• Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite *Lili*

Squarcio - Andy Ben [Comitato di Lettura]

2 risposte in questa discussione

RECENSIONE A CURA DEL COMITATO DI LETTURA

 

cover.jpg

 

Titolo: Squarcio

Autore: Andy Ben
Genere: Giallo, poliziesco, thriller
Pubblicato da: Lettere Animate Editore
ISBN/EAN: 978-88-688-2280-4
Formato: ebook (prossimamente in cartaceo POD)
Pagine: 109
 
Sinossi: Un romanzo colorato con le tinte forti del sangue e della passione, raccontato in soggettiva dal punto di vista dei protagonisti in un susseguirsi di azione e flash-back, in cui erotismo e morte danzano a braccetto fino al colpo di scena finale.
 
Contenuti:  Morte, odio, vendetta e sesso sono le parole chiave del romanzo di Andy Ben. Tematiche forti, descritte con uno stile crudo, che non illude e non risparmia nessuno. Già dal prologo, l'autore catapulta il lettore nella storia, aprendo lo scenario su una fredda Milano e affidando la narrazione a un misterioso personaggio che rende partecipe il lettore dei suoi pensieri e delle sue azioni.
La storia narrata si snoda e prende forma con la forza di un tornado che si espande sempre di più, abbattendosi sui personaggi con violenza e lasciandosi alle spalle una scia di dolore e morte.
 
Ambientazione e personaggi: Una cosa che ho apprezzato è stata la scelta di ambientare l'intera storia a Milano, qui ripresa e descritta nelle sue giornate più fredde e piovose. Le ottime descrizioni mi hanno permesso di entrare nelle scene descritte, come se io stessa fossi lì fisicamente.
In questo ambiente si sviluppa tutta la storia, che prende forma tramite lo sviluppo di differenti punti di vista, che ho trovato spesso troppo confusionari.
Parlando dei personaggi, purtroppo l'eccessiva brevità del romanzo non mi ha consentito di creare empatia con loro, impedendomi dunque di affezionarmi o capire le motivazioni che li spingevano ad agire in una determinata maniera.
Credo che con una migliore gestione dei punti di vista e un maggiore approfondimento dei background dei personaggi avrebbe aiutato molto di più a entrare in sintonia con gli stessi, mentre allo stato attuale essi risultano piatti, privi di sfumature, costretti in un ruolo che a volte mi è sembrato un po' forzato.
 
Stile e forma: L'autore ha scelto di strutturare la storia suddividendola in capitoli narrati ogni volta sotto differenti punti di vista.
Ho trovato questa scelta molto interessante, tuttavia la realizzazione di questa idea si è rivelata quasi totalmente fallimentare: i troppi pov usati creano confusione nel lettore, che pertanto non riesce a fare in tempo ad immedesimarsi con i personaggi e le loro storie. Tutto scorre in maniera troppo veloce, con un'alternanza troppo rapida e, spesso, del tutto inutile.
Un esempio pratico è il pov usato per la ragazza che lavora nel locale chiamato "Dark Angel". A cosa serve un capitolo dedicato alla sua "avventura sessuale"? Ho trovato questo capitolo inutile e la conseguenza è stata solo quella di interrompere il ritmo che si era andato a creare.
Un'altra pecca che ho trovato è stata la scelta di inserire scene di sesso. Per carità, non ho nulla in contrario, ma scene di questo tipo devono essere ben gestite e inserite nei punti giusti, cosa che invece non ho riscontrato in questo libro, dove il sesso è descritto come qualcosa di animalesco e brutale (e ci potrebbe anche stare) ma inserito in parti dove è completamente inutile. Questa scelta mi è sembrata troppo forzata.
In generale, i pov e le scene erotiche sono state mal gestite, arrivando a creare solo confusione.
 
Conclusioni: Credo che il romanzo abbia buone potenzialità. La trama di base è ben più complessa di quella che può sembrare dalle prime pagine, e si snoda in un susseguirsi di avvenimenti tutti collegati tra di loro, fino al colpo di scena finale.
Nonostante ciò, la forma che l'autore ha scelto per descrivere gli eventi narrati non riesce ad essere all'altezza delle aspettative: i personaggi (dai protagonisti alle "comparse") assomigliano troppo a sagome di cartone che recitano le battute di un copione, impedendo così al lettore di entrare in sintonia con loro.
Forse, una maggiore cura dell'introspezione e dei dettagli avrebbe reso giustizia a un'idea che di base aveva ottime potenzialità per poter diventare un thriller con i fiocchi.

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono aspetti che condivido, altri un po' meno. Comunque, nel bene o nel male, trovo costruttive tutte le critiche che mi hai mosso: serviranno per migliorarmi in futuro. Grazie

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora