• Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Claudio Piras Moreno

Vanda epublishing

106 risposte in questa discussione

Claudio posso chiederti un'informazione? Ho scritto a Vanda e non ho ricevuto risposta, perciò se puoi per favore dimmelo tu :) Sul sito della casa editrice si sponsorizza un servizio di editing a pagamento (non metto il link perché non sono sicura di potere, ma lo trovate nella home del sito, ultimo riquadro in basso a destra) e dice che i testi revisionati e approvati saranno poi pubblicati da Vanda. Credi sia l'unico modo per ottenere la pubblicazione da questa casa editrice? Scusami se chiedo a te :)

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, credo che quello sia uno dei tanti. Come ho scritto più su Vicki mi aveva già accennato che avrebbe collaborato con agenzie di servizi letterari, e quella indicata nel sito credo sia una di queste ma non l'unica, si avvarrà a quanto ho capito anche di comitati di lettura esterni e segnalazioni di esperti di fiducia. Poi quello che non so e se in futuro si munirà anche di un proprio comitato di lettura interno alla casa editrice. Questo proverò a chiederglielo se avrò occasione appena rientrerà dalle ferie, ovvero intorno all'otto gennaio. Poi c'è il canale aperto con la Palomar, anche se in realtà questo canale è collegato all'agenzia, e prima eventuali romanzi segnalati da Mattia passerebbero da lì, ma poi il salto dall'agenzia Satlow alla casa editrice mi pare breve, e anche normale; questo nei casi in cui l'agenzia non fosse riuscita a trovare un editore importante: mi pare una prova di coerenza. Ma davvero credo di essermi preso anche troppa libertà, in effetti non compete a me rispondere a queste domande e spero di non essere stato troppo indiscreto.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A questo punto, tuttavia, la situazione sembra un po' surreale.

 

Vicki, con la sua agenzia legge gratuitamente i manoscritti mentre quelli della sua CE li leggeranno altre agenzie.

 

Ci inizio a capire sempre meno.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Claudio Grazie mille per la risposta Claudio, sei stato come sempre super gentile :) Spero tanto di non averti creato problemi con la mia domanda! Grazie ancora :) 

 

@Pippo anche a me sembra un giro un po' complicato e con troppi intermediari, aspetto che passino le vacanze per fare una telefonata e chiedere informazioni più precise così ci togliamo il dubbio e sappiamo come si deve procedere :)

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A questo punto, tuttavia, la situazione sembra un po' surreale.

Vicki, con la sua agenzia legge gratuitamente i manoscritti mentre quelli della sua CE li leggeranno altre agenzie.

Ci inizio a capire sempre meno.

A quel che IO ho capito, VS non li legge più da quando Mattia è andato via

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque una risposta sintetica all'e-mail in cui si chiedono informazioni potrebbero darla.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, giusto per capire se l'unico modo per farsi leggere da loro sia il servizio di editing (a pagamento) e la scuola di Mattia Signorini (a pagamento), così almeno una persona si organizza e decide se provare con quella casa editrice o meno. Immagino, però, che dopo le vacanze rispondano a tutti.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vogliono rispondere loro a quest'ultimo quesito, penso lo faranno a giorni, o qui o nel loro sito. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, sì avevo visto che stanno facendo la raccolta fondi...boh, non so che pensare, perciò per il momento non è nella lista delle case editrici che intendo contattare. Mi piaceva l'idea all'inizio, poi però non mi ha più convinta. Un grande in bocca al lupo a chi ci proverà :)

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io non li contatterò più. Leggendo il progetto Limoney e la relativa la raccolta di fondi sono rimasto senza parole.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

va beh

 

non solo adottano il discutibilissimo metodo della raccolta fondi (chi ti obbliga a fondare una casa editrice, ad assumere 6 dipendenti, a proporti di pubblicare 100 titoli l'anno se non hai i fondi per portare avanti il progetto  :nein: ?!)...

ma minacciano pure di spedirti un libro della Tamaro per ringraziarti del contributo  :trollface:

4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Insomma,

 

chiaramente ognuno è libero di adottare la strategia aziendale che vuole,

tuttavia mi chiedo: " Io non intendo pagare 1 solo euro per pubblicare il mio manoscritto,

rifiutando appunto tutte le offerte Eap che mi arrivano,

e dopo, dovrei sostenere economicamente un'azienda per pubblicare (digitalmente) i manoscritti dei loro autori?

Per aiutarli a recuperare libri fuori produzione"?

 

Con tutto l'apprezzamento che posso avere per i loro autori, Piras principalmente, ditemi che ho sbagliato a leggere.

 

p.s Se decido di sostenere un loro autore compro il suo libro. Stop

Modificato da Pippowood
0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so, però questa iniziativa è rivolta ai lettori, non agli autori. E forse anche a persone che un po' vorrebbero sentirsi integrate in una determinata realtà, o parteciparvi in modo più attivo. Inoltre alcune delle cose che propongono sono veri e propri servizi. Non so. Io apprezzo il fatto che stiano cercando di muoversi in più direzioni. Che ci credano. Credo che questo in particolare sia un po' un esperimento. VandA è in continua evoluzione, quindi immagino che in base a come reagirà il mercato decideranno il da farsi. In ogni caso sono ben accetti i consigli e anche le critiche, perché no?

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Pippo dell'attestazione di stima. Sono cose che mi rincuorano.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poi secondo me questo non c'entra nulla con il contattarli. Bloody se tu hai una buona opera e loro la prendono in visione, ricordati che dietro la VandA.epublishing c'è pur sempre Vicki Satlow, e lei potrebbe anche pensare di rappresentarti per farti pubblicare da un editore importante, e in cartaceo. La VandA, è specificato anche nel sito, non agisce in concorrenza alle altre case editrici, ma in collaborazione. Le possibilità all'interno di una realtà del genere sono pur sempre infinite. Stiamo parlando di professioniste con ottimi contatti, disposte a provare mille soluzioni. No Bloody, se tu hai un ottimo romanzo nel cassetto io sarei felicissimo che tu lo inviassi a VandA e che Vicki e le altre decidessero di pubblicartelo o ché. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma da nessuna parte accennano alla possibilità di prendere in visione manoscritti

 

(cmq

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusate, il messaggio è partito per errore!

 

volevo dire che, nel corso della mia lunga vita, non ho MAI visto funzionare iniziative di fund raising di questo tipo

ne seguirò con interesse antropologico gli sviluppi

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, sì avevo visto che stanno facendo la raccolta fondi...boh, non so che pensare, perciò per il momento non è nella lista delle case editrici che intendo contattare. Mi piaceva l'idea all'inizio, poi però non mi ha più convinta. Un grande in bocca al lupo a chi ci proverà :)

 

Stessa cosa per Marilyn, dai Marilyn ogni possibilità bisogna cercare di sfruttarla per far conoscere se stessi e il proprio mondo letterario, non ti chiudere una possibilità per una cosa che non è rivolta a chi scrive. Pensa solo che VandA è disposta a pubblicare anche libri di autori che non hanno nessuna, ma proprio nessuna raccomandazione, e in tal senso è una delle poche realtà davvero indipendenti. Poi vedrai che intraprenderà tantissime altre iniziative interessanti.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho letto, guardato i video ( forte Pinketts, come sempre :asd:) però, venendo al succo, questi esordienti non ho capito come li intercettino.

1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusate, il messaggio è partito per errore!

 

volevo dire che, nel corso della mia lunga vita, non ho MAI visto funzionare iniziative di fund raising di questo tipo

ne seguirò con interesse antropologico gli sviluppi

 

Io è la prima volta che la vedo applicata a una casa editrice, e anch'io tutto sommato sono curioso di seguirne gli sviluppi. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusate, il messaggio è partito per errore!

 

volevo dire che, nel corso della mia lunga vita, non ho MAI visto funzionare iniziative di fund raising di questo tipo

ne seguirò con interesse antropologico gli sviluppi

 

Io è la prima volta che la vedo applicata a una casa editrice, e anch'io tutto sommato sono curioso di seguirne gli sviluppi. 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa degli esordienti è una cosa che ancora devono un po' decidere, mi sa. Vogliono fare come con la Vicki Satlow agency ma hanno un po' paura di venire sommersi dagli inediti e di non riuscire a gestire la cosa con la voluta professionalità. Mi hanno detto che appena decideranno in concreto cosa fare lo renderanno pubblico, quindi vedremo. Credo che la voglia di scoprire nuovi talenti ci sia, ma si devono organizzare per farlo al meglio.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il crowdfunding funziona, e ci sono parecchi prodotti e servizi che lo dimostrano, è particolarmente indicato per un certo tipo di prodotti, tipo i videogame, ma nulla vieta di estenderlo ad altri, il gioco sta nel bilanciare bene la richiesta con le ricompense elargite.

Inoltre credo che in questo caso si debbano differenziare le attività di lettura manoscritti ed eventuale pubblicazione (a quanto so gratuite) con quella di crowdfunding, che non è rivolta agli autori ma a tutti gli utenti della C.E. in generale che desiderano in qualche modo contribuire al suo sviluppo.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Claudio cortesemente invia un unico messaggio anziché due o tre di fila. Grazie.

 

Per quanto riguarda il crowfunding non capisco il vostro stupore e l'indignazione: ha chiesto soldi agli autori, forse? No. Si tratta di una raccolta fondi indipendente, e non c'è proprio niente di male. Non è che se non fate una donazione non pubblicate, né vi vincola in alcun modo alla CE.

Un po' di buon senso, per cortesia.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so, però questa iniziativa è rivolta ai lettori, non agli autori. E forse anche a persone che un po' vorrebbero sentirsi integrate in una determinata realtà, o parteciparvi in modo più attivo. Inoltre alcune delle cose che propongono sono veri e propri servizi. Non so. Io apprezzo il fatto che stiano cercando di muoversi in più direzioni. Che ci credano. Credo che questo in particolare sia un po' un esperimento. VandA è in continua evoluzione, quindi immagino che in base a come reagirà il mercato decideranno il da farsi. In ogni caso sono ben accetti i consigli e anche le critiche, perché no?

 

Ciao Claudio,

comprendo che tastino nuove strade ma Vicki Satlow, almeno da parte mia, fino a due ore fa,

veniva considerata un po' la Robin Hood dell'editoria.

 

Quindi la delusione diventa maggiore.

 

Se avesse deciso di seguire questa strada qualche agente letterario che vive di editing, cercando di spennare i nuovi autori,

soffrivo di meno perchè...me lo aspettavo.

 

 

L'adeguarsi alla massa di Vanda per me è simbolo di sconfitta da parte di chi combatteva contro questo sistema editoriale.

 

E io, anche se non come autore, speravo nascessero altre Vicki, invece, inizio a sperare non muoia questa. Editorialmente parlando

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho guardato le ricompense per le donazioni, a nessun livello è prevista la pubblicazione, quindi non mi sembra ci sia nessun espediente "subdolo" dietro, ma semplicemnte un modo più creativo (e abbastanza di moda) di finanziare la loro attività invece che chiedere un prestito in banca.

E, come dice Ayame, non c'è nessun obbligo di finanziamento, tra l'altro anche qui sul WD c'è un crowdfunding in corso per contribuire alle spese legali, ma questo non vuol dire che il forum sia diventato a pagamento.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello del forum ha uno scopo preciso,

quello di contribuire alle spese legali che qualche utente del forum ha creato.

Qundi "ci sta".

 

Questo caso lo catalogherei nella cartellina "solidarietà".

 

 

Quell'altro, invece, è come dici te.

Una tecnica di autofinanziamento.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda Pippo che, come ha detto anche Ayame e ha spiegato anche Yattaman, il crowfunding non è rivolto agli autori. E non è nemmeno obbligatorio per nessuno. E sopratutto non c'entra nulla con lo scouting che Vicki ha sempre fatto e che continuerà a fare se sarà nelle sue possibilità.

 

Scusa Ayame, non lo faccio di proposito, mi si blocca lo schermo e mi sembra di non averli inviati... 

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se dovete contattarli occhio che il form sul sito non funziona, l'indirizzo fornito è "monco". Io ho provato ad aggiungere ".com" alla fine e sembra essere un indirizzo valido.

0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora