Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Memory of Dream

Fantasy da consigliare

Post raccomandati

Beh, della serie tv sinceramente non mi importa nulla, se è bella la guarderò dopo aver letto il libro, se è brutta amen. L'importante per me è che sia bella l'opera originale. Detto ciò, le informazioni che mi interessava avere le ho già avute, per il resto l'unico vero modo per farsi un'opinione su un libro è leggerlo. Ergo, quando lo inizierò vi farò sapere.

Nessuno ha citato Pullman? Ho adorato la trilogia "Queste oscure materie"...

Giusto, un'altra serie da leggere. ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
boh, la serie tv a me sembrava xeena :sss:

Naaaa, siamo più evoluti qui icon_lol.gif

Benvenuto nel tunnell icon_cheesygrin.gif

Ci sono entrato più che volentieri icon_cheesygrin.gif Mi sono creato un sacco di aspettative, spero non vengano disattese (ma a sentir parlare in giro non credo proprio).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Qualcuno di voi ha letto "La spada della verità" di Terry Goodking? La vedo sempre in libreria e so che ci hanno fatto anche la serie televisiva, quindi ero curiosa di sapere se meritava.

Certo, sono proprio undici volumoni. O_o

Io ho visto tutta la serie in Spagna qui mi sembra sia arrivata solo la prima. Non ho letto il libro e non so bene se la storia rispecchia la sceneggiatura del telefilm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io ho visto tutta la serie in Spagna qui mi sembra sia arrivata solo la prima. Non ho letto il libro e non so bene se la storia rispecchia la sceneggiatura del telefilm

Su sky è passata sia la prima che la seconda stagione... Da quello che so, mentre la prima è piuttosto fedele al romanzo, la seconda dovrebbe staccarsi di più...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, mi sono tuffata sulla spada della verità, quindi se volete sapere qualcosa chiedete a me. icon_cheesygrin.gif Sono circa e metà del secondo volume, il primo l'ho già finito. XD

Devo dire che faccio fatica a dire "consigliato" o "non consigliato", perché dipende davvero molto dai gusti personali. Cercando di analizzare le cose dal punto di vista più "oggettivo", Goodkind scrive decentemente, ma non benissimo. Non è Martin, ecco, questo posso dirlo con certezza. Tuttavia a me le tematiche, l'ambientazione e i personaggi piacciono, quindi per quel che mi riguarda è comunque una lettura piacevole. Come trama posso dire che mi ricorda Eragon, con la differenza che qui non ci sono scene inutili, viaggi senza senso e un "cattivo" che non si capisce perché sia cattivo. Il malvagio ha una sua caratterizzazione e ha dei motivi per agire in un certo modo. E' pure vegetariano. icon_lol.gif

Ah, e c'è un personaggio che sembra Gollum. Qualcuno potrebbe trovarlo quasi plagio, ma personalmente la cosa mi ha fatto parecchio sorridere. L'ho visto come un omaggio. icon_cheesygrin.gif

Per quanto riguarda i protagonisti, sono meno Mary Sue e Gary Stu di quello che pensavo. Certo, fisicamente sono dei fighi che piacciono a tutti, però caratterialmente hanno parecchi difetti. Il protagonista maschile spesso ha troppa fretta ed è impulsivo, e specialmente all'inizio del secondo volume fa delle scelte piuttosto stupide (in pratica lo devono costringere a fare una cosa che sarebbe ovvia). Anche la ragazza non è perfetta, anzi.

La cosa fatta peggio probabilmente sono le descrizioni: ce n'è la quantità giusta, e questo è positivo, però a mio avviso Goodkind arranca parecchio quando deve descrivere. Con il punto di vista invece se la cava quasi bene nel primo libro, molto bene nel secondo.

In conclusione posso dire questo: leggetelo se vi piace il fantasy epico con certi cliché, altrimenti lasciate perdere. Se vi piace la magia, i mondi medievaleggianti e le storie d'amore è la saga che fa per voi, altrimenti passate oltre. icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

devo scaricarlo acquistarlo mediante una transazione economica legalmente riconosciuta e accettata.

io invece sto leggendo la serie di Elric di Melniboné di Michael Moorcock (scoperto a causa di Weird Tales) e il primo romanzo è stato una delusione cocente. a parte il protagonista, Elric, che è un re-mago di lignaggio antico, albino, debole e le cui forze dipendono da droghe e pozioni che deve assumere con costanza, e la società di Melniboné, in cui i sacrifici umani vanno per la maggiore e più è elaborata la tortura che infliggi al tuo nemico, più vieni rispettato dai tuoi pari, il libro sembra scritto da Kikkettina Ribellyna96. Sul serio, ho anche pensato di essermi trovato tra le mani una traduzione amatoriale.

La cosa che mi ha deluso più di tutte è stata la storia in sè, comunque. Forse non lo sapete, ma Moorcock è un detrattore di Tolkien, e Elric è stato scritto con la precisa intenzione di ribaltare i cliché dell'high fantasy. Eppure mi ritrovo a leggere di deus ex machina divini che salvano la pelle a Elric quando la situazione di mette male, lotta del bene (anche se chimamare un melniboneano una forza del bene è un po' azzardato) contro male assoluto, e c'è anche il cugino kattivo che usurpa il trono. ah, e la spada maggica... :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La cosa che mi ha deluso più di tutte è stata la storia in sè, comunque. Forse non lo sapete, ma Moorcock è un detrattore di Tolkien, e Elric è stato scritto con la precisa intenzione di ribaltare i cliché dell'high fantasy. Eppure mi ritrovo a leggere di deus ex machina divini che salvano la pelle a Elric quando la situazione di mette male, lotta del bene (anche se chimamare un melniboneano una forza del bene è un po' azzardato) contro male assoluto, e c'è anche il cugino kattivo che usurpa il trono. ah, e la spada maggica... :facepalm:

Oddio, spacciare le cose di cui parli per un ribaltamento dei cliché del fantasy mi pare una barzelletta. icon_lol.gif

Ah, comunque giusto per dare un'informazione a tutti, il primo volume de "La spada della verità" è in offerta speciale a 4,90 in tutte le librerie fino al 31 luglio, e su Amazon costa 3,19:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fel mi sa che stimo leggendo la Spada della verità in contemporanea, io ho quasi finito il primo volume. Concordo con te sul giudizio, scritto non in maniera eccelsa ma leggibile, io ho trovato parecchie ingenuità nella trama ma i personaggi sono piacevoli. A me però le descrizioni non dispiacciono, anzi le ho lette con gusto.

Penso però che rinuncerò a comprare tutti gli altri tomi della saga e mi limiterò a guardare la serie televisiva (eresia!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fel mi sa che stimo leggendo la Spada della verità in contemporanea, io ho quasi finito il primo volume. Concordo con te sul giudizio, scritto non in maniera eccelsa ma leggibile, io ho trovato parecchie ingenuità nella trama ma i personaggi sono piacevoli. A me però le descrizioni non dispiacciono, anzi le ho lette con gusto.

Penso però che rinuncerò a comprare tutti gli altri tomi della saga e mi limiterò a guardare la serie televisiva (eresia!)

Che figata, mi piace parlare con chi sta leggendo il libro insieme a me. XD

Con ingenuità a cosa ti riferisci? Magari metti sotto spoiler. ^^

Comunque secondo me quando finirai il primo volume vorrai subito iniziare il secondo. Almeno, a me è successo così, volevo assolutamente sapere una certa cosa. icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da appassionato della serie televisiva mi fa piacere sapere che anche i libri, sebbene non perfetti, risultano comunque abbastanza riusciti.

Ah, e c'è un personaggio che sembra Gollum. Qualcuno potrebbe trovarlo quasi plagio, ma personalmente la cosa mi ha fatto parecchio sorridere. L'ho visto come un omaggio. icon_cheesygrin.gif

Chi? icon_eek.gif Metti spoiler per favore, sono curioso perchè proprio non mi ricordo.

@ Syg: Ocio perchè la serie televisiva è solo di due stagioni e si ferma quindi a metà del secondo volume o giù di lì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Da appassionato della serie televisiva mi fa piacere sapere che anche i libri, sebbene non perfetti, risultano comunque abbastanza riusciti.
Ah, e c'è un personaggio che sembra Gollum. Qualcuno potrebbe trovarlo quasi plagio, ma personalmente la cosa mi ha fatto parecchio sorridere. L'ho visto come un omaggio. icon_cheesygrin.gif

Chi? icon_eek.gif Metti spoiler per favore, sono curioso perchè proprio non mi ricordo.

Il vecchio cercatore che vive con la strega Shota. Può darsi che nel telefilm non ci sia, o che l'abbiano fatto talmente diverso che non sembra più Gollum. Eppure la somiglianza nel romanzo è evidente.

Ah, è impossibile che la serie televisiva si interrompa a metà del secondo romanzo, perché sarebbe totalmente aperta. O_o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, quel tizio proprio non c'è icon_eek.gif

La serie termina con

la chiusura dello squarcio nel velo e la sotterrazione del guardiano. Avevo letto che era più o meno a metà volume.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
No, quel tizio proprio non c'è icon_eek.gif

Tra un paio di giorni, quando torno a casa mia, vi incollo un estratto. icon_cheesygrin.gif

Comunque io a quella parte non ci sono arrivata, secondo me è alla fine, oppure è inventata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fel il finale del primo volume me lo sono già spoilerato da sola, ho leggiucchiato a random qualche pagina in fondo al tomo... (doppio orrore! icon_lol.gif )

Cerco di spiegarmi meglio su quello che intendevo dire con 'problemi della trama': in linea generale non sopporto le parti 'spiegate' in un romanzo, e Goodkind qui mostra maggiormente le sue debolezze. Trovo più interessanti le trame portate avanti da buone scene d'azione o da dialoghi efficaci, per questo motivo secondo me La spada della verità è troppo artificioso.

Ti faccio qualche esempio:

Nella scena in cui Richard vede per la prima volta Kahlan inseguita dai membri del quadrato, l'autore presenta troppe riflessioni del protagonista su come anticiparla, o sul giusto punto in cui incontrarla nel sentiero. Se io fossi stata in Richard, mi sarei gettata di corsa giù per il sentiero pur di salvare la bella, senza perdermi in troppi ragionamenti.

Tutta la parte (ripetuta fino alla noia) nel tono io sono tuo amico/tu sei mia amica/non ho mai avuto amici mi pare fanciullesca, se avessi scritto io il romanzo l'avrei disintegrata.

Quando Richard porta con sé Kahlan a casa sua, con il solo intento apparente di riprendersi lo zaino (non bastava andare da un amico e procurarsi l'equipaggiamento giusto?) e il dente-pendente, secondo me Goodkind si affanna troppo a creare suspense per una scena che si conclude in un nulla di fatto (Richard si acquatta dietro la finestra e poi sgattaiola via, senza che succeda nulla, nessun attacco da parte dei cattivi.) Secondo me c'è uno sbaglio nel tempo narrativo, mi sono sentita delusa da questa scena. Visto che, dopo poche pagine appena, i due finiscono nelle grinfie del garg, io avrei anticipato un colpo di scena del genere.

E poi, mi ha fatto proprio ridere l'idea che Richard, che tanto si sentiva legato al padre, nel momento di sconforto si sia dimenticato a casa proprio l'unico oggetto che più poteva ricordarglielo, per poi tornare a casa, recuperarlo a rischio della vita e, guarda caso, scoprire che è un oggetto fondamentale per attraversare indenne il muro.

Toglierei poi buona parte delle riflessioni tra sé e sé del protagonista (come mi accanisco a toglierle dal mio romanzo,) mi sembrano inutili e rallentano il ritmo della narrazione.

Infine, come ho già detto, detesto le scene spiegate, per cui il lungo sproloquio sulle abitudini di caccia di tutti i garg di ogni genere e grado, la complicata enunciazione degli effetti della super-spada sul portatore e sull'incauto buono o cattivo su cui si abbatte la sua ira, e ancora la dettagliata descrizione della metodologia di attraversamento del muro, mi ricordano più un 'Manuale del provetto Cercatore' che una trama fluida in cui una scena scivola nell'altra senza che il lettore intuisca i farraginosi meccanismi della narrazione. Mentre leggo, mi pare di vedere in controluce i ragionamenti dell'autore, e non scene vivide e personaggi reali.

Queste, comunque, sono mie impressioni personali, non voglio scoraggiare altri utenti dal leggere il romanzo. Anche perché la storia di fondo mi piace e mi sono appassionata ai personaggi.

Mi rendo conto di essere stata parecchio prolissa e, probabilmente, di essere andata OT. Se vuoi che approfondiamo l'argomento, potremmo farci una bella chiacchierata in MP, o aprire un topic a due mani su questo romanzo icon_cheesygrin.gif

@ salazer: che delusione, e io che cercavo una scorciatoia per scoprire la trama di dieci volumi in una manciata di puntate! Ah, per quanto riguarda me, non ti preoccupare dello spoiler. Sono scimmiescamente curiosa e cerco sempre ogni modo per scoprire in anticipo trame dei romanzi o finali dei film.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fel il finale del primo volume me lo sono già spoilerato da sola, ho leggiucchiato a random qualche pagina in fondo al tomo... (doppio orrore! icon_lol.gif )

Cerco di spiegarmi meglio su quello che intendevo dire con 'problemi della trama': in linea generale non sopporto le parti 'spiegate' in un romanzo, e Goodkind qui mostra maggiormente le sue debolezze. Trovo più interessanti le trame portate avanti da buone scene d'azione o da dialoghi efficaci, per questo motivo secondo me La spada della verità è troppo artificioso.

Ti faccio qualche esempio:

Nella scena in cui Richard vede per la prima volta Kahlan inseguita dai membri del quadrato, l'autore presenta troppe riflessioni del protagonista su come anticiparla, o sul giusto punto in cui incontrarla nel sentiero. Se io fossi stata in Richard, mi sarei gettata di corsa giù per il sentiero pur di salvare la bella, senza perdermi in troppi ragionamenti.

Tutta la parte (ripetuta fino alla noia) nel tono io sono tuo amico/tu sei mia amica/non ho mai avuto amici mi pare fanciullesca, se avessi scritto io il romanzo l'avrei disintegrata.

Quando Richard porta con sé Kahlan a casa sua, con il solo intento apparente di riprendersi lo zaino (non bastava andare da un amico e procurarsi l'equipaggiamento giusto?) e il dente-pendente, secondo me Goodkind si affanna troppo a creare suspense per una scena che si conclude in un nulla di fatto (Richard si acquatta dietro la finestra e poi sgattaiola via, senza che succeda nulla, nessun attacco da parte dei cattivi.) Secondo me c'è uno sbaglio nel tempo narrativo, mi sono sentita delusa da questa scena. Visto che, dopo poche pagine appena, i due finiscono nelle grinfie del garg, io avrei anticipato un colpo di scena del genere.

E poi, mi ha fatto proprio ridere l'idea che Richard, che tanto si sentiva legato al padre, nel momento di sconforto si sia dimenticato a casa proprio l'unico oggetto che più poteva ricordarglielo, per poi tornare a casa, recuperarlo a rischio della vita e, guarda caso, scoprire che è un oggetto fondamentale per attraversare indenne il muro.

Toglierei poi buona parte delle riflessioni tra sé e sé del protagonista (come mi accanisco a toglierle dal mio romanzo,) mi sembrano inutili e rallentano il ritmo della narrazione.

Infine, come ho già detto, detesto le scene spiegate, per cui il lungo sproloquio sulle abitudini di caccia di tutti i garg di ogni genere e grado, la complicata enunciazione degli effetti della super-spada sul portatore e sull'incauto buono o cattivo su cui si abbatte la sua ira, e ancora la dettagliata descrizione della metodologia di attraversamento del muro, mi ricordano più un 'Manuale del provetto Cercatore' che una trama fluida in cui una scena scivola nell'altra senza che il lettore intuisca i farraginosi meccanismi della narrazione. Mentre leggo, mi pare di vedere in controluce i ragionamenti dell'autore, e non scene vivide e personaggi reali.

Queste, comunque, sono mie impressioni personali, non voglio scoraggiare altri utenti dal leggere il romanzo. Anche perché la storia di fondo mi piace e mi sono appassionata ai personaggi.

