• Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

228 risposte in questa discussione

Inviato (modificato)

Nome: Leone editore
Genere valutati: Narrativa non di genere, fantasy, storica, noir, mistery, horror, sentimentale, libri per ragazzi, fantascienza, classici
Invio manoscritti: http://www.leoneedit...o/regole-invio/
Distribuzione: http://www.leoneedit...e/distributori/
Sito: http://www.leoneeditore.it/
Facebook: https://www.facebook.com/leone.editore

 

dicembre 2016: si confermano a doppio binario, richiedendo contributi per la distribuzione affidata a Messaggerie.

Modificato da ElleryQ
Aggiornamento topic
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottima casa editrice, entrata anche nel circuito feltrinelli, ma soprattutto nella distribuzione Pde, stanno crescendo e molto bene!

La qualità dei materiali dei loro testi è ottima davvero e anche quella contenutistica per quello che ho potuto leggere.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, anche a me entusiasma molto questo editore. E' serio, pieno di autentico fervore e sa riconoscere il talento, quello vero. Faccio il tifo per lui: se cresce come spero, sarà una boccata d'ossigeno puro nel mondo dell'editoria italiana.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Leone Editore si propone di scoprire e valorizzare nuovi talenti, per questo siamo lieti di comunicarvi che il servizio invio manoscritti riapre i battenti: verranno accettate nuovamente le vostre opere, esclusivamente tramite invio postale di copia cartacea con allegato cd contenente il romanzo, la sinossi dello stesso e una breve biografia dell’autore. Ogni altra forma d’invio sarà considerata nulla e il manoscritto cestinato. Vi aspettiamo.

Buon lavoro!

Nota per i manoscritti pervenuti:

* In caso di valutazione positiva dell’opera all’autore verrà proposto un contratto di pubblicazione. In caso di valutazione negativa, nessuna comunicazione verrà inoltrata all’autore. Agli autori non viene richiesto alcun contributo economico per la pubblicazione.

* I tempi di valutazione si aggirano intorno agli otto mesi.

* I manoscritti inviati non saranno restituiti (neanche a spese dell’autore).

* Inviando il manoscritto l’autore accetta le condizioni sopra riportate.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

con me siete stati molto gentili,Vi ringrazio..come ho ringraziato Scritture scriteriate in questo forum.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispondono anche in caso di esito negativo, o almeno per me è stato così (dopo tre mesi dall'invio).

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rispondono anche in caso di esito negativo, o almeno per me è stato così (dopo tre mesi dall'invio).

surprice.gif Ehh? Io ho spedito loro un manoscritto nel dicembre 2009 e non mi è arrivato ancora assolutamente nulla, nemmeno un bel "vaffa".

PS: questa è una delle ragioni per cui non scelgo quasi mai editori che pretendono il plico posale. Non sai mai cosa pensare...

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche a me hanno risposto (con esito negativo) non ricordo dopo quanto ma di sicuro era più di un anno o.o

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hanno risposto anche a me (negativamente) dopo circa 9/10 mesi...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Ho da poco firmato un contratto che mi lega per dieci anni con Leone Editore e devo dire che, rispetto ai miei precedenti editori, la casa editrice è serissima, non chiede alcun contributo, distribuisce in almeno 200 librerie nazionali e si fa promotrice di numerose iniziative sulle proprie pubblicazioni.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti. Ho da poco firmato un contratto che mi lega per dieci anni con Leone Editore e devo dire che, rispetto ai miei precedenti editori, la casa editrice è serissima, non chiede alcun contributo, distribuisce in almeno 200 librerie nazionali e si fa promotrice di numerose iniziative sulle proprie pubblicazioni.

Complimenti! icon_wink.gif

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti. Ho da poco firmato un contratto che mi lega per dieci anni con Leone Editore e devo dire che, rispetto ai miei precedenti editori, la casa editrice è serissima, non chiede alcun contributo, distribuisce in almeno 200 librerie nazionali e si fa promotrice di numerose iniziative sulle proprie pubblicazioni.

Complimenti, ottima notizia!

Quando avevi spedito la tua creatura?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 14 gennaio consegnai a mano il manoscritto, la redazione mi era più che facilmente raggiungibile. icon_lol.gif

Ebbi una gran bella impressione, ordinato, pulito, si respirava tranquillità.

Scambiai con un responsabile quattro chiacchiere, voleva sapere cosa avevo scritto, mi congedò con un sincero "in bocca al lupo".

Dopo due mesi ho ricevuto la mail dove mi comunicavano che il mio elaborato non era adatto al loro piano editoriale.

Per due mesi, tornando a casa dal lavoro, passavo sotto le loro finestre e speravo, ci tenevo da matti.

Per quasi altri due mesi ho continuato a passare lì sotto dicendomi: "peccato".

Da ieri passo e passerò ancora per molto tempo lì sotto non pensandoci più, il mio libro diventerà realtà con Nulla Die.

Per quello che può servire, a mio parere Leone Editore è una opzione da non scartare.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimentoni!

Ottima casa editrice!

