Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

1 ora fa, Alessandro66 ha detto:

Pagare per non vendere???

 

@Alessandro66 , presta maggior attenzione al regolamento, per cortesia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mila75

@Alessandro66 Ma pubblicando con la Leone?

On 26/5/2017 at 09:05, Alessandro66 ha detto:

 

Io sono stato una settimana nel miglior espositore della libreria, con le mie sole forze: ero tra Stephen King e Jeffery Deaver, e non vendetti una copia. Appena spostato su uno scaffale normale, esaurirono le venti copie che avevano. Pagare per non vendere???

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 26/5/2017 at 10:48, ElleryQ ha detto:

 

@Alessandro66 , presta maggior attenzione al regolamento, per cortesia.

 

La domanda ha una valenza con un punto interrogativo, e una diversa con tre. Non erano messi così, era una scelta ponderata.

Scusate, comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Alessandro66 ha detto:

Non erano messi così, era una scelta ponderata.

 

Posso comprendere benissimo e ne noto la differenza, purtroppo il regolamento non consente eccezioni, se non in "Officina" e a scopo narrativo. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mila75

@Alessandro66 Capito. Posso chiederti allora con quale editore hai pubblicato, per avere il libro in esposizione? Mi incuriosisce quel "con le mie sole forze", che io sappia una libreria non prenderà mai in considerazione un emerito sconosciuto per metterlo in bella mostra. Oddio, in realtà neanche per metterlo in un angolo polveroso.

La Leone fa gravare il costo dell'opportunità sulle spalle dell'autore, e questo ovviamente è ignobile, pero credo che senza i suoi agganci sarebbe impossibile farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento di Moderazione:

 

@Mila75 Questa discussione è relativa esclusivamente alla Leone Editore. Non è consentito parlare di altre CE (e quindi @Alessandro66 non può rispondere qui alla tua domanda).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 23/5/2017 at 23:20, L.K.Brass ha detto:

Ritiro il "Peccato...". Ora capisco gli espositori vicino alla cassa. Siamo di fronte a nuove frontiere dell'EAP, una sorta d'allevamento di polli, che non vengono spennati solo all'inizio, ma poi convinti/costretti a deporre uova fino al momento di contribuire al brodo. Immagino anche che riescano a fare una bella cresta sui 2.000/3.000 euro alla settimana.

 

Non avresti potuto descriverla meglio.

 

Ho esitato a tornare in questa discussione perché sono rimasta scottata dalla Leone. Ma trascorso il giusto tempo posso dire che poco importa, anzi, da un certo punto di vista è stata tutta esperienza istruttiva. Per capire davvero qualcosa è meglio sperimentarla in prima persona, no?

Ci tengo solo a dire che, per onor del vero, non ho magicamente cambiato idea rispetto a tutto ciò che ho scritto in questo topic prima di recidere il contratto con loro. Purtroppo ho quella buona dose di disillusione e cinismo, maturati dopo aver trascorso già parecchi d'anni nel mondo dell'editoria, che sì, mi avevano spinto a difendere la Leone. Perché è un allevamento per polli, non ha alcun rispetto dei suoi scrittori e continua a chiedere loro soldi su soldi. Però, pagata, ti garantisce davvero la visibilità di una Big. Perciò, potendo, non nego che avrei pagato per dare al mio manoscritto una vera possibilità. Piccola, ma comunque vera rispetto al pubblicare con chi stampa un centinaio di copie e non è neanche ordinabile nelle librerie.

Tutto molto triste e amaro, sono la prima a dirlo.

Per inciso ho dovuto recidere il contratto proprio per un problema di soldi. Molto schiettamente, non mi sono entranti quelli che dovevano e quindi non ho potuto pagare l'editore, il quale, manco sto a dirlo, senza i cinquemila non ha minimamente sfiorato il pensiero di pubblicarmi lo stesso. Sono stata io a parlare per prima di recidere il contratto, e la sua risposta stizzita è stata che sì, d'accordo, "dopotutto non si può cavare sangue da una rapa".

 

Comunque, dopo questa esperienza che amo considerare una via di mezzo tra Cernobyl e Nagasaki, per paradosso sono un po' meno cinica e disillusa di prima. La vita è lunga, meglio impiegare molto più tempo e faticare il doppio con serie, oneste case editrici senza i mezzi della Leone, piuttosto che prendere scorciatoie lastricate d'oro verso chi ti reputa davvero un pollo d'allevamento.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bastet

 

19 ore fa, Bastet ha detto:

... e la sua risposta stizzita è stata che sì, d'accordo, "dopotutto non si può cavare sangue da una rapa".

...

Mi hai fatto fare una bella risata.  xD

Ho avuto il piacere di ascoltare anch'io la stessa voce e mi è sembrato di sentire di nuovo il ruggito dal vivo, anche se la memoria me lo riporta più come un ghigno .

 

19 ore fa, Bastet ha detto:

 

... non ho magicamente cambiato idea rispetto a tutto ciò che ho scritto in questo topic prima di ...

Hai tutti i diritti di cambiare idea. Gli editori - come tutti d'altronde, anche se direi che nell'editoria non si naviga molto bene - li conosci davvero solo quando inizi a lavorare a più stretto contatto, lasciandoti magari sorprendere dal loro lato peggiore.

Per fortuna esiste questo forum e possiamo tutelarci da alcuni. Con la benvenuta riclassificazione fra gli EAP, in questo caso dovrebbe essere chiaro a tutti chi abbiamo di fronte.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, L.K.Brass ha detto:Mi hai fatto fare una bella risata.  xD

 

Ho avuto il piacere di ascoltare anch'io la stessa voce e mi è sembrato di sentire di nuovo il ruggito dal vivo, anche se la memoria me lo riporta più come un ghigno .

 

Almeno tu hai riso :asd:

Quando gliel'ho sentito dire, sono rimasta talmente sbigottita da non provare niente. Poi mi sono sentita mortificata. Quindi mi sono infuriata.

Per loro gli autori paganti sono polli, quelli senza pecunia delle rape.

E metà di questa metafora ecologica se la sono tirata con le loro stesse parole.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×