Mi rendo conto di essere stata parecchio prolissa e, probabilmente, di essere andata OT. Se vuoi che approfondiamo l'argomento, potremmo farci una bella chiacchierata in MP, o aprire un topic a due mani su questo romanzo icon_cheesygrin.gif

@ salazer: che delusione, e io che cercavo una scorciatoia per scoprire la trama di dieci volumi in una manciata di puntate! Ah, per quanto riguarda me, non ti preoccupare dello spoiler. Sono scimmiescamente curiosa e cerco sempre ogni modo per scoprire in anticipo trame dei romanzi o finali dei film.

Non so se aprire un topic a parte. Sono indecisa. XD

Capisco ciò che intendi dire, però devo ammettere che da parte mia non mi hanno dato fastidio quelle cose. Secondo me sarebbe stato poco credibile che Richard si buttasse subito a salvare una donna che non conosceva; le riflessioni che fa mi sembrano dare più realismo. Anche le spiegazioni sulla spada e su come attraversare il passaggio a me non hanno annoiato, se sono fatte attraverso i dialoghi le preferisco piuttosto che uno "spiegone" del narratore.

La parte dell'essere amici/non aver mai avuto amici a me è piaciuta. Forse sono infantile io. XD Mi è sembrato molto più infantile il discorso che fa il fratello di Richard alla festa, per dire, così come il modo con cui Zedd riesce a tenere ferma una massa di uomini infuriati del paese. Boh, quelle scene mi hanno lasciato parecchio perplessa, non mi sembrano verosimili, però per fortuna dopo il tutto migliora.

Salazer, tranquillo, essendo una cosa della serie televisiva non è un vero spoiler, spero. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bizzarro come leggendo lo stesso libro si possano avere impressioni differenti e rimanere più colpiti da certe scene piuttosto che altre, suppongo dipenda come sempre dai gusti personali.

Hai ragione, anch'io non ho gradito la scena del fratello di Richard, il richiamo davanti a tutti della storia della madre e bla bla.

E la scena di Zedd che parla alla folla inferocita era proprio tragica :facepalm: , l'avevo opportunamente cancellata dalla mia mente. Chissà poi perché all'inizio lo chiamano 'strega'? Goodkind forniva una pseudo-spiegazione ma l'ho già dimenticata.

Comunque Richard è un gran bel personaggio, credo che appena finito il volume correrò in libreria per prendere gli altri, finché c'è la promozione in corso

Bello l'esperimento della lettura in contemoranea, proviamolo ancora!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bizzarro come leggendo lo stesso libro si possano avere impressioni differenti e rimanere più colpiti da certe scene piuttosto che altre, suppongo dipenda come sempre dai gusti personali.

Hai ragione, anch'io non ho gradito la scena del fratello di Richard, il richiamo davanti a tutti della storia della madre e bla bla.

E la scena di Zedd che parla alla folla inferocita era proprio tragica :facepalm: , l'avevo opportunamente cancellata dalla mia mente. Chissà poi perché all'inizio lo chiamano 'strega'? Goodkind forniva una pseudo-spiegazione ma l'ho già dimenticata.

Comunque Richard è un gran bel personaggio, credo che appena finito il volume correrò in libreria per prendere gli altri, finché c'è la promozione in corso

Bello l'esperimento della lettura in contemoranea, proviamolo ancora!

Vero, leggere in contemporanea è una figata. icon_cheesygrin.gif

Anche io vorrei procurarmi tutti i volumi finché dura la promozione. XD

Beh, in tutti i libri ci sono sicuramente cose che piacciono o meno a seconda dei gusti, altrimenti i libri si valuterebbero come i teoremi matematici. XD

Però c'è da dire che ci sono sempre cose a cui uno magari non è abituato a pensare e che invece una volta che impara nota di più. Io per esempio ho imparato a dare molta importanza al punto di vista, mentre una volta non lo conoscevo. Ecco, Goodkind sul punto di vista si fa abbastanza valere. Nel primo libro ha fatto degli errori, ma nel secondo non ne ho ancora visti.

Richard è fatto abbastanza bene, è vero, e secondo me nel secondo volume "migliora". Lo dico tra virgolette perché in realtà sarebbe un peggioramento, nel senso che fa più sciocchezze, però secondo me proprio per questo è molto più umano e molto meno eroe. A me piace anche Kahlan, comunque, il suo stato d'animo è interessante.

In generale ho apprezzato che i personaggi abbiano dei modi di fare o di dire ricorrenti: Richard si passa le mani tra i capelli, Kahlan si mette una ciocca dietro l'orecchio, Darken Rahl si lecca le dita, Zedd dice sempre "balle!". Sono particolari che rendono la lettura più piacevole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace perseverare nell'OT, prima o poi mi ritroverò un ban appeso al collo, ma non riesco a trattenermi:

Hai proprio ragione! Anch'io ho notato i gesti caratteristici dei personaggi, ed è un dettaglio che ho apprezzato, dona profondità.

Scritto questo, mi taccio. Mi pare che l'argomento Spada della verità l'abbiamo sviscerato sotto ogni possibile punto di vista. Quale sarà il prossimo libro che prenderemo in esame? icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Salazer, tranquillo, essendo una cosa della serie televisiva non è un vero spoiler, spero. XD

Eh no, so che c'è anche nel libro :facepalm: Mi spiace :facepalm:

Io ho finito Il Trono di Spade. E' più bello del bello *___* pensavo che avrei interrotto la lettura fra un testo e l'altro con un libro differente, e invece non vedo l'ora di cominciare Il Grande Inverno! L'ho trovato davvero ben scritto e, inutile dirlo, i personaggi e le vicende acchiappano davvero. Ho apprezzato i "salti temporali" di qualche giorno fra un avvenimento e l'altro: invece che sbrodolarsi di storie inutili, Martin ci delizia con tutto ciò che bisogna davvero sapere, senza per questo perdere pezzi per strada.

Jory Cassel è morto icon_sad.gif Mi stava simpatico, anche se era un personaggio secondario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi dispiace perseverare nell'OT, prima o poi mi ritroverò un ban appeso al collo, ma non riesco a trattenermi:
Hai proprio ragione! Anch'io ho notato i gesti caratteristici dei personaggi, ed è un dettaglio che ho apprezzato, dona profondità.

Scritto questo, mi taccio. Mi pare che l'argomento Spada della verità l'abbiamo sviscerato sotto ogni possibile punto di vista. Quale sarà il prossimo libro che prenderemo in esame? icon_cheesygrin.gif

Mi ero fatta un elenco mentale di alcuni libri che dovevo leggere, ma me lo sono già scordato. U_U

Comunque devo leggere sicuramente "L'ultimo elfo" di Silvana De Mari (e "La storia infinita", ma questo penso di essere l'unica persona al mondo a non averlo letto XD).

Accetto proposte, comunque. icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io ho finito Il Trono di Spade. E' più bello del bello *___* pensavo che avrei interrotto la lettura fra un testo e l'altro con un libro differente, e invece non vedo l'ora di cominciare Il Grande Inverno!

Questo perché in realtà è lo stesso libro. icon_cheesygrin.gif

Infatti l'ho già detto mille volte, ma non ho apprezzato la divisione italiana in due pezzi. Dividere un libro a metà per me non ha senso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salazer, finalmente sei entrato nel clan dei seguaci di Martin, era un'onta nel tuo curriculum che tu non l'avessi mai letto.

Feleset, leggi subito La storia infinita, questo è un ordine coolgun.gif Quasi quasi aggiungo Atreiu nel topic sui personaggi che mi hanno fatto perdere la testa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono in preda all'entusiasmo per questa saga, ora come ora altri otto libri mi sembrano pochi (ma non fateci caso, sono in pieno delirio).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è l'effetto che martin fa a tutti noi... credo che sia uno stregone, che ordisce sortilegi per ipnotizzare i suoi lettori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questo è l'effetto che martin fa a tutti noi... credo che sia uno stregone, che ordisce sortilegi per ipnotizzare i suoi lettori.

Non invidio chi li ha già letti tutti icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Nemmeno io mi invidio, li ho l etti tutti in un mese (dopo sono riuscita a leggere al massimo le istruzioni di montaggio delle sorpresine kinder, per sei mesi o giù di lì °_°) e poi per quattro anni ho dovuto aspettare che il DANNATO MARTIN desse una data di uscita per il prossimo libro.

Tra un mese! *_*

Salazer, un consiglio: Il grande inverno leggilo con un defibrillatore accanto °_°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi io sono l'unica finora che ha interrotto la lettura? XD Uff, devo imparare a farmi piacere le storie tragiche. U_U

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×