Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Roslyn

E-book con una CE e cartaceo con altra CE. Si può?

Post raccomandati

Ciao a tutti. Una casa editrice no EAP che pubblica esclusivamente in e-book mi ha proposto la pubblicazione del romanzo e mi lascia libera di rivolgermi ad altre case per il cartaceo. Ma le altre case accetterebbero di pubblicare un manoscritto edito in e-book?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah... non che me intenda molto, però mi pare già strana la disponibilità della CE digitale (in fondo lei compra i dritti sull'opera, a prescindere se digitali o cartacei). Mi pare ancora più difficile che una CE cartacea pubblichi qualcosa i cui diritti, chiamiamoli virtuali, sono di terzi. Però, ripeto, non sono un esperto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Risposta banale: dipende dalle CE. Senz'altro sarà più difficile trovare qualcuno disposto a "condividere" i diritti, anche se non pubblica in digitale. Se mandi in valutazione il manoscritto, ti consiglierei di specificare fin da subito la situazione in modo da non creare malintesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho firmato di recente un contratto per il solo digitale; posso (e vorrei!)  pubblicare il cartaceo con un altro editore. L'unica limitazione è la priorità ormai acquisita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti.

 

Vi leggo con piacere da qualche mese, ma è la prima volta che scrivo.

Vorrei anch'io sentire esperienze e opinioni su questo argomento. Una CE che pubblica solo in cartaceo si è interessata al mio libro, non c'è assolutamente ancora nulla di concreto, ma nel frattempo mi chiedo: se dovessi stipulare un contratto con questa casa editrice posso contattarne un'altra che si occupa solo di ebook? O potrei creare un ebook autonomamente e venderlo in rete (self-publishing)? Insomma posso trattare ebook e libro cartaceo come due prodotti diversi che seguono strade parallele o devo rinunciare, nel mio caso, all'ebook?

Probabilmente dipende dalle CE, ma questo doppio binario generalmente è accettato o no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @M. Bamboo G. , noto che è il tuo primo messaggio, quindi ti suggerirei di presentarti, come prassi vuole, nell'apposita sezione di Ingresso, dopo aver dato un'occhiatina al regolamento qui.

Per rispondere alla tua domanda, direi che dipende dal contratto di edizione.

Fino a qualche anno fa era più probabile che queste strade (pubblicazione cartacea e digitale) fossero totalmente svincolate, ma oggi le case editrici si riservano molto spesso anche i diritti di pubblicazione in e-book o su altri supporti digitali.

Devi verificare, quindi, se sul tuo contratto di edizione in cartaceo ci sarà anche una clausaola che è simile a questa:

 

Cita

L’Editore avrà i diritti esclusivi qui sotto elencati nei riguardi dei quali egli soltanto potrà concludere i necessari accordi. L’Editore si impegna a pagare all’Autore le seguenti percentuali sui ricavi netti percepiti dall’Editore per le licenze concesse a terzi e riguardanti:

- i diritti cinematografici, teatrali, per l’esecuzione via radio e/o televisive, per le riproduzioni
sonore e discografiche, magnetiche e in genere per ogni applicazione dell’elettronica
alla didattica e all’intrattenimento: ....% (che è la percentuale di royalties specifica, su quei diritti)
- i diritti di traduzione dell’opera in lingua straniera: .....% (idem anche a seguire)
- i diritti di edizione all’estero (cioè ad altro editore appartenente a Paese diverso dalla
Repubblica Italiana): .......%
- i diritti di edizione ad altro editore appartenente alla Repubblica Italiana: ......%
- i diritti sul merchandising: .....%
- i diritti sul mass-market: ......%
- i diritti second serial: .......%
- i diritti elettronici e web: .......%

 

 

Se non è specificamente espresso, puoi cedere i dirtti di sfruttamento connessi (che sono in pratica quelli elencati nella citazione) anche a terzi diversi dal tuo editore iniziale.

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille ElleryQ! 

Farò attenzione al contratto, se dovessero propormelo!

Mi sono appena presentata nella sezione di Ingresso. E ho letto anche il regolamento. Che brava utente! :D :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legalmente, vale quello che dice il contratto (come diceva sopra ElleryQ): se hai ceduto solo i diritti per l'edizione digitale e non quelli per l'edizione cartacea, sei libero di pubblicare in cartaceo con un altro editore.

Però in concreto ci sono poi due difficoltà: 

1) trovare un editore che pubblichi ancora solo cartaceo a cui sottoporre l'opera; ormai quasi tutte le case editrici fanno anche l'edizione digitale, quindi non accettano opere già pubblicate come ebook;

2) convincere quelle poche che ancora esistono a pubblicare un'opera che, comunque, non è più inedita, anche se pubblicata solo in formato digitale.

Per esperienza personale, ti dico che non è facile; io ci ho provato con una raccolta di racconti e alla fine ho avuto solo un paio di proposte da case editrici (free ma piccolissime), e alla fine le complicazioni erano tali (gli editori erano tutti molto sospettosi per il nuovo contratto, che andava modellato in modo da non entrare in conflitto con quello della c.e. digitale e quello standard non andava bene) che mi sono scocciata e ho deciso di pubblicare il cartaceo col self-publishing (questa soluzione è forse la più facile e rapida). 

Ah, ricordati anche che comunque la copertina sarà diversa per le due edizioni, con un effetto un po' strano immagino per gli acquirenti.

Insomma, se dovessi darti un consiglio ti direi di aspettare, se vuoi pubblicare sia in cartaceo che in digitale, una casa editrice che ti proponga un contratto per entrambi i formati. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Tinucci , ottimo il tuo apporto. Effettivamente, nel passaggio dal digitale al cartaceo valgono le difficoltà che tu indicavi. (y)

Quello posto da @M. Bamboo G., invece, è il caso contrario: ovvero il passaggio dal cartaceo al digitale, con altro editore diverso dal cartaceo. :)

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io in effetti stavo rispondendo al post iniziale di Roslyn, vedo adesso che era del 7 febbraio :asd:

Comunque per il passaggio dal cartaceo al digitale è più facile, ci sono tante c.e. che pubblicano solo digitale e l'investimento è minore, quindi può darsi che siano più propense ad accettare anche un'opera già edita. Autopubblicare in digitale poi è semplicissimo. Resta il problema di conciliare i due contratti e quello di avere due copertine diverse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×