• Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Nuwanda

Bibliotheka Edizioni

153 risposte in questa discussione

3 ore fa, adri90 dice:

In merito alla proposta delle tre opzioni ho chiesto spiegazioni all'editore e mi ha risposto che la quarta proposta, quella free, non viene data sempre in caso di esito positivo (come pensavo) ma a seconda del manoscritto ricevuto. Nel mio caso mi è stato detto che era necessario un acquisto di minimo 20 copie, seppure al 20%. La lettera motivazionale era comunque positiva e si arguiva che lo avessero effettivamente letto tutto e con attenzione. Gli ho detto che a fronte della brevità del libro forse la soluzione ideale sarebbe stata quella del solo ebook, senza il cartaceo "lisca di pesce" ma mi ha risposto che sebbene un tempo abbiano provato anche questa sola strada ora non la seguono più, facendo sempre entrambe le versioni.

 

Scusami, ma loro pensano di non riuscire a vendere nemmeno 20 copie? Perchè chiedono che le acquisti direttamente l'autore?

Certe cose davvero non le comprendo.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Immagino che la mia opera sia stata giudicata meno "sicura" di altre dal punto di vista delle future vendite. Della tiratura iniziale non è stata fatta menzione, ma sono d'accordo che l'acquisto delle 20 copie non cambierebbe le sorti del libro. 

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 19/1/2017 at 22:35, don Durito dice:

In bocca al lupo (che crepi!). Un suggerimento, se posso. Credo che tu abbia letto l'elenco delle librerie fiduciarie di tutta Italia che la Ce ha messo sul suo sito: Bene, se ce n'è qualcuna della tua città, facci un salto per sapere qual è il loro rapporto con l'editore, se i suoi libri si vendono, e cose così.

Certamente, grazie!

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 3/11/2016 at 06:46, vally13 dice:

Anche io ho ricevuto un esito positivo. quello che scrivono sulla motivazione è un elogio continuo, sono basita. Non mi aspettavo davvero una lettera così bella, essendo il mio primo romanzo. Ora devo scegliere tra loro ed un'altra free che vuole stampare 2000 copie. A quanto capisco bibliotheka ne stampa pochine all'inizio. 

Non so proprio che fare, anche le vostre lettere di esito positivo sono state così positive (è che davvero stento a crederci)?

Attenta al contratto dell'editore da 2000 copie, in pochi offrono una tiratura iniziale tanto alta. Leggilo bene, non vorrei che le royalties fossero misere o che ti pagassero solo dalla copia venduta n° 200.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 23/1/2017 at 14:07, adri90 dice:

@konradin Ho ricevuto stamattina risposta di esito positivo con solo tre scelte, tutte di acquisto copie. Ho appena mandato una mail chiedendo chiarimenti in merito, dato che ho inviato il manoscritto a questa CE proprio in virtù dell'opzione gratuita. La lettera di giudizio sul testo effettivamente fa capire che lo hanno letto. Vi aggiorno in caso di risposta. 

Può darsi che abbiano cambiato le regole successivamente. Sono spiacente per te, però non puoi farci nulla. Magari, in futuro, chiederò in merito per aggiornare questa discussione.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 25/1/2017 at 11:26, konradin dice:

Per mia esperienza (di quasi quindici anni) con gli editori, passati anche a evitare qualsiasi forma di pagamento da parte dell'autore, le risposte che giungono in tempo troppo veloce, e le e-mail piene di elogi sono un campanello di allarme. Non che gli elogi facciano male, ne ho ricevuti anche da editori e agenti letterari abbastanza importanti, con le precisazione che comunque non avrebbero pubblicato il mio testo, ma che in qualche modo si sentivano forse in dovere di farmi un cenno, per eventuali lavori futuri. Ma bisogna distinguere quel tipo di elogi che cercano di invogliarti a comprare un prodotto, perché alla fine è di quello che si tratta.

Scrivo sempre agli editori che mi propongono acquisto copie, spiegando le mie motivazioni e il mio interesse a continuare il discorso, ma non so perché (è ironico) ho l'impressione di perdere del tempo.

Preciso inoltre, che alle mie risposte, come anche in questo caso, non è mia seguita una contro-risposta. Per me questo non è un editore Free, poi fate voi.

Come ti ha spiegato anche il moderatore ElleryQ, a qualcuno, tra i quali ci sono anche io, NON è stata fatta nessuna richiesta di acquisto copie. Sono d'accordo con te che le sviolinate atte a far comprare un quantitativo minimo siano da evitare come la peste, ma nel nostro fortunato caso non è stato così. 

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Marco, penso anche io sia un bene rivedere le premesse iniziali della CE perché leggendo il messaggio di apertura io come altri abbiamo inteso che le 4 opzioni fossero fisse, non che esistesse la variabile sulla quarta a seconda dei casi. Ma dato che è chiaramente così la si può definire totalmente a doppio binario. Ci saranno opere che non vogliono correre il rischio di farsi scappare e altre su cui c'è il dubbio ma che comunque sono editabili, come la mia. Sarebbe stato forse bello in questo caso che nella lettera inerente all'esito giustificassero le motivazioni, a scopo formativo per lo scrittore perché credo che tanti di noi siano più che aperti a rivedere la propria opera. 

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io al di là del fatto in questione, ho una posizione intransigente su qualsiasi forma di contributo, anche occasionale. L'ho de-scritta non perché pretendo che tutti la pensino come me, né che i curatori del form modifichino il loro modo di lavorare, anzi li ringrazio per l'utilissimo lavoro.

 

Ho espresso quindi le mie riserve a beneficio di quelli che la vedono, o che sono agli inizi e non hanno ancora un'idea chiara, come me. Per me una casa editrice che non ha la forza di promuovere e vendere libri, o almeno di creare un proprio circolo "underground" di lettori affezionati anche solo on-line, non ha senso di esistere. Così come non c'è la necessità di pubblicare autori e libri per cui non si è disposti a fare un minimo investimento. Possiamo farne a meno tutti, ci sarà meno affollamento.

 

Invece tutto questo interesse a provarci, per me nasconde il vero interesse: tirare a campare sugli autori, non sui lettori. Quindi per me l'editore in questione fa parte di questi. Ci sono editori che pubblicano senza contributo, ma a cui io non invio lo stesso, come l'editore con cui ho pubblicato il mio primo libro.

Infatti mi accorsi subito, anche se alle prime armi, che invece di pubblicare un certo numero (basso) di autori su cui puntare, uscirono un sacco di libri tutti insieme.

Come mi disse un altro autore in occasione di uno scambio di idee: per loro noi non siamo autori, noi rappresentiamo un certo numero di copie.

 

Alcuni lo mettono sul contratto, altri lasciano a te la scelta, magari ti chiedono solo di impegnarti nella promozione. Ma in realtà puntano alle copie che tu venderai a parenti e amici. Che invece per un autore contano poco, perché si tratta di persone che comprerebbero comunque il tuo libro, non di veri lettori, sui cui vive il vero scrittore.

 

Tutto qui, lo dico solo perché magari qualcuno non ha pensato a questo, si cerca il "male minore", ed è pure umano farlo. Ma forse evitando di cedere, nemmeno in modo parziale o "ragionevole", questo malcostume potrebbe sparire, o diminuire. E mettere fine alle "vie di mezzo". O pubblichi un libro seriamente o non lo pubblichi.

 

Spero di non essermi dilungato troppo, Un saluto a tutti.

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@konradin Ci sono molte discussioni in giro per il forum su questo argomento, ma nelle discussioni sulle Case Editrici singole è bene tenersi sulle sole considerazioni riguardo quella realtà. Per discussioni generali, vai in "Varie ed eventuali" o qui si rischia di andare Off-Topic.

Grazie :D 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Niko Per carità, mai in vita mia vorrei andare Off-topic! ;) Scherzi a parte, ho risposto solo perché citato, la mia esperienza con annessa opinione l'avevo postata e per me era finita lì.

Se però si ricorre a quello strumento dei forum che si chiama "citazione" e che spesso viene usato per estrapolare solo una frase (lo avete fatto anche voi moderatori) per rappresentare tutto il senso di un intervento (comunque breve, e non esaustivo, ovvio, ci vorrebbe non un'altra sezione del forum, ma un libro intero forse) io mi sento solo in dovere di precisare.

Solo per questo l'ho fatto, e sempre riferendomi alla realtà di questo editore. Se dà fastidio, come capisco dia fastidio agli autori vedere insinuati dei dubbi proprio sull'editore con cui si è scelto di pubblicare (ma potrebbe essere anche a fin di bene), mi si può chiedere direttamente di evitarlo, e posso farlo senza problemi.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@konradin No, la tua idea è chiara e non l'hai espressa con toni offensivi o altro, quindi non vedo perché dovrebbe dare fastidio. Puoi continuare, con toni civili, a portare le tue esperienze proprio come hai fatto già. Ho voluto solo sottolineare che non è questo il luogo per disquisire sulle Case Editrici in generale, tutto qui. Sono argomenti che necessitano di discussioni a parte, peraltro già esistenti.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Marco ML tu hai ragionissima! Infatti l'altro contratto prevede un mio guadagno dalla 1001 copia in su. Vabbè è il mio primo, ancora non so se ho sbagliato a scegliere l'altra, ma una scelta dovevo pur farla e ho valutato le vostre opinioni sia su bibliotheka che sull'altra. Ma è stata una scelta comunque sofferta. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti, partecipo alla discussione per aggiornarvi a titolo statistico circa la prassi dell'editore. Recentemente ho sottoposto un'opera, dopo una settimana circa ho ricevuto una valutazione lusinghiera e una proposta di contratto sulla base delle 4 formule: una free e tre a pagamento. Parliamo di pochi giorni fa, quindi sono notizie recentissime e posso confermare che la soluzione a doppio binario risulta tuttora in essere. Ho seguito la discussione dall'inizio e so che le opinioni sono contrastanti. Non nascondo che anch'io sono perplessa.

3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A parte il discorso opzioni, chi ha iniziato il processo di editing e copertina come si sta trovando?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, volevo farvi sapere che anch'io ho ricevuto una proposta di pubblicazione 2 giorni fa ma solo con le 3 opzioni a pagamento. La casa editrice m'ispira fiducia, come molti di voi hanno già raccontato, anche a me hanno inviato una scheda di valutazione molto precisa (la migliore che abbia mai ricevuto) che mi ha dimostrato che il libro l'hanno letto veramente e che sono realmente interessati.

Ma non mi piace la richiesta di acquisto di almeno 20 copie che tra l'altro avrei comunque comprato. Chiederò spiegazioni e vi farò sapere. Nel frattempo vorrei sapere se qualcuno ha già pubblicato con loro e se stanno mantenendo le promesse scritte sul contratto. La mia precedente esperienza con una casa editrice (non a pagamento) è stata pessima in termini di distribuzione e parte dei royalties che sto ancora aspettando dopo 2 anni e non vorrei commettere lo stesso errore di firmare un contratto di pubblicazione senza considerare altre opzioni.

Grazie a tutti!

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo io che ho pubblicato a dicembre.

In quanto a royalties, arrivano tutte dopo circa due mesi sul sito dove puoi controllare le vendite. Se il libro vien comprato dal loro sito, la trattenuta è zero e vi arriva la percentuale scritta sul contratto. Gli altri distributori invece si trattengono un bel po', Amazon quasi il 50%. In pratica, da quel che ho capito io, sarebbe: libro costa 15€ (ipotetico). Amazon si trattiene il 50% dalla vendita,  Bibliotheka il 70% dal prezzo finale di Amazon. Quindi a voi arrivano pochi spicci, ma qui è un problema dei distributori non della CE, ho voluto chiarire solo perché io ci son rimasta male la prima volta, ma controllando, lo specificano sul contratto (anche se per chi ci capisce poco non salta subito all'occhio).

Distribuzione tasto dolente. Distribuiscono con Direct book, che non ha magazzino cartaceo ma virtuale, e che per stampare le compie e mandarle ci impiega anni. Inoltre, librerie come Feltrinelli e Mondadori a volte storcono il naso. Nella mia Mondadori deve arrivare da più di due mesi, e quando ho chiesto alla CE mi è stato detto: "per quanto riguardo le librerie Mondadori purtroppo siamo a conoscenza di questo loro disservizio, nonostante sono riforniti dal nostro distributore spesso pur di risparmiare tempo e non informarsi (nel caso non lo sappiano) su come ordinare il libro, ne sconsigliano l’acquisto, abbiamo già fatto presente questa problematica ai vertici di Mondadori ma purtroppo di più non possiamo fare, ci auguriamo cambi qualcosa".

Spero si esser stata utile :)

-1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @MiaNonnaFuma , noto che è già il terzo messaggio che posti, pur senza esserti mai presentato nella sezione "Ingresso". Di solito è buona regola che i nuovi iscritti lo facciano prima di interagire con gli altri presenti, come forma di rispetto nei loro confronti.

Ti attendiamo, quindi, per darti il benvenuto. :)

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @ElleryQ, fatto!

Mi scuso per il ritardo, avevo completamente dimenticato di presentarmi :(

Approfitto per aggiungere una nuova info sulla casa editrice, avevo mandato un amico fidato in una libreria che ho trovato nell'elenco fornito sul loro sito e mi ha detto che non li conoscono. La libreria è la Ub!k di Lido di Jesolo (VE), quindi continuo a essere titubante!

@Calbalacrab grazie per la tua risposta, posso chiederti se in generale sei contenta con il loro lavoro?

Buona giornata

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@MiaNonnaFuma Bella domanda. In quanto a celerità nel rispondere alle domande, nulla da dire. Si possono contattare via mail e telefono e rispondono sempre. Anche il materiale con cui è stampato il libro è davvero buono.

Ci son stati due o tre errori nell'editing, non certo a livello massimo, ma per una piccola CE ci può stare.

Non sono soddisfatta sulla questione librerie (per i motivi di cui sopra) e pubblicità - per ora questa si è limitata a un cambio copertina facebook di qualche giorno e basta. Comunque, in passato sono stati a fiere estere ecc, quindi magari in futuro faranno altri stand dove pubblicizzeranno il romanzo. Per ora, la pubblicità l'ho fatta da sola.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Calbalacrab sai se il formato 14x21 è fisso o negoziabile? Il mio romanzo è ora in revisione e mi chiameranno a giorni x il discorso impaginazione, anche se sono ignorante in materia. Il problema è che se il formato in questione è fisso verrebbe una sottiletta, essendo breve :-(

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@adri90  onestamente non ne ho idea :s però se ti devono chiamare per l'impaginazione puoi chiedere direttamente a loro! 

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@MiaNonnaFuma mi trovo pienamente d'accordo con quanto scritto da @Calbalacrab  

Anche io ho pubblicato a Dicembre, editing accettabile ma la distribuzione lascia a desiderare. Non che sia colpa loro, si appoggiano a Direct Book tantissime case editrici che hanno i medesimi problemi quindi...studia bene la situazione ed eventuali proposte alternative. Questa per me è stata la prima esperienza e devo dire che per il prossimo farò più attenzione alla distribuzione che al nome dell'eventuale CE che contatterò. 

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 24/2/2017 at 11:45, MiaNonnaFuma dice:

avevo mandato un amico fidato in una libreria che ho trovato nell'elenco fornito sul loro sito e mi ha detto che non li conoscono

Stessa cosa successa anche a me. Io ero andato di persona a chiedere notizie della CE in questione confidando che la libreria ricevesse i loro libri, o comunque li potesse ordinare come canale preferenziale, e immagina lo stupore (doppio, mio e della libraia) quando mi è stato detto che quella CE è a loro sconosciuta. Anzi, la libraia voleva contattare la CE chiedendole conto del fatto, sono io che le ho detto di soprassedere avanzando l'ipotesi che forse mi ero sbagliato e che la libreria fiduciaria potesse essere un'altra. Poi sono tornato a casa, ho verificato e... niente, la libreria presuntamente loro fiduciaria era proprio quella.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@clarice987 @Calbalacrab Grazie per i vostri consigli.

Alla fine ho deciso di accettare perchè ero fuori dal mercato editoriale da oltre un anno e mi mancava il contatto con quei 4 lettori che avevo :)

Comunque per rispondere anche al messaggio di @don Durito, avevo trovato riscontro positivo in una biblioteca di Perugia (la Feltrinelli) e in un'altra in provincia di Lecce, proverò a chiamare in qualche altra scelta un po' a caso da quella lista. Il contratto si puo rescindere dopo l'anno, quindi male che va tra un paio d'anni saro libero di cercare un'altra strada, vi terrò aggiornati.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, ho appena ricevuto la proposta di questa CE con 3 opzioni con contributo (30, 50 e 70 copie a mio carico col 20% di sconto). La mia ricerca di un editore in grado di accogliere in pieno il significato di 'rischio d'impresa' continua...

 

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento dopo tre mesi: la situazione non è cambiata granché.

Pubblicità ancora zero, idem fiere. Con altri autori si era chiesto per Lucca Comics e ci è stato risposto che loro non avevano intenzione di andare. Ci sarebbero venuti incontro fornendoci copie gratuite per farci rientrare dei soldi di un eventuale stand. Con i costi della fiera, abbiamo rinunciato.

Avendo pubblicato a dicembre ed essendo ormai a giugno, posso dire che in sei/sette mesi non hanno fatto alcuna fiera, che le presentazioni degli autori sono frutto degli sforzi degli stessi e non loro - che si limitano a pubblicizzare l'evento sulla loro pagina...

I rendiconto non sono precisi, a parer mio, ma su questo non ho prove sicure. La distribuzione nelle librerie ancora è un tasto dolente: sto sempre aspettando la chiamata della Mondadori che mi dica che sì, il libro che ho prenotato dal loro catalogo è finalmente arrivato.

Sono molto tentata di rescindere il contratto.

 

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

É purtroppo uno di quei classici casi in cui un presunto editore é in realtà solo una copisteria.

Perché se stampi e poi non fai niente, niente di niente, per vendere il libro, non sei un editore. E non significa niente se sei piccolo e sconosciuto.

Piccoli editori, che però sono davvero tali, si rimboccati le maniche e frequentano le fiere, contattano blog di recensione, promuovono su Facebook e altri social. 

2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mila75 Esattamente quello che cercavo di dire io tempo fa, incontrando le perplessità di molti...

 

Nel mio caso, avendo io ricevuto solo proposte con aquisto copie, mentre qualcun altro aveva anche un'opzione free, mi era sembrato di intuire che si dubitasse di me anche per questo motivo, nel senso che probabilmente parlavo in un certo modo non essendo tra i "fortunati".

 

Niente di più sbagliato, cercavo solo di mettere in guardia i "colleghi".

 

Lasciamo stare poi il paternalismo di alcuni che ti fanno un in bocca al lupo, ritenta sarai più fortunato, ecc. Non credo che tra quelli che hanno a che fare con editori simili ci siano dei fortunati, tutto qui.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che poi "fortunati" di cosa?

Tra chi compra copie e chi ha un contratto Free non c'è la minima differenza... sempre vengono stampati e dimenticati.

Le fiere, pure se gli autori arrivano a mostrarsi disposti ad una copartecipazione per il prezzo dello stand, non hanno la minima intenzione di frequentarle. Non fanno presentazioni. Non spendono un centesimo per promuovere su Facebook.

 

E anche prima di questo non dimentichiamo che non fanno editing. Solo una veloce correzione di bozze.

3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora