Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

wendy

Eracle Edizioni

Post raccomandati

Nome: Eracle Edizioni

Generi: http://www.eraclesrl.it/index.php?option=com_virtuemart&Itemid=53&vmcchk=1&Itemid=53

Invio manoscritti: http://www.eraclesrl.it/index.php?option=com_content&view=article&id=79&Itemid=76

Distribuzione: http://www.eraclesrl.it/index.php?option=com_content&view=article&id=84&Itemid=79

Sito: http://www.eraclesrl.it/

Facebook: https://it-it.facebook.com/edizionieracle/

 

dicembre 2016: Valutiamo manoscritti di autori affermati con anticipi sui diritti d'autore. Per gli autori ancora non conosciuti dal settore editoriale valutiamo la possibilità di un inserimento nella collana Adef*. Vogliamo collaborare con autori che non si illudano e che siano consapevoli del mercato editoriale e del "prodotto libro". Chi vuole iniziare un percorso serio e professionale in questo infido mercato, chi ha voglia di mettersi in gioco e che sappia essere anche imprenditore di se stesso è il benvenuto.

 

*In questa collana l'autore non cede i diritti all'editore e si avvale di suoi servizi di promozione e distribuzione, secondo accordi contrattuali (che prevedono 3 opzioni a pagamento).

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se fai una ricerca in google la prima voce è Eraclesrl. Nella breve descrizione si legge "Edizioni Eracle è un marchio NON A PAGAMENTO".

Sono entrata nel sito e ho visto pubblicizzato un libro dal titolo "Lettera a me stessa eD a un marito bastardo" a me quell'ED già è andato di traverso.

In home page campeggia "No! Non siamo editori a pagamento"

Ho cliccato nallo spazio riservato ai monascritti e si legge (copia/incolla dal sito)

NOI non vogliamo prendervi in giro. Siamo esperti di editoria, pubblicità e marketing da venti anni.

Se siete degli autori esordienti o autori che hanno già pubblicato ma l’opera non ha avuto visibilità, restate dei perfetti sconosciuti per il mondo dell’editoria e per il pubblico che acquista libri. In Italia si pubblicano più di 60.000 titoli all’anno e fare promesse o illudere un autore con tante belle parole ci sembra fuori luogo in uno scenario come quello del mercato editoriale italiano in mano a pochi grossi gruppi che decidono il successo di un libro.

Se loro vi hanno snobbato ecco la nostra proposta:

Seria – Trasparente – Diretta

VALUTAZIONE DEL TESTO (se proprio non va ve lo diciamo e non pubblichiamo)

SE LA NOSTRA PROPOSTA PREVEDERÀ UN CONTRIBUTO

ECCO COSA OFFRIAMO:

CORREZIONE DELLA BOZZA DA PROFESSIONISTI (vogliamo far bella figura con l’italiano)

SERVIZIO DI EDITING quando il testo lo richiede (vogliamo far fare bella figura al vostro manoscritto)

IMPAGINAZIONE GRAFICA E PROGETTO DELLA COPERTINA (vogliamo continuare a fare bella figura)

ADEMPIMENTI LEGALI E ATTRIBUZIONE CODICE ISBN

100 LIBRI PER VOI (formato 150x210 mm, carta interna bianca 90gr, copertina patinata lucida da 300gr con plastificazione opaca - brossurato)

Come minimo, mi sembrano a doppio binario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

LOL "Non siamo una casa editrice a pagamento ma se la proposta richiederà un contributo..."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LOL "Non siamo una casa editrice a pagamento ma se la proposta richiederà un contributo..."

Questa è da ZELIG, eh? :mrgreen:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Beh ragazzi, onestamente, se arriva un tizio che dice "pubblicatemi, vi pago 5000 euro!", capisco gli ideali e tutto, ma capisco anche se un editore fa la faccia così $_____$ e scende a compromessi XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh ragazzi, onestamente, se arriva un tizio che dice "pubblicatemi, vi pago 5000 euro!", capisco gli ideali e tutto, ma capisco anche se un editore fa la faccia così $_____$ e scende a compromessi XD

Condivido pienamente!...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho conosciuto questa casa editrice dato che faccio volontariato in una fondazione di Napoli www.avocedecreature.it curata dal grande don Luigi Merola rappresentante della legalità per il ministero dell'istruzione. hanno pubblicato una favola con parte del ricavato devoluto in beneficenza e tra poco uscirà un altro libro della coordinatrice della fondazione pubblicato sempre da edizioni eracle con ricavato in beneficenza. Un amico li ha contattati e ha avuto questa risposta:

se il manoscritto vale viene pubblicato senza nessuna forma di contributo e la casa editrice investe il suo budget su questi manoscritti

se il manoscritto non raggiunge uno standard di eccellenza eracle srl, che è anche agenzia pubblicitaria, può proporre la pubblicazione con il marchio Adef destinato agli autori esordienti non selezionati. in questo caso sono forniti i servizi editoriali e pubblicitari e all'autore viene chiesto un acquisto minimo di copie. Dunque edizioni eracle è un marchio non a pagamento.

per la cronaca al mio amico, roberto lauss, lo pubblicheranno senza nessun contributo organizzando presentazione da feltrinelli, fnac e presso l' unione industriale di Napoli programmate per fine maggio.

mi sono sembrati il massimo della serietà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oceano, grazie per la testimonianza, ma devi passare a presentarti nella sezione Ingresso prima di postare nel forum :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LOL "Non siamo una casa editrice a pagamento ma se la proposta richiederà un contributo..."

il link manoscritti è riservato ai manoscritti non selezionati è dunque l'interpretazione giusta è che se non si è selezionati si potrebbe pubblicare col marchio adef se il manoscritto comunque è valido. dunque edizioni eracle sembra un marchio free non a pagamento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per la cronaca so che scartano molti manoscritti e che hanno ottimi distributori (cosa molto rara tra gli editori)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra opportuno portare la mia diretta e personale testimonianza icon_smile.gif : a novembre esce con loro il mio nuovo romanzo. Sono stato da loro, in sede, a Napoli: li ho trovati molto organizzati e professionali. Mi hanno risposto dopo tre mesi dall'invio dell'opera, con una scheda molto dettagliata, dalla quale si evinceva una lettura molto profonda. La pubblicazione non prevede alcun tipo di contributo o acquisto di copie. Hanno una distribuzione nazionale e sono presenti anche nelle Feltrinelli.

La casa editrice è ancora piccola, ovviamente, ma esiste da un anno appena. Dico soltanto che la cosa fondamentale è trovare una sinergia con il proprio editore, una collaborazione che dia i suoi frutti sia umanamente che professionalmente. Mi sono trovato molto bene al colloquio, con il direttore editoriale e due collaboratori.

Ovviamente, queste sono le mie impressioni personali, ognuno avrà ovviamente le proprie lecite opinioni icon_smile.gif

Grazie

Andrea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusate...qui mi sembra ci siano tante persone ben informate, e io avrei proprio bisogno di ricevere della finoramzioni rigardo a questa proposta arrivatami proprio da questa casa editrice

"Abbiamo preso in visione il suo manoscritto. Lo troviamo soddisfacente per la nostra proposta "sfida" che riserviamo al mondo della poesia che da breve cerchiamo di valorizzare e che in alcuni casi allarghiamo anche ad altri componimenti come in questo caso.

Potremmo dirle le cose che si dicono sempre in questi casi e raccontarle tante "balle" sul suo manoscritto e sulla possibilità di farlo diventare un best seller. Ma i libri degli esordienti, purtroppo,non li compra quasi nessuno...

Dunque noi proponiamo una sfida: promuovere la vendita del suo manoscritto in formato ebook da acquistare sul nostro sito (prezzo di vendita euro 12+iva) e al raggiungimento della centesima copia venduta

la pubblicazione in formato cartacea. Trova tutti i chiarimenti nel contratto di edizione allegato.

Nessun contributo richiesto o vincolo di nessun tipo. Noi ci occupiamo di realizzare l'ebook e metterlo in vendita sul nostro sito e lei si dovrà preoccupare di promuoverlo nel modo migliore possibile (lo faremo anche noi direttamente e indirettamente con la promozione che riserviamo al nostro marchio editoriale e alle nostre iniziative per gli autori emergenti). Diciamo pure che il nostro e il suo obiettivo é trovare 100 fans che acquistino l'ebook per far rinascere il suo manoscritto su un foglio bianco. Forse sarà dura, ma questo è lo spirito della nostra campagna: LIBERIAMO LA POESIA e che in alcuni casi allarghiamo ad alcuni lavori che riteniamo meritevoli di pubblicazione".

cosa ne dite? cosa pensate degli ebook?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io personalmente sono pienamente favorevole alla pubblicazione in ebook, ma 12 euro per una raccolta di poesie di uno sconosciuto o..o sono come dire un po' tantini...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite edorzar

d'accordo che la poesia é in crisi e vende poco o nulla ma... 12 euro per l'e_book di un esordiente sono uno sproposito!

Però dato che (se ho capito bene) è gratis, se hai una numerosa (e danarosa) comitiva di amici, perchè non provare? builder.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no, anche se parlano di poesie, il discorso 'sfide' vale anche per altre opere come la mia, un classico fantasy da 670 cartelle, quindi il prezzo mi sembra quasi giusto, no?

("Lo troviamo soddisfacente per la nostra proposta "sfida" che riserviamo al mondo della poesia che da breve cerchiamo di valorizzare e che in alcuni casi allarghiamo anche ad altri componimenti come in questo caso").

solo che sul contratto mi dico pubblicazione entro un mese dalla firma. e l'editing? mi puzza un po...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A distanza di cinque mesi dall'invio del mio manoscritto (romanzo) ho ricevuto la proposta di edizione.

...che prevede la pubblicazione del suo manoscritto con il nostro marchio editoriale "Edizioni Adef" che la nostra nuova politica editoriale riserva agli scrittori esordienti. Come potrà appurare lei stesso la pubblicazione prevede l'acquisto della Eracle Card Autori che sostiene le nostre attività nel settore degli scrittori esordienti ed emergenti. Il costo di euro 490,00+iva non copre in nessun modo le spese di pubblicazione del suo libro, tenendo presente tutto il processo editoriale: lettura e valutazioni - correzioni delle bozze ed eventuale editing - studio grafico e impaginazione - isbn e adempimenti legali – stampa, distribuzione e attività di lancio del libro. La quota richiesta vuole solo essere un contributo chiesto ai nostri autori selezionati per sostenere le nostre attività in un settore, come quello degli esordienti ed emergenti, che non interessa al mercato editoriale, fatto di editori (stampatori) che propongo contratti a pagamento esorbitanti e dagli stessi autori che spesso non sono consapevoli dei meccanismi del mercato editoriale

La nostra nuova proposta vuole essere una sfida, commercialmente e finanziariamente un po’ folle ma siamo stanchi del mercato editoriale, della vanità di pseudo scrittori e delle mille chiacchiere inutili fatti sull’editoria a pagamento. Le verità sono queste:

- Chi pensa che il suo libro venda da solo è un illuso.

- Chi pensa che il suo libro venga richiesto dalle librerie solo per essere stato pubblicato è un illuso ( le librerie chiedono ai distributori libri che si vendono).

- Chi pensa di aver scritto un capolavoro, continui pure a pensarlo ma se nessuno lo leggerà, resterà un singolo pensiero.

- Chi pensa di compiacersi con i giudizi positivi di parenti e conoscenti consigliamo di stampare in autonomia il libro e regalarglielo.

- Chi pensa che vendere 300 copie sia un successo consigliamo il punto di prima.

- Chi pensa che una casa editrice investa su un esordiente sconosciuto al mercato editoriale è un illuso (tranne rare eccezioni…).

- Chi pensa che pubblicare con un grossissimo marchio editoriale sia garanzia di successo è un illuso. (il più grosso marchio editoriale italiano nell’ultimo anno ha pubblicato 3.600 titoli, conosce venti di quei titoli?)

- Chi pensa che l’editoria si divida tra editori a pagamento ed editori gratuiti è un illuso.

- L’EDITORIA E’ FATTA DI LIBRI CHE VENDONO. I LIBRI CHE NON VENDONO E’ COME SE NON FOSSERO STATI MAI PUBBLICATI.

Noi cerchiamo autori che lottano per il proprio libro, che abbiano capacità e voglia di promuoverlo e soprattutto, che non si lascino demoralizzare dai primi “insuccessi” di vendita.

Essere esordienti o emergenti (parola creata da pseudo editori per dare un tono ai loro autori pubblicati grazie a grossi contributi) vuol dire fare di tutto per far conoscere il proprio libro.

Questa è la nostra proposta di edizione. Speriamo che sia chiara, diretta e trasparente. Sarà valida per 30 giorni a partire da oggi. Le chiediamo la cortesia di confermarci la ricezione di questa mail.

Nel Salutarla, e dopo questa digressione squisitamente commerciale, Le auguriamo di tutto cuore che lei possa coltivare per sempre la sua passione a prescindere da qualsiasi pubblicazione. Scrivere è pur sempre un dono, un dono prezioso che speriamo lei possa custodire nel profondo della sua anima

.............

quindi in sostanza si spendono circa 600 euro come contributo senza avere copie da distribuire (che potranno essere acquistate con il 25% di sconto sulla singola copia e con il 50% su pacchetti di 50 copie). Tiratura prevista 250/500 copie, prezzo 14/15 euro. Distribuzione Codex.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Il costo di euro 490,00+iva non copre in nessun modo le spese di pubblicazione del suo libro, tenendo presente tutto il processo editoriale: lettura e valutazioni - correzioni delle bozze ed eventuale editing - studio grafico e impaginazione - isbn e adempimenti legali – stampa, distribuzione e attività di lancio del libro. La quota richiesta vuole solo essere un contributo chiesto ai nostri autori selezionati per sostenere le nostre attività in un settore, come quello degli esordienti ed emergenti, che non interessa al mercato editoriale, fatto di editori (stampatori) che propongo contratti a pagamento esorbitanti e dagli stessi autori che spesso non sono consapevoli dei meccanismi del mercato editoriale

Cioè così a fondo perduto senza neanche avere mezza copia?

Certo molto diverso dagli editori a pagamento che ti vendono copie del tuo libro che puoi rivendere.

- Chi pensa che il suo libro venda da solo è un illuso.

- Chi pensa che il suo libro venga richiesto dalle librerie solo per essere stato pubblicato è un illuso ( le librerie chiedono ai distributori libri che si vendono).

- Chi pensa di aver scritto un capolavoro, continui pure a pensarlo ma se nessuno lo leggerà, resterà un singolo pensiero.

Chi invece ha un buon portafogli può infischiarsene di tutto questo e pubblicare con loro.

Perché pubblicare un libro che non vende è un grande investimento.

- Chi pensa di compiacersi con i giudizi positivi di parenti e conoscenti consigliamo di stampare in autonomia il libro e regalarglielo.

- Chi pensa che vendere 300 copie sia un successo consigliamo il punto di prima.

E come fa a vendere più di 300 copie se nessuno legge e nessuna libreria richiede i libri?

- Chi pensa che una casa editrice investa su un esordiente sconosciuto al mercato editoriale è un illuso (tranne rare eccezioni…).

Infatti i piccoli editori pubblicano tutti nomi noti, certo :facepalm:

- Chi pensa che pubblicare con un grossissimo marchio editoriale sia garanzia di successo è un illuso. (il più grosso marchio editoriale italiano nell’ultimo anno ha pubblicato 3.600 titoli, conosce venti di quei titoli?)

Gruppo albatros?

- Chi pensa che l’editoria si divida tra editori a pagamento ed editori gratuiti è un illuso.

E' vero, ci sono anche i doppio binario :)

- L’EDITORIA E’ FATTA DI LIBRI CHE VENDONO. I LIBRI CHE NON VENDONO E’ COME SE NON FOSSERO STATI MAI PUBBLICATI.

Se i libri vendono perché hanno bisogno di chiedere soldi agli autori?

E di conseguenza perché pubblicare libri che non vendono?

Tiratura prevista 250/500 copie,

Ma come non dicevano che vendere 300 copie è un insuccesso? E allora perché non stamparne direttamente 1000? Se loro le vendono book6.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Fantastico. E ancor più fantastico è vedere ancora una volta una casa editrice che altera la realtà delle cose per convincere gli autori a pagare.

Ice, secondo me è A pagamento fatta e finita, pubblicano solo se compri la loro card. Certo che ogni giorno inventano nuove motivazioni per far aprire il portafogli...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda quest'ultima proposta, direi che è una richiesta di contributo e basta, anche se poi fanno tanti giri di parole. Per pubblicare devi sborsare soldi, sennò niente pubblicazione. Non importa se i soldi coprono l'investimento o meno, il problema è che se l'autore rifiuta di pagare non lo pubblicano, quindi il portafogli dell'aspirante scrittore è una cosa fondamentale per loro.

Per quanto riguarda invece la sfida dell'ebook: 12 euro + IVA sono 14,40 euro (se non ho sbagliato i conti XD). Ma vi sembra un prezzo normale per un ebook? Assolutamente no, è inconcepibile. Non è possibile che 100 persone acquistino un ebook a quel prezzo, anche perché tra questi non sono nemmeno compresi gran parte dei parenti e amici (o vostra nonna ha un ebook reader? XD). In pratica bisogna vendere 100 copie a perfetti sconosciuti. Scommettiamo che alla fine molti autori disperati se le compreranno da soli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa trovata della card va diritta diritta al secondo gradino del mio personale podio.

I primi, inarrivabili, sono quelli per cui dovevi pagare e il libro era in vendita solo 'virtualmente' per essere stampato solo dopo la x copia venduta. in caso di mancata stampa, coloro che avevano acquistato il libro in questione, ne potevano scegliere un altro dal catalogo. in sintesi: l'autore paga non per pubblicare ma per fare vendere libri all'editore per i quali altri autori, in precedenza, hanno probabilmente pagato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questa trovata della card va diritta diritta al secondo gradino del mio personale podio.

I primi, inarrivabili, sono quelli per cui dovevi pagare e il libro era in vendita solo 'virtualmente' per essere stampato solo dopo la x copia venduta. in caso di mancata stampa, coloro che avevano acquistato il libro in questione, ne potevano scegliere un altro dal catalogo. in sintesi: l'autore paga non per pubblicare ma per fare vendere libri all'editore per i quali altri autori, in precedenza, hanno probabilmente pagato.

Vero, avevo letto qui da qualche parte questa cosa. Mamma mia, è davvero la cosa peggiore di tutte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E anche Statale11 che a me medesimo fece una simile proposta... Ovviamente rifiutata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicazione virtuale pagata in anticipo nelle modalità da te prospettate precedentemente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questi di Eracle mi fanno pena, oltre a farti pagare tipo 600 euro, ma sono editori a pagamento... quindi è la prassi, ti sbattono discorsi patriottici e di rivoluzione, di lotta contro l'editoria, facendoti cozzare contro a una proposta: "la loro card autori" che sono fortunati a fare il loro lavoro davanti a un computer e con una semplice e-mail.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve,

ho ricevuto anch'io proposta con acquisto ( a fine dicembre) di 60 copie scontate con il loro marchio Afef . Mi costerebbe intorno ai 600-700 euro. Sto lavorando con un editor alla revisione del mio romanzo e quindi non accetterò. Temo però che non selezionino proprio i testi. O forse che scartino solo quelli proprio impresentabili. Risponderò a breve, rifiutando. cari saluti :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sto lavorando con un editor alla revisione del mio romanzo e quindi non accetterò.

Fai bene.

Temo però che non selezionino proprio i testi. O forse che scartino solo quelli proprio impresentabili. Risponderò a breve, rifiutando. cari saluti :-)

La prima che hai detto. Se c'è proposta a pagamento non vi è alcun interesse a fare selezione dei testi, né tanto meno editing e promozione.

Lascia perdere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×