Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Memory of Dream

Fantasy da consigliare

Post raccomandati

Finalmente ho iniziato Terry Brooks, erano anni che lo vedevo in libreria e non mi ero mai decisa a iniziarlo. Sono partita da "La spada di Shannara" perché mi piace cominciare le saghe dall'ordine in cui sono state pubblicate. Ho sentito parlare male di questo libro, eppure dalle prime pagine mi sta piacendo. Sono pazza? °_°

Terry Brooks non è malaccio, il vero problema secondo me sta nel fatto che i vari romanzi sono troppo ripetitivi. Troverai abbastanza interessante La spada di Shannara, forse anche Le pietre magiche di Shannara, ma arrivata a La canzone di Shannara proverai l'irresistibile tentazione di buttare il libro fuori dalla finestra (almeno, a me è successo così.)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terry Brooks non è malaccio, il vero problema secondo me sta nel fatto che i vari romanzi sono troppo ripetitivi. Troverai abbastanza interessante La spada di Shannara, forse anche Le pietre magiche di Shannara, ma arrivata a La canzone di Shannara proverai l'irresistibile tentazione di buttare il libro fuori dalla finestra (almeno, a me è successo così.)

Le pietre magiche di Shannara voglio leggerlo perché i fan dicono che è un capolavoro (o comunque più bello degli altri). La canzone di Shannara invece voglio leggerlo perché una persona mi ha detto che assomiglio alla protagonista. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me Terry Brooks non piace per niente, l'ho trovato noioso già da La spada di Shannara. Ha uno stile lento e pieno di descrizioni: ogni due azioni abbiamo la telecamera che volteggia sul paesaggio per quattro pagine. Proprio non fa per me.

Il 1° dicembre esce per Fanucci, alla modica cifra di 30€ (saranno 1200 pagine, ma è TANTO) il primo libro della decalogia di Brandon Sanderson, La via dei re. E' la nuova saga dell'autore di Mistborn (molto bello) e prosecutore dell'infinito ciclo di Robert Jordan. Io consiglio di tenerlo d'occhio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sta annoiando anche me, però vorrei evitare di mollarlo perché comunque mi ero ripromessa di leggerlo. >_< Mi mancano i dialoghi. ç_ç

Xar, quella cosa è risaputa, Terry Brooks ha esordito proprio grazie a quella somiglianza.

Due suoi fan comunque mi hanno garantito che la sua produzione si evolve (vedrò poi se è vero).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche i fan di Licia Troisi dicono che è "in evoluzione continua". Tu ci credi? :asd:

In realtà l'unico fan della Troisi con cui parlo mi ha detto che i suoi romanzi migliori sono i primi tre. Gli altri sono delle brutte copie di quella trilogia oppure semplicemente pessimi (tipo "La ragazza drago"). In poche parole, se già a uno fa schifo Nihal non deve toccare gli altri. XD

I due fan di Brooks con cui parlo li ritengo affidabili, comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Kate Malone

Io ho letto tutti i romanzi di Terry Brooks e posso affermare che i primi tre, a parte le pietre magiche di Shannara, sono davvero dei malloppi.

In particolar modo la Spada, davvero pesante.

La somiglianza a Tolkien comunque si ferma a quei due libri. Di Brooks dovreste leggere la trilogia de "Il viaggio della Jerle Shannara " e la trilogia de "Il druido supremo di Shannara", a mio parere le due trilogie più belle. Ovviamente vengono fatti dei richiami ai primi libri, ma nulla che rovini la lettura. E poi c'è la serie da cinque libri(mi pare) de "Gli eredi di Shannara", ma questa risulta interessante pressoché alla fine. Io ve li consiglio, se vi arenate già alla Spada e non date speranza agli altri romanzi è un peccato ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Spritz

Curiosando in biblioteca a giugno trovai la "Saga di Earthsea" della Le Guin, raccolta edita da Nord che comprendeva tutti e quattro i libri dell'autrice. Ho pensato: devo leggerlo, perchè io scrivo principalmente fantasy e devo farmi una cultura in questo genere. Così l'ho preso in prestito e ho cominciato a leggerlo.

Sono arrivato a terminare i primi tre, ma poi ho mollato tutto in preda alla frustrazione. Non so, come storia ma soprattutto come stile non mi ha mai preso, a me son sembrati mallopponi noiosissimi pieni di descrizioni, con una storia davvero che non decollava mai. Forse la Le Guin proprio non fa per me... So di stare dicendo delle blasfemità, ma proprio non li ho retti.

A proposito, in particolare con Syg: la Le Guin spesso riempie paragrafi e paragrafi di frasi collegate tra loro con "virgola - e" XD

Per adesso mi sono dato a "Peter Pan" e ora sto leggendo "La storia infinita", bellissimi tutti e due, pensare che il libro di Ende mi ha già ispirato due trame!. Come mi cnsigliate di continuare? Cerco un libro che si abbini bene alle atmosfere di questi due.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho letto tutti i romanzi di Terry Brooks e posso affermare che i primi tre, a parte le pietre magiche di Shannara, sono davvero dei malloppi.

In particolar modo la Spada, davvero pesante.

La somiglianza a Tolkien comunque si ferma a quei due libri. Di Brooks dovreste leggere la trilogia de "Il viaggio della Jerle Shannara " e la trilogia de "Il druido supremo di Shannara", a mio parere le due trilogie più belle. Ovviamente vengono fatti dei richiami ai primi libri, ma nulla che rovini la lettura. E poi c'è la serie da cinque libri(mi pare) de "Gli eredi di Shannara", ma questa risulta interessante pressoché alla fine. Io ve li consiglio, se vi arenate già alla Spada e non date speranza agli altri romanzi è un peccato ;)

Sì, lo so, però io mi sto ritrovando arenata nella lettura e basta. Nel senso che da una parte sto leggendo già da tempo un fantasy di bassa qualità (ed è enorme, quindi ci metterò una vita a finirlo), dall'altra la spada si Shannara, e mi verrebbe voglia di lasciarli perdere tutti e due per leggere qualcosa di più leggero. @_@ Vedrò cosa fare, al massimo li mollo momentaneamente in attesa di tempi migliori.

Spritz, io per adesso ho letto solo "Il mago di Earthsea", però al contrario di te ritengo che LeGuin scriva davvero benissimo. La trama in realtà non mi ha preso più di tanto (il narratore onnisciente si fa molto sentire, quindi non sono riuscita ad affezionarmi ai personaggi), però sono stata spinta a proseguire proprio dallo stile.

Poi si colgono dei riferimenti che a mio avviso sono stati ripresi da autori più recenti: vedi la scuola di magia, o anche il modo in cui si usa la magia stessa (spudoratamente inserito in Eragon, e con scarsi risultati XD).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per adesso mi sono dato a "Peter Pan" e ora sto leggendo "La storia infinita", bellissimi tutti e due, pensare che il libro di Ende mi ha già ispirato due trame!. Come mi cnsigliate di continuare? Cerco un libro che si abbini bene alle atmosfere di questi due.

Tantissimo tempo fa (quando ero alle medie, credo) ho letto La pietra del vecchio pescatore di Pat O' Shea; anche se ormai non ricordo più niente della trama mi è rimasto il vago ricordo che mi era piaciuto moltissimo. Non saprei spiegarne il motivo, ma nella mia mente lo associo a La storia infinita (forse semplicemente perché li ho letti nello stesso periodo.) E' un libro per ragazzini, ma io te lo consiglio comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma se stai leggendo un fantasy enorme, di bassa qualità e che non ti piace perchè non lo molli lì :mellow: ? E' masochismo così XD

Perché è di un esordiente italiano e di una CE che qui sul WD è tra gli editori di qualità, quindi mi sento in colpa se non lo finisco. XD Poi comunque non è noioso, ma assurdo e scritto male, quindi paradossalmente lo trovo utile per imparare come non scrivere. XD

Ok, sono masochista. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo che avrò terminato la saga di Martin per ora disponibile (mi manca la seconda parte di A Feast for Crows ma non leggerò I Guerrieri del Ghiaccio poichè ho sentore che mi arriverà per natale :oOo: ) vorrei un consiglio su cosa leggere dopo l'inevitabile "stacco" dal fantasy per un paio di mesi (ho in attesa un libro di Murakami e Cime Tempestose, ogni tanto ci vuole). Stavo pensando al ciclo di Robert Jordan: sinceramente le dimensioni non mi spaventano, anzi. Più sono e meglio è, se ne vale la pena. Qualcuno può dirmi cosa ne pensa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, io non ho ancora letto tutto, di Murakami, ma tutto quello che mi è passato tra le mani aveva del fantasy. Molto low, magari...

Certo, a meno che per fantasy non intendiate esclusivamente quello medievaleggiante, allora ritiro quello che ho scritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No no, mica deve essere per forza medievaleggiante. Io non ho letto ancora nulla, quindi non posso giudicare, ma non sapevo che nei libri di Murakami ci fosse una componente fantasy.

Modificato da Salazer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una forte componente onirica, in alcuni poi gli elementi fantastici predominano, ma in Norwegian Woods no, è uno di quelli più mainstream. (Se ricordo bene, l'ho letto tanti anni fa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti consiglio vivamente di provare a leggere la "trilogia dei Lungavista" di Robin Hobb, che comprende "L'apprendista assassino", "L'assassino di corte" e "Il viaggio dell'assassino". L'ho letta qualche anno fa e mi ha entusiasmato immensamente, sia per l'ambientazione di mistero e intrigo sia per come sono sviluppati e caratterizzati i vari personaggi della vicenda. Per me Robin Hobb è una maestra assoluta della letteratura fantasy!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una forte componente onirica, in alcuni poi gli elementi fantastici predominano, ma in Norwegian Woods no, è uno di quelli più mainstream. (Se ricordo bene, l'ho letto tanti anni fa).

Ah, ho capito. Giuro che non lo sapevo. Grazie :saltello:

Ti consiglio vivamente di provare a leggere la "trilogia dei Lungavista" di Robin Hobb, che comprende "L'apprendista assassino", "L'assassino di corte" e "Il viaggio dell'assassino". L'ho letta qualche anno fa e mi ha entusiasmato immensamente, sia per l'ambientazione di mistero e intrigo sia per come sono sviluppati e caratterizzati i vari personaggi della vicenda. Per me Robin Hobb è una maestra assoluta della letteratura fantasy!

Mmm, della Hoob ho letto Lo spirito della foresta, il primo della Trilogia del Figlio Soldato e non mi è piaciuto granchè (non apprezzo molto la prima persona nei fantasy). Quegli altri hanno un diverso tipo di narrazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una forte componente onirica, in alcuni poi gli elementi fantastici predominano, ma in Norwegian Woods no, è uno di quelli più mainstream. (Se ricordo bene, l'ho letto tanti anni fa).

Ah, ho capito. Giuro che non lo sapevo. Grazie :saltello:

Ti consiglio vivamente di provare a leggere la "trilogia dei Lungavista" di Robin Hobb, che comprende "L'apprendista assassino", "L'assassino di corte" e "Il viaggio dell'assassino". L'ho letta qualche anno fa e mi ha entusiasmato immensamente, sia per l'ambientazione di mistero e intrigo sia per come sono sviluppati e caratterizzati i vari personaggi della vicenda. Per me Robin Hobb è una maestra assoluta della letteratura fantasy!

Mmm, della Hoob ho letto Lo spirito della foresta, il primo della Trilogia del Figlio Soldato e non mi è piaciuto granchè (non apprezzo molto la prima persona nei fantasy). Quegli altri hanno un diverso tipo di narrazione?

C'è una forte componente onirica, in alcuni poi gli elementi fantastici predominano, ma in Norwegian Woods no, è uno di quelli più mainstream. (Se ricordo bene, l'ho letto tanti anni fa).

Ah, ho capito. Giuro che non lo sapevo. Grazie :saltello:

Ti consiglio vivamente di provare a leggere la "trilogia dei Lungavista" di Robin Hobb, che comprende "L'apprendista assassino", "L'assassino di corte" e "Il viaggio dell'assassino". L'ho letta qualche anno fa e mi ha entusiasmato immensamente, sia per l'ambientazione di mistero e intrigo sia per come sono sviluppati e caratterizzati i vari personaggi della vicenda. Per me Robin Hobb è una maestra assoluta della letteratura fantasy!

Mmm, della Hoob ho letto Lo spirito della foresta, il primo della Trilogia del Figlio Soldato e non mi è piaciuto granchè (non apprezzo molto la prima persona nei fantasy). Quegli altri hanno un diverso tipo di narrazione?

No anche la Trilogia dei Lungavista è narrato in prima persona ma, ripeto, mi ha coinvolto parecchio. Lo spirito della foresta ce l'ho nella mia libreria ma non ho ancora mai avuto modo di leggerlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Murakami è uno dei miei autori preferiti, e in effetti in parecchi dei suoi romanzi c'è un qualche genere di elemento fantastico (in norwegian wood comunque, il mio prediletto, è molto labile.)

Posso predire in tutta sicurezza che Jordan ti piacerà molto. Nell'incipit del primo volume dell'infinita saga, forse, richiama un po' troppo i temi classici del fantasy, ma presto prende una via insospettabile e si trasforma in un romanzo innovativo. Propone un'infinità di personaggi, come Martin, tutti ben delineati, crea città, paesaggi, corti, abitudini, modi di mangiare, di vestire, di agghindarsi... insomma, in poche parole ti trascina in un mondo alternativo, rendendo magica l'esperienza della lettura. Consigliatissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Murakami è uno dei miei autori preferiti, e in effetti in parecchi dei suoi romanzi c'è un qualche genere di elemento fantastico (in norwegian wood comunque, il mio prediletto, è molto labile.)

Posso predire in tutta sicurezza che Jordan ti piacerà molto. Nell'incipit del primo volume dell'infinita saga, forse, richiama un po' troppo i temi classici del fantasy, ma presto prende una via insospettabile e si trasforma in un romanzo innovativo. Propone un'infinità di personaggi, come Martin, tutti ben delineati, crea città, paesaggi, corti, abitudini, modi di mangiare, di vestire, di agghindarsi... insomma, in poche parole ti trascina in un mondo alternativo, rendendo magica l'esperienza della lettura. Consigliatissimo.

Mmm direi che mi hai convinto :asd: Ci farò senz'altro un pensierino. Tu hai letto tutti quelli usciti, Syg (cioè te ne mancano solo due, se non sbaglio)?

No anche la Trilogia dei Lungavista è narrato in prima persona ma, ripeto, mi ha coinvolto parecchio. Lo spirito della foresta ce l'ho nella mia libreria ma non ho ancora mai avuto modo di leggerlo.

Eh, non lo so. Quelli in prima persona mi convincono poco di solito. Comunque grazie, ci farò un pensiero, perché della Hoob ho sempre sentito parlar bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ahimè no, magari! Non perché mi sia stufata di leggere il seguito, ma perché il mio pusher di libri fantasy (mi si passi il termine), un mio collega che mi prestava a ritmo regolare i vari tomi di Jordan, ha vinto, beato lui, un concorso di dottorato ed è sparito dalla circolazione. I volumi di Jordan sono sempre corposi (il che è un bene) ma anche costosi (il che lo è decisamente meno), per cui ho deciso di aspettare fiduciosa il ritorno del mio collega piuttosto che impegnarmi nell'acquisto dei libri che mi mancano. Credo al momento di essere arrivata solo al sesto libro, "Il signore del caos".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sicuramente vale la pena leggerle.

Poi, pur non essendo un autore dei classici fantasy, consiglierei i libri di Terry Pratchett e (con la stessa premessa) quelli di Neil Gaiman ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sicuramente vale la pena leggerle.

Poi, pur non essendo un autore dei classici fantasy, consiglierei i libri di Terry Pratchett e (con la stessa premessa) quelli di Neil Gaiman ;)

Come dicevo qualche post fa, ho quasi terminato la saga di Martin ;)

Potrei informarmi per gli altri due autori, li conosco di fama ma non ho mai letto niente di loro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sicuramente vale la pena leggerle.

Poi, pur non essendo un autore dei classici fantasy, consiglierei i libri di Terry Pratchett e (con la stessa premessa) quelli di Neil Gaiman ;)

Stavo leggendo proprio ultimamente un romanzo di Neil Gaiman, American Gods, ma dopo un centinaio di pagine l'ho mollato perchè aveva "poco mordente". Chissà forse altre sue opere sono migliori...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sicuramente vale la pena leggerle.

Poi, pur non essendo un autore dei classici fantasy, consiglierei i libri di Terry Pratchett e (con la stessa premessa) quelli di Neil Gaiman ;)

Stavo leggendo proprio ultimamente un romanzo di Neil Gaiman, American Gods, ma dopo un centinaio di pagine l'ho mollato perchè aveva "poco mordente". Chissà forse altre sue opere sono migliori...

Lo sto giusto leggendo in questo momento e mi piace lo stile del libro.

Ovviamente sono gusti. Per esempio a me è piaciuto molto anche la raccolta di racconti "Il cimitero senza lapidi e altre storie nere". Per non parlare di Coraline :D Poi, se foste indecisi tra Neil e Pratchett potreste fare un pensierino riguardo "Buona Apocalisse a tutti!", scritto in collaborazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×