Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Fairness

Moccia, Twilight e compagnia bella

Post raccomandati

Sì, hai ragione, succede così con tutti i fenomeni letterari per teenager infatti... stessa cosa con Melissa P ad esempio. Penso poi che leggano questi libri perchè sono di moda e ci fanno poi il film.

Melissa P sarebbe un libro per teenager? :aka:

Poi si chiedono perché in Italia ci siano cosí tanti stupri. Se dai da leggere quella roba a un ragazzino ti viene su un pluriomicida ninfomane! :aka:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Melissa P sarebbe un libro per teenager? :aka:

Poi si chiedono perché in Italia ci siano cosí tanti stupri. Se dai da leggere quella roba a un ragazzino ti viene su un pluriomicida ninfomane! :aka:

Che i libri di Melissa P. non siano libri validi non ci piove, ma perfavore smettiamola con questi luoghi comuni. Non è ciò che leggi, quali videogiochi usi o che tipo di film guardi che fanno diventare criminali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Melissa P sarebbe un libro per teenager? :aka:

Poi si chiedono perché in Italia ci siano cosí tanti stupri. Se dai da leggere quella roba a un ragazzino ti viene su un pluriomicida ninfomane! :aka:

Che i libri di Melissa P. non siano libri validi non ci piove, ma perfavore smettiamola con questi luoghi comuni. Non è ciò che leggi, quali videogiochi usi o che tipo di film guardi che fanno diventare criminali.

Magari no, ma scommetto che contribuisce parecchio.

Dopo tutto gli ideali si costruiscono con le informazioni e le esperienze e le letture ifluenzano molto il pensiero di un ragazzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ice*

Infatti io da piccola guardavo Ken il Guerriero e ora vado in giro a far esplodere la gente :flower:

Ah se potessi... :buhu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono d'accordo. L'uomo ha la capacità di distinguere la realtà dalla finzione. Attribuire parte della colpa a queste cose è solo un modo facile per evitare di capire che i veri fattori influenti sulla devianza sono altri: ambiente sociale e educazione familiare in primis.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Infatti io da piccola guardavo Ken il Guerriero e ora vado in giro a far esplodere la gente :flower:

Ah se potessi... :buhu:

I sassi, Tanja, i sassi... *annuisce in quel modo lì*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Infatti non sto dicendo che se giochi a un videogioco di guerra e diventi un serial killer è solo colpa del videogioco, però è provato che passare ore davanti a scene di uccisione, per quanto fittizie, possa "danneggiare" il pensiero.

Dopotutto la propaganda funziona allo stesso modo: chi mai crederebbe che i russi sono cattivi e mangiano i bambini? Nessuno, ma un manifesto unito all'ignoranza della gente e al clima che si è creato in passato ha portato la gente a crederci.

E poi, dai. Io per prima ammetto di essere sempre uscita molto esaltata da quei romanzi che mi aprivano gli occhi circa un particolare pensiero. Ma non l'avete mai trovata quella storia o quel film che vi ha fatto dire "Sì, adesso andrò a diffondere questo messaggio"?

Come un'emozione scaturisce in senso positivo, può scaturire anche in senso negativo.

Poi è ovvio che non sia solo colpa di Melissa P, se uno diventa uno stupratore. La mia affermazione andava anche presa con un po' di spirito, dai :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La propaganda politica ha la pretesa di farsi considerare reale; libri, film e videogame no.

Se uno ha alle spalle una famiglia che sa educare non esiste libro che possa indurlo a delinquere.

Il motivo per cui contrasto con tanta forza certe affermazioni è che temo che se prendano eccessivamente piede saranno usate come scusa per ridurre la responsabilità penale di chi commette certe azioni (oltre al rischio quanto mai concreto di riveder sorgere la censura in maniera massiccia).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se uno ha alle spalle una famiglia che sa educare non esiste libro che possa indurlo a delinquere.

Io credo che una famiglia possa essere la più brava educatrice del mondo, ma che sia l'individuo in sè a educare se stesso. Posso vantare dei genitori che hanno saputo bilanciare la severità con la libertà, mi reputo ben educata, con dei solidi valori, eppure qualche cavolata l'ho sempre fatta, più per ribellione che altro.

Poi, oddio. Scommetto che esistono psicopatici con una bravissima famiglia alle spalle.

Dipende da persona a persona: c'è chi dal libro trae insegnamento in modo equilibrato, chi lo esalta e chi proprio non se lo fila minimamente.

Per quanto riguarda l'articolo:

Cos’altro trovate nei canali televisivi, se non sesso –parlato- insieme ad un po’ di nudità di fondoschiena? Sesso estremo, sesso di gruppo, sesso violento, stupri di gruppo, pornostar che fanno lezione.

e:

La magia è oramai un’ovvietà, si va dal mago pure per smettere di fumare. Filtri d’amore sulle reti locali, insieme ai numeri per vincere ai giochi.

Vivendo all'estero, non mi è possibile seguire la televisione italiana.

Siamo davvero arrivati a questi livelli...?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se uno ha alle spalle una famiglia che sa educare non esiste libro che possa indurlo a delinquere.

Io credo che una famiglia possa essere la più brava educatrice del mondo, ma che sia l'individuo in sè a educare se stesso. Posso vantare dei genitori che hanno saputo bilanciare la severità con la libertà, mi reputo ben educata, con dei solidi valori, eppure qualche cavolata l'ho sempre fatta, più per ribellione che altro.

Poi, oddio. Scommetto che esistono psicopatici con una bravissima famiglia alle spalle.

Dipende da persona a persona: c'è chi dal libro trae insegnamento in modo equilibrato, chi lo esalta e chi proprio non se lo fila minimamente.

Per quanto riguarda l'articolo:

Cos’altro trovate nei canali televisivi, se non sesso –parlato- insieme ad un po’ di nudità di fondoschiena? Sesso estremo, sesso di gruppo, sesso violento, stupri di gruppo, pornostar che fanno lezione.

e:

La magia è oramai un’ovvietà, si va dal mago pure per smettere di fumare. Filtri d’amore sulle reti locali, insieme ai numeri per vincere ai giochi.

Vivendo all'estero, non mi è possibile seguire la televisione italiana.

Siamo davvero arrivati a questi livelli...?

I telegiornali mostrano tette e culi una notizia sì e l'altra pure, i programmi televisivi non ti dico che combinano. Ragazzi e ragazze che piangono perché sono stati eliminati dalla "casa" e tante altre cazzate che fanno della televisione italiana il marchio del nostro paese. Per fortuna che ho spento la televisione da anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì, quando con un mio amico inglese siamo andati a casa mia in Italia (l'ho ospitato), si è stupito della tv italiana, intendo di vedere ragazze svestitissime nel pomeriggio... in UK non succede così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di Moccia avevo letto "tre metri sopra il cielo" quando ero ragazzina e non mi era piaciuto. Troppo sdolcinato e non solo quello, brutto in tutto. Dai soprannomi dei personaggi ai dialoghi.

E con quello ho detto basta, nonostante mi abbiano regalato anche tutti i seguiti, che però non ho mai aperto.

Twilight è qualche gradino sopra Moccia, comunque.

Anche se la Meyer ha ridicolizzato i vampiri al massimo, di buono però ha riportato i vampiri alla ribalta, anche se i suoi vampiri "vampiri" non lo sono affatto. Sono mormoni frustrati che ciucciano sangue di puma. Stop.

Però la invidio. Invidio il fatto che un libro con niente di davvero speciale abbia fatto tutto questo successo, più di altri libri del genere che secondo me meriterebbero molto, ma molto di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sì, quando con un mio amico inglese siamo andati a casa mia in Italia (l'ho ospitato), si è stupito della tv italiana, intendo di vedere ragazze svestitissime nel pomeriggio... in UK non succede così

Beh, oddio. La BBC a volte ha delle uscite di scena discutibili...peró sí, se un programma é di calcio non ci mettono la tipa mezza svestita a presentare, ce ne mettono uno che di calcio se ne intende.

E questa cosa tiene anche alto il livello dei contenuti: io trovo molto piú educativa la televisione inglese che quella italiana, per esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Beh, oddio. La BBC a volte ha delle uscite di scena discutibili...peró sí, se un programma é di calcio non ci mettono la tipa mezza svestita a presentare, ce ne mettono uno che di calcio se ne intende.

E questa cosa tiene anche alto il livello dei contenuti: io trovo molto piú educativa la televisione inglese che quella italiana, per esempio.

Però l'Inghilterra detiene il record di teenager che diventano genitori ancora minorenni, tanto che si è sentito il bisogno di istituire campagne informative nelle scuole per prevenire gravidanze di quattordicenni o anche più giovani.

Evidentemente non è quindi la qualità di quello che si vede/legge a influire sull'indivduo, o almeno non in misura tanto importante da condizionare la sua vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però l'Inghilterra detiene il record di teenager che diventano genitori ancora minorenni, tanto che si è sentito il bisogno di istituire campagne informative nelle scuole per prevenire gravidanze di quattordicenni o anche più giovani.

Evidentemente non è quindi la qualità di quello che si vede/legge a influire sull'indivduo, o almeno non in misura tanto importante da condizionare la sua vita.

Io penso comunque che ciò che leggiamo o vediamo ci influenzi. La misura dipende dalla persona: come ho già detto, c'è chi si fa influenzare più facilmente, chi invece sulle cose ragiona e infine chi proprio non considera ciò che gli sta intorno.

Tieni però presente che l'Inghilterra ha una cultura diversa rispetto all'Italia, dove non dico che una gravidanza a quattordici anni sia ben accetta, ma c'è comunque più tolleranza e soprattutto meno voglia di giudicare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello che leggiamo o vediamo viene interpretato attraverso gli occhi dell'eduacazione ricevuta.

Se la famiglia spiega al figlio che la violenza è una cosa negativa qualsiasi cosa egli possa leggere o vedere darà sempre una connotazione negativa alla violenza.

Mi direte: e le famiglie "perbene" che si ritrovano un figlio che delinque? Semplice, spesso manca l'educazione; il solo fatto che siano famiglie benestanti non porta automaticamente ad avere un educazione migliore. I figli non apprendono solo quanto detto, ma anche quanto vedono fare ai genitori.

Tra l'altro mi è capitato di leggere vari studi in materia (è passato qualche anno, ma se ritrovo le fonti posso anche indicarle) che faceva notare come non vi siano elementi che attestano una correlazione tra libri e film violenti e tendenza a delinquere.

Uno studio più recente ha poi indicato come chi gioca a giochi violenti (come può essere un GTA) è tendenzialmente meno incline a rezioni violente di chi gioca ai giochi di calcio (nello studio si notava come durante la partita il giocatore di GTA sfogava il nervosismo nel gioco e a fine partita fosse molto più tranquillo, metre chi giocava ai giochi di calcio tendeva ad accumulare stress al punto che in alcuni casi i giocatori si lasciavano sfuggire grosse imprecazioni e in un paio di casi lanciando il joipad contro il muro).

Una cosa che hanno in comune questi studi è l'aver rilevato come la discriminante maggiore al modo di comportarsi fosse solo il tipo di l'educazione ricevuta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccolo (forse) OT: forse è anche perchè gli conviene farsi mettere incinte così ricevono benefits per il fatto di avere un minore a carico e l'affitto pagato dallo stato... scusate se sembro un po' acida

Beh, oddio. La BBC a volte ha delle uscite di scena discutibili...peró sí, se un programma é di calcio non ci mettono la tipa mezza svestita a presentare, ce ne mettono uno che di calcio se ne intende.

E questa cosa tiene anche alto il livello dei contenuti: io trovo molto piú educativa la televisione inglese che quella italiana, per esempio.

Però l'Inghilterra detiene il record di teenager che diventano genitori ancora minorenni, tanto che si è sentito il bisogno di istituire campagne informative nelle scuole per prevenire gravidanze di quattordicenni o anche più giovani.

Evidentemente non è quindi la qualità di quello che si vede/legge a influire sull'indivduo, o almeno non in misura tanto importante da condizionare la sua vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccolo (forse) OT: forse è anche perchè gli conviene farsi mettere incinte così ricevono benefits per il fatto di avere un minore a carico e l'affitto pagato dallo stato... scusate se sembro un po' acida

Anche qui in Islanda le ragazze minorenni con un minore a carico ricevono un sacco di soldi dallo Stato. A me, ti dirò, non sembra una cosa sbagliata...alla fine con questi aiuti le ragazze madri riescono comunque a studiare e ad avere una vita. Da quanto ho visto, infatti, qui l'aborto non è tollerato per niente, il che non mi sembra proprio una cattiva cosa...

Quello che leggiamo o vediamo viene interpretato attraverso gli occhi dell'eduacazione ricevuta.

No, secondo me non è del tutto vero.

E' vero che l'educazione ricevuta ci da una specie di metro di giudizio sulle cose che vediamo, però, arrivati a una certa età, l'essere umano impara ad educarsi da solo.

Mi spiego: molti dei miei amici sono cresciuti con educazione cattolica, messe di Natale, cresime e comunioni. Una cosa che loro comunque hanno sentito per molto tempo fino a che, arrivati ad un certo punto, appreso ciò che c'era da apprendere, la loro fede si è affievolita se non, in alcuni casi, del tutto esaurita.

Io credo che questa sia una buona cosa, non perché non sono cristiana, ma perché dimostra che queste persone hanno avuto un percorso interiore che va al di là del "mangiare" la pappa che i genitori hanno dato loro. Dimostra che sì, parlando, leggendo, vivendo, hanno cambiato la loro opinione (in meglio, in peggio, non sta a me giudicare).

Per quanto riguarda il discorso dei videogiochi: io non sto assolutamente dicendo che GTA o FIFA portino alla distruzione totale dei neuroni di chi ci gioca. Io per prima mi svago davanti alla playstation, eppure non ho mai ucciso nessuno. Credo che parlare di "Gioco violento = ragazzo violento" sia minimizzare il discorso.

Quello che vorrei dire è che non siamo tutti uguali: per alcuni di noi (grazie a Dio la maggior parte), il 'Mein Kampf' sono un sacco di cavolate messe su carta, per alcuni è un interessante oggetto di studio e poi, per altri, è la rivelazione del secolo e le idee contenute in quelle pagine devono assolutamente essere diffuse.

E non credo assolutamente che il farsi influenzare o meno da un ideale scritto e/o visivo sia legato all'educazione perché tutti noi abbiamo un cervello per pensare e ragionare e, nel corso della vita, i valori a cui ci riferiamo cambiano.

Ma tieni conto che sto parlando per esperienza personale, eh. Magari sono io l'insana che negli ultimi anni ha cambiato di molto l'ottica con cui vede il mondo. Non lo escluderei :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Piccolo (forse) OT: forse è anche perchè gli conviene farsi mettere incinte così ricevono benefits per il fatto di avere un minore a carico e l'affitto pagato dallo stato... scusate se sembro un po' acida

Anche qui in Islanda le ragazze minorenni con un minore a carico ricevono un sacco di soldi dallo Stato. A me, ti dirò, non sembra una cosa sbagliata...alla fine con questi aiuti le ragazze madri riescono comunque a studiare e ad avere una vita. Da quanto ho visto, infatti, qui l'aborto non è tollerato per niente, il che non mi sembra proprio una cattiva cosa...

Anche a me sembra una buona cosa, non vedo cosa ci sia di sbagliato nell'aiutare le famiglie. Certo rimanere incinta a 14 anni non è l'ideale, ma se succede, è giusto sostenere la nuova famiglia, non infierire.

Comunque in Inghilterra, sempre per rimanere nell'esempio citato, esiste anche il tasso più alto di criminalità minorile d'europa, quindi non credo proprio che siano i programmi televisivi colti o le letture impegnate a formare gente decente. La cultura dei paesi nordici è diversa e basta molto di più sulla solidarietà reciproca (nessuno si sognerebbe di dire una cosa come "s'è fatta mettere incinta, si arrangi", cosa considerata normale in Italia) e sul senso civico. Sempre pensato che dipendesse dai rigori climatici, che obbligano a 'rigare dritto'.

Ma vabè, non andiamo troppo OT XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dico l'ultima cosa poi basta perchè so di andare OT: non dico affatto che è sbagliato aiutare le giovani che restano incinte ma se (e lo dico perchè alcune le conosco e da qui il mio fastidio) si fanno mettere incinte per avere i vari aiuti e la casa allora non mi sembra giusto; specie se poi non studiano e non provano a trovare un impiego anche solo part-time (quando il pupo è grandicello intendo) e dipendono dal maschio di turno. Ovviamente non tutte sono così e trovi le ragazze responsabili che portano avanti gli studi e crescono un bambino tra mille fatiche e quelle le ammiro e rispetto. Chiudo il mio OT :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si fanno mettere incinte per avere i vari aiuti e la casa allora non mi sembra giusto; specie se poi non studiano e non provano a trovare un impiego anche solo part-time

Chi è che si fa mettere incinta a 14 anni per avere un aiuto? :sss:

I soldi che lo Stato sborsa vanno tutti spesi per il bambino, quindi non c'è un guadagno effettivo. Senza contare che, ovviamente, un bambino non è soltanto problema di soldi, ma anche responsabilità, cambiamento delle abitudini della madre e un sacco di altre cose che un'adolescente credo eviterebbe volentieri :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si fanno mettere incinte per avere i vari aiuti e la casa allora non mi sembra giusto; specie se poi non studiano e non provano a trovare un impiego anche solo part-time

Chi è che si fa mettere incinta a 14 anni per avere un aiuto? :sss:

I soldi che lo Stato sborsa vanno tutti spesi per il bambino, quindi non c'è un guadagno effettivo. Senza contare che, ovviamente, un bambino non è soltanto problema di soldi, ma anche responsabilità, cambiamento delle abitudini della madre e un sacco di altre cose che un'adolescente credo eviterebbe volentieri :sss:

Ti ho risposto in privato perchè non volevo continuare con l'OT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come vi ponete di fronte al genere di libro che presenta una trama discreta, un linguaggio semplice, personaggi così-così ma che viene venduto al pubblico come best seller?

un libro non viene venduto come best seller, ma diventa un best seller perché vengono vendute molte copie.

Siete pro alla distribuzione di questi libri come fenomeni editoriali? Sì, no? Perché?

Non è questione di essere pro o contro, l'editore deve cercare di vendere i libri che pubblica, è il suo lavoro. E per venderli deve anche promuoverli dicendo che sono libri sensazionali e bla bla bla... Ti pare che le pubblicità di cioccolatini dicano di non mangiarne troppi per non ingrassare? O ti pare che una commessa ti dica: "con quella gonna sembri una mignotta, non comprarla"? O peggio "guarda che stai spendedo 40 euro per uno straccetto sintetico che si sbiadisce dopo tre lavaggi"?

:') Mi ha fatto molto sorridere la tua risposta e condivido pienamente il tuo pensiero :*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×