• Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Nephrem On'Yn'Rah

Creativa edizioni

89 risposte in questa discussione

Io ho pubblicato 2 libri con le Edizioni Creativa e, fra poco, ne pubblicherò un terzo; non mi è stato mai richiesto un contributo in denaro nè l'obbligo di acquistare un numero determinato di copie. Ovviamente, mi è stato chiesto di contribuire a diffonderne più copie possibili, a prezzo agevolato, senza alcun obbligo o tetto prestabilito. In precedenza ho pubblicato con un altro editore ed ho avuto contatti con varie case editrici ( alcune anche di medie proporzioni) ma tutte, in un modo o nell'altro, pretendevano contributi a vario titolo.

Maurizio Maiore

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

astio?

autore segato?

Qui l'unica collega di forum che stava per pubblicare con loro ha ricevuto una proposta VERGOGNOSA per non dire ESTORSIVA e tu vieni qui a sfottere?

Perdonatemi il tono pesante, credo che siamo di fronte a un troll che cambia nick in continuazione.

Se mi sbaglio non chiedo scusa, questo intervento di Marta è provocatorio e -a mio parere- immeritevole di ulteriore considerazione.

ciao

vito

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io credo che essere una casa editrice piccola non sia semplice. Io quando ho stampato il mio libro con edizioni creativa avevo mandato la bozza a ben 70/80 case editrici e quella mi è sembrata la più pulita.

E' vero non è facile emergere nel mondo dell'editoria ma è un po' un'utopia pensare di stampare il primo libro in assoluto semza prendersi l'impegno di prendere un po' di copie a meno che tu non sia già conosciuta.

Devi metterti anche dentro ai loro panni che devono lottare contro dei giganti spaventosi che non gli permettono di sopravvivere, dove la distribuzione talvolta anche per loro diventa impossibile perché nei librerie no nc'è modo di entrare se non sei un marchio conosciuto.

Lo so che fa incazzare.. ma è così. E Gianluca che conosco personalmente è onesto, rema in continuazione verso qualcosa che tantissimi avrebbero rinunciato.. forse anche tu.

Certo che ti chiede di acquistare dei libri... ma a minor prezzo ed un numero esiguo.

Non devi prendertela con loro ma con il sistema. Loro cercano di fare il possibile per lottare...

Fanno anche tantissime opere di volontariato... e non perché così hanno profitti ma perché ci credono.

Ti consiglio una cosa.. diventa conoscente di Maria De Filippi così vedrai che oltre a non dover acquistare nessuno dei tuoi libri potrai vincere anche Sanremo!

Un abbraccio

Andrea Giachi

www.andreagiachi.it

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Siete invitati a rispettare le regole del forum e a presentarvi nella sezione Ingresso prima di intervenire. Questo forum non è un albergo :roll:

Avete tutto lo spazio dell'universo per rispondere e portare le vostre testimonianze, ma a una condizione: che rispettiate le regole del forum. Altrimenti, prego, fuori di qui. Invito Marta, inoltre, a risparmiarsi spiacevoli considerazioni quali la solita, abusata e noiosissima scusa dell'autore rifiutato.

Mantenete i toni sul civile, grazie.

Parlando di Creativa chi ha detto che non è onesta e non lavora bene? Qui ci sono testimonianze di persone che, dopo essere state selezionate con la promessa di pubblicazione gratuita sono state poi allontanate in quanto si sono rifiutate di comprare delle copie del proprio libro, azione che era stata dichiarata come libera e a piacere.

Dalle altre testimonianze sembrerebbe che questa pressione non ci sia stata, ma a me viene in mente anche un'altra chiave di lettura: è possibile che non ci siano state pressioni perché gli autori che non ne hanno ricevute sono stati immediatamente disposti ad acquistare qualche copia del proprio libro.

Pregherei coloro che sono intervenuti nei minuti scorsi a confermare o smentire quanto detto :lol:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E' vero non è facile emergere nel mondo dell'editoria ma è un po' un'utopia pensare di stampare il primo libro in assoluto semza prendersi l'impegno di prendere un po' di copie a meno che tu non sia già conosciuta.

Scusa? O_O

Ah, ho capito, torniamo alla storia che prendono solo i raccomandati e non chi ha veramente talento e non è spazzatura commerciale!!!11!!!1, nevvero?

Che c'è da dire, auguri e in bocca al lupo nella vostra scalata al successo sborsando soldi e comprandovi i libri da soli XDDD

Certo che ti chiede di acquistare dei libri... ma a minor prezzo ed un numero esiguo.

Certo cosa? ?_?

Cioé, è normale perché sono una piccola casa editrice, e i Grandi li odiano e mettono in difficoltà e quindi chi vuole pubblicare è tenuto a dargli soldi per """aiutare"""" la vendita?

... ma davvero c'è così tanta gente con vinta di queste cose?

Ci sto rimanendo veramente di schifo: da quando mi sono iscritta ne trovo un numero ESORBITANTE che fanno questi discorsi O_O

In realtà non riesco a capire neanche tutto questo astio che mi puzza di autore segato...

Vogliamo fare le insinuazioni? Perfetto.

Visto che sono in pausa da Seneca e leggere certe uscite mi fa quantomeno innervosire, rispondo con un simpatico e sincero:

Senza offesa, ma se uno ha da farsi venire il rodimento perché lo rifiutano, dubito che se lo faccia venire per Creativa edizioni D:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di solito non mi abbasso a parlare con i provocatori, oltretutto maleducati, perciò concludo i miei interventi dicendo che purtroppo per voi, ho ancora le email di qualcuno che si firma "La redazione" di Creativa, che possono confermare tutto. Onestamente, mi sento onorata di essere considerata un autore rifiutato perché non sono scesa a compromessi in maniera squallida e becera.

Saluti

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

certo che sei veramente pietosa,

come fai a continuare così? ma credi veramente che potrai andare avanti gettando malignità?

ricordati che il male porta male.

Fai quello che vuoi in questa riunione che hai spedito l'email ma sei ridicola.

Lo dico per non farti fare brutta figura.

Non so chi sei... e proprio questo mi dice che intanto "mondadori" non ti chiamerà.

Lo dice uno che si smazza tutto l'anno per farsi conoscere e portare un messaggio di speranza.

Ho fatto verona-sicilia in bici per promuovere il mio libro e sono passato per radio, televisione, carcere minorile, ecc.

Non so se pensi che il mondo stesse aspettando solo te... perché nonostante io avessi deciso di fare verona-sicilia in bici poche semplici persone mi hanno aperto il cuore e la porta...

se invece usi questo metodo per farti conoscere magari può funzionare ma è molto triste e sicuramente ti porterà infelicità.

Loro non chiedono soldi, loro non fanno profitti grazie agli autori.

Sei mai andato a casa di Gianluca?

Sai che bella famiglia ha?

Che gente pulita stai attaccando?

Attacca i potenti, quell iche veramente feriscono e non quelli che "scartano" quelli che pensano di aver scritto il best seller.

Un abbraccio affettuoso.

Pregherò comunque per te.

Andrea

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O mio dio XDDDDD

(commentare una risposta simile è peggio che sparare sulla croce rossa, ma certe uscite veramente scatenano il lol)

Fai quello che vuoi in questa riunione che hai spedito l'email ma sei ridicola.

Non trovo il nesso logico in questa frase ?_?

se invece usi questo metodo per farti conoscere magari può funzionare ma è molto triste e sicuramente ti porterà infelicità.

Che bello trovare insegnamenti morali e la formula dell'infelicità su un forum per la scrittura amatoriale XD

Sei mai andato a casa di Gianluca?

Sai che bella famiglia ha?

Che gente pulita stai attaccando?

Ok, seriamente: stai difendendo una casa editrice raccontanto della famiglia di uno (fosse anche il direttore) della suddetta azienda? O_O Spero che sia una battuta *_*'''

Pregherò comunque per te.

Senza offesa ma non penso che Nayan ne senta il bisogno, anche nel caso in cui fosse cattolica/cristiana/di qualunque religione :) (Nayan, nel caso in cui mi sbagli mi scuso, ma certe uscite religiose mi sembrano sempre fuori luogo e quanto meno offensive verso la religione stessa, visto il contesto in cui vengono ficcate)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una volta un tizio di cui potrei fare nome e cognome avendole email a sostegno delle mie parole, ma che voglio tacere, proprietario di una ... diciamo così, casa editrice, mi scrisse che se non avessi pagato o comunque dato soldi all'editore in una qualsiasi forma, non avrei mai pubblicato

mi sembra di sentire le stesse parole di allora...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutti questi interventi di utenti nuovi (che non si presentano e) che "guardacaso" hanno pubblicato tutti con questo editore... mi sanno molto di "spedizione punitiva" °-° ma hanno organizzato un pullman? °-°"

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, una corsa in bici :)

*prega per le anime marce di questo forum di peccatori*

*da una nuvola di zolfo emerge un essere cornuto, con coda, tridente e lunghi artigli*

*sospetta di aver sbagliato preghiera*

...conta il pensiero, giusto?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Una volta un tizio di cui potrei fare nome e cognome avendole email a sostegno delle mie parole, ma che voglio tacere, proprietario di una ... diciamo così, casa editrice, mi scrisse che se non avessi pagato o comunque dato soldi all'editore in una qualsiasi forma, non avrei mai pubblicato

mi sembra di sentire le stesse parole di allora...

Armandillo che succede? Vederti reticente su nomi e persone è allucinante :shock:

Torniamo in topic, ragazzi.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho fatto verona-sicilia in bici per promuovere il mio libro

:)

Porca miseria! Eh no, io non credo così tanto nel mio lavoro, ve lo dico subito, almeno almeno un treno lo devo prendere.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Creativa edizioni era nata come editrice free... Le traversie della vita imprenditoriale devono aver determinato la necessità di chiedere agli autori di comprare parte dei libri che si stampavano

Noi possiamo capire le sopravvenute difficoltà, ma non giustificare la richiesta agli autori. Se non ce la si fa a portare una casa editrice coi propri soldi, si può anche chiudere, sai quante attività falliscono oggidì

né si possono giustificare questi interventi unilateralmente apologetici

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti,

duole constatare tanta acredine in certe risposte, che certo non giovano a un dibattito civile. Mi sono registrato in questo forum perché mi spiaceva che si gettasse del fango su Creativa, editore nel quale continuo a credere - senza fare dell'apologia.

Acquistare libri da parte dell'autore è una prassi naturale. Il libro è stampato, devo fare delle presentazioni, ne acquisto un tot di copie a mio piacimento, a prezzo ridotto. Rientro delle mie spese. Di quelle che l'editore vende percepisco il 10% sul prezzo di copertina (molti piccoli editori utilizzano contratti del genere).

Non capisco una cosa: vorreste che vi spedisse a casa un centinaio di copie gratis?

Non è un mecenate, è un imprenditore.

Impresa vuol dire anche puntare su un autore che non si richiude nel suo studio a libro ultimato ma è coinvolto nel processo di promozione. Con 60.000 libri editi l'anno perché qualcuno dovrebbe acquistare proprio il vostro se le librerie non lo richiedono ai distributori, se nessuno vi ha visto su un sito web o non ha letto una recensione e voi non vi siete mai presi la briga di presentarlo in giro?

Mi sono stati proposti in passato contratti cappio da editori al di sopra di ogni sospetto: 3.000 euro sull'unghia, a fondo perduto, vincolo all'acquisto di 200 copie a prezzo pieno.

Questi sono i veri strozzini!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

questo avrete finché non la smetterete di impestare il forum coi vostri interventri unilateralmente apologetici

propongo agli altri frequentatori di copiare e includere queste righe alla fine di ogni loro intervento in questa discussione. Visto che cercano pubblicità, pubblicità avranno

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok Armandillo, quando hai ragione hai ragione.

con questa gente invece mi sa che la ragione non serve, quindi andiamo col carosello.

Chi lo sa che il nostro amico alla fine si stufi di cambiare sempre nick per postare le sue nuove catilinarie e se ne vada a dormire...

ti quoto. ciao

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

CREATIVA EDIZIONI - casa editrice che chiede ai suoi autori di comprarsi copie del loro stesso libro

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi per cortesia. Alberto Carollo non è fake di nessuno, lo conosco da tempo. Ho visto lo scambio di mail tra Creativa e Nayan e i conti non tornano con quanto mi ha detto Gianluca Ferrara al telefono: dopo che Nayan ha detto di non poter acquistare più di venti copie non ci sono più state risposte.

È un caso? È la prassi? Non ne ho idea. Invito quindo tutti quanti a fornire qualche dettaglio in più per fare luce sulla vicenda.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Acquistare libri da parte dell'autore è una prassi naturale. Il libro è stampato, devo fare delle presentazioni, ne acquisto un tot di copie a mio piacimento, a prezzo ridotto.

Visto che di solito la maggior parte degli editori chiede all'autore l'intero prezzo di copertina...

Che intendi con "prezzo ridotto"?

(se non sono troppo inopportuno... in cambio poi ti dico il mio "prezzo ridotto")

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho l'impressione che sia uguale a parlare al muro, ma posto l'ultima volta:

Acquistare libri da parte dell'autore è una prassi naturale.
Non capisco una cosa: vorreste che vi spedisse a casa un centinaio di copie gratis?

No, anche perché sarebbe lui, in quanto editore, a doverle vendere AD ALTRI, non tu.

Non è un mecenate, è un imprenditore.

Che non sia la prima delle due cose nessuno ne ha mai dubitato, mentre sì, è appunto un imprenditore: e come tale dovrebbe investire su di te, che gli fornisci la materia prima. Non chiederti di ridargli i soldi.

Se la vita è dura e non vendono, nessuno li obbliga attenere la "casa editrice" aperta. E se lo fanno scendendo un compromesso come far comprare copie all'autore, allora non c'è diritto di lamentarsi se vengono definiti "a pagamento", e di conseguenza non apprezzati da chi vi è contrario.

Questi sono i veri strozzini!

Assolutamente.

Ma per quanto possa non piacere l'idea (a te come a chiunque ha pubblicato con questa Casa Editrice), anche chi butta fuori un autore selezionato perché non accetta di comprarsi copie - se è questo ciò che è successo - significa comportarsi in modo tutto meno che limpido.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Acquistare libri da parte dell'autore è una prassi naturale.

FALSO.

Il libro è stampato, devo fare delle presentazioni, ne acquisto un tot di copie a mio piacimento, a prezzo ridotto. Rientro delle mie spese. Di quelle che l'editore vende percepisco il 10% sul prezzo di copertina (molti piccoli editori utilizzano contratti del genere).

FALSERRIMO. Un editore SERIO invia LUI le copie per le presentazioni alle librerie dove le presentazioni si terranno, non chiede all'autore di comprarle, ma stiamo scherzando?

Non capisco una cosa: vorreste che vi spedisse a casa un centinaio di copie gratis?

Ma veramente, siccome l'autore in teoria sa cosa ha scritto, in realtà non gliene servirebbe nemmeno una (anche se due-tre copie è prassi che l'editore le spedisca gratis all'autore, sì), poi non so, sbaglierò eh.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Acquistare libri da parte dell'autore è una prassi naturale.

Ma neanche per niente!

Non è un mecenate, è un imprenditore.

Appunto, proprio perché è un imprenditore, l'editore deve sobbarcarsi di tutti i rischi d'impresa, e non chiedere all'autore di dividere le spese. Non si hanno fondi per promuovere l'autore? Benissimo, chiudi baracca e burattini e fai un altro lavoro.

Impresa vuol dire anche puntare su un autore che non si richiude nel suo studio a libro ultimato ma è coinvolto nel processo di promozione. Con 60.000 libri editi l'anno perché qualcuno dovrebbe acquistare proprio il vostro se le librerie non lo richiedono ai distributori, se nessuno vi ha visto su un sito web o non ha letto una recensione e voi non vi siete mai presi la briga di presentarlo in giro?

Certo che si deve chiudere in casa, è normale! Il suo lavoro, e cioè lo scrivere (non promuoversi), si svolge in casa. Non deve sbattersi in giro, come un rappresentante porta a porta, per vendere il proprio libro. È l'editore che deve organizzare le presentazioni e altri eventi a scopo pubblicitario, mi sono rotta di sentire sempre la solita solfa e cioé che l'autore deve sbattersi ecc... No e poi no, l'autore deve solo scrivere e partecipare a eventi promozionali organizzati dal SUO editore. Altrimenti facciamo i manager di noi stessi e non è così che funziona. Come dicevo in precedenza: a ognuno spetta il proprio compito.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un attimo, però. Non è che l'autore debba chiudersi in casa e aspettare la mano dal cielo, un autore esordiente se vuol vendere deve darsi da fare al pari della casa editrice.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo devo dare ragone a Sarah. Naturalmente "chiudersi in casa" proprio non va bene. L'autore è giusto che si organizzi nel suo piccolo e tenti le strade possibili che ha, tipo gestire il suo blog, farsi pubblicità sul web, telefonare alla radio locale per vedere se gli concede un piccolo spazio o un'intervista, cercare di ottenere recensioni, ecc. Ma chi deve pigiare sull'accelleratore, chi deve avere i canali veri, è l'editore. Parliamoci chiaro: coi mezzi che ci sono oggi perché ci rivolgiamo a un editore? Se potessimo promuoverci da soli a cosa servirebbe? Pretendere che l'autore si metta a promuovere il suo libro alla stregua del suo editore non è molto diverso dal chiedere il contributo... :D

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho parlato al telefono con Gianluca Ferrara, mi ha detto che la decisione di non pubblicare più Nayan è stata presa dopo una telefonata che ha seguito le mail qui pubblicate.

Mi ha altresì confermato e fornito le prove che Creativa non chiede soldi né acquisto copie per narrativa e saggistica; li chiede talvolta per la poesia.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Indipendentemente da tutto, una cosa mi lascia particolarmente perplesso...

Io faccio riferimento come esperienza al mio editore:

-Nessun obbligo di acquisto di copie da parte mia

-10 copie ricevute in omaggio

-40% di sconto sul prezzo di copertina anche per l'acquisto di UNA SOLA copia da parte mia con ZERO spese di spedizione.

-Invio da parte loro di copie omaggio per qualsiasi testata giornalistica ne abbia fatto richiesta + spedizione gratuita di copie omaggio a qualsiasi testata giornalistica o associazione culturale locale dietro mia indicazione.

Ora, non è che io non creda nel mio romanzo e non è che il mio editore faccia beneficenza, di certo quella sorta di listino sconti non credo proprio sia la prassi...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho parlato al telefono con Gianluca Ferrara, mi ha detto che la decisione di non pubblicare più Nayan è stata presa dopo una telefonata che ha seguito le mail qui pubblicate.

Ayame, non c'è stata nessuna telefonata dopo quella email.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora