Blog

Enrico Folci Editore


EDIT AGOSTO 2010

La discussione è diventata inutile in quanto Folci ora richiede sempre contributo agli autori. Ognuno è libero di leggere e di farsi la propria idea.

EDIT DEL 26 SETTEMBRE 2009

Questo post è stato modificato in seguito a una lunga conversazione telefonica avuta con Enrico Folci in persona, che mi ha spiegato con dovizia di dettagli quant’è successo e a cosa sono dovute le testimonianze fortemente negative qui riportate in precedenza.
Ad esempio, è vero sì che ci sono stati dei problemi con le consegne dei libri, ma questo è avvenuto in seguito a dei problemi gestionali e dei ritardi di stampa.

Non potendo appurare al di là di ogni ragionevole dubbio, né in misura sufficiente a darmi un quadro della situazione, se i commentatori mentono e ascoltando il signor Folci e le sue ragioni, sono più portata a credere a quest’ultimo, per il semplice fatto che le spiegazioni datemi sono complete e possono essere provate.

Non cancellerò i commenti qui sotto, dove trovere sì testimonianze negative, ma anche positive.

Related Posts
111 Comments
  • Santina
    Reply

    Possibile che insieme non si riesce a fare niente?? Siamo tanti!!! Partecipare a una trasmissione televisiva? Di quelle pomeridiane che vedono in tanti tipo Pomeriggiocinque? Striscia la notizia?

  • Reply

    Io sono uno dei frodati, ma frodato davvero.
    Doveva uscire una raccolta di corti. Avevo già passato l’editing e mi avevano mandato anche le bozze del prodotto finito, copertina inclusa. Poi improvvisamente il silenzio.
    In gennaio 2011 ho chiesto lumi per email, dicendo ingenuamente che ero anche interessato all’acquisto di un certo numero di copie.
    Fatto è che mi hanno risposto proponendomi uno sconto vantaggioso.
    Ho fatto un versamento di 490 euro con postepay.
    Inutile che vi dica che il mio libro non è mai uscito, e che quei soldi non hanno comprato assolutamente niente.
    Logicamente il mio rancore è infinito.

  • moira
    Reply

    Il 16 ottobre del 2010, mi sono recata alla premiazione per una storia da me scritta e vincitrice di menzione speciale del cosiddetto Premio nazionale di narrativa breve “Magia e mistero”. C’erano anche altri vincitori e il pomeriggio è stato piacevole e gratificante.
    A un certo punto, questi signori hanno annunciato che, tutte le storie vincitrici, sarebbero state raccolte in un libro a loro spese e che se volevamo acquistarne una copia potevamo farlo all’uscita per la modica somma di 15 euro. Entusiasta dell’iniziativa, mi sono recata al bancone dove mio padre aveva già provveduto all’acquisto e dove una signora gentile ci ha assicurato che, entro un mese al massimo, il libro sarebbe arrivato all’indirizzo da noi indicato.
    Il mio errore è stato quello di non chiedere una ricevuta.
    Si sono susseguite mail, contatti su Facebook, un battibecco culminato con l’esasperata risposta (erano già passati 6 mesi e ancora non avevano idea di quando avrebbero avuto i fondi per stamparlo!) da parte della Enrico Folci che chiedeva il mio IBAN onde restituirmi la somma versata inutilmente. Inutile dire che non ho mai rivisto quei soldi e alle mie mail rispondevano solo con vaghe promesse mai mantenute. Indignata, ho chiesto sulla loro bacheca di Facebook che fine avessero fatto i nostri soldi e i nostri libri (altri erano nelle mie stesse condizioni) e loro per tutta risposta hanno cancellato il mio messaggio ed eliminato la mia amicizia!
    Ora, capisco che l’errore è stato mio perchè non ho chiesto ricevuta, capisco che 15 euro non sono nulla, ma moltiplicati per una cinquantina di persone? Dove sta la serietà di una casa edistrice che continua bellamente a scrivere sul proprio blog e a indire concorsi per aspiranti scrittori con l’unico intento di premiarli per spillare loro un po’ di soldi? Purtroppo, non avendo la maledetta ricevuta non posso procedere ad una denuncia formale (e niente ricevuta vuol dire anche niente tasse pagate da loro) ma vorrei comunque avvisare tutti coloro che si trovassero ad avere a che fare con questa Enrico Folci Editore di fare attenzione ad investire anche solo un euro per cose che, alla fine, si rivelano solo specchietti per le allodole. Ad oggi non esiste più neanche il sito, le mail mi tornano indietro… [Frase eliminata dall’amminsitrazione: non sono ammessi insulti]

    Delusa

  • Serena
    Reply

    Mia cara Pat, i diritti sono tuoi se non glieli hai ceduti per contratto, leggi il tuo contratto e vedi! Se hai questo dubbio, mi sa che nel contratto c’è qulache cosa che te lo ha fatto venire. In bocca al lupo anche per il seguito del tuo libro, con un altro editore, ovvio.

  • pat
    Reply

    Per Serena: beh invece che tirare in ballo avvocati e similari aspetto la scadenza, mi confermate che i diritti torneranno automaticamente a me?
    Intanto, visto comunque il grande successo che il libro ha avuto, sto scrivendo il seguito, avrò tutto il tempo di lavorarci con attenzione e fare magari anche le illustrazioni ( da sola, Dio mi ha concesso anche questo dono). Il tempo, passa, il libro cresce ( e tanti mi stanno chiedendo il seguito, sono molto felice) ed il contratto scade da solo.

  • Santina
    Reply

    PER PAT Più che altro se riesci a contattarlo in qualche modo facci sapere!!!

  • Serena
    Reply

    Pat, secondo me o sei Folci sotto falso nome o sei davvero miracoloata! Ti consiglio di disdire il contratto e non aspettare la scadenza!

  • pat
    Reply

    Scusate, io ho pubblicato con Folci un annetto fa, devo dedurre che , dato che ho ricevuto i miei libri, debba considerarmi una miracolata!!
    Beh, qualche copia precedentemente prenotata non è mai arrivata, però il grosso sì!.
    Ora, vista l’impossibilità perenne di raggiungerlo e visti i vostri commenti, devo rivalutare se andare avanti con lui. Nel caso decidessi di no, mi basta aspettare lo scadere dei vincoli contrattuali, cioè due anni, poi i diritti tornano a me, o no?

  • pat
    Reply

    Scusate, io ho pubblicato con Folci un annetto fa, devo dedurre che , dato che ho ricevuto i miei libri, debba considerarmi una miracolata!!
    Beh, qualche copia precedentemente prenotata non è mai arrivata, però il grosso sì!.
    Ora, vista l’impossibilità perenne di raggiungerlo e visti i vostri commenti, devo rivalutare se andare avanti con lui. Nel caso decidessi di no, mi basta aspettare lo scadere dei vincoli contrattuali, cioè due anni, poi i diritti tornano a me, o no?

  • truffaut ( o truffato)
    Reply

    ciao ! il signor folci lo conosco da ben 5 anni ! e dopo 5 anni ci sono in giacenza 5ooo ! libri in una stamperia, fatti stampare da folci e mai ritirati, nè pagati! i poveretti della stamperia ( bieffe di recanati) non sanno in che modo rintracciarlo. tra l’altro , chre di aver visto un suo profilo online, dove si dichiara laureato alla new york state, o qualcosa del genere….

  • lorella
    Reply

    Cosa fare…. non è facile, mi viene in mente di creare un fruppo su FB per capire quanti siamo, oppure come pubblicizzare qs situazione? Secondo l’avvocato della Federconsumatori dal momento in cui l’Enrico F. non risponde alla mia raccomandata e non rispetta i vincoli del contratto io sono slegata da lui e ridivento proprietaria del mio scritto. Sono in attesa di ciò e non credo che riuscirò a riavere i miei soldi comunque ci provo.
    Sei la santina alla quale ho appena chiesto amicizia su FB?
    Se vogliamo, anche x gli altri, potrmo intanto metterci in contatto lì

  • Santina
    Reply

    Buongiorno Lorella, credo che la tua idea di fare qualcosa in massa sia la cosa più giusta da fare. In effetti anche noi vorremmo sciogliere il vincolo che ci lega (se ci lega poi!!! Visto che è sparito nel nulla) del nostro contratto. Poter fare liberamente delle copie o non so!!!

  • lorella
    Reply

    Ho scoperto solo oggi questo forum. Io sono una delle tante persone fregate da Folci. Proprio oggi ho inviato lettera di “diffida ad adempiere” per la restituzione soldi per libri pagati e mai arrivati. Anche io non mi posso permettere un avvocato però mi sono rivolta lla federconsumatori dove con 15 euro un avvocato sta seguendo la mia vicenda. A questo punto voglio principalmente diventare proprietaria del mio libro sciogliendo il contratto con questo essere schifoso.
    La federconsumatori è diffusa in tutto il territorio nazionale, basta cercare su internet.
    Ma è possibile essere così in tanti fregati? Mettersi insieme per fare qualcosa? Non so bene cosa però pensiamoci!

  • Santina
    Reply

    Appunto!! Non vi fidate!!! Ma come venirne a capo se è sparito nel nulla??

  • trudy88
    Reply

    ciao ho lavorato per piu di un anno per enrico folci editore, facevo le illustrazioni dei suoi libri, mi occupavo dell’impaginazione e in realtà gestivo io i rapporti con gli autori stessi finche un bel giorno (gennaio 2011) quando si è presentato il momento di pagare lui è scomparso del tutto, cambiato mail, telefono, sito, facebook, insomma completamente scomparso.
    tramite una scrittice sono riuscita a rintracciarlo, ma mi ha solo mandato qualche mail minatoria ed è scomparso definitivamente.

    ho trovato molte molte e molte altre persone che sono state truffate dallo stesso, ma proprio come dicevate voi, molti hanno lasciato perdere perchè scoraggiati.

    ho fatto mandare piu di una carta dal mio avvocato a tutti gli indirizzi esistenti compreso il suo avvocato, ma come immaginavo mi sono tornate tutte in dietro.

    probabilmente andrà avanti questa storia, ma non potete capire lo sconforto, la delusione e lo schifo che mi ha provocato questa situazione…

    non vi fidate di questa persona.

  • Santina
    Reply

    Lo immagino! Il problema è che io un avvocato proprio non posso permettermelo!!!

  • bock1979
    Reply

    Ti direi a un avvocato, ma Folci è esperto a fare perdere le tracce e a fare in modo che i creditori si scoraggino per le spese da sostenere.

  • Santina
    Reply

    Qualcuno può aiutarmi? Avrei dovuto ricevere i soldi delle vendite già da novembre ma …a chi posso rivolgermi?

  • bock1979
    Reply

    E non li vedrá.
    Tra tutti i commenti su Folci in questo blog o in altri forum non c’è nessun ex collaboratore che dica di essere stato pagato.
    Qualche autore che sembra non aver avuto problema sí, ma gente che ha lavorato per Folci ed è stata pagata nemmeno una.
    Tira tu le tue conclusioni…

  • delusione
    Reply

    una mia carissima amica ha illustato delle copertine per enrico folci editore, lo scorso anno e non ha ancora visto nemmeno un soldo.

  • bock1979
    Reply

    Una nuova fuga del Folci.
    Stavolta doveva avere proprio parecchie persone alle calcagna se ha dovuto lasciare il paese.
    Per chi avesse ancora le fette di salame sugli occhi, ecco una nuova prova delle bugie del Folci, fornita da lui stesso.

    Questo è quello che Folci scriveva sul sito di Enrico Folci Editore

    “Informiamo, nuovamente, autori e clienti che la cessazione della efegrouproma è un fatto del tutto marginale in quanto la attività editoriale proseguirà con la Three Crowns International Publishing con sede a Londra.
    […]
    Da febbraio vi comunicheremo le modalità ed i riferimenti per interloquire, come abbiamo detto in Italia resta l’ufficio di Bergamo che è anche già la sede dove vengono spediti i contratti editoriali, evitate di contattare direttamente la Three Crowns perchè non conocendovi non vi risponderà
    […]
    Teniamo anche a precisare che la Three Crowns International Publishing Company non è la continuazione della enrico folci editore e della efegrouproma ma un soggetto nuovo ed indipendente che non ha alcun obbligo giuridico nei confronti di scrittori e clienti ma, per riconoscenza al Dott. Folci, si farà carico delle situazioni che lo stesso Editore segnalerà.”

    Riassumendo:
    – La Three Crowns non ha niente a che fare con il Folci
    – Non conosce i suoi scrittori.
    – Non ha nessun obbligo giuridico con i suoi scrittori
    – Nonostante questo, per riconoscenza nei confronti di Folci, fará qualche eccezione

    Giá, peccato che se la web di questa fantomatica societá (http://3cipc.com) è stata registrata in maniera anonima (e solo a dicembre 2010, strano per una societá “internazionalmente conosciuta”), il Folci è stato un poco meno accorto con la versione anglosassone della stessa web: http://3cipc.co.uk.

    In questa pagina

    http://webwhois.nic.uk/cgi-bin/whois.cgi?query=3cipc.co.uk&WHOIS+Submit.x=0&WHOIS+Submit.y=0

    potrete vedere un dato assolutamente di dominio pubblico: che il proprietario della web di Three Crowns Inghilterra è Enrico Folci.

    Speriamo che questo possa aprire gli occhi a molti e a evitare che altre persone abbiano problemi con questo individuo.

  • l,dove
    Reply

    condivido la proposta di class action, solo uniti si vince. di storie su folci ne ho sentite tante e di persone fregate ce ne sono a valanghe, purtroppo.

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    ciao bock,
    purtroppo l’unica via è quella legale. Se poi sia possibile percorrere una strada penale, oltre che civile, è da vedere. Certamente non si può restare a guardare. L’insieme di tutte le cose storte che combina chi sappiamo noi sono da porre sotto attenta valutazione di un giudice, magari anche con una class action. Ti farò sapere.

  • bock1979
    Reply

    Isabella, mi spiace sentire che alla fine le cose non sono andate per il verso giusto ma, lasciatelo dire, non ne avevo alcun dubbio.

    Credo che purtroppo anche le vie legali siano difficili.
    Folci segue una tattica precisa: non risponde agli avvocati, si lascia condannare (tanto cosa credete che abbia intestato a suo nome?) e nel mentre cambia continuamente di domicilio, obbligando a spese extra i malcapitato denunciante (a seconda dei casi bisogna cambiare di tribunale e procurarsi un nuovo avvocato in loco), che alla fine rinuncia alla causa.

    Quello che dice I,dove, insieme con tutte le denunce che si sono susseguite negli ultimi anni, dipinge un panorama semplicemente disarmante in cui sembra che Folci stia campando da anni del lavoro di numerosa gente non pagata.

    D’altronde il dubbio è legittimo: come si puó pagare tutta sta gente vendendo una manciata di libri?

    Spero che finalmente molti aprano gli occhi e che diffondano dove possibile queste storie in modo che non ci siano piú persone danneggiate.

    In ogni modo, ripeto, una causa collettiva si puó fare. Chiedete a Ayame la mia email.

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    Io non posso non agire legalmente: il Folci è stato da me pagato per la distribuzione dei miei libri, li ha venduti e ancora oggi, a distanza di 5 mesi dalla scadenza del contratto, non mi ha dato quanto dovuto anzi non risponde più alle mie sollecitazioni scritte. Credo che sia in una posizione alquanto debole per non parlare del modo arrisicato con il quale assicura certi servizi editoriali che poi non esistono. Cambia sempre numeri telefonici di contatto e sedi di lavoro.

  • l,dove
    Reply

    Anche io avrei dovuto denunciarlo. Per avermi fatto organizzare una fiera del libro e poi avermi mollato non appena capito che soldi per lui non ne uscivano. Per non parlare del teatrino iscenato per non far andare avanti il progetto, gli insulti e i continui cambi di versione. Tantissime persone hanno lavorato alla fiera e tutte insieme avremmo dovuto rivolgerci ad un avvocato. Forse dovremmo farlo, costituire una sorta di forum legale e raccoglierci contro di lui. Auguri a tutti un buon anno, e a Folci di trovare un pò di dignità.

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    Può un editore quale Enrico Folci, al quale ho spedito circa 400 copie del mio libro, stampato a mie spese e da lui vendute con suo ampio guadagno, continuare a non pagare le spettanze dovutemisecondo regolare contratto tra lui e me sottoscritto?
    Pensa che agirò legalmente, forse? Spera che lasci perdere ogni iniziativa per stanchezza? I fatti sono i seguenti: spedisco i libri al signor Folci, fidandomi delle sue promesse e della sua intenzione di distribuire a livello nazionale i miei libri, in diverse librerie quali anche la Mondadori e la Feltrinelli con le quali dice di essere convenzionato, lo scrive sul suo vecchio sito web, me lo conferma per email e poi sparisce senza più rispondere alle numerose mail certificate che gli invio per sollecitarlo ad adempiere akl contratto stipulato. Come si può definire una persona del genere? Prendi i libri e scappa?

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    Sì Ayame, non potevo non scrivere. Ora mi spetta agire legalmente e non ho nessuna intenzione di tirarmi indietro. Avrà cambiato sede ancora una volta così come ha cambiato sito, parecchie volte?

  • Reply

    questo editore è specializzato in sparizioni… ma perché non chiude baracca per dedicarsi ai giochi di prestigio? Il talento non gli manca!

  • Reply

    Immaginavo sarebbe finita così. Ti ringrazio per esserti ricordata di passare, Isabella.

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    Non ho più inserito post da gennaio poichè il mio legale mi aveva consigliato di aspettare la scadenza del contratto con l’editore Enrico Folci per qualunque azione legale da iniziae, avvenuta a settembre 2010. Oggi è tornata indietro la mia raccomandata con ricevuta di ritorno spedita all’indirizzo di Piazza del Popolo 18 di Roma, ultima sede dell’editore Enrico Folci nella quale mettevo in mora l’editore Enrico Folci per le spettanze dovutemi per la vendita dei miei libri. Ad oggi l’editore non mi ha ancora pagato e sto seriamente pensando di rivolgermi ad un magistrato che tuteli i miei diritti. Vi farò sapere gli sviluppi.

  • Sfinge
    Reply

    Aggiungo che non è mia intenzione parlare ulteriormente male di Folci, però mi chiedo come mai che su questo blog si fa vivo e poi sparisce con le persone con cui ha dei conti in sospeso? Sarebbe bene risolvere i problemi con i diretti interessati, che evidentemente continuano a “sfogarsi” nei blog perchè non vengono più considerati dall’editore e nemmeno quando si rivolgono a vie legali.
    Saluti

  • Sfinge
    Reply

    Ciao a tutti, anche a me è capitata una brutta esperienza con il Folci e mi dispiace perchè io sono una persona onesta e di lui non ho mai parlato male.
    Purtroppo avevo acquistato delle copie di miei libri, le ho pagate e non ho mai ricevuto nulla a casa. Nè i libri, nè i soldi indietro. Poi è sparito. Avevamo uan questione in sospeso e dovevamo cercare di risolverla civilmente, almeno questo pensavo. Invece ha fatto prima a farsi negare. Sono molto amareggiata e non tanto per i soldi che ho speso a vuoto, ma perchè all’inizio avevo creduto in lui ed è un peccato che un editore debba rovinarsi la nomina per così poco…

  • bock1979
    Reply

    Isabella,
    il tuo ultimo messaggio era di gennaio.
    Mi pare allucinante che tu sia ancora “in attesa di notizie”…

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    Cara Dada,
    anch’io non amo litigare, ingiuriare e quant’altro di poco gradevole ma il rispetto delle regole non può essere portato avanti solo da una parte. Chiunque firma un contratto deve rispettarlo. Non posso aggiungere altro perché ho un contratto in atto e aspetto notizie dalla casa editrice sull’adempimento dello stesso. Appena avrò notizie certe, vi farò sapere.
    Inoltre, nella mia vita ho molti altri impegni che porto a termine con passione, qualche volta capita d’incappare in spiacevoli inconvenienti come è successo anche a me nel caso di cui stiamo discutendo ma questo non cambia lo stato della mia vita se non di sbieco e comunque sarà un altro impegno che, fra gli altri, porterò a termine e se è inviluppato, sbroglierò. A presto, Isabella

  • Isabella Cammalleri
    Reply

    Cara Dada,
    anch’io non amo litigare, ingiuriare e quant’altro di poco gradevole ma il rispetto delle regole non può essere portato avanti solo da una parte. Chiunque firma un contratto deve rispettarlo.

  • dada
    Reply

    ….aggiungo che lo stralcio del contratto è avvenuto senza altra proposta e che io non ho pubblicato nulla con questa casa editrice, che, probabilmente essendo in difficoltà non intendodevano più pubblicare gratuitamente…..

  • dada
    Reply

    Gentilissimi scrittori, ho avuto anch’io un problema con la casa editrice Enrico Folci. Un contratto firmato per una pubblicazione non a pagamento che poi volevano trasformare in una pubblicazione a pagamento, ma senza stralciare il primo contratto per sottopormi la nuova proposta. Suppongo che questa decisione sia avvenuta dopo il trasferimento nella nuova sede di Montecosaro e che abbiano cambiato la loro linea editoriale. C’è stata molta confusione e credo che anche da parte mia non ci sia stata un forte desiderio di far rispettare il contratto precedentemente firmato perchè, quando ho fatto presente che per motivi miei personali non era mia intenzione pagare per la pubblicazione allora hanno cominciato a scrivermi che avevano ricevuto vessazioni che si parlava male di loro e mi hanno un pò trattata male. Io sono cascata dalle nuvole, primo perchè non ero a conoscenza di queste problematiche. secondo non è nel mio stile inveire contro nessuno , io scrivo e faccio un lavoro che non può permettermi di trattare male nè di ingiuriare persone via web. La casa editrice Folci mi ha inviato un’email dove mi si proponeva di stralciare il contratto di comune accordo senza ulteriore spese reciproche e io ha accettato. Probabilmente non mi è piaciuto come si è svolta la trattativa, mi è sembrata poco chiara e io molto stanca di certe situazioni, ma ho anche pensato che fossero in difficoltà e non ho voluto continuare la diatriba considerando che ognuno nella vita ha problemi e che le proprie energie le deve indirizzare bene.
    Magari ho sbagliato, ma non mi piacciono le litigate nè gli insulti altrimenti some posso continuare a scrivere? Ma questa è una mia scelta e rispetto qualsiasi opinione anche la più sgradevole, a questa non rispondo preferendo una sana passeggiata con il mio cane o una chiacchierata con persone che mi stimano e mi vogliono bene.
    Ciao a tutti

  • bock1979
    Reply

    Sarebbe davvero interessante sapere dalle persone qua citate le motivazioni di queste presunte denunce del Folci, ma a quanto pare nessuno è in grado di rivelarle perchè nessuno sembra avere ricevuto alcunché.

    Mi permetto comunque di citare una sezione di questo blog:

    “…calunnia (art. 368 c.p.) che si ha quando taluno, con denunzia, querela, richiesta o istanza, anche se anonima o sotto falso nome, diretta all’Autorità giudiziaria o ad altra Autorità che abbia l’obbligo di riferire all’Autorità giudiziaria, incolpa di un reato una persona che egli sa essere innocente, oppure simula a carico di una persona le tracce di un reato.”

    Ê piuttosto significativo l’ultimo scambio di battute con Isabella, dove Folci giustifica la “cancellazione” dei post di con il fatto che contenessero falsitá, salvo poi essere sbugiardato clamorosamente dalla stessa Isabella, visto che sembra sia stato lui a promettere il rispetto del contratto. Ma non la aveva appena denunciata?
    Siamo davvero alle comiche.

    Spero almeno che Isabella abbia ottenuto il rispetto del contratto e che faccia avere presto buone notizie.

    Sulla persecuzione e sul essere pagati per questo… meglio stendere un pietoso silenzio.

    Una veloce risposta a Stefano: certo, è stato eseguito, ma al momento non c’era praticamente nulla da pignorare. Puoi tirare tu solo le tue conclusioni.
    In ogni modo, non si tratta solo del mio caso. Ci sono molte altre persone coinvolte in problemi simili come puoi facilmente vedere in questo forum: http://narayanaconsulting.forumcommunity.net/?t=20157145

  • Stefano Brizzi
    Reply

    Ho letto con interesse tutti i vari post. Premetto che non sono nè un autore esordiente nè un editore. Sono solo una persona che da 35 anni lavora nel settore libro, passando attraverso libreria, editore, distribuzione, promozione. Diversamente da altri siti, dove molti neo-autori lamentano la richiesta di denaro da parte dell’editore per la pubblicazione del libro (e qui ne potremmo parlare per dei giorni…..) mi sembra che qui il problema sia quello del mancato pagamento di una prestazione d’opera. Leggo di sentenze e di pignoramenti. Se la sentenza è passata in giudicato il pignoramento è eseguibile. Non si capisce se è stato eseguito oppure no. Se non è stato eseguito come mai? Sarei curioso di saperlo. Sempre che si possa.

  • Reply

    Mi intrometto in questa discussione perché sono stata nominata e perché occorre onorare la verità.
    I miei post, su mia richiesta, sono stati oscurati e non cancellati perchè ho parlato al telefono con il signor Folci e mi ha assicurato che il contratto tra me e lui verrà rispettato. Sarò la prima a chiarire ogni cosa su questo sito quando l’evidenza dei fatti sarà a favore del signor Folci. Al momento sto dando fiducia allo stesso. Questo è tutto!

  • Enrico Folci
    Reply

    Come previsto, quello scritto dalla signora Cammalleri è stato cancellato di sua iniziativa.
    Questo dimostra quanto questo blog accolga qualsiasi genere di segnalazione senza, prima, appurare la veridicità e le cause, dando poi un’ immagine, nel mio caso, distorta dalla realtà della mia casa editrice. I gestori dovrebbero quantomeno chiedere scusa di quello che hanno permesso che qui venisse scritto nonostante li abbia più volte ripresi ma inutilmente perchè si ritengono detentori della verità; in relaltà portate avanti solo una “persecuzione” nei miei confronti che anche in questo caso è risultata evidente. E vi fate pagare per rendere questo genere di servizi, dovreste vergognarvi.

  • Ayame
    Reply

    I commenti firmati Isabella Cammalleri sono stati oscurati su richiesta dell’autrice.

  • Enrico Folci
    Reply

    Faccio presente che ieri ho presentato:
    denuncia presso Questura di Palma di Montechiari contro Camalleri Isabella
    denuncia presso questura di Varese contro Serafinelli Syefano
    denuncia presso Giardia di Finanza contro writer’s dream
    Inoltre il nostro legale sta procedendo alla richiesta di danni anche contro il provider di questo sito ed i soggetti menzionati.
    Andate avanti per la vostra strada diffamatoria, mentre voi scrivete qui, io agisco, no temo nulla io sono a posto come sempre.

  • Ayame
    Reply

    Signor Folci, la pianti di insinuare sul mio conto e faccia caso al fatto che mai uno dei suoi interventi è stato censurato, al contrario di quelli di chi arrivava insultandola e minacciandola.

  • bock1979
    Reply

    Altra affermazione/insulto da denuncia da parte del Folci e altro messaggio senza dire le proprie ragioni.
    Invece che dare dei mafiosi alla gente, perchè no inizia a pagare il loro lavoro e a rendergli i loro soldi?

    Sfida gli altri a rivolgersi alla magistratura, ma che dice allora di quelli che l’hanno giá fatto e hanno vinto? Dove sono i soldi che gli deve?

  • Enrico Folci
    Reply

    Cammalleri, faccia in fretta a farmi contattare dal suo legale e non usi come il suo amico bock 79 lo stile “para mafioso” delle intimidazioni e della diffamazione con la complicità dei gestori di questo si che prendono soldi per dare spazio a questo genere di contatti. Invece di sfogarsi in questo modo faccia valere le sue ragioni come le ho già più volte detto poi vedremo chi ha ragione.

  • bock1979
    Reply

    Capisco perfettamente quello che ti spinge a denunciare l’accaduto e lo condivido.
    Ti diró di piú: c’è anche il desiderio di evitare che altra gente si trovi nella stessa situazione.

    In ogni modo, se il contratto non è stato rispettato, tu puoi scioglierlo in qualunque momento per inadempienza del Folci. Parlane con il tuo avvocato.
    Almeno sotto questo aspetto puoi risolvere il problema facilmente.
    Mi pare di ricordare di un caso simile, illustrato in un altro forum, dove il Folci aveva liberato il libro di un autore dopo un paio di diffide. D’altronde è logico: non se ne fa nulla del tuo libro, gli interessano solo i soldi.

  • bock1979
    Reply

    Ciao Isabella, prima di tutto una precisazione: ho scritto “editori” ma in realtá volevo dire “scrittori”. Non conosco casi di editori che abbiano avuto problemi con Folci.

    Riguardo la tua vicenda, spero solo che avrai piú fortuna di me.
    Ti consiglio di andare verso una denuncia penale, perchè per le vie civili i tempi sono lunghi e i costi non indifferenti. Quando poi provi a pignorare, magari poi ti ritrovi con tutto intestato ad un’altra persona… insomma, meglio provare altre vie legali.
    Io ormai sono in credito di piú di 4.000 euro.
    Non male, se consideriamo che ho lavorato per mesi, da neolaureato senza una lira che ero all’epoca.

    I tempi della giustizia poi sono quelli che sono: in questi anni il Folci ha cambiato residenza almeno tre volte e questo significa che poi devi trovare un avvocato vicino alla nuova residenza (altri costi) e passare il tutto al tribunale del luogo (altri mesi ad aspettare). Insomma, c’è chi conosce tanti trucchetti per evitare di pagare e di ricevere denunce: dei veri professionisti, ma non dell’editoria.

    Spero proprio che riuscirai a recuperare i tuoi soldi.

  • bock1979
    Reply

    Isabella, fidati, l’ultima persona alla quale conviene rivolgersi alla magistratura è proprio il Folci.
    Come al solito, il Folci, attacca, minaccia, rovescia la realtá, dice pure cose false e gravissime per cui potrebbe essere denunciato, ma… continua a non rispondere.

    La contromossa di attaccare e minacciare denunce puó forse servire a instillare qualche dubbio in chi non conosce direttamente la vicenda, ma quelli che hanno avuto a che fare con Folci e con i suoi continui cambi di residenza, ci fanno solo una bella risata.
    In un altro forum c’era gente che spiegava di aver ricevuto lettere di diffida del Folci per mezzo del suo avvocato, peccato che l’avvocato cambiava ogni volta (c’è chi supponeva che questi non venissero pagati e quindi nessuno accettasse di continuare ad assisterlo).

    Se è tanto convinto che stiamo diffamandolo pubblicamente, se tanto crede di avere ragione, se è vero che mentiamo… perchè non dare la sua versione e farlo pure pubblicamente per rimediare al danno che, dice, gli stiamo causando?
    Semplicemente perchè non puó.
    Sará la decima volta che qualcuno glielo chiede, ma qua riceviamo solo minacce come risposte. Poi promette di farlo in privato, per telefono o di persona, ma alla fine la sua versione non viene mai fuori.

    Certo, potrebbe anche decidere di saldare i suoi debiti, ma sembra che nemmeno questa onorevole scelta sia di suo gradimento.
    Con questo comportamento, la peggiore pubblicitá che si puó fare al Folci la fa il Folci stesso.

    Noi abbiamo tutte le prove, scritte, nero su bianco. Sentenze di tribunale, contratti non rispettati… da quello che vedo, c’è almeno una decina di ex collaboratori ed editori che ha deciso di denunciare pubblicamente la cosa. E questo solo in internet. Ma certo, sono solo persone che si sono messe d’accordo per screditarlo per chissá quale occulto interesse personale… logico, no?

  • Reply

    Inoltre: come pensa di cavarsela, a parole, con un contratto scritto? Lei deve rispondere con fatti concreti. E poi: non è certo il primo editore che voleva pubblicare il mio libro. Ho acettato la sua proposta perché mi aveva assicurato la distribuzione del libro, non per altro e per questa ho anche pagato. Come pensa di difendersi? Lei ha i miei libri e i miei soldi: il giusto epilogo di questa controversia non può essere che uno, la restituzione dei miei libri e dei miei soldi. Si vede che lei non ha capito che adirò le vie legali al più presto. Chiederò anche i danni morali per tutto lo stress che mi sta causando.

  • Enrico Folci
    Reply

    Il clima che avete creato in questo blog, nel quale è palese l’intento di perseguitare me personalmente, ha causato notevoli danni alla mia immagine compreso il ricevimento di minacce di morte, che ho trasmesso al vaglio degli Inquirenti, di cui ritengo responsabili, almeno morali, in primis chi ha consentito questa squallida caccia all’uomo mediatica, che esula ormai dallo scopo dichiarato dei questo forum, e tutti quelli che hanno partecipato Serafinelli in testa a questa squallida vicenda di cui si sta oramai occupando la Autorità Giudiziaria.

  • bock1979
    Reply

    Ma perchè il Folci non si limita a rispondere a tutti gli addebiti fatti?
    Insomma, ci sono dettagli ben precisi. Basterebbe spiegare la sua versione e perchè la gente lo sta diffamando.
    Se Folci è così convinto di avere ragione, perchè allora, per esempio, non dichiarare pubblicamente che non è gli è mai stato imposto da un tribunale di pagare i suoi debiti? Andiamo, non è così difficile. Il Folci passa di qua spesso e non puó nemmeno dire di non sapere.
    Se non fosse ridicolo, quasi ci sarebbe da ridere sul tema degli interessi personali.
    Qua da quello che ho capito c’è solo gente che vuole recuperare, legittimamente, i suoi soldi e l’unico che in tutto questo ci sta guadagnando è proprio il Folci.

    Dico un’ultima cosa per rispetto all’amministratrice e ai lettori/scrittori esordienti che frequentano questo blog.
    Tutto questo potrebbe sembrare una questione slegata da questioni editoriali ma… a parte che qua ci sono scrittori che dichiarano di essere stati gabbati proprio a proposito dei loro libri, il quadro morale che scaturisce da queste pagine è poco edificante. Insomma, per utilizzare una frase fatta: comprereste un’auto usata da quest’uomo? O meglio, gli affidereste le vostre opere?
    Io credo che la caratura morale della persona con la quale si vuole fare affari sia un dato imprescindibile, qualunque sia il tipo di affare in ballo.

  • Enrico Folci
    Reply

    Buona sera, vedo che Serafinelli continua a condurre una azione di pressione psicologica e diffamatoria nonchè persecutoria nei miei confronti non certo per motivi editoriali ma per motivi personali a questo si aggiunge la Cammalleri, che dopo avermi rincorso per mesi affinchè mi prendessi carico di vendere i suoi libri ora spara a zero su di me, senza motivi oggettivi ma solo carica di risentimenti perchè? Non si sa… ha deciso che ora non vado più bene.
    Dico anche alla Rando che gli attacchi personali non hanno nulla a che vedere con le questioni editoriali e qui ci campa qualcuno che ha interesse a discreditarmi.

  • Ayame
    Reply

    Perché è nell’altra pagina dei commenti: http://www.writersdream.org/blog/?p=189&cpage=1#comment-2154
    Se guardi, Isabella, sotto ai commenti c’è un link con scritto “older comments”, WordPress li suddivide quando diventano troppi.

    Dal tuo tono mi pare di capire che ti sfugge il senso di quanto ho scritto sopra: presto apparirà un lungo e dettagliato articolo che spiega molte cose. E non in favore di Folci.
    Il “presto” è una data dopo le feste, in ogni caso, è una cosa lunga.

  • Ayame
    Reply

    Temo di essermi spiegata da cani, allora ^^”

  • bock1979
    Reply

    probabilmente c’è stato un malinteso ma da questa frase capisco proprio il contrario :-)

    se i commentatori mentono e ascoltando il signor Folci e le sue ragioni, sono più portata a credere a quest’ultimo, per il semplice fatto che le spiegazioni datemi sono complete e possono essere provate.

  • Ayame
    Reply

    Ehm, veramente ho detto il contrario: prima propendevo per Folci, ora proprio no.
    E non chiedo a nessuno di credermi sulla fiducia, né l’ho mai fatto: molto presto, come ho scritto, pubblicherò un corposo articolo che copre un lasso di tempo che va da maggio a ieri. Più qualche chicca random.

  • bock1979
    Reply

    Ayame, con tutto il rispetto, sono davvero sorpreso.
    Spero capirai che il tono della discussione ora è diventato “quello che leggete qua sotto è tutto falso”.
    Spero anche che avrrai la correttezza di spiegare presto ai tuoi lettori le ragioni e le prove che ti portano a propendere per la versione del Folci, anche perchè, permettimi di fartelo notare, non ci sono solo due versioni contrapposte.
    Ci sono il Folci da un lato e quasi una decina di persone dall’altro, ognuno con le sue esperienze e le sue prove.
    E’ logico pensare che la scelta di credere al primo sia supportata da prove inconfutabili e credo che tu debba ai tuoi lettori (non a me o agli altri truffati perchè noi sappiamo bene come sono andate le cose) la loro pubblicazione o perlomeno qualcosa di piú che la richiesta di crederti sulla fiducia,
    Una ultima cosa, permettimelo: mi spiace che anche tu sia caduta nelle menzogne del Folci. Ti auguro sinceramente che questo non ti porti nessun problema in piú di qualche lettore deluso, che alla fine è ben poca cosa rispetto a quello per cui siamo passati noi.
    Cordiali saluti

  • Ayame
    Reply

    Nessun cambio di politica e nessuna scorrettezza. Quel che Folci mi aveva riferito, al telefono, era sufficiente a farmi dubitare di entrambe le versioni e a farmi propendere per quel che mi aveva spiegato con altrettanta dovizia di particolari.
    Le testimonianze che si sono susseguite qui non riguardano l’attività di Folci come editore, ma come datore di lavoro.
    In ogni caso, su queste pagine non è mai stato scritto niente che non fosse stato supportato da indagini approfondite; dato che non sapevo dove stava la verità ho dovuto optare per una via di mezzo.
    Ora so come stanno le cose, e a tempo debito pubblicherò ogni cosa. Le minacce non mi hanno mai spaventata, né mi hanno mai fatto tornare sui miei passi. Altrimenti, caro Bock, avrei già chiuso baracca e burattini senza collezionare la sfilza di diffide che ho a casa 😉

  • bock1979
    Reply

    Gentile amministratrice,
    torno dopo alcuni mesi a controllare la discussione generata da questo post e rimango spiacevolmente sorpreso dai cambiamenti effettuati. Prima di tutto, mi permetta di commentare che non è propriamente corretto editare un messaggio che è giá stato commentato ampiamente. Credo, da gestore di una numerosa comunitá web quale sono, che sarebbe stato piú consono aprire un altro post, lasciando questa discussione intatta, in modo che chiunque possa facilmente capire il senso della discussione. Con l’edit effettuato, questa assume un significato che non ha mai avuto.
    A parte di questo commento sull’impostazione del blog, devo dire che mi lascia estremamente perplesso il commento dell’amministratrice per una questione di pura logica.
    Di fronte a numerosi commenti negativi sul Folci, conditi di dettagli molto specifici e nomi e cognomi, l’amministratrice ammette di propendere per una versione dei fatti fornita dal Folci per telefono e che non abbiamo il piacere di conoscere.
    Sinceramente questo mi sembra poco corretto e anche poco logico. Per un dovere di chiarezza nei confronti dei lettori, sarebbe il caso che si specificasse perchè la versione del Folci sarebbe piú valida e provata di quella di numerose persone, visto che alla fine nessuna prova è stata pubblicata.
    Da parte mia, posso apportare la sentenza di un tribunale. Sarei curioso di sapere cosa puó apportare il Folci per dimostrare che questo non sia vero e cosa porta l’amministrazione di questo blog a propendere per quest’ultimo.
    Mi sembra inoltre contraddittorio affermare che non si dispone di sufficienti dati per dare la ragione a uno o all’altro e poi farlo nella frase successiva.
    Capisco la ragione di questo cambio di “politica editoriale” perchè sono perfettamente conscio del fatto che il Folci ha la minaccia facile, ma invito l’amministratrice e non farsi intimorire perchè nessuna di queste minacce è stata portata a termine dato che per il Folci sarebbe solo controproducente

  • adriano
    Reply

    Salve a tutti!!
    ho contattato pochi minuti fa Folci per la pubblicazione del mio secondo romanzo!! :( (il primo l’ ho pubblicato su Boopen ed è una bella fregatura anche se non a pagamento)
    potete aggiornarmi riguardo alla posizione della casa editrice Folci?
    Quanto devo pagare per poter vedere il mio libro nelle librerie?
    Aiutatemi vi prego!!!! grazie!!!

  • maria
    Reply

    COMMENTO MODERATO DALL’AMMINISTRAZIONESi invitano i commentatori a non scadere in illazioni diffamatorie prive di supporto probatorio di alcun tipo, assolutamente non inerenti al discorso e atte puramente a screditare l’immagine di chi si parla. Commenti del genere non sono accettati né lo saranno mai.

  • dk
    Reply

    ah, ok. non avevo capito.
    è chiaro che ognuno dovrebbe limitarsi a raccontare la propria esperienza o, perlomeno, ad evitare le offese. mi sembra che finora ciò sia stato fatto.
    ci sono stati interventi negativi (la maggior parte) e positivi (molto pochi) e tutti hanno diritto al pieno rispetto. non capisco in effetti lo sfogo di DabriaTiann.
    comunque, visto che è una questione che mi interessa, rinnovo con la massima tranquillità l’invito già fatto al signor Folci, visto che mi sembra un frequentatore del forum, che potrà così spiegarci come mai il corso di editing non è stato rimborsato e avrà così occasione di dissipare ogni dubbio, se mai ce ne fosse, sul suo operato.

  • Reply

    Mi riferisco al post di DabriaTiann, che è un membro dello staff di Writer’s Dream.

  • dk
    Reply

    non capisco cosa vuoi dire, ayame…

  • Reply

    Infatti si parla di creare polemiche e flame discutendo sul fatto che Folci abbia fatto o no le cose che qui sono elencate.
    Questo spazio è aperto alle testimonianze, ma evitate di alzare tanto la cresta. Le polemiche e i flame non sono accettati.

  • dk
    Reply

    beh, invece mi sembra proprio questo il posto per discutere di questa casa editrice: c’è scritto il suo nome in cima alla pagina!
    vorrei sapere piuttosto cosa ha da dire il sig. Folci riguardo, per esempio, al corso di editing mai rimborsato.

  • Reply

    Scusate ma ora basta! io capisco che quest’uomo vi abbia fatto una serie di torti ma questo non è il posto per discuterne o per scatenare polemiche e flame. Vi Pregherei di darci un taglio. Dabria

  • bock79
    Reply

    Fabia e Alice, potete contare con me.

  • Reply

    ciao ragazzi anche io ho avuto a che fare con il sig. folci, avevo gia’ proposto di andare a mi manda rai tre ed ero anche stata chiamata ma poi si sono tirati tutti indietro e quindi il giovedi prima della trasmissione mi hanno detto che se eravamo solo tre non potevano metterci in scaletta, comunque sono sempre qui.
    mi dispiace vedere che il signore continua a mietere vittime.

  • Fabia
    Reply

    Ciao a tutti! Volevo farvi sapere le novità: mi avete già risposto in molti sulla mia casella di posta! Sono molto felice di ciò e per questo invito chi non l’avesse ancora fatto a contattarmi all’indirizzo fabia_rossi@libero.it Più siamo e meglio è! Inoltre qualcosa si sta già muovendo a nostro favore, rendere pubblica questa vicenda è importante! Aggregatevi tutti! Ciao ciao a presto!

  • Reply

    Signori, vi invito a moderare i termini e il linguaggio. Non siamo qui per giudicare e insultare, ma per portare le nostre opinioni e testimonianze.

  • Fabia
    Reply

    Ciao a tutti, sono una delle tante persone che non sono state pagate dal Folci. Ho svolto dei lavori per lui e sto ancora attendendo i soldi. Ma ormai credo di aver già aspettato abbastanza. Ho delle conoscenze a Mediaset e ho cominciato a parlare con un amico delle Iene, inoltre informerò presto Striscia la notizia e Mi manda rai tre. Ho bisogno che qualcuno si unisca a me perchè questa lotta diventi pubblica e perché si dicano le cose come stanno. Non ho assolutamente paura delle sue minacce e sinceramente me ne faccio un baffo visto che SO DI ESSERE DALLA PARTE DELLA RAGIONE, quindi continuerò questa lotta finchè ognuno di noi avrà giustizia.
    Se vi interessa potete contattarmi a questa e mail: fabia_rossi@libero.it
    Ciao a tutti!

    Commento moderato dall’amministrazione.

  • marianna
    Reply

    Mi scuso per chi si è ritenuto offeso dalle mie parole, ma la mia disapprovazione non era nè i difesa di Folci, ne per accusare voi, semplicemente volevo richiamarvi alla grande responsabilità che avete nel lasciare delle dichiarazioni su internet, perchè il potere mediatico ai giorni d’oggi è vastissimo, quindi basta una frase a rovinare una reputazione. Quindi certe cose, magari è meglio risolverle in privato, ma è solo un mio parere personale. Per farvi un esempio, se io compro qualcosa e tornata a casa mi accorgo che è difettoso, non vado al negozio e mi metto a protestare ai quattro venti, ma chiamo in disparte il negoziante e glielo faccio notare, magari stando attenta che gli altri clienti non ascoltino, ma sono modi di pensare. Ripeto, capisco perfettamente la rabbia e la buona fede di aiutare altri aspiranti scrittori, ma Enrico Folci mi ha realizzato un sogno, al di là di ciò che c’è dietro, quindi non mi sembra giusto negare l’opportunità anche ad altre persone. Se poi vogliamo parlare di interessi, se le cose a Folci vanno bene, sarà un bene per tutti, a cominciare da quelli a cui dovrà ripagare il lavoro non retribuito, e viceversa. Spero di aver chiarito ciò che intendevo dire. A presto!

  • marianna
    Reply

    scusate il ritardo, ma non ho ricevuto le notifiche dei nuovi post. Io non so cosa combini Folci con le tipografie, non ne ho idea e riguardo ai numeri di telefono, proprio stamattina mi è arrivata una mail che mi aggiornava dei nuovi recapiti, con questo voglio dire che io so sempre dove e come trovarlo, quindi probabilmente rifiuta semplicemente le chiamate a cui non vuole rispondere. So che tante persone non sono state pagate e fanno bene a far valere i loro diritti, e riguardo alle esperienze dirette, mi riferivo a quelle persone che non so qui, ma sicuramente in altri blog ne parlano male solo per sentito dire o perchè si fanno condizionare dai giudizi altrui.
    Io sono stata informata direttamente da Folci che l’ha pubblicato anche sul sito tempo fa, che ha avuto gravi problemi economici e che la casa editrice rischiava molto, ma prometteva di aggiustare tutto e pagare di doveva essere pagato, e spero davvero che ciò avvenga, perchè mi dispiace seriamente per chi non è stato retribuito per il proprio lavoro.
    Non conosco la tipografia che si occupa dei libri, quindi non so come informarmi, ma se non è stata pagata me ne rammarico, perchè tra l’altro, i libri sono di ottima fattura, quindi è stato fatto anche un buon lavoro….A questo punto non so che dire, posso elogiare la trasparenza del contratto e la pubblicazione gratuita, ma non so cosa c’è dietro, se non notizie sporadiche…Comunque auguro a chiunque abbia avuto problemi con questo editore di riuscire a risolverli al più presto. Ciao a tutti!

  • Mirco
    Reply

    ..ne sa qualcosa

  • Mirco
    Reply

    Ah, dimenticavo! Cara Sig Marianna tutti noi vorremmo parlare a tu per tu con Folci, ma nessuno riesce a rintracciarlo. Il mio avvocato

  • Mirco
    Reply

    Chiedo scusa se mi intrometto. conosco folci, e conosco il suo modo di fare. La signora Marianna insiste che il signor Folci pubblica gratis. la signora Marianna non sa che il signor folci fa stampare i libri alle tipografie, che regolarmente non vengono pagate (non sono insinuazioni, è la verità ampiamente dimostrata) , quindi se la signora Marianna ha publicato con Folci, si informi presso la tipografia, prima di vantarsi che Folci non chiede contributi. La signota Marianna sembra essere felice che il signor Folci la pubblichi in maniera “disgusta , infantile, e disonesta” per usare il suo stile.
    Cordiali saluti da uno dei tantissimi in causa con Folci.

  • bock79
    Reply

    Cara Marianna, mi sento chiamato in causa e quindi mi permetto di rispondere al tuo intervento.

    Prima di tutto, qua non stiamo parlando solo di pubblicare gratis.
    I problemi con Folci che hanno avuto molti di noi riguardano praticamente tutti i rapporti professionali possibili e chi ha pubblicato gratis ha riportato altri tipi di problemi.
    Quindi, bene, si può pubblicare gratis, però non è questa la questione.

    Riguardo il resto del tuo intervento, ti invito a rileggerti i commenti precedenti perchè:
    – E’ ben chiaro che ci siamo tutti rivolti prima alla casa editrice. E non trovando risposta, alcuni di noi si sono rivolti pure alla magistratura, che gli ha dato ragione. Più di così…
    – E’ ancora più chiaro e ovvio che parliamo per esperienza diretta visto che stiamo riportando i nostri casi personali. Non c’è maniera migliore di essere bene informati e sapere di cosa si parla.
    Quindi non capisco a chi stai dirigendo le tue critiche.

    Non capisco proprio perché giudichi i nostri interventi, e li chiami disgustosi e infantili senza, da quello che sembra, averli letti.
    Hai tutto il diritto di parlare secondo la tua personale esperienza però non offendere gli altri se fanno altrettanto.

    E’ il secondo intervento a favore di Folci che sembra intenzionato ad più attaccare chi riporta le sue esperienze personali che a difendere l’editore. L’unico argomento che leggo è che pubblica gratis, ma non è affatto pertinente con il 99% delle disavventure di molti di noi.
    Non so che pensare…

  • bock79
    Reply

    Cara Marianna, mi sento chiamato in causa e quindi mi permetto di rispondere al tuo intervento.
    Prima di tutto, q

  • marianna
    Reply

    Ciao a tutti, sono Marianna Garofalo, autrice di L’angelo e la sirena di Enrico Folci. Intervengo soltanto per dire due parole: Trovo disgustoso e infantile il modo di sputare sentenze su un blog anzicchè rivolgersi direttamente alla casa editrice in questione. Posso capire la rabbia e il risentimento di chi non è stato pagato, posso capire le delusioni e tutto il resto, ma mi viene da chiedermi come mai, in Italia ci sono diecimila case editrici che spennano gli esordienti con richieste di migliaia di euro e che in ogni caso non promuovono i libri e non fanno il loro dovere, e nonostante ciò nessuno pretende nulla e nessuno ne parla male sui blog e forum. Ragazzi, Folci non sarà un santo, io non posso dirlo, perchè con me non ha fatto nulla di sbagliato, ma la verità è che è forse l’unico editore in Italia che pubblica esordienti senza chiedere un solo centesimo, o meglio ci sono editori che lo fanno, ma poi si intascano tutti i diritti d’autore o ti pagano solo dopo che hai venduto 500 copie! Un altro punto a suo favore è che il contratto è liberamente esposto sul sito, e non è cosa da poco, e mi rammarica il fatto che parecchi che criticano fanno leva proprio su alcuni punti di esso, ma vi assicuro che non c’è nulla di losco e nessuna trappola.
    Enrico Folci non promette di alzare palazzi, e se qualcuno ne rimane deluso è solo perchè forse era abbastanza illuso e aveva creduto di diventare chissà chi e ora se la prende con la casa editrice se non ha avuto successo.
    Concludo ricordandovi di riflettere bene prima di parlare e di informarvi, perchè una parola detta su internet può danneggiare più di quanto crediate, quindi, parlate solo se siete sicuri e ben informati, e soprattutto se avete ESPERIENZA diretta, altrimenti, fareste meglio ad astenervi.
    Ciao a tutti. PS : neanch’io sono stata pagata per questo intervento

  • Reply

    Ragazzi, vorrei ricordare che questa discussione vuole solo raccogliere delle testimonianze, fatti puri e semplici, affinché si possa avere un quadro più chiaro e netto della situazione. Insulti, offese, commenti personali e quant’altro NON SONO AMMESSI e non verranno accettati.

  • bambi
    Reply

    COMMENTO MODIFICATO PERCHÉ NON CONSONO ALLA DISCUSSIONE.

  • bock79
    Reply

    Ci tengo a precisare, tra l’altro, che per me pasqualino ha tutto il diritto di postare i suoi commenti. Il mio invito era solo quello di non scrivere se pensava che la discussione non avesse senso.
    In ogni caso, rinnovo a te le mie scuse e per me questione chiusa. Non è certo Pasqualino il problema che hanno molti di noi.

  • bock79
    Reply

    Scusa per i toni ayame però tengo a precisare che il mio intervento è solo una risposta alle dichiarazioni di Pasqualino che ha messo per primo in discussione il diritto di scrivere mio e di tutti gli altri:

    -“Poi se parliamo dei corsi di formazioni e problemi con le stamperie non mi sembra il luogo adatto.”
    – “Quindi sarebbe il caso che tutti gli altri, sopratutto chi non è uno scrittore, la smetta di parlare.”

  • Reply

    @Bock, Pasqualino ha il pieno diritto di scrivere. Dato che questo topic è nato per il confronto delle due campane (chi si è trovato bene e chi no) non vedo perché Pasqualino non dovrebbe postare.

    Vi invito tra l’altro a moderare i toni.

  • bock79
    Reply

    Pasqualino, il tuo intervento mi sembra abbastanza inutile.
    Prima di tutto,una rondine non fa primavera, nel senso che la tua avventura positiva non risponde a nessuna delle tante avventure negative qua riportate.
    Nel tuo intervento ti dimentichi, casualmente, che ci sono stati molti autori che hanno avuto problemi con Folci, non solo poveri tipografi o webmaster o avvocati dei quali non te ne frega nulla (gran bella presentazione in pieno Folci Style).
    Beh, se non te ne frega nulla, allora chi ti obbliga a scrivere?
    Il tema del post mi sembra ben chiaro. Se non ti piace l’argomento dellla discussione non partecipare. Ma da qui a dire che dobbiamo tacere…
    Complimenti per gli argomenti che usi: “Mi sembra paradossale…”, “ma che è? un criminale?”. Insomma, una difesa basata su argomenti solidi.
    In fine, la caratura morale di una persona con cui fai affari forse è irrilevante? Se per te sì…beh, tanti auguri; sei proprio un bell’ingenuo, lasciatelo dire. Per altri non lo è, come vedi.

  • Reply

    So che non è mia competenza … ma leggo
    ENRICO FOLCI PROJECT

    2° punto … Beh non è l’unica strada c’è Lulu che ti pubblica on demand. C’è anche l’altro servizio italiano che non ricordo

    3° punto … Mi sembra paradossale… questo penso che un autore, può essere giovane, ma non può essere cretino. A me la cosa puzzerebbe.
    Anche perchè parliamoci chiaro, il libro me lo stampo da solo.

    4° Ma che è un orco quest’uomo? Viene incassa e va via ? Meglio di un criminale.

    5) Io da questa estate che ho il suo numero di telefono. Che non è mai cambiato. Eppure il numero di scrittori e creditori secondo voi è aumentato.

    Scrivo questo per il semplice fatto, perchè io mi sono esposto pubblicamente. C’è il mio sito, il mio indirizzo web.
    Penso che bisogna scindere le cose… si parla di editoria o quello che cè dietro.

    La proposta editoriale per un nuovo autore è inattaccabile, non si paga nulla e lo ribadisco.
    Quì si parla di scrittori esordienti, e hanno spazio di crescere.

    Poi se parliamo dei corsi di formazioni e problemi con le stamperie non mi sembra il luogo adatto.
    A me giovane autore, non me ne può fregare di meno che uno o più tipografo non venga pagato.
    Prendiamo il mio caso, il tipografo di sue iniziativa ha pubblicato una quarta di copertina, che era stata detto di sostituire, in quanto non adatto. Oltre a questo c’erano anche degli errori autogrfici, e il mio nome sbagliato.

    Ora se io fossi stato Enrico Folci il tipografo non l’avrei pagato, ha fatto tante cavolate.

    Io faccio lo scrittore, penso di farlo bene. Quindi sarebbe il caso che tutti gli altri, sopratutto chi non è uno scrittore, la smetta di parlare.
    Non cambio la mia idea e non c’è bisogno che mi mandate le email, volete vedere la qualità dei libri, della stampa e tutto potete ordinare il mio sarò felice di spedirvelo. e farvi vedere che il libro esiste veramente.

    Per tutti gli altri, penso potete rivolgervi a un legale, se avete problema, usate il metodo consigliato da Bambi, prendete un avvocato .. tanto che vi può fare un avvocato se non lo pagate.. mica vi può fare causa.

    Quindi cari scrittori … Se cercate un piccolo editore Folci non vi chiede niente. Ma è sempre un piccolo editore, quindi non vi aspettate prime pagine di giornali e altro. E’ un inizio… da qualche parte bisogna iniziare.

    OVVIAMENTE ENRICO FOLCI NON MI HA PAGATO PER SCRIVERE TUTTO QUESTO.

    ora mi aspetto altre 50 email … di altri creditori

  • Reply

    Come nel mio precedente messaggio io non ho avuto nessun problema con Enrico ne tanto meno Con il Commerciale.

    Sono stato chiamato in questi giorni, per sistemare alcune imperfezioni, quindi ora si andrà in seconda ristampa.

    Posso comunque testimoniare di prima persona che le cose sono cambiate, rispetto a settembre ora le cose funzionano in maniera diversa.

    L’unica cosa che non posso testimoniare è sul pagamento delle copie vendute, semplicemente perchè il libro è stato pubblicato a dicembre, quindi per questo ci vorrà l’anno prossimo

  • DANIELA
    Reply

    COMMENTO RIMOSSO DALL’AMMINISTRATORE POICHÉ CONTRARIO AL REGOLAMENTO.

  • Bambi
    Reply

    COMMENTO RIMOSSO DALL’AMMINISTRATORE PERCHÉ CONTRARIO AL REGOLAMENTO.

  • bock79
    Reply

    Caro Valentino, la ringrazio per aver apportato anche la sua conferma, pero devo dire che non concordo su un punto: la difficoltà economica.
    Da quello che ho potuto vedere personalmente, la situazione del Folci non era certo quella di una persona disagiata.
    Il ritratto che fa di lui è fin troppo generoso.
    Se la necessità di tirare avanti può magari giustificare un comportamento poco corretto, quella di vivere ai Navigli no, non la giustifica, mi spiace.
    Il mio caso personale risale a quando avevo appena finito la università, non avevo un lavoro e decisi di mettermi in proprio giusto per il lavoro offertomi dal Folci.
    Se c’era uno che “aveva bisogno”, non era certo il nostro amico.

  • valentino
    Reply

    COMMENTO MODIFICATO DALL’AMMINSITRAZIONE SU RICHIESTA DELL’AUTORE.

  • bock79
    Reply

    Il Folci è un po’ confuso.
    Ma non aveva riconosciuto uno a uno i casi esposti? Ora si inventa che ha bisogno dei dettagli?
    Una sentenza opposta? Che è, un delirio? Come può esistere una sentenza opposta a un caso di pignoramento?
    Molto probabilmente la mia causa non è la unica con cui ha avuto a che fare, ma da qui a non ricordarsi di quale si tratta… Se questo non è darsi la zappa sui piedi da solo….
    Gli rinfrescheremo un poco la memoria pubblicando in rete la sentenza nei prossimi giorni.

    Comunque è incredibile. Potrebbe rispondere a tutti i casi esposti e non lo fa. E poi parla della credibilità altrui.
    Sarebbe meglio stare zitto perché così sta solo confermando tutto quello che la gente ha commentato su di lui.

  • enricofolcieditorerisponde
    Reply

    Con più scrivi e più perdi la credibilità tu!
    Non so a cosa ti riferisca in particolare ed a quale sentenza, se non è applicata probabilmente ne esiste un’altra di tenore opposto, ti ripeto come posso dare risposte precise se non parli di cosa come e quando ( almeno) visto che il nome è na cosa che non hai il coraggio di dire, evidentemente hai motivo di continuare a restare anonimo perchè sai che la tua verità non è completa.
    O fai parte dei “pagati” che gettano discredito?

  • bock79
    Reply

    Un’altra dimostrazione di quanto sia vero quello che molti hanno commentando qua, e in altri siti web.
    Pur di non rispondere nel dettaglio alle accuse, il Folci gira la discussione sui nomi. Ma non aveva forse detto di conoscerci uno a uno?
    Se è tanto tranquillo di avere ragione, perché non risponde del fatto che c’è una sentenza di tribunale che afferma, in via definitiva, che deve pagarmi per il mio lavoro?
    E lui vuole parlare? Ma di che? Non c’è niente da discutere. Già c’è stato tempo per farlo e c’è stata una decisione dei giudici. Paghi piuttosto. Come ogni onesto cittadino dovrebbe fare di fronte a una decisione della giustizia.
    Perché non risponde a tutte le accuse precise e dettagliate che sono state pubblicate in questo blog e in molti altri forum da molta, troppa gente?
    E poi accusa gli altri di avere paura?
    Semplicemente il Folci non sa che dire. Prima insulta (gran bella presentazione, non c’è che dire) e si permette addirittura di consigliarci di ricorrere alla giustizia, poi, invitato a parlare chiaro, tira in ballo la questione dei nomi. Tutto pur di non rispondere.
    E’ un peccato, perché non gli costerebbe tanto riguadagnare un poco di credibilità.

  • Enrico Folci
    Reply

    a MIKI 67
    Non si preoccupi signora ( anonima) ci sono decine e decine di scrittori che possono testimoniare in modo positivo, purtrppo, come lei ben sa fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce.
    Qualora fosse valutata positivamente riceverà in visione il nostro contratto che NON PREVEDE ALCUN CONTRIBUTO ECONOMICO, sa questa cosa crea qualche problema a qualche editore che si fa pagare e che si diverte a crearci problemi, come ben vede.

  • Enrico Folci
    Reply

    Ho detto che per ricevere risposte da me, è necessario che facciate nome e cognome come faccio io. Chi non lo fa evidentemente ha dei motivi che io ritengo non belli o forse teme qualche replica puntuale, quindi è più facile stare così, ma, come diceva Don Abbondio: “Il coraggio uno non se lo può dare!”…

    Per la signora del premio, mentre lei sta qui a scrivere sui blog, gli altri vincitori hanno già pubblicato e fatto il resto…mi spiace per lei…
    saluti a tutti.

  • bock79
    Reply

    Meglio così Miki, no firmare.
    Qualcuno ha avuto forse una risposta dal Folci?
    No? Ecco, già avete una risposta ai vostri dubbi.
    Tante chiacchiere però alla fine, quando si tratta di pagare, niente di niente.

  • Ayame
    Reply

    Al massimo rifiuti 😉

  • Miki67
    Reply

    Ho inviato oggi il mio manoscritto in visione alla Folci Editore, prevalentemente perché questa casa editrice é una delle pochissime che si dedica ai romanzi d’amore.
    Non so davvero cosa pensare, ma spero di non aver fatto un errore… anche se per ora non ho firmato nulla!

  • bock1979
    Reply

    L’invito del Folci a fare causa e a fare rispettare i suoi diritti nelle sedi competenti mi rallegra perchè di fatto si compromette a rispettare le decisioni della giustizia.
    Mi riempie di gioia anche la sua dichiarazione di voler lavorare per riparare le sue omissioni.
    Quindi direi che potrebbe iniziare a pagare quello che un giudice ha stabilito che mi deve e io saró davvero lieto di pubblicare l’estratto conto che dimostrerà la buona fede del Folci.
    Può contattare con il mio avvocato: ha tutti i dati.

    Fino a quel momento, sono solo chiacchiere prive di ogni significato.

  • Enrico Folci
    Reply

    Buona sera a tutti, io, a differenza di voi uso il mio nome e cognome perchè non sono un vigliacco e non ho mai sputato infaccia a nessuno.
    Siete semplicemente dei vigliacchi perchè invece di farmi causa e difendere i vostri presunti diritti violati, nelle sedi copetenti come fanno le persone civili, vi nascondete qui e mi sputate addosso ogni giorno.
    Io vi conosco uno ad una e so esattamente di cosa state parlando e sono tranquillo perchè per ogni cosa che dite c’è un motivo e voi ben lo sapete.
    Sappiate, comunque io ho taciuto sino ad oggi solo per vedere fino a che punto siete stati capaci di arrivare.
    Se ci sono stati degli errori o delle omissioni, io lavoro per ripararle e non sono fuggito sono qui, ho semplicemente cambiato la mia vita, in parte anche pe rrimediare ai danni che qualcuno di voi mi ha procurato in questi anni, sono ancora qui a lavorare e la cosa che mi fa più piacere è che, nonostante le vostre palate di merda quotidiana continuano ad aumentare gli scrittori che pubblicano con me, oltre 70,saranno tutti stupidi e sprovveduti? Ci sarà un motivo, il vero motivo è che abbiamo cambiato molte cose abbiamo miglioarto l’operatività aziendale, l’assistenza agli scrittori ed istituito, cosa che i piccoli editori manco si sognano, un resposnabile commerciale col quale programmare le attività di sviluppo e vendita dei libri.
    Concludo dicendo che le vostre ragioni mi piacerebbe trattarle una ad una magari fissando un appuntamento presso la nosra nuova sede di Montecosaro ( visto? Abbiamo messo anche l’indirizzo, abbiamo avuto il coraggio di farlo) ma voi no, preferite l’anonimato perchè questo è il vostro modo di essere, voi non sbagliate mai perchè sono sempre gli altri che sbagliano. Vi saluto, con garbo e rispetto, nonostante tutto.

  • D.
    Reply

    Cari gabbati sono anch’io dei vostri.
    Ho pubblicato con Folci il mio primo romanzo. Avveniva tutto quasi due anni fa e, per il tempo trascorso e tutto quello che ho potuto subire e dedurre, mi schiero senza remore o indecisioni dalla parte di chi condanna Enrico Folci.
    Non ho avuto i diritti, non ho avuto assistenza, non ho avuto distribuzione, non ho avuto altre ed altre cose promesse quali turnè o interviste. Il mio libro, che solo grazie a me, ha venduto circa 700 copie in 8 mesi, dopo la mia diffida perchè i libri fossero consegnati a chi li aveva pagati e, soprattutto, dopo aver chiesto che mi fossero pagati i diritti: il testo è stato letteralmente eliminato dal sito nonostante lo stesso comparisse ancora nella classifica dei più venduti sino al gennaio 2008, Folci è scomparso ed io stesso sono stato contattato da tipografi ed ex collaboratori perchè non erano stati pagati. Tutti mi chiedevano che fare. Prima dell’estate 2008 ho preferito non raccogliere perchè ero furioso. Ora, a distanza di mesi, dopo avervi letto, penso di agire. Leggo con tenerezza coloro che nulla hanno da rimproverare a Folci. Mi sembrano ragazzi e ragazze che sono DA POCO a contatto con Folci. Il tempo vi dirà se mi sbaglio e, per voi, lo dico seriamente, spero davvero di commettere un errore! Per gli altri, o meglio per l’altro 99%, suggerisco di agire, insieme. Scriverò a bock79
    D.

  • Wally
    Reply

    Io, allora, dovrei stare zitto.
    Invece no.
    Ho partecipato a un concorso letterario, acquistando come da bando uno dei loro libri. Non ho vinto, non ho ricevuto il libro pagato. Mi hanno proposto la pubblicazione del romanzo col quale ho partecipato al concorso, invitandomi presso di loro, ospite a pranzo o cena, per discutere della pubblicazione. Ho inviato una mail per chiedere qualche ragguaglio in più. Ho inviato altre mail per sollecitare l’invio del libro pagato. Sono rimasti silenti.
    Mi ritengo miracolato.
    Mi spiace per voi, non mollate.

  • Renato Millioni
    Reply

    Salve, mi chiamo Renato Millioni e sono l’autore di Talenti. edito da Enrico Focli Editore. Confermo quanto ha detto Pasqualino Ferrari: non mi èstato chiesto alcun contributo per la stampa e i rapporti sono più che buoni. Per quanto mi riguarda sono sempre stato trattato gentilmente e professionalmente. Inoltre la qualità del libro (rilegatura, grafica, impaginazione) è ottima.
    Saluti
    Renato

  • Cristina
    Reply

    Io, come ho già scritto altrove, non ho bisogno di fargli causa, perché ho ottenuto la risoluzione del contratto e a gennaio il mio libro uscirà con un altro editore che è stato gentile perché ha atteso pazientemente che Folci mi mandasse la liberatoria.
    Certo, sarebbe opportuno impedire a questo editore di fare altri “danni”, però, allora, il discorso sarebbe più ampio, perché Folci non è l’unico editore che commette scorretezze anche se gravi come le sue non ne avevo mai sentite, sì, qualche ritardo nella pubblicazione, una promozione o una distribuzione non corrispondenti a ciò che era stato promesso inizialmente, persone non pagate dopo che avevano curato un libro (è capitato anche a me non con lui, ma con un altro editore), però, non certo cambi imprivvisi di sede dell’azienda, un turn over continuo dei collaboratori, autori trattati con scortesia tramite e-mail…
    Insomma, tutta questa situazione per le varie persone coinvolte è stata davvero spiacevole, per non usare termini peggiori.
    Cristina

  • bock79
    Reply

    Beh, no, una cosa c’è: rinnovo il mio invito a metterci in contatto per intraprendere una causa penale.
    In questi giorni contatterò con altri passati collaboratori e li inviterò a passare di qua.
    La mia email: bock1979@libero.it

  • bock79
    Reply

    Beh, direi che non c’è molto altro da aggiungere purtroppo.

Lascia un commento

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: