bukowsky77

INDAGINE DI POLIZIA

9 risposte in questa discussione

Ciao, mi servirebbe qualche infos inerente a un'indagine di polizia cop.gif .

- Il pm deve sempre e comunque intervenire sul luogo di un delitto (in questo caso il ritrovamento per strada del cadavere di un trans decapitato) oppure, in casi di scarsa importanza, la polizia (nel mio caso il commissario protagonista) procede in autonomia (sempre e comunque con l'obbligo di informarlo e di ricevere in seguito un indirizzo più o meno marcato su come procedere con l'indagine?)

- Gli interrogatori di persone informate sui fatti (es. un ipotetico testimone sospettato di reticenza portato in commissariato) devono sempre svolgersi alla presenza di un pm e del suo avvocato, oppure un commissario e un ispettore potrebbero sentirlo da soli?

- Nel momento in cui si scopre che una serie di delitti sono tra loro collegati perchè opera di un seriale, dove si svolgerebbe (in una grande città) un vertice per fare il punto e delegare un qualcuno a tenere il filo di tutta l'indagine? In procura? in questura? quel'è l'autorità che dovrebbe convocare tale vertice? (immagino il procuratore capo, ma cerco conferme)

grazie mille thanks.gif

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ne so molto, però posso segnalarti una cosa che potrebbe essere importante: le cose sono completamente cambiate, una quindicina o una ventina di anni fa. Prima era la polizia a condurre le indagini, e poi a presentare le sue conclusioni alla magistratura, poi si decise che fossero le procure a dirigere le indagini, utilizzando la polizia. I dettagli però non te li so dare.

Quindi tieni conto del periodo in cui ambienti la tua storia, se vuoi apparire credibile.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì sì questo la sapevo; l'indagine però è contemporanea, da qui il ruolo fondamentale del procuratore (PM). grazie comunque :-)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao, mi servirebbe qualche infos inerente a un'indagine di polizia cop.gif .

- Il pm deve sempre e comunque intervenire sul luogo di un delitto (in questo caso il ritrovamento per strada del cadavere di un trans decapitato) oppure, in casi di scarsa importanza, la polizia (nel mio caso il commissario protagonista) procede in autonomia (sempre e comunque con l'obbligo di informarlo e di ricevere in seguito un indirizzo più o meno marcato su come procedere con l'indagine?)

- Gli interrogatori di persone informate sui fatti (es. un ipotetico testimone sospettato di reticenza portato in commissariato) devono sempre svolgersi alla presenza di un pm e del suo avvocato, oppure un commissario e un ispettore potrebbero sentirlo da soli?

- Nel momento in cui si scopre che una serie di delitti sono tra loro collegati perchè opera di un seriale, dove si svolgerebbe (in una grande città) un vertice per fare il punto e delegare un qualcuno a tenere il filo di tutta l'indagine? In procura? in questura? quel'è l'autorità che dovrebbe convocare tale vertice? (immagino il procuratore capo, ma cerco conferme)

grazie mille thanks.gif

1 Sul luogo del delitto non interviene il PM, che è una figura specifica, ma il magistrato di turno, ed interviene sempre. Senza il suo ok, la salma non puo essere portata via da quello che so.

2 Una persona informata dei fatti non vuol dire che sia un sospettato, ma un testimone che ha l'obbligo di non mentire. Non è obbligatorio avere un avvocato anche perchè non si tratta di un sospettato ma, di un testimone appunto. Puo essere interrogato anche da un ispettore o commissario, un tenente dei carabinieri, un maresciallo.

3 Un vertice su un serial killer puo essere fatto in questura (se indaga la polizia), di solito i vertici in procura si tengo no per cose come mafia, non mi risulta di vertici in procura per un serial killer, ma potrei sbagliare

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie a tutti. Piccolo dubbio: ma pm (procuratore) e magistrato di turno non sono la stessa cosa?

Il PM è detto in parole spicciole, colui che fa di tutto per far accusare l'imputato, poi c'è l'avvocato della difesa che controbatte, ed il giudice che ascolta entrambe le parti. Il procuratore della repubblica è un'altra figura. Ti faccio un esempio lampante di PN, hai presente tangentopoli? Ecco Di Pietro era il PM

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao ragazzi. Riesumo questo topic per un dubbio atroce che mi è venuto in fase di revisione.

Nel romanzo che sto scrivendo, dopo il ritrovamento di un cadavere e il successivo esame del corpo della vittima eseguito in obitorio (ancor prima dell'autopsia), si sospetta che possa trattarsi dell'opera di un seriale e che quella sia solo la prima vittima.

In questi casi al commissario che ha in mano l'indagine (perché è quello che è intervenuto sulla prima scena del crimine) viene affiancata una equipe o anche una sola persona dell'U.A.C.V.? E se si, con quali modalità e competenze?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora