• Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Linda Rando

Statale 11

25 risposte in questa discussione

[Casa Editrice non più attiva]

Nome: Statale 11

Sito web:www.statale11.it

Linea editoriale: tutti i generi.

Pubblicazione con contributo, in media 2000€.

 

Modificato da ElleryQ
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti,

non so se è la sezione giusta e se non lo è, mi scuso in anticipo.

Ho un piccolo problema, più che altro è da giorni che ci sto pensando su.

Ho spedito il mio romanzo due mesi fa e ho ricevuto una proposta da parte della casa editrice Statale 11 due settimane fa.

Lo so che è a pagamento, ma io ho spedito il mio maniscritto a tutte quelle che prendono in visione le opere degli esordienti.

Comunque, il primo contatto è stato tramite mail. Mi diceva che il mio romanzo era stato segnalato da ermegenti11 e che ha avuto un riscontro positivo. aggiungendo anche che avrei dovuto chiamare la sede.

Io ho chiamato e la segretaria mi ha risposto dicendomi che mi avrebbero richiamato loro.

Dopo cinque giorni, un adetto mi ha telefonato e mi ha spiegato le seguenti cose: il lavoro, se accetto, sarà diviso in quattro fasi, correzione con un editore esperto,la stampa con copertina, la distribuzione ( qui ha fatto i nomi Mondadori e Feltrinelli) e il piccolo contributo.

Non mi ha voluto dire subito a quanto ammontasse la cifra, spiegandomi che c'era scritto sul contratto.

Visto che almeno la spedizione del contratto è gratuita, me lo sono fatto mandare.

In poche parole la somma è di 2490 euro e, leggendo gli articoli del contratto, ho scoperto che sarò sotto contratto con loro per due anni e che i compensi sono pari al 33% netto sulle vendite.

Io non so cosa fare. Ho chiesto consiglio a tutti e sto aspettando le risposte da persone amiche di famiglia che lavorano nell'ambito dell'editoria.

Una di loro mi ha detto che la Statale 11 è conosciuta e che il contributo da loro richiesto non è alto.

Ma i dubbi sono venuti maggiormente perchè su internet ci sono due filoni di pensiero riguardante quest'ultima.

Io chiedo consiglio a voi. Mi scuso per il papiro, ma mi sembrava giusto illustrarvi nei minini dettagli la situazione.

Cosa ne pensate? Perchè io ho paura di perdere forse l'unica chance che ho.

Grazie mille lo stesso per l'attenzione.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi lascia sinceramente perplesso il parere della persona che lavora nell'editoria. Davvero. 2490 euro non è alto? Persino "Il filo" a me ha chiesto di meno, ben 2250. La maggior parte delle offerte oscilla intorno ai mille euro(verso il basso) e questa persona ti dice che non è alto? Forse, ha avuto conoscenza dei contributi sopra i 6'000 euro di qualche editore "simpatico".

Non ho letto pareri molto lusinghieri né su statale11 né su altromondo(che da quello che ho capito è la casa madre).

Io personalmente ho rifiutato offerte a pagamento anche di 360 euro, quindi figurarsi 2490 euro. Ti direi di rifiutare, a me pare che con quella cifra una casa editrice possa guadagnare a prescindere da quante copie poi vende effettivamente. E poi se l'opera vale, qualche casa editrice disposta a spendere su di te la trovi. E' un romanzo? Mi copiincolli la parte riferita alla tiratura, alla promozione e alla distribuzione?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho ricevuto una loro offerta...sono in attesa del contratto, mi hanno detto che non prevedono l'acquisto di copie da parte dell'autore, vogliono soldi per l'editing e la distribuzione ( allora che cazzo di editori sono!), quindi questi signori qui sono ancora più sottili...prendono i soldi e non ti danno neanche le copie del libro ( meglio pagare per l'acquisto di copie allora)!! Intanto aspetto il contratto...e poi mi sbellico.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì infatti, se proprio devo pagare preferisco pagare per l'acquisto copie, almeno ho delle copie del libro con cui recuperare la spesa. :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente di storie su editoria a pagamento ne ho sentite tante, e tra queste la "piccola cifra" di 2490 euro è decisamente notevole :evil: . Tu dici che questa è, forse, l'unica change che hai. A prescindere dalla correttezza o meno della tua affermazione, credo che anche tu possa convenire con me che se la decisione presa è a favore dell'editoria a pagamento perlomeno che si scelga l'editore più economico! :mrgreen:

Ci sono poi un sacco di cose che non sono chiare (e non so se è perchè non le hai riportate o sono proprio nebulose nel contratto).

2490 per la tiratura di quante copie?

La promozione a carico di chi è?

Il 33% del netto sulle vendide totali o solo quelle oltre una certa soglia (es: il 33% delle vendite totali a partire dalla 500° vendita)

Non parlano dell'invio di alcune copie di loro libri per darti un'idea di come verrà il tuo lavoro finito (visto che paghi mi sembra il minimo)?

Ti danno copie omaggio (dalle risposte successive sembrerebbe di no...). In caso negativo, perlomeno ti scontano quelle acquistabili?

E poi in che termini ti hanno parlato di Mondadori e Feltrinelli? Pubblicizzano loro il tuo lavoro a queste librerie? Per farti un'idea vai a vedere in una Mondadori o una Feltrinelli se hanno un libro di questo editore o meno. Molto probabilmente è solo possibile ordinarlo tramite loro (e comunque fa la prova anche di chiedere se si possono ordinare con il commesso, non si sa mai).

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per le risposte...

Mi lascia sinceramente perplesso il parere della persona che lavora nell'editoria. Davvero. 2490 euro non è alto? Persino "Il filo" a me ha chiesto di meno, ben 2250. La maggior parte delle offerte oscilla intorno ai mille euro(verso il basso) e questa persona ti dice che non è alto? Forse, ha avuto conoscenza dei contributi sopra i 6'000 euro di qualche editore "simpatico".

Non ho letto pareri molto lusinghieri né su statale11 né su altromondo(che da quello che ho capito è la casa madre).

Io personalmente ho rifiutato offerte a pagamento anche di 360 euro, quindi figurarsi 2490 euro. Ti direi di rifiutare, a me pare che con quella cifra una casa editrice possa guadagnare a prescindere da quante copie poi vende effettivamente. E poi se l'opera vale, qualche casa editrice disposta a spendere su di te la trovi. E' un romanzo? Mi copiincolli la parte riferita alla tiratura, alla promozione e alla distribuzione?

Il mio monascritto è un romanzo Fantasy.

Purtroppo non riesco a copiare/ incollare, ma ti posso dire che:

- 800 copie ( 40 destinate a me, 50 per la pubblicità)

- loro si occuperanno dell'editing, copertina, consulenza letteraria in fase pre-edizione e in post-edizione l'ufficio stampa

- assegnazione codici ISBN e EAN

-distribuzione nazionale e diffusione tramite inserimento nel catalogo IE Online

-il compenso è l'11% netto per quanto riguarda la vendita al circuito di distribuzione e il 21% netto per quanto riguarda la vendita di ciascun copia.

mi hanno detto anche che il mio manoscritto sarà inserito in una nuova collana per esordienti, ma sul sito non c'è nè traccia.

Ho controllato sui siti della Mondadori e Feltrinelli e ho trovato i libri da loro pubblicati.( per cui forse quello che hanno detto,è vero).

Altra cosa che mi lascia a bocca aperta, sono i tempi. Pubblicheranno il mio libro solamente dopo 90 giorni dal pagamento ( che posso pure fare a rate :?: ) e se dovessi saltare una sola rata, si blocca tutto.

Francamente non so cosa pensare.

Questo è quello che mi ricordo da quello che ho letto dal contratto. :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alessia, ti consiglio di dare una letta qui e poi di dirmi se tu credi nel tuo lavoro :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

800 copie in edizione unica, o massimo 800 copie per la prima edizione?

- loro si occuperanno dell'editing, copertina, consulenza letteraria in fase pre-edizione e in post-edizione l'ufficio stampa

Ci mancherebbe aggiungerei.

-il compenso è l'11% netto per quanto riguarda la vendita al circuito di distribuzione e il 21% netto per quanto riguarda la vendita di ciascun copia.

mi hanno detto anche che il mio manoscritto sarà inserito in una nuova collana per esordienti, ma sul sito non c'è nè traccia.

Questa non l'ho capita. Forse vuol dire che ti danno l'11% se il libro viene venduto in libreria o tramite librerie online, mentre per te c'è il 21% se lo vendono direttamente tramite sito? Mi piacerebbe leggere questa clausola.

Ho controllato sui siti della Mondadori e Feltrinelli e ho trovato i libri da loro pubblicati.( per cui forse quello che hanno detto,è vero).

Che ci siano non vuol dire niente, molti piccoli editori sono presenti nei loro cataloghi, ma di solito si tratta semplicemente del catalogo online. Io libri della statale11 e di molte altre case editrici presenti su quei cataloghi non li ho mai trovati fisicamente nelle librerie feltrinelli e mondadori. Questo tuttavia è un problema che riguarda quasi tutte le piccole case editrici.

Una sola rata e si blocca tutto? Chissà perché non mi stupisco. Bah io ti direi di cercare un editore non a pagamento, questo tuttavia è un mio punto di vista. Però d'altra parte ti posso dire che ho visto offerte equivalenti o migliori con minor esborso di denaro.

Quante cartelle è il romanzo?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alessia, ti consiglio di dare una letta qui e poi di dirmi se tu credi nel tuo lavoro :D

:D grazie... io CREDO FERMAMENTE NEL MIO LAVORO! Infatti, sono ben propensa per un bel NO, ma volevo chiedere lo stesso informazioni e avvertire altri come me che si trovano nella stessa occasione.

Grazie mille, mi avete dissipato un bel pò di dubbi. :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Asiel io ti direi di non firmare,tieni presente che per uno "strano"motivo gli editori a pagamento rispondono sempre in tempi rapidissimi, quindi prenditi tutto il tempo per aspettare offerte di editori degni di essere definiti tali. Mi rendo conto che se uno scrive un libro lo fa con lo scopo di essere pubblicato,resta comunque il fatto che non lo ha ordinato il medico che quel libro da noi scritto in un modo o nell'altro deve essere stampato. Armati di pazienza,e continua a spedire in giro il tuo libro e se non riceverai risposte serie pazienza, scrivi un altro libro e riprova. Ti dico queste cose per esperienza personale, io ho ricevuto tantissime offerte di editori a pagamento, molti dei quali avrebbero pubblicato persino la mia lista della spesa,ma ho sempre rifiutato ed alla fine l'editore che non mi ha chiesto un soldo è arrivato. Ti auguro la stessa fortuna

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

55 cartelle da 1800 caratteri?

In questo caso si tratta di un contributo sin troppo alto.

Il volume svilupperebbe circa 70 pagine. E un esborso del genere secondo me è troppo anche per un editore a pagamento :?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Confermo. A me hanno chiesto la stessa cifra, senza alcun acquisto di copie. Il Filo invece mi ha chiesto sui 3000 euro, corrispondenti all'acquisto di 180 copie.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' arrivato il contratto...1930 Euriii, però mi omaggiano di 40 copie, che signori!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Asiel, ho praticamente il tuo stesso contratto in fotocopia della Statale11, allo stato attuale ti dico che sono molto incerto sul dafarsi, ho perplessità di ogni genere e remore sul comportamento da tenere. Ho chiesto un incontro a quattr'occhi per chiarire alcuni punti dolenti delle modalità contrattuali. Tu hai novità in merito?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara Asiel, scusa se sono cattivo ma devo dirtelo: io un tuo libro non lo comprerei mai. Il problema dell'editoria italiana è questo: gente che crede di saper scrivere, editori a pagamento che nemmeno ti leggono ma ti pubblicano lo stesso (basta che dai loro i soldini). Sai perchè dico tutto ciò? Perchè mi chiedo come fa, una persona che dice di aver scritto un libro (o comunque un racconto di 55 cartelle) a fare errori del genere? L'errore, grave, è questo: ...mi hanno detto anche che il mio manoscritto sarà inserito in una nuova collana per esordienti, ma sul sito non c'è nè traccia...

Fatevi un esame di coscienza.

Grazie per le risposte...
Mi lascia sinceramente perplesso il parere della persona che lavora nell'editoria. Davvero. 2490 euro non è alto? Persino "Il filo" a me ha chiesto di meno, ben 2250. La maggior parte delle offerte oscilla intorno ai mille euro(verso il basso) e questa persona ti dice che non è alto? Forse, ha avuto conoscenza dei contributi sopra i 6'000 euro di qualche editore "simpatico".

Non ho letto pareri molto lusinghieri né su statale11 né su altromondo(che da quello che ho capito è la casa madre).

Io personalmente ho rifiutato offerte a pagamento anche di 360 euro, quindi figurarsi 2490 euro. Ti direi di rifiutare, a me pare che con quella cifra una casa editrice possa guadagnare a prescindere da quante copie poi vende effettivamente. E poi se l'opera vale, qualche casa editrice disposta a spendere su di te la trovi. E' un romanzo? Mi copiincolli la parte riferita alla tiratura, alla promozione e alla distribuzione?

Il mio monascritto è un romanzo Fantasy.

Purtroppo non riesco a copiare/ incollare, ma ti posso dire che:

- 800 copie ( 40 destinate a me, 50 per la pubblicità)

- loro si occuperanno dell'editing, copertina, consulenza letteraria in fase pre-edizione e in post-edizione l'ufficio stampa

- assegnazione codici ISBN e EAN

-distribuzione nazionale e diffusione tramite inserimento nel catalogo IE Online

-il compenso è l'11% netto per quanto riguarda la vendita al circuito di distribuzione e il 21% netto per quanto riguarda la vendita di ciascun copia.

mi hanno detto anche che il mio manoscritto sarà inserito in una nuova collana per esordienti, ma sul sito non c'è nè traccia.

Ho controllato sui siti della Mondadori e Feltrinelli e ho trovato i libri da loro pubblicati.( per cui forse quello che hanno detto,è vero).

Altra cosa che mi lascia a bocca aperta, sono i tempi. Pubblicheranno il mio libro solamente dopo 90 giorni dal pagamento ( che posso pure fare a rate :?: ) e se dovessi saltare una sola rata, si blocca tutto.

Francamente non so cosa pensare.

Questo è quello che mi ricordo da quello che ho letto dal contratto. :lol:

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stamattina mi è arrivata una loro mail dicendomi di essere interessati al mio manoscritto e di contattarli per avere un appuntamento telefonico, li ho chiamati e mi hanno slittato nel pomeriggio.

Poco fa ho potuto interloquire con una loro segretaria (credo) al telefono che mi stava dando tutte le caratteristiche dei loro servizi, alla mia domanda: "Chiedete contributi?" mi ha risposto che li richiedono ma che per quanto riguardava il mio non sapeva ancora a quanto ammontasse e che doveva comunicarmelo un'altra persona sempre per telefono.

Quindi ho risposto negativamente in maniera educata ma si è comunque risentita.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho capito bene? 2000 e passa euri?

ma stiamo scherzando perchè fa caldo, vero?

Perchè dovrei comprare un libro di statale 11, magari sborsare 15, 16 euro?

quali garanzie mi può dare se tutti on 2000 euro possono pubblicare?

in questo condivido il parere di Frank, scusami.

rifletti cara amica, e segui Ayame: credi nel tuo lavoro. ok.gif

Sono sicura che è un lavro degno di più attenzione.

Altrimenti finirai nel dimenticatoio. Nessun concorso serio prende in considerazione gli EAP.

Anarchist ha ragione, magari c'è da patire un pochino, book6.gif ma poi se vali e sono sicura che vali, ne verrai fuori. yahoooooo.gif

thanks.gif

grazie per la tua esperienza condivisa.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me hanno proposto un contratto con tiratura di 800 copie e contributo di 2500 circa.

Quando ho chiesto se si poteva abbassare il contributo mi hanno convocato presso la loro sede... per dirmi che non potevano proprio...

A distanza di mesi mi arriva una loro lettera in cui mi propongono di fare editing dei primi capitoli, metterli a disposizione su un loro sito e stampare solo se vi fossero stati ordini del libro per un centinaio di copie. Il tutto per la modica cifra di 450 euro (circa, vado a memoria). Giurerei che questa roba viene proposta gratuitamente da altri siti...

wallbash.gif

Scusate forse sono arrivata tardi con la mia testimonianza.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo la mia breve esperienza con Statale 11.

Gli ho inviato il mio manoscritto (una raccolta di racconti) verso la metà di luglio. Mi hanno risposto in tempi brevissimi, già a fine agosto. Mi è arrivata a casa una lettera in cui si dicevano interessati alla mia opera, che aveva (cito testualmente) "notevoli punti di forza".

Dopo aver scoperto il sito di Writer's Dream e dopo qualche ricerca in rete, mi sono accorto dell'errore che avevo commesso nell'inviare il manoscritto, ma ho richiamato ugualmente per maggiori informazioni. Mi ha risposto una ragazza, dicendo che nel giro di qualche ora sarei stato ricontattato da un responsabile.

In effetti, qualche ora dopo mi hanno chiamato, tessendo di nuovo le lodi del mio libro. A quel punto, però, ho chiesto in maniera esplicita se fossero una casa editrice a pagamento. Mi è stato risposto (cito sempre testualmente): "Confermo che siamo una casa editrice a pagamento". Ho risposto che non avevo alcun interesse a pagare per essere pubblicato.

Da quel momento, i "notevoli punti di forza" della mia opera non hanno contato più un'emerita cippa. La persona all'altro capo del telefono ha commentato sarcasticamente: "Ah, certo, meglio autoprodursi e non avere un distributore". Nel giro di pochi secondi, dopo un saluto e un augurio d'ufficio, ha riattaccato.

Aggiungo anche che ho fatto controllare tramite un'amica che possiede una libreria: sapete quanti libri hanno in catalogo stando al catalogo editori 2009? Quattro. Anche su bol.it, nonostante compaiano tutti e 194 i loro libri, quelli effettivamente disponibili per l'acquisto sono solo cinque. Quando si parla di avere un distributore...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Aggiungo la mia breve esperienza con Statale 11.

Aggiungo anche che ho fatto controllare tramite un'amica che possiede una libreria: sapete quanti libri hanno in catalogo stando al catalogo editori 2009? Quattro. Anche su bol.it, nonostante compaiano tutti e 194 i loro libri, quelli effettivamente disponibili per l'acquisto sono solo cinque. Quando si parla di avere un distributore...

A me è stato detto che a scadenza del contratto (2 anni? cito a memoria, potrei sbagliare) le copie rimanenti del mio libro sarebbero state mandate al macero e si dava per scontato che ne rimanessero. Magari fan tutti così, ma la cosa mi ha urtato abbastanza.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tanto per aggiungere la mia esperienza, anche a me hanno chiesto sui 1900 euro. Questo dopo non aver mai nemmeno accennato a un contributo da parte dell'autore durante una precedente conversazione con il responsabile al telefono. Ovviamente non mi sono più fatto sentire e dopo qualche mese, mi hanno proposto di mettere a disposizione il mio libro sul loro shop online: se qualcuno lo avesse richiesto, sarebbero state stampate delle copie, altrimenti nulla. Per questo 'fantastico' servizio avrei dovuto buttare sui 450 euro.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel mio caso il contributo richiesto era di 2450,00 per 800 copie di cui 40 in omaggio.

Forma del contratto molto accattivante e una certa professionalità che può trarre in inganno.

La richiesta mi ha lasciato di stucco e con molto calma ho smontato tutto il contratto per capire se la mia partecipazione alla pubblicazione era intesa come tale o semplicemente come apporto di denaro.

Vi dico solo che è un offesa all’intelligenza chiamare una proposta del genere contratto di edizione, nella specie, a termine (mi vincolava a loro per due anni). Quando mi hanno contattato per verificare il mio interesse alla loro proposta ho chiarito il mio punto di vista, contestando tutti i lati oscuri e imprecisi della loro proposta. Ne è nata una discussione molto accesa conclusa con un mio categorico rifiuto.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il link non è più attivo e non è reperibile su altri indirizzi. Archivio.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora