Banner_Sondaggio.jpg

  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

Graus

14 risposte in questa discussione

Nome: Grauseditore

Generi trattati: saggistica, narrativa, editoria specializzata per bambini, poesia, arte, musica, teatro

Invio manoscrittihttp://www.grauseditore.it/scrivi.asp

Distribuzione: http://www.grauseditore.it/distribuzione.asp

Sito: http://www.grauseditore.it/default.asp

Facebook: https://it-it.facebook.com/graus.editore/

 

Possibile richiesta di contributo
Alla domanda "chiedete contributi?" la risposta è stata:
 

Cita
Per quanto riguarda un ipotetico contributo richiesto all'autore, non siamo in grado di darle delle
indicazioni senza aver prima letto il manoscritto
Modificato da ElleryQ
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io so che chiede contributo, però per quanto possa essere alto, se Ayame è a conoscenza di persone che non hanno pagato entra di diritto tra quelle a doppio binario.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ben fatto, avevo dimenticato di aggiungere che mi ha chiesto i soldi senza neanche farmi dare uno sguardo ad un ipotetico contratto. i nostro colloquio è durato appena due minuti.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve

il contatto avuto con il dott. Pietro Graus, editore della casa editrice omonima, è avvenuto telefonicamente. Leggendo quanto riportate ho dedotto che anche per voi è avvenuto così. Mi viene da concludere che sia una procedura abituale: contattare telefonicamente senza mandare contratti in giro.

Mi è stata fatta una proposta editoriale di pubblicazione per una tiratura di 1500 copie, 10% diritto di autore, E.2200 da versare a fronte di 300 copie da acquistare.

No comment!

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve

il contatto avuto con il dott. Pietro Graus, editore della casa editrice omonima, è avvenuto telefonicamente. Leggendo quanto riportate ho dedotto che anche per voi è avvenuto così. Mi viene da concludere che sia una procedura abituale: contattare telefonicamente senza mandare contratti in giro.

Mi è stata fatta una proposta editoriale di pubblicazione per una tiratura di 1500 copie, 10% diritto di autore, E.2200 da versare a fronte di 300 copie da acquistare.

No comment!

Analoga esperienza. La Graus mi ha dapprima inviato una scheda tecnica di valutazione del mio ms in cui si dicevano interessati alla pubblicazione. Essendo napoletana avrei tanto voluto pubblicare con loro ed ero convinta che non chiedessero contributi. Il dott. Graus mi ha telefonata come accaduto a masetto e mi ha detto che c'è l'obbligo di acquistare 250 copie almeno, e ipotizzando un prezzo di copertina non inferiore a 10 euro ecco venir fuori oltre 2mila euro. Peccato, però  :buhu:

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Art. 118 della Legge sul Diritto d'Autore (633/1941):
«Il contratto con il quale l'autore concede ad un editore l'esercizio del diritto di pubblicare per le stampe,PER CONTO E A SPESE DELL'EDITORE STESSO, l'opera dell'ingegno».

 

Mi sembra evidente che questa CE viola la legge. Ogni altra considerazione è superflua.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Art. 118 della Legge sul Diritto d'Autore (633/1941):

«Il contratto con il quale l'autore concede ad un editore l'esercizio del diritto di pubblicare per le stampe,PER CONTO E A SPESE DELL'EDITORE STESSO, l'opera dell'ingegno».

 

Mi sembra evidente che questa CE viola la legge. Ogni altra considerazione è superflua.

 

Hmm, no. Viene richiesto un "contributo spese", non vengono accollate le spese all'autore.

Intendo dal punto di vista burocratico e legale.

 

Lo fanno in molti (vedi Albatros, il signore dei migliaia di euro richiesti) e non sono mai stati buttati in galera. Non violano la legge, violano però la morale dell'editoria non a pagamento ed è per questo che è importante segnalarlo!

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Niko, secondo me richiedere un contributo spese significa non farsi carico per intero delle suddette e questo viola la legge in questione. Non ci piove. Sul perché non finiscano in galera si potrebbe disquisire all'infinito. Prima di tutto perché non vengono denunciati. Poi ormai in Italia non si va in galera per reati che comportino pene inferiori ai tre anni. Anche i ladri colti con il bottino in tasca vengono semplicemente denunciati a piede libero :mazza: . Per non parlare di chi ci governa, ma andremmo fuori tema.

Comunque rimanete sulle CE free. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti, vorrei lasciare la mia testimonianza in merito all' oggetto della discussione. Nel 2011 pubblicai un libro con la Graus editore. Da quando inviai il manoscritto alla casa editrice fino alla loro "telefonata" ricordo che passarono meno di 7 giorni il perchè mi venne spiegato durante il colloquio con lo stampatore Graus avuto nel suo ufficio a Napoli. Il libro mi è costato quasi 4500 euro per 269 pagine ed un sedicesimo a colori formato 14x21. I problemi iniziarono poco dopo quando ricevevo numerose email di amici e simpatizzanti che mi informavano della difficile reperibilità del libro. Facendo svariate ricerche personali mi resi conto che la Graus distribuisce solo i libri di autori già "avviati" risparmiando tempo e denaro nella distribuzione. Per rifarmi delle spese ho dovuto distribuire personalmente le 350 copie da me acquistate. Le sue copie venivano stampate in numero limitato ed al momento distribuite solo dopo esplicita richiesta on line grazie all' apposito modulo. Grazie ad una email di una lettrice venni a sapere che la Graus aveva terminato le copie del mio libro che, se corrispondente al vero, risulterebbero come da contratto circa 700. Ebbene non ho mai ricevuto un centesimo tanto meno una risposta dalla casa editrice. Ovviamente sono passato alle vie legali ma le spese superano il dovuto. A richiesta posso allegare anche contratto editoriale senza nessun problema. Questa è stata la mia pessima esperienza con lo stampatore Graus che ahimè è comune a molti altri giovani autori della mia zona. 

 

 

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena ricevuto la scheda di valutazione da Pietro Graus, e si dicono disponibili a pubblicare il mio romanzo.

Si tratta del secondo romanzo per me. il primo lo pubblicai con la Giovane Holden di Viareggio. e ci può stare cascarci una volta,  specie la prima, nell' editoria a pagamento. anche perchè a dire il vero ho venduto quasi 400 copie da me e quindi tutto bene.

Ma se come voi asserite il modo di fare di Graus è questo, attenderò risposte da editori più seri; o magari mi affiderò ad alcuni agenti letterari. 

Che ne pensate di questi ultimi?

Grazie per la lettura colleghi.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora