Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Claudio Piras Moreno

Libri Pessimi

Post raccomandati

fight club è bello, ma consiglio Cavie, sempre di palahaniuk. un qualcosa di sconvolgente che lascia il lettore sconvolto.

ma siccome qui si parla di libri orrendi, beh, ne ho proprio uno (la colpa è tutta mia, sono un idiota, ma la copertina e il gioco mi avevano rapito). ASSASSIN'S CREED. una schifezza allucinante. narrato come fosse un elenco di fatti, senza un minimo di phatos o altro.

IL VANGELO SECONDO SATANA, un giallo-religioso, una sorta di codice davinci, parte benissimo, intrigante, bello, e finisce con fbi, mafia e mille altre cose assurde che non vi dico...da evitare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, ora che mi sovviene, per riallacciarmi al post di gregorio, un altro libro che parte bene e poi finisce a schifio è Occidente di Mario Farneti. Inizia come un thriller distopico in cui l'Italia è ancora retta dal fascismo e finisce in una colossale boiata esoterica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

IL VANGELO SECONDO SATANA, un giallo-religioso, una sorta di codice davinci, parte benissimo, intrigante, bello, e finisce con fbi, mafia e mille altre cose assurde che non vi dico...da evitare...

L'avevo visto alla Fnac e mi era subito sembrato una trashata pazzesca, non mi sbagliavo a quanto pare icon_lol.gif

Ciò fa di Palahaniuk un genio della letteratura? Mah.

No, ma infatti io non lo definisco tale. Però i due libri suoi che ho letto (Soffocare e Survivor) mi son piaciuti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ah, ora che mi sovviene, per riallacciarmi al post di gregorio, un altro libro che parte bene e poi finisce a schifio è Occidente di Mario Farneti. Inizia come un thriller distopico in cui l'Italia è ancora retta dal fascismo e finisce in una colossale boiata esoterica.

oddio lo voglio leggere nurse.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ah, ora che mi sovviene, per riallacciarmi al post di gregorio, un altro libro che parte bene e poi finisce a schifio è Occidente di Mario Farneti. Inizia come un thriller distopico in cui l'Italia è ancora retta dal fascismo e finisce in una colossale boiata esoterica.

oddio lo voglio leggere nurse.gif

risparmiatelo. non è nemmeno una critica ideologica come le molte (e stupide) che sono state mosse al libro e al suo autore. è che è proprio brutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciò fa di Palahaniuk un genio della letteratura? Mah.

No, ma infatti io non lo definisco tale. Però i due libri suoi che ho letto (Soffocare e Survivor) mi son piaciuti!

Mah per me Palahniuk è il più grande genio della letteratura moderna, anche nel peggiore dei suoi libri c'è quel tocco di assurda genialità che lo contraddistingue. Poi potete anche prendermi per matto, non c'è problema bash.gif

Ritornando al tema principale, il libro peggiore che abbia mai letto, o meglio, che non ho digerito, è stato Destroy di Isabella Santacroce. Ho letto appena 30 pagine, poi mi sono fermato. La Santacroce è considerata come un presunto genio, ma tenendo conto di quelle poche cose che ho letto, mi sento di sovvertire quest'affermazione fatta da non so chi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

palahniuk ha quel qualcosa di nonsochè in ogni libro. magari alcuni sono veramente fantastici, altri un po meno, ma divertenti senza dubbio...

***ewan...in effetti, il libro del fascismo lo hai descritto così orrendo da aver incuriosito anche me...

***deadcities...io spesso mi faccio fregare dai titoli...e poi non so nemmeno leggere!!! ho preso un romanzo, 'la cattedrale del mare' convinto di aver letto 'la cattedrale del male' ahhahahahahah dopo un po mi sono detto 'ma quando esce satanasso???' poi ho letto meglio il titolo...fortuna che si tratta di un bel romanzo. devo finirlo, ma bello...per ora...aspetto il finale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ah, ora che mi sovviene, per riallacciarmi al post di gregorio, un altro libro che parte bene e poi finisce a schifio è Occidente di Mario Farneti. Inizia come un thriller distopico in cui l'Italia è ancora retta dal fascismo e finisce in una colossale boiata esoterica.

oddio lo voglio leggere nurse.gif

risparmiatelo. non è nemmeno una critica ideologica come le molte (e stupide) che sono state mosse al libro e al suo autore. è che è proprio brutto.

ma sembra un bellissimo trashone bash.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il problema è che non è trash, anzi, l'ucronia è anche ben fatta... ma poi degenera in una roba che non sta nè in cielo, nè in terra, nè a busto arsizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oro, incenso e polvere di Varesi. Senza dubbio il peggior libro che abbia mai toccato.

Suspence 0%, discorsi filosofici e fuori dalla realtà, personaggi piatti e tutti con nomi simili che si confondono, una storia che sta in piedi grazie all'aiuto di nonsoquale Dio. Nulla, e ripeto, nulla di positivo. Uno scempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, mi avete fatto ricordare ciò che doveva essere dimenticato, ovvero "Pigmeo" di Palahniuk"! Premesso che tutto gli altri suoi libri che ho letto mi sono piaciuti, quello l'ho trovato veramente orrido. No, non parlo del modo in cui è scritto, ma proprio della trama, che butta tanta carne sul fuoco senza approfondire niente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

provate a leggere Abel di Claudia Salvatori e ditemi se riuscite ad arrivare oltre pagina 130. per me è stato impossibile. questo aborto si guadagna con merito il titolo di Peggior Romanzo Italiano Pubblicato Free

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diavoli del Paradiso (da Starcraft), William Dietz

Quando torno a casa vi posto le mie perplessità a riguardo e magari qualche altro titolo "brutto".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giro di vite

la sinfonia del tempo breve

la luna è tramontata

frankenstein (non è pessimo, ma è pieno di termini astratti e ci sono pochissimi descrizioni)

l'ombra nel vento

e altri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giro di vite

la sinfonia del tempo breve

la luna è tramontata

frankenstein (non è pessimo, ma è pieno di termini astratti e ci sono pochissimi descrizioni)

l'ombra nel vento

e altri...

Frankenstein è un CAPOLAVORO. E il libro di Zafon è l'ombra DEL vento, se è quello che intendevi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mito di Frankenstein il mostro, il personaggio è da capolavoro, ma per esempio, nel libro, non c'è una sua descrizione, e doveva esserci, perché capisco non rivelare come il dottore sia riuscito a dargli vita, ma dire com'è senza dire mostruoso e terribile, lo avrei apprezzato. E mi aspettavo molto più, e poi, dai, il mostro va in giro per il mondo senza che nessuno lo veda? sbuca dappertutto

a me non è piaciuto molto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il mito di Frankenstein il mostro, il personaggio è da capolavoro, ma per esempio, nel libro, non c'è una sua descrizione, e doveva esserci, perché capisco non rivelare come il dottore sia riuscito a dargli vita, ma dire com'è senza dire mostruoso e terribile, lo avrei apprezzato. E mi aspettavo molto più, e poi, dai, il mostro va in giro per il mondo senza che nessuno lo veda? sbuca dappertutto

a me non è piaciuto molto.

Ehm... il vero Frankenstein E' quello del libro di Mary Shelley. Il mostro, personaggio come lo chiami tu, è stato creato dal cinema sulla base del libro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giro di vite pessimo o_0?

E' un capolavoro.

Pui può non piacere, de gustibus.

Per tornare IT, un libro pessimo... mi viene in mente L'eleganza del riccio, uno dei pochi casi di libro che non sono riuscita a finire per quanto m'irritava.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il mito di Frankenstein il mostro, il personaggio è da capolavoro, ma per esempio, nel libro, non c'è una sua descrizione, e doveva esserci, perché capisco non rivelare come il dottore sia riuscito a dargli vita, ma dire com'è senza dire mostruoso e terribile, lo avrei apprezzato. E mi aspettavo molto più, e poi, dai, il mostro va in giro per il mondo senza che nessuno lo veda? sbuca dappertutto

a me non è piaciuto molto.

Ehm... il vero Frankenstein E' quello del libro di Mary Shelley. Il mostro, personaggio come lo chiami tu, è stato creato dal cinema sulla base del libro.

il frankenstein di DeNiro non è malaccio, anzi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come dicevo:

Diavoli del Paradiso (da Starcraft), William Dietz

L'ho comprato perché speravo in qualcosa di meglio, essendomi SEMPRE piaciuto il gioco e sperando d'immedesimarmi in quel mondo e in quella trama...

Peccato che, anzitutto (per chi conosce Starcraft), non si accenni minimamente agli Zerg poiché la storia è ambientata prima.

Secondo poi sembra una storia-mix di stereotipi... Jim Raynor (che ho amato nel gioco) mi sembra il solito ragazzo un po' ribelle ma onesto ma figo; il cecchino (di cui non ricordo il nome) sembra buttato lì a caso, personaggio che non mi ha per nulla colpito; poi il solito rivale-bullo che dopo la lite diventa amicone salvapalle del protagonista e deve sempre parlare con tono arrogante e buttare battutine-cliché a random.

Insomma, ne ho letto quasi metà ma non ce l'ho più fatta e son passato ad altro.

Io detesto lasciare i libri in sospeso... Anche se son brutti. Per fortuna mi capita raramente di comprare libri che non mi soddisfano. Prima o poi lo riaprirò e vedrò di andare avanti, però c'è qualcosa che m'infastidisce, forse il modo di scrivere... Forse il comportamento dei personaggi... O addirittura le frasi all'inizio dei capitoli... Non so.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Darei la mia personale palma d'oro per l'aborto letterario a La corsa, un microromanzo che credo (mi auguro, spero, per il bene della salute pubblica) abbia una distribuzione limitata soltanto alle classi del vecchio liceo dell'autore, dove questo tizio andava in giro a rifilare copie agli studenti incauti. Punteggiatura...tutta così...coi tre puntini...più gratuiti di sempre... un non meglio precisato "co-autore 60enne" che spunta a caso commentando la love story dei protagonisti, e riflessioni sull'ammmore ggggiovanile che Moccia al confronto sembra Platone. Urgh.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quella dei puntini è una minaccia seria.

pochi giorni fa ho visto mio figlio che leggeva qualcosa del Mondo Emerso (non so quale fosse, io non li ho mai letti), in cui i dialoghi erano ZUPPI di puntini di sospensione. Se ne lamentava perfino lui!

Ricordo anche che Eco aveva scritto una Bustina simpaticissima che terminava con:

"L'Italia è una Repubblica basata sui puntini di sospensione", che nel contesto della Bustina era più divertente :(

--

Alain...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema è che di Celine ce n'è stato uno solo.

Fare di più (con i puntini di sospensione) sembra impossibile. Fare di meno banale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quella dei puntini è una minaccia seria.

Lo è. Quanto a fastidiosità, battono anche i punti esclamativi e interrogativi ripetuti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quanto a fastidiosità, battono anche i punti esclamativi e interrogativi ripetuti.

E non ne sono certa, sai? È una bella lotta, specie con i punti esclamativi, che io aborro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo, sono orrendi anche loro, ma i punti esclamativi a raffica hanno almeno un minimo di perché, si capisce che stanno lì per dare maggiore enfasi (pur essendo un modo goffo, brutto e ridondante per ottenere questo effetto). I punti di sospensione al posto della virgola, invece, che mi rappresentano? Boh!

Fermo restando che, in questa lotta, i veri sconfitti sono i lettori a cui sanguinano gli occhi vedendo simili obbrobbri ._.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Certo, sono orrendi anche loro, ma i punti esclamativi a raffica hanno almeno un minimo di perché, si capisce che stanno lì per dare maggiore enfasi (pur essendo un modo goffo, brutto e ridondante per ottenere questo effetto). I punti di sospensione al posto della virgola, invece, che mi rappresentano? Boh!

Fermo restando che, in questa lotta, i veri sconfitti sono i lettori a cui sanguinano gli occhi vedendo simili obbrobbri ._.

secondo me punti esclamativi e interrogativi ripetuti sono sbagliati a prescindere, oltre che fastidiosi e bimbominkiosi.

i tre puntini di sospensione, invece, a volte ci vogliono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pochi giorni fa ho visto mio figlio che leggeva qualcosa del Mondo Emerso (non so quale fosse, io non li ho mai letti), in cui i dialoghi erano ZUPPI di puntini di sospensione. Se ne lamentava perfino lui!

eh, ma col mondo emerso è come sparare sulla croce rossa, i difetti di questo mondo ce li ha tutti icon_cheesygrin.gif

a me regalarono il primo e per ora ha il trofeo di libro peggio scritto che io abbia mai letto (parlando di editori free, s'intende), e dovunque giri tutti dicono che di quelle saghe il migliore è appunto quello che ho letto io.

Se è davvero così non oso immaginare gli altri quali orrori contengano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I libri del Mondo Emerso li ho letti ma non mi hanno entusiasmato. Questione di gusti; mi è sembrata una storia banale piena di cliché. Per il mio vizio di voler finire a tutti i costi i libri che leggo (ormai avevo la trilogia) me li son letti... Anzi avevo letto prima le Guerre, con protagonista Dubhe, e il finale mi ha deluso più del resto.

"Che fine ha fatto mr. Y" l'ho letto; effettivamente alcuni punti sono originali, carini. Altri no.

Poi sarà ovviamente questione di sensibilità soggettiva, ma io ad esempio non sopporto le volgarità sessuali gratuite. E' più forte di me, m'infastidiscono i dettagli puramente espliciti e magari anormali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×