Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Dandy

Letteratura postmoderna

Post raccomandati

Credo di non andare contro il regolamento se propongo questa discussione (in caso contrario chiedo venia, ho provato ad utilizzare il tasto "cerca" con le parole chiave "letteratura postmoderna" "scrittori postmoderni" e un paio di autori e non ho trovato l'esistenza di un topic simile). Ero indeciso se aprirla in questa sezione od in "cafè", alla fine ho scelto questa visto che sempre su di autori la discussione è incentrata.

Il motivo per cui ho deciso di aprirlo è semplice: da sempre ho scritto sull'onda dell'ispirazione, dell'improvvisazione, del senso dell'estetica e del bello propri di ogni artista. Ma da qualche tempo (ed è stato uno dei motivi che mi ha spinto su google e fatto trovare questa bella community) ho deciso di farmi un po' di cultura letteraria. Non che non abbia mai letto nulla (calcolando che almeno un buon 60% della gente leggerà a far tanto un libro all'anno faccio comunque parte dell'altro 40%), anzi ho letto molto, comprando almeno 3-4 libri al mese, ma quasi tutti su argomenti riguardanti il miglioramento personale.

Da un po' ho deciso di approfondire un altro momento importante della mia vita, cioè la scrittura, da qui comprando qualche valido libro sulla scrittura creativa ed appunto.. leggendo.

Ho gustato qualche romanzo di svariati autori tanto per farmi una "piccola cultura generale": un paio di romanzi di King, uno di Hemingway, e poco più (tantissime biografie sportive..). Il mio gusto e l'argomento cui vorrei dedicare maggiore attenzione riguarda però un genere nel quale rivedo il mio stesso modo di scrivere ed approcciarmi alla scrittura, parlo della "letteratura postmoderna", ho letto molti libri di Chuck Palahniuk e sto leggendo "Il re pallido" di David Foster Wallace, libro che sto adorando. Ho già nella libreria "la scopa del sistema" e la leggerò appena non avrò finito questo.

Volevo chiedere agli esperti di letteratura presenti in questo forum, se avessero qualche bel titolo di altri autori postmoderni (o anche degli stessi da me già citati) da consigliarmi di leggere.

Ringraziando ed augurando buona giornata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Approfondisco la parentesi aperta riguardo ai romanzi da me letti, perchè osservando la mia biblioteca ho notato che ne ho omessi molti.. quindi, qualora potesse interessare:

- il broker - Grisham

- la trilogia su Giulio Cesare di Frediani

- tutti i libri di Pier Francesco Grasselli (adoro il suo modo di approcciarsi ai discorsi diretti).

- la versione di Barney - Mordecai Richler

- tutte le tragedie di Shakespeare, + sogno di una notte di mezza estate (anche se non proprio di romanzi si parla).

- un paio di libretti di Fabio Volo.

e quelli citati nell'altro post. Ecco :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Underworld e/o Americana e/o Rumore Bianco di Don Delillo;

- V. e/o Vineland e/o L'incanto del lotto 49 di Thomas Pynchon;

- L'informazione e/o London Fields e/o Money di Martin Amis;

- Infinite Jest di D.F.Wallace;

- Rayuela di Julio Cortazar.

Dovrebbero bastare per il momento :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sarò antiquata, ma se aspiri a "farti una cultura" letteraria, qualche classico ci vorrebbe... :nein:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pinocchio lo hai letto?

Pinocchio.... mmmmmmmh.... mai sentito.. :P

Grazie a tutti per le vostre opinioni nei confronti delle quali sono d'accordo. La cosa che più mi premeva e per la quale ho aperto questo topic riguarda però l'approccio a questo genere di letteratura in particolare, quindi mi interesserebbe maggiormente qualche risposta che possa nominarmi qualche titolo di qualche autore in particolare come quella di Smerdjakov ("Americana" già ordinato.. avevo 13€ di buono spesa giusti giusti :D ).

Ad ogni modo qualsiasi dritta, consiglio, parere o punizione corporale (ehmm.. no, forse quest'ultima no.. :s ) verrà apprezzata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti chiedevo se lo hai letto non provocatoriamente, ma perché credo sia un ottima lettura per imparare le tecniche della narrazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti chiedevo se lo hai letto non provocatoriamente, ma perché credo sia un ottima lettura per imparare le tecniche della narrazione.

In tal caso grazie per il prezioso consiglio. Lo lessi quando ero un bambinello e frequentavo le scuole elementari, in una versione immagino per ragazzi; dunque direi di no, non l'ho letto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, ti consiglio di leggerlo, perché - so che sembra assurdo - troverai tanti spunti interessanti, non dico "postmoderni", ma quasi.

Comunque ti consiglio altri autori che potrebbero interessarti, nel genere che mi par di capire prediligi: Philip Roth; Alejandro Jodorowski; John Steinbeck; John Fante; Irvine Welsh; Paul Auster; Cormac McCarthy; Jonathan Franzen; Ian McEwan; Raymond Carver; Philip Dick. Poi la Beat Generation fa sempre bene leggerla (Kerouac, Ginsberg ecc). E magari ti piacerebbe anche il nostro Niccolò Ammaniti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Philip Dick : Love :

Sì, devi leggere tutti i suoi racconti più La svastica sul sole. Attenzione, non è un narratore abile se vuoi imparare a scrivere, ha uno stile molto povero e (a mio parere) e una misera incapacità di approfondire la psicologia dei personaggi, ma propone delle trame geniali. Ti consiglierei anche 1984 di George Orwell, e qualche racconto di Robert Heinlein e di Ray Bradbury.

Tutto questo se ti piace il genere della fantascienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wow! Grazie a tutti, siete stati molto gentili. Mi sono appuntato ogni vostro consiglio e sicuramente anche la favola di pinocchio verrà presa in considerazione e letta a tempo debito :)

PS

buona giornata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' opinione comune e "autorevole" che don Chisciotte e Moby Dick siano indispensabili. Tutti vengono "costretti" ai Promessi sposi; consigliata tuttavia una rilettura adulta: per via della struttura, ritenuta esemplare da molte scuole di scrittura...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' opinione comune e "autorevole" che don Chisciotte e Moby Dick siano indispensabili.

Ho proprio una versione di don Chisciotte nella libreria dei miei.. personalmente dubito che rileggerò i promessi sposi, come hai scritto tu le gesta di un cattivo professore dei tempi delle superiori mi hanno portato a "disprezzare" quest'opera, piuttosto che apprezzarla. Una sua rilettura adulta è pressoché impossibile.. con tutto quello che c'è da leggere dubito che sceglierò di tornare sulle disavventure del povero Renzo Tramaglino..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma "indispensabili" ce ne sono tanti, troppi. Dostojevskji, Fitzgerald, Pirandello, e chissà quanti altri. E tra i più recenti non dimenticare di leggere qualcosa del buon Murakami Haruki.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Philip Dick : Love :

Sì, devi leggere tutti i suoi racconti più La svastica sul sole.

Ho finito la svastica sul sole giusto 3 giorni fa, non mi è piaciuto per niente, anzi, è stato uno dei libri per i quali abbia fatto più fatica a finire. Non sono certo un esperto ne un critico, ma per quanto riguarda il mio gusto ho trovato la storia banale (forse contestualizzandolo all'epoca in cui è stato scritto sarà degno della fantasia di Asimov), e scritto in modo piuttosto mediocre. Come qualcuno mi aveva anticipato la caratterizzazione dei personaggi è nulla, ed anche gli stessi non mi sembrano più di tanto avvincenti. Una cosa che notai tempo fa da solo e che vale per qualsiasi opera, cinema, serie tv, romanzi o racconti: se il protagonista funziona tutto il libro funziona. In questo libro i protagonisti sono un negoziante che si spara troppe pippe mentali, una manica di nipponi senza scopo preciso. Un sovversivo che deve comunicare un messaggio, una coppia o meglio ex coppia che non si sa come ne perchè si sia separata (di cui uno dei due è un pirla), e un tizio il cui alone di mistero che lo avvolge attrae come attrarrebbe una foto di una vecchia bacucca in lingerie.. Mai annoiato tanto leggendo un libro. Anche se credo di aver sbagliato io: probabilmente (anzi certamente) la fantascienza non è proprio il mio genere.

Comunque grazie per le segnalazione, perchè:

Philip Dick. Poi la Beat Generation fa sempre bene leggerla (Kerouac, Ginsberg ecc). E magari ti piacerebbe anche il nostro Niccolò Ammaniti.

Grazie alle vostre dritte ho scoperto "Come Dio Comanda", in una serata ieri altre 90 pagine e sono ben oltre la metà. Bellissimo libro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quoto n(Euro) e Smerdjakov, e mi segno altri che non ho letto.

Se ti piace David Foster Wallace, passa subitissimo a Infinite Jest, poi qualcosa di più leggero: Una cosa divertente che non farò mai più. La scopa del sistema lascialo per dopo: è una tesi universitaria molto bella, ma che l'autore ha rinnegato subito dopo averla scritta.

Infinite Jest è il migliore. Il re pallido è molto bello, ma non è all'altezza di IJ.

Cormac Mc Carhty è il mio secondo amore. Ti consiglio Suttree. Cacchio che libro.

Haruki Murakami: Kafka sulla spiaggia è...è...è...wow.

Anche Bukowsky secondo me può piacerti...

Purtroppo i classici non li digerisco, tranne Fitzgerald e altri pochi autori.

Mi piacerebbe avere cultura... Ma se si vive una volta sola, voglio spassarmela.

Per citare Francesco Dimitri dal suo blog:

"Ora, di solito quando qualcuno mi parla di ‘cultura’ in un modo che non sia strettamente antropologico, mi vien voglia di urlare FNORD! e scappare via ridendo come un pazzo"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo i classici non li digerisco, tranne Fitzgerald e altri pochi autori.

Mi piacerebbe avere cultura... Ma se si vive una volta sola, voglio spassarmela.

Siamo in 2, ho provato a farmi venire la voglia di leggere un paio di classici anche qui proposti, che ho nella mia biblioteca, ma non mi viene proprio la voglia.. e come insegno sempre ai miei clienti: se una cosa la si sente di farla, si fa. Altrimenti sono solo seghe mentali.

Sono tornato ai miei fedeli libri post-moderni, ora ne ho 5 o 6 da leggere ed un paio già letti (ringrazio questo forum per avermi fatto scoprire Ammaniti e lo stupendo Come Dio Comanda), tra gli altri: Americana (DeLillo), altri 2 di Ammaniti, La scopa del sistema (Infinite Jest è troppo mattone.. non credo mi verrà mai la voglia di cominciarlo..)

Mi spiegheresti per cortesia la storia della tesi universitaria-Scopa del sistema?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Enrico Brizzi: Bastogne, Jack Frusciante è uscito dal Gruppo

- Hemingway: Per chi suona la campana

- Fante: A Ovest di Roma, Chiedi alla Polvere, la strada per Los Angeles

- Welsh: Una testa mozzata

- Mc Carthy: Figlio di Dio, La strada

- Lilin: Educazione Siberiana

- Hesse: Il lupo della Steppa, Il coraggio di Ogni giorno

- Pessoa: Il diario dell'inquietudine di Bernardo Soares

- Kristof: Trilogia della città di K

Mi fermo :D

penso di essere stato abbastanza ampio ed eterogeneo come generi anche :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Pessoa: Il diario dell'inquietudine di Bernardo Soares

Il mio libro preferito. Grazie per gli spunti, ma non mi sembrano proprio libri "postmoderni", almeno i titoli che conosco dei libri da te suggeriti..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi spiegheresti per cortesia la storia della tesi universitaria-Scopa del sistema?

Certo :) Anch'io, quando ho letto che si trattava di una tesi di laurea, sono rimasto perplesso. Di recente ho letto una sua lunga intervista (Come diventare sé stessi, Minimum Fax) e David Foster ha dichiarato che al termine dell'università doveva appunto affrontare la tesi. Non aveva la minima idea di come muoversi. Da un amico aveva scoperto di poter presentare un romanzo come tesi e così ha fatto. Lui non aveva mai avuto velleità letterarie. Aveva solo scritto su commissione alcune relazioni, imitando lo stile dei committenti e facendosi pagare un bel po', perché era dannatamente bravo.

In ogni caso ha scritto questo romanzo a mo' di tesi (La bisnonna di Lenore era allieva di Wittgenstein. Ammalata di alzheimer e rinchiusa in un istituto, cerca di insegnare la filosofia del linguaggio agli altri vecchietti e interagire filosoficamente con la nipote) e un editore ha deciso di pubblicare il giovane David Foster. Durante il tour per Infinite Jest, l'autore ha affermato di vergognarsene. A me però è piaciuto molto.

Comunque ribadisco che Una cosa divertente che non farò mai più, è il libro assolutamente più divertente che abbia mai letto. E Infinite Jest l'opera più brillante.

Ah, ti segnalo anche questo:

L'opera struggente di un formidabile genio, Dave Eggers. Un ragazzino che ha scritto un romanzo postmoderno appartenente al genere del realismo isterico, osannato dalla critica e candidato al Pulitzer. Lo odio :mazza:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio libro preferito. Grazie per gli spunti, ma non mi sembrano proprio libri "postmoderni", almeno i titoli che conosco dei libri da te suggeriti..

mmm...effettivamente alcuni non lo sono, ma ti ho suggerito alcuni autori che mi sembra si avvicinino a Pahlaniuk come stile;

spero di non essere andato OT, ma secondo me questi sono dei must per un aspirante :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque ribadisco che Una cosa divertente che non farò mai più, è il libro assolutamente più divertente che abbia mai letto. E Infinite Jest l'opera più brillante.

Ah, ti segnalo anche questo:

L'opera struggente di un formidabile genio, Dave Eggers. Un ragazzino che ha scritto un romanzo postmoderno appartenente al genere del realismo isterico, osannato dalla critica e candidato al Pulitzer. Lo odio :mazza:

Molto bene, grazie, segnati entrambe nelle note dell'Iphone alla voce: "libri da comprare" :saltello:

mmm...effettivamente alcuni non lo sono, ma ti ho suggerito alcuni autori che mi sembra si avvicinino a Pahlaniuk come stile;

spero di non essere andato OT, ma secondo me questi sono dei must per un aspirante

OT o meno, grazie per avermi segnalato dei libri che hai apprezzato : Sailor :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..Dave Eggers. Un ragazzino che ha scritto un romanzo..

Scusa Mattonzolo, incuriosito mi sono andato a leggere la biografia di questo Dave Eggers, pensando di trovarmi un classe 1989, o anche meno.. Poi invece ho letto: "1970" e allora ho pensato "magari il libro è stato pubblicato nel 1989, o giù di lì.." invece è un libro del 2000, cioè quando aveva 30 anni.. mica tanto un ragazzino.. o mi sfugge qualcosa :blowup: ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non credo sia indispensabile una cultura classica.

Penso che se non hai una cultura dei classici, se ne senti la necessità, devi cercare in base a ciò che ti piace, di esplorare quell'immenso mondo, e trovare ciò che più ti è affine.

La "letteratura postmoderna" è un concetto molto labile, che neanche tutti i critici secondo me si sono messi d'accordo se accettare o meno in quanto sembra raccogliere insieme tutti i libri -non scritti da Fabio Volo o Melissa P., Alba Parietti o simili.

Se hai già letto Palahniuk ti sei fatto un'idea di come sia fatta questo genere di letteratura.

In realtà non mi trovo d'accordo con alcuni suggerimenti.

Ti suggerisco piuttosto dei testi per approfondire la postmodernità da un punto di vista mentale, sociale e filosofico (se ne hai voglia).

Molti se ne sono occupati, sono piuttosto pesanti, però penso che siano molto interessanti.

Se ti interessano ti suggerisco qualcosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
invece è un libro del 2000, cioè quando aveva 30 anni.. mica tanto un ragazzino.. o mi sfugge qualcosa :blowup: ?

No no, aveva più o meno trent'anni quando lo ha scritto. Ho detto ragazzino perché boh, lo sento molto giovane. Il fatto che sia stato un candidato al pulitzer lo fa ancora più ragazzino ai miei occhi, per contrasto :lol:

Se la mia milf (la mia ragazza che ha trent'anni) ci sente dire che non è più una ragazza, ci uccide :saltello:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se la mia milf (la mia ragazza che ha trent'anni) ci sente dire che non è più una ragazza, ci uccide :saltello:

Ahahahah :super:

Dai 30 anni non è ancora MILF!!!! : Queen :

Ho preso "l'opera struggente..." ma le prime 60 pagine ho fatto fatica a leggerle, scritte molto bene, ma la sofferenza che sono riuscite a far traspirare mi han fatto dormire da cani tutta la notte. Ho idea di comprare anche "Erano solo ragazzi in cammino.." che a livello di recensioni ha preso voti ancora migliori.. comunque grande segnalazione, a livello di prosa mi piace anche più di Foster Wallace.. : Eeek :

Ti suggerisco piuttosto dei testi per approfondire la postmodernità da un punto di vista mentale, sociale e filosofico (se ne hai voglia).

Molti se ne sono occupati, sono piuttosto pesanti, però penso che siano molto interessanti.

Se ti interessano ti suggerisco qualcosa.

Sono tutto orecchie :) Magari se riesci anche a dare un tuo giudizio del livello di quanto possa essere interessante l'opera rispetto a quanto possa essere mattone..

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×