Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

maximod

Orwell, George

Post raccomandati

Dalla pagina di wikipediahttp://it.wikipedia.org/wiki/George_Orwell, vi posto l'introduzione, invitandovi a leggere la biografia completa di questo grandissimo scrittore:

George Orwell (pseudonimo di Eric Arthur Blair; Motihari, 25 giugno 1903 – Londra, 21 gennaio 1950) è stato uno scrittore, giornalista e glottoteta britannico.

Conosciuto come opinionista politico e culturale, ma anche noto romanziere, Orwell è uno dei saggisti di lingua inglese più diffusamente apprezzati del XX secolo. Probabilmente è meglio noto per due romanzi scritti verso la fine della sua vita, negli anni quaranta; l'allegoria politica de La fattoria degli animali e 1984, che descrive una così vivida distopia totalitaria dall'aver dato luogo alla nascita dell'aggettivo "orwelliano", oggi diffusamente utilizzato per descrivere meccanismi totalitari di controllo del pensiero.

Orwell condusse sempre la sua attività letteraria in parallelo con quella di giornalista e attivista politico. Era e rimase sempre d'ispirazione socialista ma la presa di coscienza, anche in seguito a tragiche esperienze personali, delle contraddizioni e degli orrori del comunismo realizzato in Unione Sovietica sotto Stalin lo portarono a essere antisovietico e antistalinista, scontrandosi così con una consistente parte di sinistra europea. Nel 1946 Orwell scriveva di sé: "Ogni riga di ogni lavoro serio che ho scritto dal 1936 a questa parte è stata scritta, direttamente o indirettamente, contro il totalitarismo e a favore del socialismo democratico, per come lo vedo io."

Le sue opere più conosciute sono sicuramente "1984" e "La fattoria degli animali", li avete letti? Cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Orwell?

Semplicemente geniale. Uno scrittore che ha visto il futuro, ha visto cosa ci aspetta nei più oscuri e reconditi meandri del futuro umano.

Sia con 1984 che con Animal Farm, riesce a suscitare una carica emotiva (oltre che allo stordimento e sconcerto) pari quasi solamente a quella rilasciata da Bradbury in Farenheit 451.

Sicuramente 1984 merita una lettura seguita da una profonda riflessione, così come il più leggero, ma pur sempre carico di significati, Animal Farm.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Orwell?

Semplicemente geniale. Uno scrittore che ha visto il futuro, ha visto cosa ci aspetta nei più oscuri e reconditi meandri del futuro umano.

Sia con 1984 che con Animal Farm, riesce a suscitare una carica emotiva (oltre che allo stordimento e sconcerto) pari quasi solamente a quella rilasciata da Bradbury in Farenheit 451.

Sicuramente 1984 merita una lettura seguita da una profonda riflessione, così come il più leggero, ma pur sempre carico di significati, Animal Farm.

Farenheit 451 è un altro capolavoro assoluto ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1984 è un libro incredibile! Pensate che è riuscito ad entusiasmare perfino mio fratello, truzzo per professione, che in tutta la sua vita ha letto quest'unico libro per intero! :mrgreen:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un genio assoluto!

Credo sia lo scrittore che preferisco, e leggerlo in lingua è decisamente più piacevole che tradotto!

1984 mi è piaciuto moltissimo, "la fattoria degli animali" è davvero geniale e "Fiorirà l'aspidistra" è amaro al punto giusto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lode al Grande Fratello! XD

1984 l'ho letto quest'estate e mi è piaciuto tantissimo. La fattoria degli Animali l'ho letta l'anno scorso per la scuola, ma non mi è piaciuta molto....

Comunque lo trovo un autore geniale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei miei scrittori preferiti.

1984 mi ha lasciato un segno indelebile. Profetico, sconvolgente, semplicemente geniale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Consiglio anche "Omaggio alla Catalogna": Orwell e la guerra civile spagnola. Vissuta in prima persona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo scrivere per una rivista un saggio relativo a due fumettisti: il franco-serbo Enki Bilal e il giapponese Tsutomo Nihei. Entrambi gli autori prediligono "futuri imperfetti", "distopie" o anti-utopie che dir si voglia. Come introduzione al lavoro in questione non ho potuto fare a meno di parlare di "1984" di Orwell, un capolavoro del Novecento, un pilastro dell'immaginario mondiale, contentente un messaggio civile, morale, umanistico oserei dire ancor oggi validissimo ed attualissimo. :mrgreen:

Ps. da confrontare direttamente con Il mondo nuovo di Aldous Huxley e Farenheit 451 di Ray Bradbury!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fahrenheit 451 l'ho "ridotto" teatralmente con i miei alunni sei anni fa. Lo spettacolo, pur a costo zero, è stato un successone (io e la prof. di musica, una mia carissima amica, "avevamo dato tanto", e così pure la classe). La fattoria degli animali l'ho animata, sempre in classe, tre anni fa, e ogni alunno aveva una parte (uomo o animale). In quel modo, il libro è piaciuto moltissimo. Se si coinvolgono i ragazzi, il riscontro è assicurato (l'anno scorso, per esempio, ho avuto l'ardire di proporre la lettura de I promessi sposi... beh, alla fine abbiamo realizzato una fotostoria, poi montata su video e mostrata ai genitori: anche lì un trionfo).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dalla pagina di wikipediahttp://it.wikipedia.org/wiki/George_Orwell, vi posto l'introduzione, invitandovi a leggere la biografia completa di questo grandissimo scrittore:

....

Le sue opere più conosciute sono sicuramente "1984" e "La fattoria degli animali", li avete letti? Cosa ne pensate?

1984 è semplicemente uno dei libri più significativi che io abbia mai letto. Grazie alla bella prosa di Orwell si legge piacevolmente anche in inglese. La Fattoria degli Animali è più gradevole nella sua allegoria, forse meno profondo, ma anch'esso da leggere assolutamente.

Ammiro di questo autore anche il fatto di essere andato nelle trincee per difendere le sue idee, giuste o sbagliate che fossero, e di non aver parlato di rivoluzioni stando seduto in salotto ma di essersela giocata in Spagna, in prima linea, pigliandosi un proiettile nel collo.

Quanto alla denuncia del totalitarismo, faccio una breve considerazione sul fatto che oggi esso muove i suoi passi in maniera più subdola e strisciante di come lo descrive Orwell, che ha avuto i suoi momenti di scontro con i comunisti staliniani. Se non fosse scritto con mano un po' pedante e noiosa, Il Mondo Nuovo di Huxley sarebbe una distopia molto più interessante di quella di Orwell.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo dire che di tutti i libri che ho letto 1984 mi ha lasciato qualcosa in più. Crudo al punto giusto, profetico, ma allo stesso tempo caloroso ed avvincente. Orwell resterà sempre uno dei geni della letteratura. Tra i miei preferiti in assoluto.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In modi differenti ho apprezzato ed amato sia La fattoria degli animali che 1984, quest'ultimo però rimane unico e inimitabile, un vero capolavoro. Tra George Orwell e Ray Bradbury non so chi è riuscito di più a conquistarmi, ma sicuramente sono i miei due autori "classici" preferiti.

Vorrei leggere altre opere di Orwell e vedo che ne avete da consigliare, prendo subito un paio di appunti! :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scrittore che ho portato in tesina dato che collegava molto bene con il mio tema centrale ovvero "Il diverso nella società". Orwell secondo me lo si può definire il Nostradamus del XX secolo dato che sapeva già come sarebbe andata a finire la nostra società e non solo; sopratutto nel romanzo 1989 si nota il suo animo ribelle verso i dogmi e le regole insensate che ci vengono imposte privandoci però di sapere il motivo della loro esistenza. Lui era sempre stato così persino quando andava a scuola. Lo adoro come autore; qualcuno ha mai letto il suo romanzo "Fiorirà l'aspidistra"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 4/8/2017 at 11:35, FranciV94 ha detto:

In modi differenti ho apprezzato ed amato sia La fattoria degli animali che 1984, quest'ultimo però rimane unico e inimitabile, un vero capolavoro. Tra George Orwell e Ray Bradbury non so chi è riuscito di più a conquistarmi, ma sicuramente sono i miei due autori "classici" preferiti.

Vorrei leggere altre opere di Orwell e vedo che ne avete da consigliare, prendo subito un paio di appunti! :) 

Prova a leggere "Fiorirà l'aspidistra" ! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei miei scrittori preferiti. Andró controcorrente, peró: Animal Farm è un paio di gradini sopra 1984. In Animal Farm Orwell muove da sinistra una critica spietata allo stalinismo, con ancora una profonda fiducia nelle potenzialità di cambiamento del mondo, con idee che si avvicinano a quelle di Trotsky, il grande sconfitto della fase post rivoluzionaria (Palla di Neve vi dice nulla?). In 1984 il tutto é offuscato dalla disillusione dell‘autore e dal sentore della morte che si avvicina (morirá pochi mesi dopo, in effetti).

Inoltre Animal Farm non ha un difetto che sia uno. In 1984, invece, il funzionamento dell‘economia mondiale lascia un po‘ a desiderare...opinione personale, s‘intende ;)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×