Banner_Sondaggio.jpg

  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

alicem

Anordest Edizioni

35 risposte in questa discussione

Buongiorno a tutti, ho pubblicato il mio libro Dissonanze Erotiche nel maggio 2015  con questa casa editrice. Sono stata chiamata al telefono da Mario Tricarico, direttore editoriale nel novembre 2014. Mi ha chiesto di scrivere per la loro casa editrice una trilogia erotica che poi si è ridotta a una duologia. Aveva letto il mio libro Rosso Riflesso e, trovandolo ben fatto,  mi ha quindi commisionato questi due libri. Ho avuto molti colloqui telefonici con Tricarico durante la stesura dei libri ed entrambi credevamo molto nel successo di quest'opera. La sua ambizione era fare un boom con questo genere letterario, tenendo conto che io sono un'insegnante. Credo che punti sull'aspetto scandalistico correlato ai libri che pubblica, o meglio che pubblicava.

Rispetto agli accordi contrattuali e detti a voce, la casa editrice non ha però poi svolto quasi nulla a livello di promozione  e propaganda del libro.

Dopo la pubblicazione del libro di Rijna, credo ci sia stato un tracollo nella casa editrice, anche se Tricarico aveva affermato che in poche ore ne erano stati vendute 5 mila copie.

Ora: la pagina facebook della casa editrice non è più aggiornata da giugno e il loro sito risulta off line da circa due mesi, credo.

Non so come si evolverà in futuro.

Io sto pubblicando il sequel con un'altra casa editrice, precisamente con Lettere Animate.

Un saluto a tutti

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

On 8/9/2016 at 18:46, Luciana Battan dice:

a pagina facebook della casa editrice non è più aggiornata da giugno e il loro sito risulta off line da circa due mesi, credo.

 

Link aggiornati. la CE ha nuovamente il sito on-line e la pagina Facebook appare aggiornata a dicembre.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti. La Anordest edizioni è fallita. Ho pubblicato un libro con loro due anni fa e un secondo che non è mai uscito ma è comunque editato da loro. Tramite il mio avvocato sono in contatto col curatore fallimentare di Treviso per farmi restituire i diritti di entrambi i libri e per poterli pubblicare con altre case editrici. Spero di esser stato di aiuto. Saluti.

 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per le informazioni @Roberto82 . In effetti il link alla CE è nuovamente inattivo e la pagina Facebook è ferma a gennaio. Ho anche trovato questo link che specifica i motivi del fallimento. Sposto in Archiviati la CE.

@Roberto82 , potresti, per cortesia, presentarti al resto del forum in "Ingresso"? Così possiamo darti il benvenuto ufficiale. ;)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, la scelta di pubblicare il figlio di Riina non è stata propriamente azzeccata... Mi astengo dal commentare tale mossa, anche se non riesco a nascondere le mie meste e radicate perplessità per un paese tanto bigotto come l' Italia, paese che tra l'altro legge pochissimo e soprattutto  male. Sulla questione mi fermo qui. Quando accettai di firmare con loro, lo feci perché avevano pubblicato autori di tutto rispetto(Javier Folco, Plinio Apuleyo Mendoza, Platinette, Ciriaco Scoppetta, Luigi Bettazzi, Gianluca Arrighi,... e altri fior di scrittori), perché la distribuzione era ottima e perché, in generale, mi era sembrata una casa editrice seria e attiva. Certo, all'inizio mi ha permesso di presentare il mio romanzo in librerie quali Mondadori e Ubik, situate nel centro di grandi città come Napoli, Bologna( Che per un emergente non è poco), il libro era ordinabile in tutte le librerie, ma, sfumato (il loro) entusiasmo iniziale, mi sono sentito, come si suol dire, abbandonato a me stesso. Certo, non mi sarei mai immaginato che potesse fallire. Ora prendo in considerazione anche piccole realtà editoriali per eventuali pubblicazioni; preferisco essere trattato come una persona anziché esser trattato come un numero, cosa che la Edizioni Anordest, condiderata media casa editrice di alto profilo, forse troppo presa a seguire i suoi pezzi da novanta a discapito degli esordienti, con me ha fatto. Saluti.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora