Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

BiscottoCapo

L'incipit che non arriva

Post raccomandati

Immaginate, se non vi è mai capitato, di avere un'idea a parere vostro geniale, un'idea che, per quanto voi sappiate, a nessuno è venuta in mente. Vorreste subito trasportarla su carta, ma c'è un grande, grandissimo problema. Come cominciare?

Inoltre, per quanto mi riguarda, ho anche un altro problema: come sviluppare la storia senza rivelare subito la fine? Mi spiego. Ultimamente mi stanno piacendo molto i thriller psicologici, ho due idee. La prima idea l'ho messa su carta e ci devo lavorare ancora. Nel frattempo mi è venuta un'altra idea (quella che, secondo me, è abbastanza geniale), vorrei trasportarla su carta ma l'incipit non arriva, così come è arrivato per l'altro libro. (naturalmente vorrei scriverla solo per ricordarmene, dato che sto comunque lavorando all'altro romanzo). 
Allora oggi mi è venuta in mente questa domanda: come cominciare un libro? Vi è mai capitato di avere in mente la trama (più o meno), ma di non riuscire a scriverla? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@BiscottoCapo ciao!

 

2 ore fa, BiscottoCapo ha detto:

Immaginate, se non vi è mai capitato, di avere un'idea a parere vostro geniale, un'idea che, per quanto voi sappiate, a nessuno è venuta in mente. Vorreste subito trasportarla su carta, ma c'è un grande, grandissimo problema. Come cominciare?

Bella domanda! :umh: 

 

2 ore fa, BiscottoCapo ha detto:

Inoltre, per quanto mi riguarda, ho anche un altro problema: come sviluppare la storia senza rivelare subito la fine?

Qui sta a te, scusa la franchezza. Un amico mi ha detto: Ricordati che il Romanzo deve essere solo la punta dell'iceberg. Sta a te scrittore non rivelare troppo, ma il giusto che porti a intuizione il lettore.

 

2 ore fa, BiscottoCapo ha detto:

 La prima idea l'ho messa su carta e ci devo lavorare ancora. Nel frattempo mi è venuta un'altra idea (quella che, secondo me, è abbastanza geniale), vorrei trasportarla su carta ma l'incipit non arriva, così come è arrivato per l'altro libro. (naturalmente vorrei scriverla solo per ricordarmene, dato che sto comunque lavorando all'altro romanzo). 

E allora perché non la scrivi? :grat: 

 

2 ore fa, BiscottoCapo ha detto:

Allora oggi mi è venuta in mente questa domanda: come cominciare un libro?

Secondo me non dovresti crucciarti sul come iniziare, ma cominciare a buttare giù la tua idea, sicuramente in seguito ti verrà in mente il modo più consono per farlo.

Tu scrivi, tanto poi nelle varie lavorazioni sul testo avrai tutto il tempo per cambiare, tagliare e capovolgere le parti, inserendole prima o dopo.

 

2 ore fa, BiscottoCapo ha detto:

Vi è mai capitato di avere in mente la trama (più o meno), ma di non riuscire a scriverla? 

Sinceramente no, io scrivo tutto ciò che ho in mente, poi in seguito ci lavoro costruendo la scaletta, schemi e facendo ricerche, per poi iniziare a scrivere.

Ma anche su quello non mi cruccio più di tanto, perché so che nella lavorazione vi è sempre una sorta di crescita e di conseguenza modifica, che sia il pensiero o di scrittura in sè del testo.

 

Prendila con più leggerezza, vedrai che il blocco si sblocca! :asd: 

 

Spero che il mio piccolo parere ti sia stato utile, a presto! :ciaociao: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, BiscottoCapo ha detto:

Vi è mai capitato di avere in mente la trama (più o meno), ma di non riuscire a scriverla? 

entro nel tuo club. A me è successo (forse mi succede fin troppo spesso) di avere in mente il resto, magari la metà, la parte dove c'è azione, ma non sapere come iniziare...

La cosa che avevo fatto era scrivere una trama o una bozza, fatta tipo a scaletta cronologica, di ciò che avevo in mente; soprattutto perché sono abbastanza smemorata... Quindi, se riesci, segnati l'idea. Prova a delineare i personaggi che hai in mente, giusto per iniziare a creare gli elementi che poi andranno a delineare le basi della storia, poi il resto verrà da sé. Non è stato il mio caso, ma spero sarà il tuo xD
Buona fortuna^^
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla conclusione del mio primo romanzo devo dire di aver imparato, tra le tante cose, questa: l'incipit e il finale devono essere perfetti. Nel mio caso questo ha significato riscriverli molte volte, e in vari momenti diversi. 
Quando inizi materialmente il tuo romanzo, avrai in mente un certo incipit e lo butti giù in automatico, ma nel mio caso questo primo tentativo è servito solo ad ingranare per poi dedicarmi a tutto il resto della trama. Mano a mano che le stesure aumentavano e il tempo passava, molti elementi narrativi erano cambiati e di conseguenza anche l'incipit andava riscritto. Ma solo alla fine, dopo averne cestinati tanti, ho capito quale poteva e doveva essere quello giusto. Non scoraggiarti e non dargli importanza ora, perché potrebbe essere prematuro. L'importanza dell'incipit è tale che non credo sia sbagliato dedicargli un'attenzione e un tempo maggiori che per altre parti del libro. Stesso discorso per il finale, ma se il tuo lettore è arrivato all'ultima pagina è anche grazie a quanto hai saputo promettergli nella prima. Ehi, bella questa, mi posso Fabiofaziare da solo! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 18/11/2017 at 09:01, BiscottoCapo ha detto:

Come cominciare?

Comincia da ciò che hai in testa. Il resto, che sia incipit o finale, verrà dopo. Come dice @butch, finirai per modificarlo più volte, quindi non dargli troppa importanza. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@BiscottoCapo ti è stato detto e lo confermo per esperienza personale: l'incipit (e anche il finale) non sono mai un problema nella prima stesura. Al limite potresti proprio saltarli e passare oltre. "Poi", quando avrai scritto tutto il resto, verranno da soli e non saranno neppure quelli definitivi. Poichè l'incipit dovrebbe racchiudere in un certo senso le premesse di tutta la storia, sarebbe impossibile scriverlo prima di conoscere tutto quanto il resto. Un consiglio quindi è proprio quello di scrivere la tua storia come ti viene, di getto se ritieni così, e solo in un secondo momento preoccuparti di darle un inizio e una fine ben scritti. Ovviamente l'inizio devi averlo in testa da subito, così come la fine, ma intesi della "storia" nel suo complesso, e raramente coincideranno con incipit ed epilogo del manoscritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@BiscottoCapo di solito quando non trovo un incipit mollo tutto e appena ho un momento libero vado a passeggiare nei boschi attorno a casa mia. Sono fortunato, vivo in un luogo che mi permette di farlo :) ma diamine, é utile. Alla fine della passeggiata, durante la quale in cervello ha lavorato a ruota libera in background, ecco che mi metto davanti al pc et voilá, l‘incipit scorre sulla carta come un fiume all‘apertura di una diga.

Non so se questo discorso possa valere anche per te xD

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×