Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Outsider

Basta con i vampiri

Post raccomandati

Ospite

Ogni volta che giro per la mia libreria preferita noto che lo scaffale dedicato alla narrativa horror è sempre più invaso da libri su vampiri.

C'è ne sono in tutte le salse: moderni e antichi, giovani e vecchi, ecc.

Possibile che anche nella letteratura di nicchia si debba seguire sempre la moda?

Intendiamoci, io adoro i libri sui vampiri; ne ho letti a decine, da ''Dracula'' a ''Le notti di Salem'', da ''La bara'' a il libri della Hamilton, però mi piacerebbe trovare anche altre storie.

Anche Moccia (lo so ormai è un tormentone) scriverà un libro su un vampiro di trenta anni, in crisi esistenziale, che si innamora di una sensuale bistecca al sangue; il titolo:''Tre metri sotto terra''.

Adesso vado ad iniziare il mio prossimo libro che, naturalmente, avrà come protagonista un vampiro,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono relativamente d'accordo.

E' vero che la maggior parte della letteratura vampiresca che si trova in giro è spazzatura (vedi vampiro adolescente figherrimo ancora alle superiori/svampita di turno), ma da qui a dire che la presenza di un vampiro in un libro precluda la qualità del libro stesso, ce ne passa.

E poi io ho scritto un libro sui vampiri, quindi devo difendere la bandiera XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Sono relativamente d'accordo.

E' vero che la maggior parte della letteratura vampiresca che si trova in giro è spazzatura (vedi vampiro adolescente figherrimo ancora alle superiori/svampita di turno), ma da qui a dire che la presenza di un vampiro in un libro precluda la qualità del libro stesso, ce ne passa.

E poi io ho scritto un libro sui vampiri, quindi devo difendere la bandiera XD

Il fatto è che inflazionando in questo modo il genere, la qualità si confonde con la spazzatura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mettendo il caso che un cioccolatino venga ricoperto con un quintale di sassi, se non ho un suggerimento di dove e come trovare quel cioccolatino, non mi metto certo ad assaggiare dei sassi a caso fino a che non lo trovo...

Trad. se tu mi suggerisci un titolo, dicendomi che è buono, io posso anche comprarlo, ma se vado in libreria, non mi metto certo a frugare fra il mucchio dei vampiri nella speranza di pescare il jolly

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mettendo il caso che un cioccolatino venga ricoperto con un quintale di sassi, se non ho un suggerimento di dove e come trovare quel cioccolatino, non mi metto certo ad assaggiare dei sassi a caso fino a che non lo trovo...

Trad. se tu mi suggerisci un titolo, dicendomi che è buono, io posso anche comprarlo, ma se vado in libreria, non mi metto certo a frugare fra il mucchio dei vampiri nella speranza di pescare il jolly

Lasciami entrare (libro e film) , bellissima e dolorosa storia di crescita, che tocca temi forti come pedofilia e identità sessuale in modo convincente, e soprattutto con vampiri che fanno i vampiri :twisted:

La vampiretta Eli è ambigua e tenerissima (a parte quando spezza il collo alle vittime :mrgreen: )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Sono parzialmente d'accordo con Sid e parzialmente d'accordo con Outsider e Jack. Ovvero.

Concordo nel dire che in mezzo alla merda ci stanno le perle, ma è anche vero che perle o non perle un certo argomento stufa.

Io ardo per trovarmi qualcosa ambientato, chessò, nel mondo dei tarocchi. O un urban fantasy serio, senza bellissime paladine predestinate (cambiare il sesso a piacere) o angeli meravigliosi che salvano il mondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A dire il vero io ho letto molto sui vampiri, e ad essere onesta, alcuni libri proprio per la loro leggerezza se così vogliamo chiamarla mi rilassano xD ovvero... dopo aver letto libri piuttosto pesanti o autori per la scuola non mi dispiace leggere qualcosa sui vampiri, una lettura leggera e disinteressata.

Naturalmente sono da distinguere i GRANDI libri su vampiri, e le altre storie magari più sentimentali però ripete io leggo tutto ma per staccare un pò la spina un libro sui vampiri ci sta :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piuttosto d'accordo, per via soprattutto di una ragione: lo spazio nelle librerie non è infinito. E per lasciar posto alle trashate vampiresche sugli scaffali, hanno dovuto togliere altro. Ora, non so voi, ma dalle mie parti a finire sacrificati per la moda vampiresca sono stati soprattutto i reparti di fantasy e fantascienza.

E la cosa mi dà terribilmente fastidio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grande citazione, Hap Collins, di un libro e un film bellissimi. "Lasciami entrare" è la prova che il problema non sono i vampiri, ma il modo in cui se ne scrive. E poi il 99% della letteratura di tutti i tempi ha per protagonista l'homo sapiens. Ci siamo mai lamentati con "basta umani!"?

I romanzi di vampiri non parlano mai di vampiri, ma di relazioni, sentimenti e via dicendo. E lo fanno dando o non dando importanza al linguaggio (nel caso dei libri, scritto, nel caso dei film, cinematografico ecc.). Che ci sia un vampiro, un elfo, un angelo è solo questione di moda. Quello che fa la differenza sono le storie, il linguaggio... il modo in cui riescono a parlarci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
I romanzi di vampiri non parlano mai di vampiri, ma di relazioni, sentimenti e via dicendo.

Allora dovresti leggerti un paio di libri di vampiri, ma quelli veri, quelli dai quali è poi partito tutto il resto.

Io ho letto tre VERI libri sui vampiri, che parlano di vampiri e che consiglio a tutti:

-Dracula di Stoker

-Io sono leggenda di Matheson

-Le notti di Salem di king

Massimo rispetto per il resto del mondo, ma dopo aver letto questi tre, tutto ciò che ho letto dopo mi è sembrato merda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Massimo rispetto per il resto del mondo, ma dopo aver letto questi tre, tutto ciò che ho letto dopo mi è sembrato merda.

Eh va be', questo si può dire per ogni genere; che so, per Benni e i libri di narrativa-satira, per Deaver/Connelly e i thriller, per la Christie e i gialli...

Sembra che la merda sia solo in questo genere. Le schifezze stanno ovunque e, tanto per citare Bradipo in un altro topic, che a sua volta citava Sturgeon: "Il novanta per cento della fantascienza è spazzatura, ma in effetti il novanta per cento di tutto è spazzatura".

Ecco.

Edito per dire: Mi hanno regalato un libro della Smith, non sono riuscita ad andare oltre pagina 40 da quanto era scritto male. I libri così dovrebbero sparire per lasciare il posto a qualcosa di meglio che non affossi il genere vampiresco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dracula di Bram Stoker ha poco a che fare con i vampiri veri, quelli delle leggende popolari.

di fatto è il capostipite dei vampiri romantici, pericolosi e affascinanti, che poi sono stati rimessi in ombra dai film col vampiro-mostro (da nosferatu in poi) e da qualche anno sono tornati al romanticismo grazie a romanzacci :?

comunque, i vampiri si possono usare come metafora per raccontare altro o solo come ciucciasangue per una storia splatter, non vedo il problema. Anche se l'inflazione è evidente e punta deliberatamente verso il basso...a parte Lasciami Entrare, non ho trovato altro ultimamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quoto Sid-Annina che quota Bradipo che quota Sturgeon... che al mercato mio padre comprò.

"Il novanta per cento della fantascienza è spazzatura, ma in effetti il novanta per cento di tutto è spazzatura".

Ecco il cuore del problema.

Ah, Io sono leggenda di Matheson è un capolavoro di raro rigore stilistico.

Le notti di Salem mi manca... in realtà tutto King mi manca, ma prima o poi lo leggerò.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Massimo rispetto per il resto del mondo, ma dopo aver letto questi tre, tutto ciò che ho letto dopo mi è sembrato merda.

Eh va be', questo si può dire per ogni genere; che so, per Benni e i libri di narrativa-satira, per Deaver/Connelly e i thriller, per la Christie e i gialli...

Sembra che la merda sia solo in questo genere. Le schifezze stanno ovunque e, tanto per citare Bradipo in un altro topic, che a sua volta citava Sturgeon: "Il novanta per cento della fantascienza è spazzatura, ma in effetti il novanta per cento di tutto è spazzatura.

Condivido in pieno. Io parlo di questo genere perché in questo topic si parla di questo genere.

Se apriamo un topic sul thriller, dirò la mia riguardi i thriller.

Inoltre la mia valutazione è del tutto soggettiva e riferita alla mia personale esperienza vampiresca, sia letteraria che cinematografica. (in tal senso, i film tratti da "Io sono leggenda", e da "Le notti di Salem" sono due autentiche cagate che nulla hanno a che fare coi rispettivi romanzi)

Probabilmente chi ha avuto la fortuna di trovare nel mucchio qualcosa di buono, bè buon per lui. Il problema è il mucchio in quanto tale. Una volta era il mucchio delle Danbrownate, ora c'è quello delle Twilighate, un domani, chessò, ci sarà magari il mucchio delle Jacksharkate :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Una volta era il mucchio delle Danbrownate, ora c'è quello delle Twilighate, un domani, chessò, ci sarà magari il mucchio delle Jacksharkate :o

Ahah XD Be' in quel caso ci lamenteremo di meno, promesso :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Inoltre la mia valutazione è del tutto soggettiva e riferita alla mia personale esperienza vampiresca, sia letteraria che cinematografica. (in tal senso, i film tratti da "Io sono leggenda", e da "Le notti di Salem" sono due autentiche cagate che nulla hanno a che fare coi rispettivi romanzi)

Del libro di Matheson sono stati tratti due film, antecedenti a quello di Will Smith.

Uno italiano degli anni 60 con Vincent Price, che non ho visto ma dicono molto bello.

Uno degli anni 70 con Charlton Heston che ti consiglio di vedere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Per quanto la Rice mi stia sui dindon alla grande, il merito di aver 'svecchiato' la figura del vampiro va moltissimo anche a lei, altro che Meyer. I succhiasangue vegetariani che fanno loro ingenue ragazzine (che poi invece si rivelano delle superdonne) sono un'aberrazione che solo per caso li vede come protagonisti: se ci fosse stato un lupo mannaro al posto di Edward, o magari un prestante alieno antropomorfo, sarebbe stata la stessa, identica cosa. E adesso a piangere sarebbero i cultori della fantascienza :twisted:

Rimane solo da stringere i denti, ravanare in cerca dei VERI libri di vampiri, dove questi poveri esseri siano almeno fotofobici, e tapparsi le orecchie sul resto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Del libro di Matheson sono stati tratti due film, antecedenti a quello di Will Smith.

Uno italiano degli anni 60 con Vincent Price, che non ho visto ma dicono molto bello.

Uno degli anni 70 con Charlton Heston che ti consiglio di vedere.

Li cercherò :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I succhiasangue vegetariani che fanno loro ingenue ragazzine (che poi invece si rivelano delle superdonne) sono un'aberrazione che solo per caso li vede come protagonisti: se ci fosse stato un lupo mannaro al posto di Edward, o magari un prestante alieno antropomorfo, sarebbe stata la stessa, identica cosa. E adesso a piangere sarebbero i cultori della fantascienza :twisted:

Rimane solo da stringere i denti, ravanare in cerca dei VERI libri di vampiri, dove questi poveri esseri siano almeno fotofobici, e tapparsi le orecchie sul resto.

Infatti un pò di sangue versato (leggasi succhiato) in un romanzo con vampiri dovrebbe essere ovvio, invece niente, ci si ritrova in mano una storia in vero stile harmony... però al resto del mondo piace così! :evil:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Come dice il saggio davanti alla compostiera "dieci miliardi di mosche possono forse sbagliare?" :twisted:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

concordo appieno, al 100%, col post.

non se ne può più di vampiri, fantasy straccione e robaccia varia. Oltretutto sembra che gli adolescenti leggano solo la saga di new moon!! se fate un giro su yahoo answers c'è solo quello!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi scusate se copio e incollo in questo modo (so' ignorante di forum, questo è il primo cui intervengo :oops: ) ma volevo postare quanto detto da Jack Shark in un suo commento:

"Io ho letto tre VERI libri sui vampiri, che parlano di vampiri e che consiglio a tutti:

-Dracula di Stoker

-Io sono leggenda di Matheson

-Le notti di Salem di king

Massimo rispetto per il resto del mondo, ma dopo aver letto questi tre, tutto ciò che ho letto dopo mi è sembrato merda.

Jack Shark "

Beh, sono d'accordo! :twisted: Non me ne vogliano i fan di "Twilight" e affini, ma personalmente non ne posso più. Hanno toccato il fondo con "I promessi vampiri" e basta! :ugeek: Ci manca il topo vampiro e siamo a posto. :? Il problema qui non è che ci sia più spazzatura che belle storie sul genere è che è di MODA! E questo, a discapito della buona Fantascienza e altri gneri (che chissà perché in Italia non si produce ma si legge quella estera o si guardano i film) Anch'io ho letto Stoker e Matheson (non King, però) e sinceramente ho finito di leggere vampiri. Adesso la moda sono gli zombie... Bene: tra poco avremo la sexy zombi il gnocco-zombie alle elementari e roba varia. D'accordo: il mercato chiede e gli autori rispondono. D'accordo che la Meyer ha fatto scuola (meglio lei di Moccia :D ) ma secondo il mio modesto punto di vista chi scrive dovrebbe evitare di seguire il mercato se ha qualcosa da dire. Intendiamoci: non sono contro i libri del genere purché venga dato spazio anche a romanzi più originali sia italiani che esteri. Dopotutto a bere sempre sangue non è che uno si diverta poi tanto! :mrgreen:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite queenseptienna
Ogni volta che giro per la mia libreria preferita noto che lo scaffale dedicato alla narrativa horror è sempre più invaso da libri su vampiri.

C'è ne sono in tutte le salse: moderni e antichi, giovani e vecchi, ecc.

Possibile che anche nella letteratura di nicchia si debba seguire sempre la moda?

Intendiamoci, io adoro i libri sui vampiri; ne ho letti a decine, da ''Dracula'' a ''Le notti di Salem'', da ''La bara'' a il libri della Hamilton, però mi piacerebbe trovare anche altre storie.

Anche Moccia (lo so ormai è un tormentone) scriverà un libro su un vampiro di trenta anni, in crisi esistenziale, che si innamora di una sensuale bistecca al sangue; il titolo:''Tre metri sotto terra''.

Adesso vado ad iniziare il mio prossimo libro che, naturalmente, avrà come protagonista un vampiro,

A me che ha stufato è la concezione dei vampiri °°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

preferisco il vampiro spietato, senza scrupoli, omicida, che ricordi a malapena la pochezza dei sentimenti umani, seduttore (e ovviamente omosessuale latente)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io i vampiri non li ho mai sopportati come creature immaginarie, li trovo troppo semplicistici.

Ma sicuramente sempre meglio un bel personaggio cattivo rispetto al migliore dei personaggi buoni... un libro con vampiri che mi sia piaciuto è Fevre dream di Martin. Vampiri normali e cattivelli, yeah

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Del libro di Matheson sono stati tratti due film, antecedenti a quello di Will Smith.

Uno italiano degli anni 60 con Vincent Price, che non ho visto ma dicono molto bello.

Uno degli anni 70 con Charlton Heston che ti consiglio di vedere.

Li cercherò :lol:

Eccoteli Jack:

L'ultimo uomo della Terra. 1964 - 1975:Occhi bianchi sul pianeta terra. 1971. Ma se devo esser sincero, da amante di cinema, non sono poi un granché. Certo, Io sono leggenda è peggio, ma anche quelli precedenti, insomma, passi Vincent Pryce, ma C. Heston mi è sempre stato sul gozzo fin dai tempi di ... Mosè :)

Ti consiglierei altri due film, sempre che tu non li abbia visti, non sono tratti da libri di Matherson:

Miriam si sveglia a mezzanotte, diretto dal Tony Scott (fratello del regista per antonomasia, per me, Ridley) con David Bowie e quella stupenda creatura, che al tempo mi fece innamorare, di Catherine Deneuve.

L'altro: Nosferatu il principe della notte, ma il remake di Herzog con un insuperabile Klaus Kinski.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I libri che parlano di vampiri sono:

Dracula - Bram Stoker

I libri di Anne Rice.

Lì finisce, il resto (vedi Twilight) parla di creature che non sono vampiri, sono dei cosi messi lì a succhiare sangue ai porci e sono politically correct. Dei questi vampiri non se ne può più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
A me che ha stufato è la concezione dei vampiri °°

:?:

C. Heston mi è sempre stato sul gozzo fin dai tempi di ... Mosè :D

Eppure Heston negli anni 70 è stato un icona dei film di fantascienza; sono da ricordare, infatti, anche Il pianeta delle scimmie e 2022: i sopravvissuti.

Film, a mio parere, di tutto rispetto.

Per quanto riguarda il tema vampiri, concordo che il succhiasangue deve essere cattivo altrimenti perde d'interesse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
A me che ha stufato è la concezione dei vampiri °°

:?:

C. Heston mi è sempre stato sul gozzo fin dai tempi di ... Mosè :D

Eppure Heston negli anni 70 è stato un icona dei film di fantascienza; sono da ricordare, infatti, anche Il pianeta delle scimmie e 2022: i sopravvissuti.

Film, a mio parere, di tutto rispetto.

Per quanto riguarda il tema vampiri, concordo che il succhiasangue deve essere cattivo altrimenti perde d'interesse.

Niente da dire per chi gradisce solo eroi immacolati, ma sarà perché o visto davvero troppi film, trovo più simpatici gli antieroi o almeno, quelli che si cimentano anche in quei ruoli: Jack Nicholson, Dennis Hopper, Gary Oldman, tanto per citarne qualcuno. A proposito di Oldman, In Dracula di Coppola, quasi identico al Nosteratu di Herzog, è spettacolare.

Anch'io concordo che i succhiasangue deve essere cattivo, sennò che gusto c'è? Concedetemi la splendida Miriam, C. Denevue; il vampiro più è brutto poi, meglio è.

Questi nuovi vampiri da strapazzo: bravi ragazzi di college che si nutrono di sangue animale e mantengono i loro super poteri, sono ridicoli, certo. Ma bisogna riconoscere che possono affascinare in quanto immortali e corretti, sicché, i giovani sognano di imitarli e, francamente, poiché da piccolo mi identificavo in Thor, il supereroe della Marvel figlio di Odino, non riesco a tagliere la corda e lasciarli cadere nel vuoto. Io ho vissuto i miei tempi, trovo giusto che chi viva questi: se li goda come meglio gli pare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×