E a quanto pare hai già pubblicato con altri editori. Sono curiosa di sapere con quali e come ti sei trovata, ma non credo che questo sia il topic giusto icon_wink.gif

Non ho mai inviato niente a Leone editore perché richiede l'invio del romanzo in formato cartaceo, piuttosto che per email.

Sono un po' pigra... icon_razz.gif

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti. Ho da poco firmato un contratto che mi lega per dieci anni con Leone Editore e devo dire che, rispetto ai miei precedenti editori, la casa editrice è serissima, non chiede alcun contributo, distribuisce in almeno 200 librerie nazionali e si fa promotrice di numerose iniziative sulle proprie pubblicazioni.

Complimenti, ottima notizia!

Quando avevi spedito la tua creatura?

Dopo cinque mesi dall'invio, ho telefonato in redazione e, per puro caso, ho parlato direttamente con Antonio Leone, il titolare. C'è stata subito sintonia. Una lunga telefonata durante la quale gli ho parlato del difetto di base della piccola editoria italiana, ossia della vasta fauna di editori a pagamento e del fatto che, nonostante ciò, i miei cinque romanzi precedenti erano stati pubblicati con altettante case editrici free, per i quali non avevo pagato alcunché.

Dopo venti minuti di chiacchiere via filo, stavamo già discutendo la strategia editoriale per il mio romanzo "Senza te" che uscirà in 200 librerie l'11 giugno di quest'anno.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Complimentoni!

Ottima casa editrice!

E a quanto pare hai già pubblicato con altri editori. Sono curiosa di sapere con quali e come ti sei trovata, ma non credo che questo sia il topic giusto icon_wink.gif

Non ho mai inviato niente a Leone editore perché richiede l'invio del romanzo in formato cartaceo, piuttosto che per email.

Sono un po' pigra... icon_razz.gif

Le precedenti case editrici sono state "Tracce" - "Rubbettino" - "Edizione del Giano"

Ah, sono un ragazzo! E, quindi, mi sono "trovato" benissimo con tutte e tre, solo che Leone è il primo che stampa EFFETTIVAMENTE 1.500 copie e le manda in almeno 200 librerie italiane.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo editore sta crescendo bene e molto in fretta.

Nonostante sia giovane, è davvero di una pasta ben diversa rispetto a tutte le micro CE che vanno avanti da 10 anni a tirature di 100 copie da rifilare interamente ad amici e parenti dell'autore, senza vedere una sola libreria nemmeno da lontano (!).

Leone editore lo si trova, ma ha anche lui ancora molta strada da fare. Penso che riuscirà ad arrivare lontano.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì, peraltro, ai miei programmi promozionali (reading, serate, contaminazioni con gruppi musicali), la sua severa risposta è stata: questo ti fa onore, però sappi che è l'editore a dover promuovere il libro. Così, tanto per dirne una, ha spedito il mio lavoro in uscita al cinefestival di Roma, dove è in lizza per un concorso il cui vincitore verrà messo in contatto con produttori cinematografici italiani per ridurre il libro in film. Speriamo...

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sì, peraltro, ai miei programmi promozionali (reading, serate, contaminazioni con gruppi musicali), la sua severa risposta è stata: questo ti fa onore, però sappi che è l'editore a dover promuovere il libro. Così, tanto per dirne una, ha spedito il mio lavoro in uscita al cinefestival di Roma, dove è in lizza per un concorso il cui vincitore verrà messo in contatto con produttori cinematografici italiani per ridurre il libro in film. Speriamo...

Wow complimenti! Ti faccio un grosso in bocca al lupo.

Per quanto riguarda la CE, questo discorso gli fa onore!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, io comunque, come in ogni altra esperienza passata, mi do da fare lo stesso. L'11 giugno sono a Pescara, all'Auditorium Petruzzi dove, alle cinque di pomeriggio mi divertirò a farmi accompagnare da altri scrittori amici tra cui Roberto Bonfanti che pubblica con Falzea, Matteo Grimaldi (Camelopardus) ed Emanuele Di Tullio (Arduino Sacco). Invece, il 22 dello stesso mese, vado a sconclusionare le teste del pubblico all'Arcilesbica di Roma, in via Zabaglia n. 14.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Meno male che, finalmente, su questo sito arrivano le testimonianze nei confronti di un editore di un certo livello, così, forse, ci si fa un'idea più vasta di come funzionano le cose a livelli più alti.

Complimenti. Di cosa parla il tuo romanzo? (forse questa domanda è un tantino fuori tema XD )

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wow, un gran bel numero di copie e molto impegno da parte dell'editore a promuovere il libro.

Una bella realtà, sei fortunato.

Pochi giorni fa ho letto il contratto standard di una casa editrice, sempre free, in cui è scritto che deve essere anche l'autore a impegnarsi nella promozione del proprio libro...

PS: Scusa se ti ho dato della lei sorry.gif Ho letto prima questo messaggio e poi quello che hai postato nella sezione presentazioni.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Figurati, no problem, W le donne! Dunque, il romanzo è la storia di un amore "diverso" tra due ragazze, due universitarie che approcciano alla vita in maniera dissimile: l'una, esplosiva, pungente, glamour e l'altra timida, introversa, riflessiva. Lo sfondo è una Pescara incolore e piovosa di inizio novembre. In discoteca, tra boa di piume rosa, drink alcolici dentro cui cercare di sciogliere i guai e sotto l'ombra protettrice di Goldrake che sorvola la città, le ragazze cercheranno di definire la loro complicata e intrecciata relazione.

Nel mio contratto (di sedici pagine, per confermarti la perizia di Leone) non c'è alcun tipo di impegno da parte mia, di nessun genere e, anzi, l'editore, prima di firmare, mi ammonì dicendomi che, da quel giorno, sarei diventato uno scrittore della sua scuderia, specificandomi che, per dieci anni, qualsiasi cosa avessi partorito, avrei dovuto sottoporla a lui, prima di considerarmi liberato a proporla ad altri. Ovviamente, questa clausola per me fu una specie di rinascita e non un vincolo. Da giugno ho già in programma quattro reading e una distribuzione che lo stesso editore ha organizzato presso 200 librerie italiane e presso tutti i punti autogrill italiani. Direi che meglio di così... Se c'è qualcuno di Roma, sono felicissimo di stringergli la mano il 22 giugno, presso l'arcilesbica di via zabaglia n.14.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti anche da parte mia... certio che con 5 pubblicazioni free diverse e l'esperienza con Leone Editore, direi che sei un veterano! O ancora ti chiamano sommariamente "esordiente"?

Tanti tanti complimenti thumbup.gif

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, io credo che il passaggio da esordiente a veterano si realizza quando, sul serio, smetti di ucciderti per vendere copie del romanzo. Quando cioè, andando in una qualsiasi libreria, finalmente apprendi che due o tre di quelle cinque copie in giacenza presso almeno un terzo dei librai sono state vendute. E, in questo senso, si può dire che il romanzo che esce per Leone sarà il primo, vero tentativo di realizzare questo obiettivo. Per il resto, credo che ci siano tantissime storie in giro, pubblicate con case editrici piccolissime, che sono però racconti eccellenti, ben strutturati e non aspri e immaturi. Ci vuole anche parecchia fortuna, intendendosi con tale termine una serie di fattori concatenati che ti girano bene. E poi la storia deve essere vera, sentita, uscita dalla pancia e poi riassettata con il cervello. Purtroppo oggi ci sono molti bravi autori che scrivono sulla falsariga di altri più conosciuti: Molti Ammanitiani, Molti Decarliani.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mah, io credo che il passaggio da esordiente a veterano si realizza quando, sul serio, smetti di ucciderti per vendere copie del romanzo. Quando cioè, andando in una qualsiasi libreria, finalmente apprendi che due o tre di quelle cinque copie in giacenza presso almeno un terzo dei librai sono state vendute. E, in questo senso, si può dire che il romanzo che esce per Leone sarà il primo, vero tentativo di realizzare questo obiettivo. Per il resto, credo che ci siano tantissime storie in giro, pubblicate con case editrici piccolissime, che sono però racconti eccellenti, ben strutturati e non aspri e immaturi. Ci vuole anche parecchia fortuna, intendendosi con tale termine una serie di fattori concatenati che ti girano bene. E poi la storia deve essere vera, sentita, uscita dalla pancia e poi riassettata con il cervello. Purtroppo oggi ci sono molti bravi autori che scrivono sulla falsariga di altri più conosciuti: Molti Ammanitiani, Molti Decarliani.

ciao! la mia era un po' una provocazione (non nei tuoi confronti, sia chiaro) ma riguardo coloro che usano la parola "esordiente" a sproposito, quasi fosse un'aggettivo e non un'accezione che si esaurisce nel momento in cui ti ritrovi a pubblicare il secondo libro. Figurati tu che ne hai scritti 5! Leggerò volentieri il tuo romanzo, che mi ispira già dalla trama!

E ti auguro che veramente tu possa progredire grazie all'opportunità di questa c.e.

thumbup.gif

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie villegas. A proposito, credo che a luglio sarò proprio a Verona per un reading. Ti farò sapere dove e quando, così magari ci incontriamo.

Se leggerai la mia storia sarò curiosissimo di conoscere la tua opinione e di sporcarti la seconda di copertina con una firmaccia!!!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie villegas. A proposito, credo che a luglio sarò proprio a Verona per un reading. Ti farò sapere dove e quando, così magari ci incontriamo.

Se leggerai la mia storia sarò curiosissimo di conoscere la tua opinione e di sporcarti la seconda di copertina con una firmaccia!!!

se sono libero verrò sicuramente, anche se ogni anno a luglio per lavoro sono due settimane in soggiorno in montagna con gli ospiti del centro in cui presto servizio.

Ci terrei comunque molto ad essere presente (e magari così avrei modo di parlarti anche del mio libro di prossima uscita con Nulla Die icon_lol.gif )

ps.. nel post precedente mi è scappato "un'aggettivo" con l'apostrofo! A volte capita anche ai prof di lettere! :facepalm:

ciao e fammi sapere le date

buona giornata

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perfetto. Nulla Die è una casa editrice nuova, credo. Come funziona?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora