• Seguici anche su:  Facebook.jpg  Twitter.jpg  You_Tube.jpg  download.png

Tutte le attività

Si aggiorna in automatico     

  1. Yesterday
  2. Il gallerista

    Bravo @sergiomari, bravo come sempre. Mi sei piaciuto molto. Alcune frasi sono da incorniciare: mi piace questo cinismo nei racconti, questa freddezza. E poi mi piace moltissimo quest'altra: quando dici: E suonava, per me riesci a far sentire anche le note. Alla fine amo la tua scrittura, mi piace tutto. Toglierei solo l'ultimo periodo chiedendo scusa a Milena chiaramente. Questo pensiero bellissimo dovresti tenerlo per te, secondo me. Bisogna essere coraggiosi e tagliare se c'è da tagliare e credo che finire con "... che dovevo cominciare a volermi bene" possa essere sufficiente. Ciao.
  3. Scrivere bene significa quasi pensare bene, e di qui ci vuole poco per arrivare ad agire bene.

    -

    Lo fa dire Thomas Mann al suo personaggio Lodovico Settembrini in "La montagna incantata"

  4. [MI 106] Qualcosa di strano

    @paolati Grazie Paola, tu sei molto,molto,molto buona.
  5. Un poema per dire ciao!

    Fin dal primo giorno avevo sempre il nickname Unius... un tipo sconosciuto di un mio romanzo sconosciuto... Un po' come sono davvero....
  6. Ero pazzo

    La descrizione di un trip o di un sogno? Scritto bene, non ho niente di particolare da dirti se non una sensazione: manca di qualche colore; è in bianco e nero ma forse lo volevi così. "Mi volto indietro, dietro di noi" leva la ripetizione. Ultima cosa: non so se è corretto lasciare uno spazio dopo l'apostrofo. A rileggerti, Sandro
  7. Richieste cancellazioni Racconti e Poesie

    Fatto, @Vincenzo Iennaco.
  8. Segnalazioni problemi tecnici

    Spingermi addirittura fino a questo punto? Non so se sa da fare!
  9. Metodi originali per vendere il proprio libro

    Ciao @colelli raffaele, di solito è consigliabile per i nuovi iscritti presentarsi nella sezione Ingresso, prima di postare in qualsiasi altra. Ti invito inoltre a leggere il Regolamento del forum, in quanto vieta l'eccesso di punteggiatura (un solo punto esclamativo è più che sufficiente). Ti attendiamo in Ingresso per conoscerti meglio e accoglierti.
  10. un ricordo da lasciarti

    Grazie @RicMan per aver resuscitato questo mio racconto Non me ne ricordavo quasi più. Sono passata ai racconti brevi nel frattempo. Grazie mille per i tuoi preziosi suggerimenti. Ne terrò conto perché mi sembrano precisi, acuti e interessanti. Anche l'idea di una escalation mi sembra molto buona. Prima o poi lo riprenderò in mano questo ricordo da lasciarti e farò di Gregorio, un potenziale assassino credibile No, no, non l'ho stravolto, non l'ho toccato proprio. L'ho abbandonato e poi... sei arrivato tu e lo hai salvato dall'oblio. Grazie @RicMan, salvatore di racconti perduti.
  11. Segnalazioni problemi tecnici

    No. Almeno a me funzionano. @Niko i numeri ora si sono sistemati, non coprono più il nick di N.s.d MI. (Riguardo alla mia segnalazione di oggi). Le percentuali persistono, ma confido in un futuro comportamento più consono di safari.
  12. Segnalazioni problemi tecnici

    mi sa che sono disattivate anche le notifiche
  13. [MI 106] Qualcosa di strano

    ciao @Andrea28 io dico che avresti potuto continuare a scrivere all'infinito questo "Qualcosa di strano" e noi ti avremmo letto all'infinito e con gran piacere. Molto bravo. Molto, molto, molto bravo. Sì. &&
  14. [Gioco] La catena

    meritavi almeno 5 punti sorpassato camionista (storia di un sorpasso) - burino CBIDAMUNELFOPTVGR
  15. un ricordo da lasciarti

    Ciao @paolati, piacere di leggerti. Forse non ti interessa più ricevere un riscontro su un racconto postato due mesi fa… ad ogni modo mi dispiace vedere che non ci sono state risposte perché è un racconto che trovo molto piacevole principalmente per via della sua musicalità. Ha un bel ritmo e fluisce bene. Parto coi commenti “step by step”. “Lavorava in tribunale, come aiuto cancelliere e il padre ne andava orgoglioso.” Toglierei la virgola. “Poteva fare carriera lì dentro con la sua laurea in legge.” Il “lì dentro” non mi fa impazzire. “Di donne non ne aveva,”: che ne dici semplicemente di “Donne non ne aveva”? “Comunque il rapporto con le donne era da sempre per Gregorio un po’ confuso. Era ancora indeciso se metterle su un piedistallo o sotto i piedi. Comunque…” C’ è una ripetizione, non credo voluta. “…menefreghismo apparente (credeva lei)” toglierei la parte tra parentesi perché hai già scritto che è apparente. “Gregorio era abituato a stare sul palco, al centro, da solo. Non voleva un’altra persona con cui condividere gli applausi, gli sguardi e questa cosa tutti la sapevano, Irene compresa, ma lei era cocciuta e a differenza di lui, non per manie di protagonismo, ma per dono di nascita. Naturalmente lei spiccava sugli altri, naturalmente veniva posta sul piedistallo, naturalmente tutti gli uomini le stavano dietro, naturalmente Gregorio la odiava e, la amava.” Mi piace il ritmo di questa parte, le virgole in questo caso non complicano e spezzano ma danno musicalità alla lettura. “Quella ragazza ormai gliela ha rovinata.” Direi meglio “gliel’ ha”. “Litigano per una cazzata (questione di orari)” cancellerei “(questione di orari)” perché non aggiunge niente, va già bene così. “Se lei ha fatto una figlia, non sarà lui adesso a cambiare le abitudini.” E’ un po’ oscura questa frase, devo dire che non la capisco. “Lui aveva parcheggiato lontano dalla mia auto, ma quando io l’ho lasciato stava benissimo,…” Anche qui sei criptica, ci ho messo qualche secondo a capire che, dal momento che lui aveva parcheggiato lontano, stava tornando alla sua vettura a piedi. “Il padre gli ha fatto sapere che non si occuperai di lui…” refuso. E’ un racconto scritto molto bene e che intriga fin dall’ inizio e mi ricorda momenti cinematografici alla Luchino Visconti, specialmente l' omicidio. Però questo non mi convince. Avevo intuito che questo Gregorio avrebbe combinato qualcosa di grosso, ma arrivare d’ emblée a sgozzare il primo che passa lo trovo forzato. Non c’ è una escalation che giustifichi la cosa: si passa dal lancio di televisori per strada ed al furto direttamente a questo senza tappe intermedie. Mi concentrerei su questa escalation, che potrebbe essere accompagnata e, in qualche modo esortata, dal personaggio di Irene (personaggio molto interessante che purtroppo abbandoni per strada). Spero di esserti stato utile, e se nel frattempo lo hai già stravolto e riscritto venti volte sarò lieto di reggerlo (anche se ciò renderebbe di fatto inutile tutto quanto ciò che ho scritto finora!).
  16. La sala da ballo.

    Sì, certo che lo era!
  17. La guerra di Piero (versione rivisitata de "Il corriere")

    @Macleo Grazie del commento. So che tu prediligi costrutti più ponderabili, mentre nel rimaneggiarlo sono rimasto ancorato a un approccio più astratto (però ho eliminato la vena umoristica, qualche passettino in avanti c'è ). Il coma è un territorio insondabile e presuppone una perdita delle facoltà cognitive. In realtà lui non sta sognando: la canzone la sta ascoltando realmente, ma non la riconosce in quanto la realtà in quel "posto" gli è preclusa; per lo stesso motivo non comprende il cablogramma con la promessa al fratello; quando orina lo sta facendo veramente, attraverso il catetere, ecco perché gli brucia farla e non si bagna i pantaloni. Questa mia visione più metafisica di una "dimensione altra" mi ha portato ad abbattere le barriere di spazio e tempo (tanto imponderabile quanto opinabile, me ne rendo conto) e a farlo viaggiare nella Storia introducendo però un simbolismo che vuole accomunare gli scenari di guerra alla battaglia contro il coma, una sorta di proiezione della realtà in quella dimensione comatosa: Alan Turing che decritta codici nella realtà sono i medici che lo monitorano attraverso i macchinari; lo sfondamento del portone indica l'uscita dal coma e con la tregua di Natale avviene il risveglio. Naturalmente il tempo reale è imponderabile, possono essere passate settimane come mesi. PS: comunque, nei territori di Scrittopoli cercherò di stare più con i piedi per terra. Ma tu tieni sempre le briglie a portata di mano, non si sa mai. Ciao, a presto.
  18. [Gioco] La catena

    sorpassato camionista (storia di un sorpasso) CBIDAMUNELFOPTVGR
  19. Segnalazioni problemi tecnici

    Sarò il tuo somebody.
  20. Segnalazioni problemi tecnici

    @Black Ciao Black , esatto, intendo proprio quello...
  21. Hai scritto un commento più lungo del tuo ultimo racconto
  22. No, è il cane che ha un @Macleo. Il recinto della befana se ben fatto farà bannare un sacco di gente
  23. Segnalazioni problemi tecnici

    Ragazzi, non è un off topic. Per favore.
  24. Segnalazioni problemi tecnici

    Simo' sei stato bannato dal futuro a far data dal 01/01/2018. Sfogati in questi venti giorni: stronca tutti i racconti, di' parolacce, metti donne nude, video porno, cita Manzoni...
  25. Segnalazioni problemi tecnici

    Sta andando tutto a rotoli, tra un po' svaniremo nel bianco anco anco...
  26. Sorridimi ancora

    Recensione http://ilrumoredeilibri.blogspot.it/2017/12/rubrica-selfsorridimi-ancora-di-anna-de.html
  1. Carica di più