Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

espedientieditoriali

Espedienti editoriali

Post raccomandati

L’idea del blog è nata molto naturalmente. Dopo la laurea con una tesi sull'editoria multimediale con allegato un enhanced eBook crossdevice di fotografia, ho fatto alcuni colloqui in diverse case editrici. Purtroppo ho avuto la conferma che molti operatori editoriali non conoscono le possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Oggi per gli editori si aprono immense possibilità che richiamano tuttavia altrettante immense difficoltà. Troppi sono coloro che non conoscono o non si vogliono servire del potenziale espressivo a disposizione, sfruttando le caratteristiche specifiche del formato digitale.

 

C’è ancora molto lavoro da fare per garantire una totale leggibilità su ogni dispositivo; non solo nel campo dei produttori di device, degli sviluppatori di software e dei formati digitali, ma anche per formare i nuovi protagonisti dell’editoria.

Non potendo svolgere questa mia piccola "rivoluzione editoriale" in ambito lavorativo, ho così deciso di intraprendere da solo la mia battaglia donchisciottesca.

 

Sperimentare mi è sempre riuscito bene, quindi perché non condividerlo? Imbarchiamoci in quest’avventura, magari ne esce qualcosa di buono: io comunque vado avanti.

 

Espedienti editoriali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@espedientieditoriali Di enhanced eBook ho sentito parlare ormai diversi anni fa, in un'edizione di piùlibripiùliberi e quindi da un operatore  che pubblicò un articolo nel blog del mio editore (forse c'è ancora). Si tratta, se ho ben capito e rammento (non ne ho mai visti) di un testo corredato di immagini, filmati, musica e quant'altro potrebbe  inerire al tema  e "giovare" al fruitore. Giusto?

In effetti produrre  in digitale una scrittura tal quale allo stampato è operazione molto banale; a parte i vantaggi d'ingombro e di spesa (neppure cospicui,  prezzo pieno),  la maggioranza  fa dell'ebook un uso limitato e continua a preferire il libro "vero". Nativi digitali compresi, dicono le statistiche, i quali -pur sempre attaccati allo smartphone- il poco che leggono lo scelgono di carta.

Ho dato un'occhiata al blog, magari proverò ad attrezzarmi sul tablet. Potresti intanto spiegarci meglio qui la tua "rivoluzione editoriale".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella idea cbe seguirò con attenzione. Un problema però è il possedere i diritti su immagini, musica e filmati di tale prodotto per venderlo. Le CE italiane è già tanto riescano e creare un Ebook, figuriamoci investire in musica, disegno e cinema.

 

Nel mio piccolo ho intenzione di iniziare a usare anche disegni, e in futuro qualche musica ambient. Però insomma il lavoro di coordinamento comincia a essere pesante per chi invece vorrebbe solamente scrivere.

 

In ogni caso l'unione fa la forza. Magari piano piano possiamo trovare sempre più persone interessate a unire le varie arti, invece di restare chiusi nel proprio orticello. 

 

In ogni caso, per me, dev'esse l'aria di Pisa che fa male alla gente. I fumi alcolici di vettovaglie creano dei mostri xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spiacente per la doccia fredda, ma pur essendo un nativo analogico che legge quasi solo digitale (tipo Pirandello su un vecchio smartphone con lo schermo graffiato), in fatto di contenuti resto un tradizionalista. Immagini, suoni, video mi distrarrebbero troppo dal testo, che amo troppo smontare parola per parola. Al massimo un audiolibro. A patto, però, che sia recitato da un grande interprete...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@sefora Sì esatto, per enhanced eBook si intende un eBook arricchito appunto di diversi media con l'aggiunta opzionale di codice javascript. Questo permette di inserire all'interno dell'eBook non solo livelli comunicativi differenti (permettendo ad autori che non utilizzano solo la scrittura di essere pubblicati) ma anche di sviluppare libri con contenuti accessibili oppure con quiz o test con possibilità di correzione online. Questo permetterebbe anche l'editoria scolastica, per bambini o alle categorie deboli di inserirsi nel mondo degli eBook (si pensi ai progetti della Pearson o della fondazione LIA).

La mia rivoluzione parte dal piccolo, un nuovo modo di vedere l'eBook, non la copia del libro cartaceo, che è bello così com'è.


@JPK Dike  sarebbe davvero bello poter unire tante diverse arti in un unico prodotto, un progetto lineare e multimediale.

 

@gecosulmuro  dipende da come costruisci il tutto. Un errore è appunto inserire tutti insieme nel pentolone, ma se si inizia a suddividere i livelli di lettura, dando una struttura lineare in cui il lettore è indirizzato, un audio o un video possono essere visti non più come distrazione, ma come supporto.

Un po' come le lunghe descrizioni. Io la prima volta che lessi Notre-Dame de Paris (andavo al liceo) lo lessi tutto. Poi l'anno scorso ho trovato in un mercatino delle pulci una vecchia edizione della Fabbri editori che ovviamente ho comprato. Poi cosa fai, non lo leggi? Questa volta ammetto di aver saltato tutta la lunga descrizione di Parigi all'inizio del secondo libro, eppure non mi sento di non averlo riletto. E se al posto della descrizione ci fosse stato un video? Certo, avremmo perso le bellissime parole di Hugo, ma non penso sia giusto rilegare le altre arti al di sotto della scrittura. Un bel video può essere culturalmente eguagliato a una bella descrizione, è dal modo in cui lo fai che ne dipende il risultato.

 

Nel mio immaginario esistono tante e diverse forse di libro, tutte che condividono la stessa cosa, la capacità di creare una fruizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

2 ore fa, JPK Dike ha detto:

Bella idea cbe seguirò con attenzione. Un problema però è il possedere i diritti su immagini, musica e filmati di tale prodotto per venderlo. Le CE italiane è già tanto riescano e creare un Ebook, figuriamoci investire in musica, disegno e cinema.

 

Seguirò anch'io con interesse.  E sì, le difficoltà principali già allora lamentate erano più o meno quelle che dici: diritti e investimenti.

@gecosulmuro In genere preferisco il cartaceo, tuttavia una piattaforma  multimediale potrebbe costituire un arricchimento, non sempre una distrazione. Mica male vedere, che so, belle immagini del lago di Como per l'addio di Lucia... E ipotizzo che i "poco" lettori  sarebbero incentivati da un prodotto per così dire composito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
On 30/4/2017 at 22:33, sefora ha detto:

 

  E sì, le difficoltà principali già allora lamentate erano più o meno quelle che dici: diritti e investimenti.

 

Qualcuno ha aggirato questo problema :asd:

Scropitelo qui:

Spoiler

http://www.lastampa.it/2015/09/15/edizioni/asti/moccia-e-flook-il-libro-del-futuro-Zuod7FowVovvH9DcUv0dFM/pagina.html

 

il «flook», ovvero una sorta di libro multimediale che unisce immagini, video e libro. Sarà un’opera personalizzabile: sulla base del racconto di Moccia (anche in versione cartacea), il lettore potrà aggiungere proprie foto, video, canzoni per rendere unica la storia.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Be', nel caso che linki gli investimenti non sono  certo un problema :asd:!

Spoiler

Moccia è un genio:aka:, non mi permetterò più di parlar male dei suoi "libri":lol:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe bomba sì. Come sarebbe bello unire al libro anche un canale youtube, dove presentare i libri con piccoli estratti prodotti in video-comics con le musiche. Però si ritorna a bomba. Serve qualche soldino da investire, ma prima di tutto serve scrivere libri xD E tanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×