficiale, finché non infrange la legislazione italiana e/o il nostro regolamento.

Detto ciò.

Mi meraviglia leggere una testimonianza così poco dettagliata da chi accusa gli altri di scrivere commenti "molto epidermici". 

Ciononostante, visto che i criteri sono molto chiari e ci sono alcune testimonianze che riportano di non aver pagato la pubblicazione la CE verrà spostata in Doppio Binario.

 

Il fatto di essere in possesso di informazioni differenti da quelle riportate non vi autorizza in alcun modo a porvi con questo tono e questo atteggiamento nei confronti del forum, dell'utenza e dello staff. Se volete intervenire siete tenuti a farlo seguendo le regole della community, il fatto che vi siate registrati esclusivamente per portare la vostra esperienza NON vi dà alcuna deroga né vi esonera minimamente dal rispetto del regolamento.

Richiamo per tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

 

.

Ciao Grafo  :) È bello leggere il tuo entusiasmo e la proposta seria che ti è stata fatta. Non potresti far leggere una copia del contratto agli amministratori del sito? Tanto puoi star certo che loro non diffonderanno i tuoi dati, ma ovviamente capire che tipo di contratto sia avendo la possibilità di leggerlo sarebbe utile per tutti noi del forum. Se per te non è un problema potresti far avere una copia del contratto agli amministratori, poi saranno loro a spiegarcene il contenuto senza diffondere dati sensibili. Sarebbe davvero utilissimo  :)

 

 

 

 

Ragazzi, scusate, ma la vostra richiesta mi sembra un filino eccessiva eh!

Con tutto il rispetto, io non vi conosco, siamo in contatto per la prima volta, e volete che vi mandi una copia del contratto!

Io sono intervenuto per portare la mia testimonianza, dato che altri hanno contestato a IBUC la richiesta di un contributo, a sostegno del fatto che a me nulla è stato chiesto. Questo, per amor di verità. Poi, ognuno è libero di farsi una propria idea.

 

 

Che sarebbe anche previsto dal regolamento, eh. Sarebbe una prassi. 

Puoi tranquillamente oscurare i tuoi dati personali, non è un problema. Il tuo discorso si potrebbe tranquillamente ribaltare: non ti conosciamo, siamo in contatto per la prima volta - con la differenza però che noi siamo online da 5 anni, sul sito ci sono i nostri nomi, cognomi, riferimenti personali e numeri di cellulare, mentre di te non sappiamo assolutamente nulla: come pretendi che ti crediamo così, sulla parola, con un post sul forum?

 

Diamo per scontato che chiunque intervenga lo faccia in buona fede e portando opinioni ed esperienze reali e sincere, anche se in passato abbiamo avuto casi comprovati di persone che si registravano solo per fare buona (o cattiva) pubblicità ad alcune realtà. Noi non mettiamo in dubbio né la tua parola né la tua onestà, quindi sarebbe simpatico che tu facessi lo stesso con noi - oltre che a rispettare le regole che hai accettato registrandoti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

.

Ciao Grafo  :) È bello leggere il tuo entusiasmo e la proposta seria che ti è stata fatta. Non potresti far leggere una copia del contratto agli amministratori del sito? Tanto puoi star certo che loro non diffonderanno i tuoi dati, ma ovviamente capire che tipo di contratto sia avendo la possibilità di leggerlo sarebbe utile per tutti noi del forum. Se per te non è un problema potresti far avere una copia del contratto agli amministratori, poi saranno loro a spiegarcene il contenuto senza diffondere dati sensibili. Sarebbe davvero utilissimo  :)

 

 

 

 

Ragazzi, scusate, ma la vostra richiesta mi sembra un filino eccessiva eh!

Con tutto il rispetto, io non vi conosco, siamo in contatto per la prima volta, e volete che vi mandi una copia del contratto!

Io sono intervenuto per portare la mia testimonianza, dato che altri hanno contestato a IBUC la richiesta di un contributo, a sostegno del fatto che a me nulla è stato chiesto. Questo, per amor di verità. Poi, ognuno è libero di farsi una propria idea.

 

 

Che sarebbe anche previsto dal regolamento, eh. Sarebbe una prassi. 

 

 

 

Scusami: cosa sarebbe previsto dal regolamento? Mostrare il proprio contratto di edizione, come mi è stato richiesto? A quello, io mi riferivo, quando parlavo di eccessivo.

Ripeto: io non sono venuto qui per convincere qualcuno, ho solo portato una testimonianza della mia esperienza personale. Ognuno, poi, tragga le conclusioni che crede; l'importante è non avere pregiudizi.

Per principio, non avrei mai e poi mai accettato di pubblicare con contributo: in primo luogo, perché non avrei così la percezione della bontà dell'opera (pago, e ottengo ciò che voglio, dove stanno il merito e la bravura?); in secondo luogo, sono assolutamente convinto che il rischio imprenditoriale di un'opera letteraria deve essere a carico dell'editore (altrimenti, vado in tipografia).

Un discorso diverso merita la questione del lavoro di revisione drammaturgica e di editing: nei paesi anglosassoni esistono agenzie letterarie che si occupano proprio di questo e che, giustamente, si fanno pagare per un lavoro che migliora la qualità di un testo. Che poi, di questo costo, se ne faccia interamente carico l'editore o decida di scaricarne una parte sullo scrittore, fa parte degli accordi che si intende sottoscrivere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

 

 

 

Che sarebbe anche previsto dal regolamento, eh. Sarebbe una prassi. 

 

 

 

Scusami: cosa sarebbe previsto dal regolamento? Mostrare il proprio contratto di edizione, come mi è stato richiesto? A quello, io mi riferivo, quando parlavo di eccessivo.

Ripeto: io non sono venuto qui per convincere qualcuno, ho solo portato una testimonianza della mia esperienza personale. Ognuno, poi, tragga le conclusioni che crede; l'importante è non avere pregiudizi.

Per principio, non avrei mai e poi mai accettato di pubblicare con contributo: in primo luogo, perché non avrei così la percezione della bontà dell'opera (pago, e ottengo ciò che voglio, dove stanno il merito e la bravura?); in secondo luogo, sono assolutamente convinto che il rischio imprenditoriale di un'opera letteraria deve essere a carico dell'editore (altrimenti, vado in tipografia).

 

Sì, sarebbe richiesto dal regolamento. Raramente viene poi, effettivamente, richiesto di vedere il contratto; Marylin ha sbagliato a chiedertelo, anche perché non è un membro dello staff.

 

 

Vorrei chiarire quest'ultimo aspetto che hai sollevato: cosa significa

 

Un discorso diverso merita la questione del lavoro di revisione drammaturgica e di editing: nei paesi anglosassoni esistono agenzie letterarie che si occupano proprio di questo e che, giustamente, si fanno pagare per un lavoro che migliora la qualità di un testo. Che poi, di questo costo, se ne faccia interamente carico l'editore o decida di scaricarne una parte sullo scrittore, fa parte degli accordi che si intende sottoscrivere.

 

 

?

 

Un editore deve farsi carico dei lavori di editing; all'estero esistono agenzie di servizi letterari che fanno pagare - giustamente - il servizio, ma esistono anche in Italia. Tuttavia, agenzia ed editore sono due cose separate, e non è assolutamente vero che il lavoro di editing è appannaggio esclusivo dell'agenzia e che l'editore può o meno farsene carico: se vengono chiesti contributi per lo svolgimento di editing si tratta di editoria a pagamento. Pagare per pubblicare non significa solamente acquistare delle copie.

 

Per cui vorrei chiederti: hai pagato dei servizi editoriali, presso IBUC? E se sì, erano vincolati alla pubblicazione? Ovvero, se non accettavi di pagare l'editing o altri servizi non saresti stato pubblicato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

 

 

Che sarebbe anche previsto dal regolamento, eh. Sarebbe una prassi. 

 

 

 

Scusami: cosa sarebbe previsto dal regolamento? Mostrare il proprio contratto di edizione, come mi è stato richiesto? A quello, io mi riferivo, quando parlavo di eccessivo.

Ripeto: io non sono venuto qui per convincere qualcuno, ho solo portato una testimonianza della mia esperienza personale. Ognuno, poi, tragga le conclusioni che crede; l'importante è non avere pregiudizi.

Per principio, non avrei mai e poi mai accettato di pubblicare con contributo: in primo luogo, perché non avrei così la percezione della bontà dell'opera (pago, e ottengo ciò che voglio, dove stanno il merito e la bravura?); in secondo luogo, sono assolutamente convinto che il rischio imprenditoriale di un'opera letteraria deve essere a carico dell'editore (altrimenti, vado in tipografia).

 

Sì, sarebbe richiesto dal regolamento. Raramente viene poi, effettivamente, richiesto di vedere il contratto; Marylin ha sbagliato a chiedertelo, anche perché non è un membro dello staff.

 

 

Vorrei chiarire quest'ultimo aspetto che hai sollevato: cosa significa

 

Un discorso diverso merita la questione del lavoro di revisione drammaturgica e di editing: nei paesi anglosassoni esistono agenzie letterarie che si occupano proprio di questo e che, giustamente, si fanno pagare per un lavoro che migliora la qualità di un testo. Che poi, di questo costo, se ne faccia interamente carico l'editore o decida di scaricarne una parte sullo scrittore, fa parte degli accordi che si intende sottoscrivere.

 

 

?

 

 

 

Per cui vorrei chiederti: hai pagato dei servizi editoriali, presso IBUC? E se sì, erano vincolati alla pubblicazione? Ovvero, se non accettavi di pagare l'editing o altri servizi non saresti stato pubblicato?

 

 

Lo ripeto ancora, e poi tacerò per sempre, anche se mi sembrava di essere stato abbastanza chiaro: non ho, e, comunque mai e poi mai l'avrei fatto, sborsato un solo centesimo.

Tutto il lavoro di editing è stato compiuto dall'editore, e da me successivamente approvato. Al mio testo, inoltre, sono stati richiesti degli aggiustamenti sotto il profilo drammaturgico (c'erano alcune incoerenze sottolineate dall'editore), che ho provveduto da solo a sistemare (ma, questo, è lavoro da scrittori). 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Volevo informare che IBUC ha pubblicato un mio romanzo con intervento di editing funzionale alla strategia della collana, senza chiedermi interventi economici di alcuna natura.

Devo notare che il tono di molti commenti del blog appaiono poco filtrati e pertanto molto epidermici. 

Io ho ricevuto proposte da case editrici che notoriamente e in modo palese propongono pubblicazioni a pagamento. Non mi sono meravigliato, era tutto chiaro e inequivocabile. 

Ho pubblicato due romanzi con due editori e da entrambi gli editori nulla mi è stato  chiesto.

Cordialmente.

P.Selmi

 

I commenti NON sono filtrati a meno che non contengano insulti od offese. Ognuno è liberissimo di esprimere la propria opinione, che sia approfondita o superficiale, finché non infrange la legislazione italiana e/o il nostro regolamento.

Detto ciò.

Mi meraviglia leggere una testimonianza così poco dettagliata da chi accusa gli altri di scrivere commenti "molto epidermici". 

Ciononostante, visto che i criteri sono molto chiari e ci sono alcune testimonianze che riportano di non aver pagato la pubblicazione la CE verrà spostata in Doppio Binario.

 

Il fatto di essere in possesso di informazioni differenti da quelle riportate non vi autorizza in alcun modo a porvi con questo tono e questo atteggiamento nei confronti del forum, dell'utenza e dello staff. Se volete intervenire siete tenuti a farlo seguendo le regole della community, il fatto che vi siate registrati esclusivamente per portare la vostra esperienza NON vi dà alcuna deroga né vi esonera minimamente dal rispetto del regolamento.

Richiamo per tutti.

 

È difficile sostenere una posizione che va contro il parere dominante. E per dar forza al parere dominante si usa il grassetto per chiedere rispetto per l'autorità. A volte si usa la maiuscola per gridare la propria opinione. C'è anche chi usa la fascia tricolore e lo squillo della tromba. Resta il fatto che l'autorità richiama all'ordine. Purtroppo se la mia realtà è diversa da quella prevista dai regolamenti che cosa ci posso fare?

Testimonianza poco dettagliata? Vuoi la copia del contratto? O la registrazioni delle conversazioni tra me e il mio editore? O semplicemente vuoi che venga riconosciuta la tua autorità?

Rispondendo a me mi dai del voi. E mi accusi di essermi registrato esclusivamente per portare la mia esperienza. Purtroppo ti sbagli, autorità! Sono registrato da molto tempo prima che questa polemica esplodesse. Il che dimostra che sei in mala fede.  Se mi vuoi cassare, o darmi l'insufficienza  a norma di regolamento, avanti prego. Resta il fatto che io ho pubblicato con Ibuc senza pagare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

L'autorità richiama all'ordine e al discutere civile. Ci sono centinaia di discussioni dove "il parere dominante" è messo in discussione senza richiami all'ordine di alcun tipo, perché i partecipanti - sia che sostenessero il "parere dominante" sia che fossero in disaccordo non hanno mai violato le regole e hanno sempre mantenuto toni rispettosi l'uno dell'altro.

Non ho intenzione di discutere per l'ennesima volta le mie regole in casa mia.

 

La casa editrice è stata spostata di sezione, come è giusto che sia: tu e altre persone non avete pagato, altre persone invece sì, quindi si parla di Doppio Binario.

Se in futuro la casa editrice tornerà a pubblicare tutti senza contributo tornerà in Free. Le cose funzionano in questo modo da cinque anni a questa parte.

 

I problemi sorgono quando chi arriva a lasciare una testimonianza discordante lo fa con supponenza e toni aggressivi. Questo non è tollerato, e non è tollerato in nessuna zona di questo forum, non soltanto nell'area Case editrici.

Ho risposto prima a te e poi ho allargato il discorso includendo gli altri, utilizzando il "voi". Per quanto riguarda la mia autorità non temere, non ho bisogno di riconoscimenti di alcun genere.

 

 

 Purtroppo se la mia realtà è diversa da quella prevista dai regolamenti che cosa ci posso fare?

 

 

I regolamenti non prevedono "una realtà", i regolamenti prevedono che i partecipanti alle discussioni mantengano un certo tipo di atteggiamento: tu e altre persone non l'avete fatto, per questo siete stati ripresi, non perché avete pubblicato gratis con IBUC.

Che voi non abbiate pagato per pubblicare mi fa solo ed esclusivamente piacere, ci mancherebbe altro.

 

 

 

E mi accusi di essermi registrato esclusivamente per portare la mia esperienza. Purtroppo ti sbagli, autorità! Sono registrato da molto tempo prima che questa polemica esplodesse. Il che dimostra che sei in mala fede. 

 

No. Ho portato degli ESEMPI di fatti accaduti in passato. E ho scritto esplicitamente che si trattava di episodi in cui era comprovato il fatto. Dato che è tutto nero su bianco evita di attribuirmi frasi non mie.

Se avessi avuto il sospetto che dietro le vostre testimonianze ci fosse qualcosa di poco chiaro sarebbe stato esplicitato immediatamente. Invece non vi è stata contestata la vostra testimonianza, bensì l'atteggiamento con il quale vi siete posti nei confronti della community.

Dato che sei registrato da molto tempo - ovvero dal 22 gennaio di quest'anno - dovresti anche conoscere meglio il regolamento.

 

 

 

  Se mi vuoi cassare, o darmi l'insufficienza  a norma di regolamento, avanti prego. Resta il fatto che io ho pubblicato con Ibuc senza pagare.

 

Infatti vieni bannato, a norma di regolamento, e resta il fatto che IBUC è stata inserita nella sezione idonea. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

vedo che da molto tempo questa discussione è stata abbandonata.

Volevo dare il mio contributo informandvi che ho firmato un contratto con IBUC,

nel quale non mi viene richiesto alcun contributo, tantomeno l'acquisto di copie del libro.

L'opera è in fase di editing e sul sito dell'editore lo si può trovare nella sezione "piano editoriale".

Un saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, wyjkz31 dice:

Ciao @Luca Moricca

Ci piacerebbe che i nuovi utenti si presentassero nella sezione ingresso. 

Chiedo scusa!

Ero già iscritto tempo fa ma non ricordavo l'account, quindi ho fatto un accesso con Facebook.

probabilmente, anzi sicuramente, il mio account vecchio non esisterà più per inattività :)

provvedo subito !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Link aggiornati. Al momento non sembra esserci alcuna variazione nella politica editoriale a doppio binario, salvo nuove testimonianze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×